Treviso-Caorle (1-1) è il film del campionato. Mercoledì si decide il futuro

In quella che potrebbe essere stata l’ultima partita stagionale al Tenni – a condizione che si vinca la coppa – il Treviso ottiene il terzo pari consecutivo, dopo 90 minuti che rappresentano perfettamente il campionato dei biancocelesti. Una squadra che parte bene e costruisce palle gol ma non sfonda, sbagliando di tutto dall’attacco… alla difesa, subendo dunque il puntuale pareggio nella ripresa e rischiando perfino il ribaltone. Ci si potrebbe appellare all’ampio turnover (prevedibile e giusto in vista di mercoledì) e alla testa del gruppo già proiettata a Vittorio Veneto; la dura realtà, lo ripetiamo, è che partite come queste sono lo specchio fedele della stagione. Per contare le prestazioni brillanti una mano basta e avanza, e il +9 attuale del Portomansuè rivela il reale divario da una squadra a cui ci eravamo illusi di poter contendere il primo posto. Per fortuna c’è ancora la coppa, che può salvare una stagione e, forse, aprire le porte dell’Eccellenza.

Gli highlights del canale ufficiale Acd Treviso.

IL TABELLINO

TREVISO – CITTA’ DI CAORLE/LA SALUTE 1-1 (1-0)

MARCATORI:  pt 9′ Lipe, st 27′ Cagiato.
TREVISO (4-3-1-2): Tunno; Callegaro, Marchiori, Pegoraro (1′ st Nichele), Rosina; Banzato, Carraro (1′ st Seno), Favero (1′ st De Marchi); Cesca (st 32′ Fantinato); Lipe, Casarin. All. Graziano.
CITTA’ DI CAORLE/LA SALUTE (4-4-2): Bavena; Cicuto, Teso, Zanon(st 40′ Sirca), Chiumento (pt 42′ Benedet); Cester, Marsonetto (st 11′ Bergamo), Bravo, Cima; Zuccon (st 23′ Cagiano), Milanese (st 11′ Giordano). All. Carraro.
ARBITRO: Tiozzo Fasiolo di Chioggia.

La finale del Trofeo Regione Veneto sarà una partita unica, differente rispetto alle gare di campionato e le precedenti in coppa, dal girone estivo alle semifinali. La speranza è che il Treviso sforni una prestazione all’altezza, visto che finora i pochi alti sono arrivati soprattutto contro le avversarie più quotate. L’Opitergina arriverà alla sfida dell’anno dopo un altro pareggio, contro la Miranese, passata momentaneamente in vantaggio all’Opitergium.
Anche oggi l’unica squadra sorridere è il Vazzola, che con il successo interno sul Fontanelle ha coronato la rimonta verso i play-off; una risalita favorita anche dal rallentamento in blocco delle prime, Portomansuè escluso, ormai sicuri. L’altra sentenza importante l’ha emessa la gara del Mecchia, con il Villorba corsaro sul Portogruaro. Mentre i granata sono definitivamente fuori dai play-off  in virtù del distacco da Treviso e Fontanelle (avrebbero potuto accedervi come sesta, visto che una tra Treviso e Opitergina si tirerà fuori dalla contesa), i gialloblu con l’ennesimo successo hanno conquistato la salvezza matematica. In coda come in zona play-off c’è aria di volata, e anche in questo caso il risultato di mercoledì potrebbe avere qualche conseguenza. Come ripetuto più volte, chi vincerà il Trofeo non parteciperà ai play-off, dunque il Treviso o l’Opitergina potrebbero affrontare l’ultimo turno con motivazioni differenti. I biancocelesti faranno visita al Caerano, ora penultimo, che rischia la retrocessione diretta in caso di sconfitta e contemporanea vittoria del Conegliano nello scontro diretto con il San Gaetano. Il Vedelago, insieme ai montebellunesi unica squadra ormai sicura di fare i play-out, ospiterà le furie rosse.

risultati-prima-squadra

classifica

prossimo-turno