Buona sgambata con il Quinto (Cisse-Mason-Conte). Presentazione venerdì 26 al Tenni

In una partita che contava quanto un’amichevole, il Treviso liquida 3-0 l’Union Quinto con i gol di tre attaccanti: il debuttante Cisse (nel primo tempo), Mason e Conte (entrati a metà secondo tempo). Una serata utile per eliminare le scorie negative accumulate dopo il deludente avvio di campionato. Nei quarti di finale (campo da sorteggiare, si giocherà il 15 ottobre alle ore 20.30) il Treviso troverà il forte LiaPiave, che ha asfaltato il Passarella 5-1. La vincente, in semifinale, troverà Mestrina (già qualificata, ha perso 2-0 con la Vigontina al Baracca) e il Vittorio Veneto, che battendo 3-1 l’Union Quartier del Piave si è guadagnato il passaggio del turno. Venerdì 26 (ore 19.30) la presentazione della squadra allo stadio Tenni. Sabato 4 ottobre, invece, si dovrebbe giocare l’anticipo in casa del Vittorio Veneto.

Il Quinto, la cui stagione è di fatto iniziata solo a fine agosto, non è più un cantiere aperto ma poco ci manca. Rosa ancora da completare, squadra giovane che ha appena cominciato il rodaggio; dopo le bastoste di Coppa e alla prima di campionato, domenica i rossoblu hanno bloccato sullo 0-0 il Laguna Venezia – prossimo avversario del Treviso – fino a venti minuti dalla fine, poi uno sfortunato autogol e un comprensibile calo fisico hanno spianato la strada ai neroverdi (nel finale sono arrivati altri due gol). Al Tenni mister Stefano Beghetto schiera una formazione molto simile, con qualche variazione. Nel Treviso turn over quasi completo, anche se in difesa c’è in campo dal 1′ capitan Ton. Tentoni ripropone comunque il 4-2-3-1, con il debuttante Cisse unica punta, sostenuto dal trio Dal Compare – Viteri – Livotto, e il centrocampo affidato al gigante Lazzari e Del Papa. In difesa Orfino affianca Ton, con il convalescente Minto e Fraccaro terzini. La partenza è tutta biancoceleste: sulla sinistra Dal Compare semina il panico e al 2′, dopo una discesa sulla sinistra, scocca un bel destro da fuori area; Gambuti respinge e si ripete subito dopo sul tap in di Cisse. L’occasione iniziale sembra dare la scossa al Quinto, che nei cinque minuti successivi preme sull’acceleratore. Al 20′ gli ospiti confezionano la più ghiotta occasione della partita, quando sugli sviluppi di una punizione la difesa si dimentica Zaniolo, che solo davanti al portiere manda incredibilmente fuori. Occasione a parte, nei primi venti minuti il Treviso da una parte subisce l’aggressività dell’Union Quinto, dall’altra fatica a costruire il gioco. Difficoltà comprensibili, visto che in campo l’affiatamento non può essere lo stesso della squadra vista in Coppa e campionato. Sull’asse alle spalle di Cisse, Viteri e Dal Compare si scambiano spesso posizione; Livotto si da fare come raccordo tra centrocampo e attacco. Tuttavia il Treviso fatica a trovare sbocchi per le vie centrali, mentre il gioco sulle fasce produce tanti cross che trovano il vuoto. Il gol arriva comunque, al 30′, grazie all’azione insistita di Minto, che vincendo un rimpallo spalaca la porta a Cisse; da posizione decentrata il 18enne di colore trasfigge Gambuti e segna il suo primo gol ufficiale. Con il vantaggio dei padroni di casa si aprono le praterie. Sale in cattedra Dal Compare, stavolta da destra: al 35′ azione individuale fin quasi la linea di fondo, finta sul difensore e tiro mancino che si stampa sulla traversa. Pochi minuti dopo Livotto pesca bene lo stesso Dal Compare sulla linea del fuorigioco, ma il colpo sotto del fantasista finisce sull’esterno della rete. Ultimo bruivido al 44′, quando su calcio d’angolo Cisse, in semituffo, devia in porta, trovando l’ottima risposta di Gambuti.
La ripresa, con in campo Zamuner (fuori Ton) e Campagnolo (per Livotto), si apre ancora nel segno del giovane attaccante ex Portogruaro e VeneziaMestre, che riceve palla al limite dell’area, entra in area e da posizione decentrata impegna ancora Gambuti. Nei venti minuti successi il Treviso  continua ad attaccare, e verso il 20′ minuto l’infortunio di Viteri (alla caviglia, unica nota negativa della serata di Coppa) dà il via alla girandola di cambi in attacco (dentro Hysa). Dal Compare, autore della consueta ottima prova (purtroppo non coronata da gol) lascia il posto a Conte; nello stesso momento fuori anche Cisse, protagonista di un ottimo debutto, per Mason. Il primo dimostra di attraversa un buon periodo, soprattutto quando può gestire palla al limite o dentro l’area; intorno alla mezz’ora mette in mezzo un ottima cross per Hysa, che tuttavia schiaccia troppo il pallone. Al 32′ riceve palla, entra in area e tira troando la risposta di Gambuti, ma sulla respinta Mason non sbaglia il tap in vincente, segnando il suo primo gol biancoceleste in una partita ufficiale. Con i nuovi cambi nelle file del Treviso e una condizione atletica sempre più deficitaria, il Quinto lascia ancora più spazi. E al 40′ arriva il tris: Mason scambia con Conte e lo manda in porta: il grande ex (a Quinto, nella Serie D 2009/2010, ha vissuto la sua stagione migliore) entra in area e fredda Gambuti, segnando il 4 gol in cinque partite. Un inizio di stagione positivo per un giocatore che, dal punto di vista realizzativo, non veniva da grandi annate. Nei minuti finali il Treviso sfiora il poker, prima con Campagnolo (tiro da fuori), poi dallo stesso Conte, che a centro area prova a ripetersi di sinistro, chiamando Gambuti all’ultimo straordinario intervento. La partita, dopo pochi minuti di recupero, finisce. Come detto in apertura, una test utile per ritrovare fiducia dopo l’inizio shock in campionato. Ottimo debutto del classe ’96 Cisse, che oltre al gol ha dimostrato una buona personalità. Gli altri due marcatori, invece, hanno confermato che giocando vicini possono fare più danni.

TABELLINO

TREVISO-UNION QUINTO 3-0 (1-0)

TREVISO (4-2-3-1): Franceschini; Fraccaro, Orfino, Ton (st 1′ Zamuner), Minto; Lazzari, Del Papa; Viteri (st 19′ Hysa), Livotto (st 1′ Campagnolo), Dal Compare (st 16′ Conte); Cissè (st 16′ Mason). A disp. Bortolin e Mendy. All. Tentoni.
UNION QUINTO (4-4-2): Gambuti; De Lazzari, Giuliotto, De Favari (st 16′ Da Ros), Salzano (st 1′ Marchiori); Soldo (st 1′ Salvadori), Bacchin (st 24′ Bacchin), Carbonetti, Reato; Vanin (st 1′ Samadraxha), Zaniolo. A disp. Pol e Calzavara. All. Beghetto.
ARBITRO: Modesto di Treviso.
RETI: pt 32′ Cisse; st 27′ Mason, 40′ Conte.
NOTE: serata fresca e clima sereno. Spettatori paganti 127. Angoli: 6-4 per il Treviso. Ammoniti: Fraccaro e Hysa per il Treviso.