Riapre il Tenni: battere il Marcon per scacciare la crisi

consorziati-a-centrocampo

Dirigenza e consorziati al centro del campo (Fotostampa Bruno De Martin fotografo)

Dopo sei mesi, domenica il Tenni tornerà a ospitare una partita del Treviso, anche se la tanto attesa riapertura dell’impianto finalmente ripulito è stata anticipata mercoledì scorso da un incontro tra la dirigenza e i consorziati. Il manto erboso è tornato in perfette condizioni e le gradinate sono state ripulite, mentre sopra i distinti sono stati installati nuovi striscioni pubblicitari. Tra Grigolin e Q.Bell spunta Invent, main sponsor della Sampdoria e già partner di Torino, Milan e Inter. Il suo ingresso è  ufficiale, di fatto era stato “annunciato” qualche settimana fa con la presentazione della nuova maglia Givova riservata al settore giovanile.

Adesso tutto l’ambiente si aspetta una svolta da chi va in campo. Giocare al Tenni è un sogno per tutti e offre gli stimoli necessari per la ricerca di un immediato riscatto, anche se le difficoltà del momento potrebbero trasformare questo debutto in un ulteriore fardello. Non sappiamo cosa si siano detti dirigenza, staff e giocatori in settimana, sicuramente le dichiarazioni rilasciate da mister Feltrin alla stampa rispecchiano il momento difficile che sta vivendo la squadra.
Il Marcon non è tra le formazioni più attrezzate del girone D, ma finora il Treviso è andato in difficoltà contro quasi tutte le avversarie. Quelle affrontate in coppa al momento occupano la griglia dei play-out, mentre la vittoria sul Vedelago, seppur meritata, è stata più sofferta di quanto dica il 4 a 0 finale (tre gol sono arrivati nei cinque minuti successivi all’espulsione di un difensore locale).

Domenica, oltre al neoacquisto Carraro, la squadra potrà contare anche sul terzino destro classe 2001 Basso, al rientro dopo un turno di squalifica.

Prima della partita, alle ore 14.30 (ritrovo genitori e ragazzi alle ore 14.15), ci sarà la presentazione del settore giovanile con la sfilata di tutte le squadre.