Il Treviso riparte da Vazzola con la coppa nel mirino

Dopo un fitto programma di test amichevoli arriva il momento liberatorio dei primi esami per il nuovo Treviso. E si fa subito sul serio perché il Trofeo Regione Veneto, come abbiamo visto due stagioni fa, è una competizione che offre di fatto una quinta promozione assicurata in Eccellenza. Fermo restando che il Treviso parte con un obiettivo preciso, tornare a vincere un campionato a otto anni dal trionfo di Montichiari, senza doversi giocare tutto in un paio di partite di coppa o play-off per poi aspettare un comunicato ufficiale a luglio o agosto.
A Camisano Vicentino, alle idi di marzo del 2018, i biancocelesti avevano strappato il pass per la finale di coppa contro l’Opitergina… ma solo tre giorni prima a Vazzola era stata virtualmente compromessa la rincorsa al primo posto, con la squadra di mister Graziano incapace di approfittare del pari tra le battistrada Portomansuè e Fontanelle. Una partita maledetta, con i biancocelesti avanti per due volte e raggiunti nel finale di gara dai gialloverdi, bravi a sfruttare le condizioni del campo trasformato in piscina dal maltempo.

L'ex Treviso Gianluca Delpapa, tra i colpi di mercato del nuovo Vazzola (foto tuttocampo)

L’ex Treviso Gianluca Delpapa, tra i colpi di mercato del nuovo Vazzola (foto tuttocampo)

Il Vazzola aveva poi concluso al terzo posto raggiungendo i play-off dopo una serie di vittorie consecutive nella parte finale del campionato, salvo uscire nella finale del girone D contro l’Opitergina. Il miglior piazzamento è stato seguito da una stagione sofferta,  la più dura per un club ormai giunti al sesto campionato di fila in Promozione. Sest’ultimo posto e una salvezza tranquilla ma non troppo, dopo un girone di ritorno sottotono.
Non sorprende che la società abbia deciso di dare una scossa optando per una mezza rivoluzione, con l’addio a mister Gallonetto e la “promozione” in panchina di Francesco Szumski, in passato giocatore e direttore sportivo. In questo ruolo dopo l’addio a Nicola Fornasier l’uomo mercato è diventato Giovanni Pase, altro ex calciatore del Vazzola. Anche la squadra, di conseguenza, ha subito un grande rinnovamento, con sette acquisti: Alessandro Armellin dall’Eclisse Carenipievigina e Begzudin Sarajlic dal Vittorio Falmec in porta,  Leonardo Giuliotto dal Conegliano a centrocampo. Dall’Opitergina sono arrivati l’ex Treviso (biennio 2013-2015) Gianluca Delpapa e il trequartista Michele Benetton, mentre il reparto offensivo si è rafforzato con gli attaccanti Emanuele Polo dal Fontanelle ed Erik Callegaro dal Campigo.

Per il Treviso un primo appuntamento da non sottovalutare, ma i biancocelesti sono chiamati subito a una grande prestazione nelle prime due partite di coppa. Partire bene sarebbe essenziale per alimentare il crescente entusiasmo della piazza e convincere tanti altri tifosi a sottoscrivere l’abbonamento nelle prossime due settimane.

La partita sarà arbitrata dal sig. Andrea Venturato della sezione di Bassano del Grappa.