PIAZZA D’ONORE Zanardo punisce in extremis la Godigese (0-1), ma ci toccano i play-off

13051763_10153544401382944_126780404524339436_nIl miracolo non è avvenuto. Un po’ ce lo aspettavamo, ma ad inizio ripresa, con il Sandonà sotto 0-1 in casa contro il Martellago, la Pievigina momentaneamente bloccata a Cornuda e il Treviso che spingeva sull’accelleratore, ci avevamo creduto veramente. Poi sono arrivati in rapida successione i 3 gol che hanno incoronato la Pievigina e il gol di Zanardo, all’ultimo minuto di recupero, è servito solo per scavalcare il Sandonà al terzo posto. Solo? Avessimo detto niente! Nei play-off, che il Treviso aveva già conquistato la settimana scorsa, i biancocelesti hanno la matematica certezza di giocare in casa le partite della prima fase, ovvero la semifinale contro il Liapiave, e l’eventuale finale contro la vincente tra Sandonà e Martellago.
Partiamo col dire che oggi probabilmente abbiamo visto il miglior Treviso degli ultimi 2 mesi, ovvero dalla vittoria di Martellago in poi. Non che ci volesse molto, ma è molto positivo aver visto una squadra in salute nell’ultima giornata di campionato, e quindi in prospettiva play-off.
Il primo tempo ha visto il Treviso iniziare meglio, sprecando un’occasionissima con Zanardo dopo pochissimi minuti (tiro alto da ottima posizione), seguito a ruota da Casella che calcia di prima dopo un traversone dalla sinistra, ma la sfera non c’entra per poco la porta; al 25′ Zanardo crossa dalla sinistra, ma Moretto non ci arriva per un soffio. Poi, ecco la Godigese: prima Tessaro spedisce a lato una bell’assist di Materazzo; poi quest’ultimo realizza un bel gol di testa, ma l’arbitro annulla per fuorigioco, su segnalazione del guardialinee.
Nella ripresa Ottoni capisce che si può e si deve osare di più, il pareggio servirebbe solo per il secondo posto in caso di sconfitta di una delle altre due pretendenti, e inserisce Cattelan per Mastellotto. Il Treviso parte nuovamente alla grande: prima un diagonale di Zanardo parato a terra da Marcato, poi Moretto riceve un pallone vagante dal limite dell’area, ma il suo diagonale e deviato prodigiosamente in angolo dall’estremo difensore godigese; poi si fa viva la Godigese, con Tessaro che impensierisce Schincariol; poi Cattelan, finora un po’ in ombra, sale in cattedra: prima si inventa un tiro-cross dalla destra che Marcato respinge sui piedi di Granati, incapace però di spedire nel sacco da pochi passi, poi un suo colpo di testa viene murato da Biral. Quando sembra che la partita debba finire sullo 0-0, che comunque vista la contemporanea sconfitta del Sandonà basterebbe per arrivare secondi, ecco il gol vittoria in pieno recupero: Zanardo sfugge a Biral sulla sinistra e da ottima posizione trafigge Marcato con un tiro rasoterra.
Finisce qua, e i ragazzi della Curva Di Maio sono comunque in visibilio, il Treviso ha giocato una buona partita e conquistato la quarta vittoria di fila.
Domenica prossima al Tenni arriva il Liapiave, avversario temibile, come tutti quelli che arriveranno da qua alla fine. Sperando che la fine sia il 5 giugno…

Per commentare la partita, usare l’apposito thread nel nostro forum.

GODIGESE-TREVISO 0-1 (0-0)

GODIGESE (4-4-2): Marcato; Biral, Cecchetto, Alberton, Marchesan; Marangon, Lovato, Tessaro (st 38′ Civiero), Matterazzo (st 30′ Trevisan); Barichello (st 26′ Mattioli), Conte. A disp. Bertoncello, Babolin, Bonamin, Sottovia. All. Pisani.
TREVISO (4-4-2): Schincariol; Sagui (st 23′ Di Salvo), Giovannini, Bellotto (st 38′ Donè), Furlan; Biondo, Casella, Granati, Mastellotto (st 1′ Cattelan); Zanardo, Moretto. A disp. Gottardi, Prosdocimi, Furlanetto, Moretti. All. Ottoni.
ARBITRO: Catallo di Frosinone.
MARCATORE: st 48′ Zanardo.
NOTE Pioggia ad intermittenza con forti raffiche di vento. Ammoniti: Marchesan, Tessaro, Furlan e Granati. Spettatori 500, di cui almeno la metà da Treviso. Angoli 7-6 per il Treviso. Rec. Pt 0’, st 3’.