Il Treviso strapazza il Fontanelle e torna a sognare la vetta (0-3)

Straordinaria prova di forza del Treviso: a Fontanelle i biancocelesti regalano ai tifosi la miglior prestazione della stagione e annichiliscono l’ormai ex capolista con un rotondo 3-0 che non ammette repliche. Partita sostanzialmente dominata dagli uomini di Graziano, che hanno saputo imporre per largui tratti un ritmo superiore, riuscendo a colpire cono cinismo nei momenti chiave della partita, sfruttando anche le amnesie difensive dei gialloneri. La capocciata di Tessari, al primo gol stagionale, arriva – dopo un primo tempo dominato – a pochi minuti dall’intervallo (uscita a vuoto del portiere Onnivello) e sembra abbattere un muro che i gialloneri avevano efficacemente eretto dal primo minuto della gara di andata…
Aperta la breccia, nel secondo tempo i biancocelesti hanno dilagato colpendo nei primi mintui della ripresa: letale contropiede del solito, dindiavolato Guercilena e altro gol del sempre più ritrovato Garbuio. La partita si poteva riaprire con il palo di Grotto, dopo un contropiede innescato, va detto, da un sospetto fallo giudicato come normale azione di gioco dall’arbitro. Sarebbe stata una beffa, ma con il Treviso di oggi anche la sfortuna nulla poteva. Il raddoppio di Garbuio, che coma la strana giornata “in bianco” di Fusciello, sembra la fotografia di un Fontanelle completamente frastornato di fronte alla prospettiva di abbandonare quella vetta mantenuta ininterrottamente per più di un girone.
I gialloneri di Maurizio De Pieri, oltre ad alcuni infortuni chiave e un comprensibile calo fisiologico, nell’ultimo mese e mezzo hanno pagato anche un calendario non certo agevole: dopo il doppio ko Caorle-Miranese e il rinvio dell’insidiosa trasferta di Vedelago, i gialloneri, apparentemente pronti al tracollo definitivo, avevano reto l’urto contro Portomansuè (in casa) e Opitergina (in trasferta). Invece contro il Treviso, che all’andata aveva dominato almeno fino all’espulsione di Kastrati dopo neanche metà partita,  la rivelazione del campionato ha subito senza colpo ferire l’aggressività e il cinismo diun Treviso superiore anche nella condizione fisica. La speranza è che i biancocelesti riescano a mantere questo stato di forma almeno per un altro mesetto…
Dopo aver brillantemente superare l’ultimo appello per rimanere in corsa, il Treviso rimane obbligato a vincerle tutte. Il Fontanelle rimane davanti, come il Portomansuè, ora più che mai favorita numero 1 per la vittoria finale. I biancoverdi, partiti con i favori del pronostico, hanno completato la rimonta e possono contare su un calendario apparentemente più agevole, specialmente rispetto al Fontanelle. La capolista, salvo cataclismi, rimarrà tale almeno per un’altra giornata, visto che nel recupero di sabato prossimo ospiterà il fanalino di coda Unione Sile. Proprio le squadre di bassa classifica potrebbero essere arbitre della lotta per l’Eccellenza: le ultime giornate, infatti, non hanno ricompattato solo le prime quattro (in corsa per il primo posto c’è anche l’Opitergina, che in silenzio ha sbancato il difficile campo di Caorle) ma anche le squadre che lottano per evitare i play-out.

Per tornare brevemente alla gara di oggi, il Treviso ha confermato la crescita della propria condizione dopo la “pausa” causata dal rinvio della 23a giornata che verrà recuperata sabato 31 marzo (al Tenni arriva il Lovispresiano). Un dato di fatto che aumenta il rammarico per i due punti buttati nel fantozziano acquitrino di Vazzola, anche se il vero e proprio suicidio che al momento costa carissimo sono i 6 punti lasciati al Villorba terz’ultimo. In ogni caso tifosi, squadre e presidente possono sorridere: in attesa della finale del Trofeo Regione Veneto, il Treviso è ora in lotta per conquistare l’Eccellenza anche in modo diretto.

Gli highlights dal canale ufficiale Acd Treviso.

TABELLINO

FONTANELLE-TREVISO 0-3 (0-1)

MARCATORI: 41’ pt Tessari, 50′ e 76′ st Garbuio.
FONTANELLE:
Onnivello, Tonetto, Galiazzo, Brustolin, Grava, Toppan, Cattai, Basei (18′ st Denè), Rezzou (38′ st Serigne) , Grotto, Seye (18′ st Sylla). In panchina: Fontebasso, Santi Amantini, Durollari, Polo. Allenatore: Maurizio De Pieri.
TREVISO: Tunno, Pegoraro, Callegaro, Carraro (34′ st Favero), Nichele, Marchiori, De Marchi, Tessari, Garbujo (28′ st Cesa), Fuscello, Gurcilena (40′ st Da Silva). In panchina: Niero, Seno, Fantinato, Casarin. Allenatore: Cristiano Graziano.
ARBITRO: Angelo Moretti sez. di Città di Castello, assistenti Thomas Storgato sez. di Castelfranco Veneto e Alberto Callovi sezione di San Donà di Piave.
NOTE: pomeriggio soleggiato, temperatura di 12 gradi, terreno in ottime condizioni, spettatori 800 circa con nutrito seguito dal capoluogo. Ammoniti: Toppan per il Fontanelle e Garbuio per il Treviso. Recupero: pt 1′ e  st 2′.