Il consorzio si allarga e punta quota 50

presentazione-consorzio

I “padri fondatori” del consorzio Treviso SiAmo Noi in posa sul rinnovato manto erboso del Tenni dopo la prima presentazione

Come abbiamo visto, l’incontro per la presentazione della nuova maglia sotto la Loggia dei Trecento è stata scelta per annunciare anche l’allargamento del consorzio “Treviso SiAmo Noi” ad altri 24 sostenitori. I primi erano stati svelati lo scorso 5 luglio con una conferenza stampa negli uffici dello stadio Tenni finalmente ripuliti.

I FONDATORI Queste le dieci aziende fornitrici: azienda avicola Sandri, il main sponsor QBell (produzione e distribuzione apparecchi video e audio), Assist Sport (abbigliamento), Energia Innovazione (fotovoltaico), Treviso Macchine Rent (noleggio e vendita macchine di movimento) del presidente del consorzio Marco Pinzi, il fratello Luca Pinzi con Zeta Group (agenzia di comunicazione), Gabriele Moro con lo studio Galileo (infortunistica stradale), l’ex presidente dell’Acd Treviso Paolo Pini (forniture elettromedicali), Andrea Citran (colorificio) e Luca Callegher di Commauto (concessionario).

Il consorzio "allrgato" presente alla presentazione della maglia (foto facebook Treviso Calcio Ac.)

Il consorzio “allargato” presente alla presentazione della maglia (foto facebook Treviso Calcio Ac.)


I NUOVI INGRESSI
Nella presentazione di mercoledì sono stati annunciati nuovi 24 soci, compresi graditi ritorni di ex sponsor: Casa di Cura Monastier, Gruppo Grigolin (calcestruzzi), Zanutta s.p.a (materiali edili e arredamento), Lobby di Alex Visentin (locali Radika e King’s), Vis Group Sicurezzza, Cimitran Costruzioni Generali, Binotto Scavi di Daniele Binotto, Isosystem di Marino Sutto, Perin Pubblicità di Ponzano, Movida Viaggi di Montebelluna, Toberplus (social telegiornale) di Luca Marton, studio legale Crea, Azzalini Energie di Francesco Checcarelli, Delta-Mec Officine di precisione di Vedelago, Carpenteria Pastro di Vedelago, Agenzia Allianz Treviso di Silvano Giuliato, Agenzia Allianz Treviso di Francesco Pasetto, Stadium materiale sportivo di Oderzo, Comput snc, Ra.di.me. Orologi Treviso di Raffaele di Meola, Osteria Naneti, Foto Stampa di Bruno De Martin, Impresa Renato Visentin, Europrint di Quinto e Ital Packaging (materiali di imballaggio) di Castelfranco.

COME ADERIRE Le modalità di adesione al consorzio erano state rivelate il giorno della prima presentazione al Tenni, lo scorso 5 luglio. In particolare riportiamo l’estratto dalla tribuna di Treviso del 6 luglio. Per entrare a far parte di “Treviso SiAmo Noi” la quota minimo di ingresso è 1000 euro, con stipula di un contratto triennale (rinnovabile) per gli spazi pubblicitari. Dunque i sostenitori del Treviso verranno suddiivisi in sei categorie:

Partner con quote da 1000 a 3mila euro e diritto di voto in assemblea;
Premium da 3mila a 5mila euro;
Gold da 5mila a 10mila;
Top da 10mila a 20mila;
Top Master da 20mila a 50mila;
Top Platinum oltre 50mila euro con diritto a 10 voti in assemblea;

Per tutti i consorziati sono previsti vari benefici, dagli abbonamenti allo stadio alle visite dei giocatori in azienda, dai biglietto a tariffe speciali per i dipendenti ai loghi da inserire sull’abbigliamento. L’obiettivo dichiarato è arrivare a quota 50 consorziati entro la fine dell’anno.