VINCE SOLO IL TENNI In 1200 non riescono a sospingere il Treviso verso il primo posto (0-0)

La settimana scorsa dopo Moriago avevamo sentenziato “Poco da segnalare”. Oggi invece non c’è stato “Nulla da segnalare”. Una partita tatticissima, che più tattica non si può, tantissima paura di perdere per le due squadre che quindi sono annullate a vicenda.
Ottoni conferma la difesa e l’attacco di Moriago, mentre a centrocampo sceglie un atteggiamento più prudente, togliendo Mastellotto (un po’ in ombra nelle ultime partite) e inserendo Moretti.
Nel primo tempo un’occasione per parte: per il Treviso con Cattelan che da buona occasione sciupa un assist di Zanardo concludendo sull’esterno della rete, strozzando troppo il tiro; per il San Dona’ rete annullata per fuorigioco a De Freitas.
Nel secondo tempo, se possibile, ancora meno da segnalare, se non l’espulsione per doppia ammonizione a D’Amico dopo un quarto d’ora, che lascia al Treviso il predominio territoriale ma nessun tiro in porta.
Sul web è già partito il “processo” a Ottoni: secondo molti l’atteggiamento del Treviso è stato troppo remissivo. Possiamo essere d’accordo, ma solo parzialmente: una sconfitta ieri ci avrebbe fatto precipitare a -3 dalla vetta, mentre così restiamo a -1 e con uno scontro diretto in meno da disputare. Certo, il Martellago ha vinto e si è avvicinato, ma la Vigontina e l’Istrana hanno perso, Liapiave e Pievigina hanno pareggiato: delle prime 7 in classifica ha vinto, appunto, solo il Martellago. E’ una gara a chi fa peggio, bastano veramente 2-3 vittorie di fila per spiccare il volo verso il primo posto. Il Treviso, tra dicembre e febbraio, ha compiuto una grandissima rincorsa (21 punti in 9 partite) che gli ha permesso di ritornare in corsa per la vittoria finale del campionato; ora però serve aumentare il ritmo-punti in queste ultime 6 partite: avevamo parlato di 10 finali dopo la vittoria di Martellago, abbiamo fatto almeno 5 punti nelle ultime 4 partite, e nonostante questo siamo ancora ampiamente in corsa. Fermarci sarebbe veramente un peccato mortale!

Per commentare la partita usare l’apposito thread sul nostro forum di discussione!

TREVISO-SAN DONA’ 1922 0-0

TREVISO (4-4-2): Schincariol; Prosdocimi, Giovannini, Bellotto, Furlan (st 7′ Donè); Antonioli (st 40′ Nardellotto), Casella, Biondo, Moretti; Zanardo (st 28′ Furlanetto), Cattelan. A disp. Gottardi, Granati, Mastellotto, Moretto. All. Ottoni.
SANDONA’ 1922 (4-4-2): D’Este; Vivan (st 22′ Ballarin), De March, Ton, Zamuner; Costantini, (st 48′ Traine) D’Amico, Yarboye (st 38′ Carbonetti), Nicoletti; De Freitas, Pedrozo. A disp. Saltarel, Zuccon, Da Silva, Mone. All. Andretta.
ARBITRO: Cavaliere di Paola
SPETTATORI: 1200