Analisi regolamentare relativa alla sostituzione Mensah-Vio

In attesa delle decisioni del giudice sportivo previste per mercoledì 4 marzo, cerchiamo di analizzare sotto il profilo prettamente regolamentare quanto avvenuto durante l’incontro Treviso-Passarella sospeso lo scorso sabato, ovvero la sostituzione tra il numero 11 Nicolò Vio ed il numero 17 Frankie Mensah.

Ambito di applicazione è chiaramente “Il Regolamento del Giuoco del Calcio” e nello specifico la Regola 3, dedicata a “Il numero dei calciatori”.
Tra le altre cose, nel dettaglio la regola descrive chiaramente la procedura tecnica della sostituzione, soffermandosi su quando è da considerarsi concretamente avvenuta (abbiamo omesso alcune parti non pertinenti):

Procedura della sostituzione
[…]
Per sostituire un calciatore titolare con uno di riserva, devono essere osservate le seguenti procedure:
• l’arbitro deve essere informato prima che la sostituzione avvenga;
• il subentrante entrerà sul terreno di gioco solo dopo che ne sia uscito il calciatore sostituito e dopo aver ricevuto l’autorizzazione da parte dell’arbitro;
• il subentrante deve entrare sul terreno di gioco in corrispondenza della linea mediana e durante un’interruzione di gioco;
• la sostituzione si concretizza nel momento in cui il subentrante entra sul terreno di gioco;
• da quel momento, il subentrante diventa un titolare e quello sostituito cessa di esserlo;
• il calciatore che è stato sostituito non potrà più partecipare alla gara;
[…]

rgcLa stessa guida pratica AIA ribadisce in uno specifico punto il momento esatto in cui la sostituzione è da considerarsi avvenuta:

GUIDA PRATICA AIA
8. Quando un calciatore di riserva diventa titolare (ossia quando si considera effettuata una sostituzione)?
Immediatamente dopo che è entrato sul terreno di gioco, nel rispetto della procedura di sostituzione.

Tale momento è pertanto molto importante, oltre ai fini di quanto avvenuto sabato (relativi agli obblighi di impiego dei giovani calciatori, i cosiddetti under), anche ad eventuali fini disciplinari, come ad esempio l’espulsione di un giocatore non ancora entrato in campo (che potrà essere sostituito con altro giocatore di riserva) o l’espulsione di un giocatore che sta uscendo dal campo, ma non ancora però sostituito (che non potrà più essere sostituito con un altro giocatore di riserva).

In considerazione di quanto avvenuto rimane quindi semplicemente da capire, al di la di tanti discorsi fuorvianti relativi a possibili fantasiosi escamotage, se la sostituzione è effettivamente avvenuta oppure no. E’ quindi davvero importante capire se tale sostituzione è da considerarsi:

  • avvenuta, e porterà con se tutte le conseguenze del caso, sia a livello tecnico che disciplinare (cambia il ruolo del giocatore che da riserva diventa titolare), che regolamentare (obbligo di impiego dei giovani calciatori);
  • NON completata;
  • NON valida in quanto soggetta ad infrazioni alla regola;
  • semplicemente NON avvenuta.

Tralasciando l’ultimo punto, in quanto è sotto gli occhi di tutti che una sostituzione era in corso d’opera, cerchiamo di fare maggiore chiarezza con l’utilizzo delle note relative ad “Interpretazione delle Regole del Gioco e linee guida per arbitri”:

PROCEDURA DELLA SOSTITUZIONE
• Una sostituzione può essere effettuata soltanto durante un’interruzione di gioco
• L’assistente segnala all’arbitro che è stata richiesta una sostituzione
• Il calciatore che viene sostituito riceve l’autorizzazione da parte dell’arbitro a lasciare il terreno di gioco, a meno che il calciatore stesso sia già fuori del terreno di gioco per ragioni che sono conformi alle Regole del Gioco
• L’arbitro autorizza il calciatore di riserva ad entrare sul terreno di gioco
• Prima di entrare sul terreno di gioco, il calciatore di riserva aspetta che il calciatore che sta per essere sostituito lasci il terreno di gioco
• Il calciatore sostituito non è obbligato a lasciare il terreno di gioco all’altezza della linea mediana
• L’autorizzazione a procedere ad una sostituzione può essere rifiutata in alcune circostanze, ad esempio se il calciatore di riserva non è pronto per entrare sul
terreno di gioco
[…]
• Se un calciatore che sta per essere sostituito rifiuta di lasciare il terreno di gioco, l’arbitro lascerà che la gara prosegua
[…]

Non risultano in primis infrazioni alla regola, legate soprattutto all’uscita o all’ingresso in campo senza autorizzazione, in quanto qualsiasi infrazione comporta l’ammonizione di uno od entrambi dei giocatori. Nessun provvedimento disciplinare è stato infatti intrapreso nei confronti dei due giocatori sopracitati.

Cambio-Mensah-Vio_revOsservando la cronologia delle operazioni di sostituzione risulta chiaro (grazie anche ai riscontri fotografici) che la stessa è stata effettuata in una interruzione di gioco, interessando sia il dirigente che espone la lavagnetta con i numeri, sia l’assistente che ha informato l’arbitro.
Il giocatore n. 11 (under) esce dal campo senza ricevere alcun provvedimento disciplinare, confermando implicitamente che lo stesso risulta essere stato autorizzato dall’arbitro ad uscire.
Il giocatore n. 17 (non under) attende correttamente che il giocatore sostituito esca dal terreno di gioco per poi entrare in campo. Dai riscontri fotografici risulta documentato che lo stesso entra in campo mettendo il piede almeno sulla linea laterale (ricordiamo che in base alla regola 1 “Il terreno di gioco deve essere […] segnato con linee che fanno parte delle superfici che delimitano”; linea fa campo, insomma), mentre testimonianze oculari – come quelle del segretario Leandro Casagrande – riportano un ingresso in campo addirittura anche di alcuni metri. Anche in questo caso, il mancato ricorso ad ogni forma di provvedimento disciplinare, una volta accertato che il giocatore fosse entrato sul terreno di gioco, implica che lo stesso avesse ricevuto l’autorizzazione da parte dell’arbitro.

Per quanto sopra risulta chiaro che la procedura di sostituzione sia da considerarsi completata ed efficace a tutti gli effetti.

Caso Treviso-PassarellaCon l’uscita del giocatore n. 11, nel momento di concretizzazione della sostituzione, la squadra avversaria si trovava a schierare in campo da 3 a soli 2 giocatori under.
L’atteggiamento palesemente ostruzionistico e dissimulatorio di quanto avvenuto da parte della panchina della squadra avversaria, non appena resosi conto dell’errore, unita a proposte di utilizzo di soluzioni artificiose, hanno poi portato l’arbitro – dopo oltre 10 minuti di interruzione del gioco – a considerare che non vi fossero più i presupposti per continuare l’incontro e a decretare la sospensione e la fine anticipata della partita.
Spiace far notare che tali situazioni proposte (scambio di maglie tra giocatori o proposta di giocare in 10), risultano infine palesemente contraddittorie. Se infatti dovessimo dare credito alla tesi per la quale la sostituzione non fosse da considerarsi completata (ad esempio giocatore uscito ma giocatore di riserva non ancora entrato in campo) il risultato non porta a fantasiose soluzioni o escamotage, ma semplicemente alla possibilità di poter scambiare anche all’ultimo attimo un giocatore di riserva con un altro (ad esempio il n. 16 di cui si parlava), sempre a patto che nessun giocatore fosse ancora entrato sul terreno di gioco.
Siamo ovviamente portati a non credere che tali tentativi fossero portati avanti in malafede dalla squadra avversaria (in primis dallo stimato ex Massimo Susic), ma dettati unicamente dallo strano caso e dal momento concitato venutasi a creare.

Concludiamo ricordando che nei campionati di Eccellenza vige l’obbligo di impiego di 3 under per tutta la durata dell’incontro (salvo alcuni specifici casi come espulsione dal campo e, qualora siano già state effettuate tutte le sostituzioni consentite, anche i casi di infortuni dei suddetti calciatori). L’inosservanza di tutte le disposizioni previste è punita con la sanzione della perdita della gara da parte della Società inadempiente, ai sensi dell’articolo 17, comma 5, del Codice di Giustizia Sportiva.

Rimaniamo ovviamente a disposizione nei commenti all’articolo per ogni confronto ed eventuale rettifica nel caso di imprecisioni nei dettagli sopra riportati.

Comments are closed.