ALL’ASSALTO DEL TABU’ OPITERGIUM

Il Treviso, dopo i due pareggi consecutivi, si ritrova in una situazione quasi disperata: 6 partite da disputare, 6 partite da vincere. Ci viene veramente difficile pensare che una squadra che ha vinto appena 8 delle 24 partite finora disputate (se la matematica non ci inganna 1 ogni 3) ne possa vincere 6 tutte d’un fiato, ma questa è la situazione attuale e ce la dobbiamo tenere, per forza o per amore.
I biancocelesti domenica andranno a fare visita a una squadra invischiata nella lotta per non retrocedere, quell’Opitergina che nel girone di ritorno dopo il cambio allenatore (da Della Bella a Moscon) ha già raccolto in metà cammino più punti che in tutto il girone di andata (rispettivamente 10 nel girone di andata, 11 nel girone di ritorno): non è stato facile batterli nella gara di andata (decise un gol di Mason, una manciata di minuti prima che Bortolin ipnotizzasse dal dischetto Morbioli), figurarsi questa volta quando giocheranno anche in casa, forti anche del “tabù Opitergium”: in due gare nello stadio di Oderzo, il Treviso ha raccolto una sconfitta (3-1, Eccellenza 2009/10) e un pareggio (1-1, serie D 2010/11).
Sarà sicuramente assente Gregorio Granati, che ha raccolto la quarta ammonizione, mentre Rorato sarà regolarmente in panchina: commutata in semplice ammonizione la sua espulsione nel finale della gara contro il San Giorgio Sedico. Ton e Stentardo hanno ripreso lentamente ad allenarsi, ma non è detto che possano essere a disposizione, mentre Conte invece potrà giocare grazie alla mascherina protettiva dopo la frattura al setto nasale subita a Nervesa.
Non c’è più niente da perdere… CORRI TREVISO!

Probabile formazione (4-3-3): Bortolin; Fornasier, Orfino, Zamuner, Pilotto; Granati T., Livotto, Amadio; Conte, Moresco, Dal Compare. All.: Rorato.
Calcio d’inizio ore 15.
Diretta sulla nostra pagina Facebook.

Comments are closed.