L’analisi biancoceleste, vol. 8

E se la nona giornata di questa serie D avesse già delineato la storia di questo campionato?
Certo, questa provocazione lascia il tempo che trova, visto che siamo appena a un quarto di torneo, però il fatto che Treviso e Veneziamestre siano a pari punti in testa e abbiano staccato le dirette concorrenti in testa alla classifica fa riflettere e non poco.
Entrambe le squadre hanno uno zero in una casella della classifica: il Treviso in quello delle sconfitte, visto che finora ha sempre vinto o pareggiato, il Veneziamestre in quello dei pareggi, visto che non conosce mezze misure, o vince o perde.
Nell’ultima giornata a Monrupino, il Treviso ha giocato una discreta partita, condizionata dalle condizioni meterologiche e dal campo di gioco, veramente molto piccolo rispetto a quelli in cui i biancocelesti sono abituati a giocare; i 3 punti sono veramente oro colato, visto che si è trattata di una partita molto maschia e nella quale far valere le proprie doti tecniche, sicuramente superiori a quelle degli avversari, era veramente difficile.
Perna è andato a segno per la quinta volta, risultando per la prima volta decisivo; l’impressione è che il giocatore napoletano si stia ambientando sempre di più negli schemi di mister Zanin, ed è qualcosa di estremamente positivo, visto che potrebbe essere il valore aggiunto in un gruppo già molto forte di suo.
Molti meriti della vittoria di Monrupino non possono non essere attribuiti proprio all’allenatore biancoceleste, che in una fase di stasi della partita ha avuto la brillante idea di inserire Tomazic in mediana, e avanzare Ferronato come trequartista; proprio dai piedi del Capitano è partito l’assist per Perna, in una bellissima azione in velocità che ha dato i 3 punti al Treviso.
Dando un’occhiata alle altre squadre, detto del Veneziamestre che ha vinto agevolmente nell’ultimo turno contro un avversario ostico come la Sanvitese, vogliamo spendere due parole sul Sandonàjesolo, che dopo aver vinto 4 delle prime 5 partite, nelle ultime 4 ha totalizzato appena 2 punti, pareggiando al Tenni ma perdendo due partite in casa contro Torviscosa e Opitergina: cosa sta succedendo agli uomini di Tedino?
Per il resto, continui sorpassi in zona play-off: il Pordenone, vincendo lo scontro diretto con l’Union Quinto, ha effettuato un triplo sorpasso, passando in un colpo solo in classifica proprio i rossoblù, il Tamai e il Sandonàjesolo.
Il Chioggia continua la sua caduta libera, avendo vinto solo 1 delle ultime 5 partite, mentre sembra in buona forma il San Paolo Padova che sul campo ha perso solo a Pordenone e affronterà domenica proprio il Treviso al Tenni.
Il Venezia andrà a Oderzo, con i locali che hanno vinto 3 delle ultime 4 partite e sono in ottima forma; il Sandonàjesolo andrà a Quinto, in quello che assieme a Treviso-San Paolo Padova può essere tranquillamente considerato come il big-match di giornata.
Ultima menzione per Belluno-Rovigo, match tra capoluoghi, e che verrà disputato domani in anticipo.