STADIO TENNI Gestione all’Acd Treviso, questa volta è ufficiale

stadio-tenni-veduta-aerea

L’accordo sullo stadio Tenni potrebbe mettere fine (per ora…) alle tante speculazioni politiche sul suo futuro


L’amministrazione annuncia con soddisfazione che sono stati sottoscritti gli atti propedeutici alla concessione dello stadio “O. Tenni” alla Acd Treviso. Tale concessione avrà a oggetto la riqualificazione, la rigenerazione e la gestione dello stadio comunale.

Con questa nota dell’amministrazione comunale sembra finalmente giunta a una felice conclusione la telenovela sulla gestione dello stadio Tenni all’Acd Treviso. Stavolta sembra proprio fatta. La notizia, già diffusa martedì sera, è stata ufficializzata nella mattina di oggi anche dall’Acd Treviso con una nota sul sito ufficiale. E nell’edizione odierna Il Gazzettino di Treviso riportava già le prime dichiarazioni dei protagonisti dell’accordo, il sindaco Mario Conte e il presidente del Treviso Luca Visentin. «Siamo soddisfatti – ha dichiarato il neoletto primo cittadino – dell’intesa perfezionata con l’Acd Treviso. Potremo così rivedere in una struttura sportiva, simbolo della Città, competizione calcistiche di buon livello. Avere una squadra di calcio cittadina che gioca al Tenni non significa solo poter consentire agli amanti del gioco del “pallone” di potere trascorrere le domenica allo stadio, ma significa dare grande visibilità al mondo delo sport nel suo complesso, attirando l’attenzione di tanti giovani e giovanissimi verso le attività motorie, con tutti i benefici per la loro crescita psico-fisica. Auguriamo tutti i miglior successi alla prima squadra che giocherà nel campionato di “Eccellenza”, con l’invito che l’utilizzo dello stadio sia un ulteriore elemento per investire nei settori giovanili, coinvolgendo anche le molteplici realtà cittadine che da tempo ed egregiamente si occupano degli atleti trevigiani».

Non può che essere entusiasta il patron Luca Visentin, dopo circa un anno di trattative con la precedente amministrazione, tra momenti di tensione da guerra fredda e riappacifiazioni, fino all’accordo perfezionato qualche mese fa ma mai concluso per varie questioni burocratiche. La nuova amministrazione ha deciso di proseguire quanto fatto in precedenza e, a poche settimane dal debutto ufficiale in coppa, è statoufficializzato l’accordo. Manca ancora un passaggio e i tempi stringonom ma il presidente Visentin è ottimista: «Si tratta di un preliminare – ha precisato a Il Gazzettino di Trevisoche ci permette di entrare allo stadio da subito ed è quello che faremo. Sono i tempi buracoratici e abbiamo trenta giorni di tempo per firmare il contratto, ma è solo una formalità». Per quanto riguarda i lavori Visentin ricorda che il mese di agosto non è certo amico, ma la società cercherà di giocare la prima di campionato in trasferta. A questo punto vedremo se in coppa i biancocelesti dovranno disputare la prima gara casalinga in coppa in un altro impianto, presumibilmente lo stadio di Silea.