L’analisi biancoceleste, vol. 9

Una partita da serie C1. Al Tenni, sabato scorso, il commento era pressochè unanime: Treviso-Veneziamestre è stata una partita non da serie D ma il livello era da due categorie più in alto.
In effetti, leggendo le rispettive carriere dei giocatori in campo era lecito aspettarsi una grande partita e così è stato; fortunatamente il Treviso ha incamerato, e a nostro modo di vedere in maniera abbastanza meritata, l’intera posta in palio.
Guai però a sedersi sugli allori, visto che il Treviso finora ha disputato un grande campionato, ma il Veneziamestre sicuramente non demorderà facilmente; sarebbe da pazzi pensare il contrario, visto e considerato che i lagunari hanno ancora gli stessi punti del Treviso.
Analizziamo ora il cammino delle due squadre da qui alla fine del girone di andata (in maiuscolo le partite in casa).

TREVISO 27 pti: Opitergina, Union Quinto, TAMAI, Chioggiasottomarina, CONCORDIA
VENEZIAMESTRE 27 pti: ROVIGO, Tamai, MONTEBELLUNA, Union Quinto, PORDENONE

Entrambe le squadre affronteranno l’Union Quinto (in trasferta) e il Tamai, terzo in classifica (il Treviso in casa, il Veneziamestre in trasferta); aggiungiamo anche che entrambe avranno una partita in casa alla portata (il Treviso con il Concordia, il Veneziamestre con il Montebelluna); per il resto, il Treviso ha due trasferte ostiche ma non impossibili contro Opitergina e Chioggiasottomarina, mentre il Veneziamestre ospiterà il Rovigo e il Pordenone, in due incontri casalinghi non facili.
Sembra quindi essere di fronte a due finali di girone speculari, anche se poi in realtà ogni squadra avversaria, e soprattutto ogni partita, fanno storia a sè.
Resterà da vedere quanto il Treviso trarrà giovamento da questo derby vinto, e quanto il Veneziamestre avrà conseguenze negative; la risposta la scopriremo nelle prossime partite.
Dando un’occhiata alle altre squadre, sorprende sempre di più in negativo il campionato del Sandonàjesolo, con i biancoazzurri che sono partiti con ambizioni di vertice (e in effetti data la squadra c’erano pochi dubbi a riguardo) e invece si trovano dopo 12 giornata a -8 dalla coppia di testa; gli uomini di Tedino tenteranno una rimonta che obiettviamente lascia poche speranze; certo che se dovessero infilare un bel filotto di vittorie…
Del quartetto al secondo posto, con 21 punti, ci soprende più di tutte il Tamai, che dopo una serie di stagioni da medio alta classifica, quest’anno è alle prese con un campionato di vertice, e il ritorno ai play-off sembra finalmente alla portata dei biancorossi.
Perde colpi infine l’Union Quinto che non vince dal dieci ottobre, e nelle ultime 6 giornate ha conquistato solo 3 punti.