Il Treviso debutta a Loreggia con tanti problemi

Il Treviso, dopo un’infinita attesa e tanti ostacoli burocratici, si è appena insediato al Tenni e attende l’ok della Provincia per i campi di Lancenigo. Ma a preoccupare di più è l’organico a disposizione di Piovanelli, che al momento non dispone di un attacco in grado di affrontare la categoria. A Loreggia si prospetta una partenza in salita…

Piovanelli in panchina

Dopo l’amichevole di Fossalta di Piave, Piovanelli e la dirigenza hanno iniziato a sfoltire la rosa, solo che ai tagli non sono seguiti innesti di spessore, tant’è che domenica il mister dovrà portare in panchina un bel po’ di ragazzini della Juniores. In porta il ballottaggio è stato vinto dall’ex Pordenone Bortolin, che ha avuto la meglio su Mion, che sarebbe comunque stato un ottimo estremo difensore per la Promozione; il vice sarà Vincenzi, dalla Berretti biancoceleste. Tra gli altri non confermati ci sono De Bortoli, Di Nunzio, Verbanac e Ferrari. Al momento è saltato anche il tesseramento dell’esperto La Cagnina, con il quale, stando all’intervista concessa da mister Piovanelli a La Tribuna di Treviso, non è stato ancora trovato l’accordo economico. E a sorpresa, visto quanto si era visto nelle amichevoli, sono stati depennati pure il centrocampista Marangon e l’attaccante Geronazzo (autore di una spettacolare doppietta contro il Team Biancorossi), due giocatori giovani ma con alle spalle esperienze in Serie D ed Eccellenza.

PORTIERI: Bortolin (dal Pordenone), Vincenzi (Berretti Treviso).
DIFENSORI: Ton (CalviNoale), Fonti (Concordia), Filippetto (Fulgor Trevignano), Pillon (Berretti Treviso), Balzan (Ponzano), Pilotto (Giorgione).
CENTROCAMPISTI: Di Prisco (Casale), Del Papa (Sacilese), Giuliato (Union Pro Preganziol Mogliano), Vio (Berretti Treviso), Livotto (Berretti Treviso).
ATTACCANTI: Mensah (svincolato), Dal Compare (Favaro Marcon), Zogaj (Berretti Treviso).

Come si evince dalla lista della rosa “provvisoria” pubblicata stamane da Il Gazzettino di Treviso, è l’attacco il reparto che desta maggiori preoccupazioni, anche se pure difesa e centrocampo avrebbero bisogno di almeno un altro rinforzo di spessore. Piovanelli aveva avvertito che in attacco sarebbero stati confermati in pochi, e così è stato. Anche Attegha, ex nazionale under 19 camerunese, negli anni scorsi in Serie D con Sacilese e Sanvitese, non è stato tesserato. L’unico a salvarsi,a quanto pare, è l’altro colored Mensah. Dal Compare (lo scorso anno diviso tra Favaro Marcon e Jesolo) , uno dei migliori nel precampionato, è un esterno offensivo, mentre il classe ’95 Zogaj, dalla Berretti biancoceleste, si sta ancora riprendendo dal lungo stop della scorsa stagione, e nell’ultima amichevole ha subito un altro infortunio. Nelle ultime due amichevoli sono stati provati altri attaccanti, tra i quali il senegalese classe ’93 Abroubagou Salbre, lo scorso anno al Quinto in Serie D (17 presenze e 4 gol) e di proprietà del Belluno. Nessuno sembra aver convinto la dirigenza, che non vuole affrettare i tempi rischiando di fare le scelte sbagliate; il termine per i trasferimenti scade il 17 settembre, poi, almeno fino a dicembre, si potranno tesserare solo giocatori svincolati. La situazione è preoccupante e le difficoltà non mancano: da una parte quelle economiche, dall’altra quelle logistiche, visto che gli allenamenti al pomeriggio hanno inevitabilmente ridotto le scelte a disposizione. Nel frattempo la società è riuscita quanto meno a mettere piede all’interno del Tenni (o almeno, in una parte di esso, visto che l’ala della segreteria e degli uffici non è ancora accessibile), mentre per Lancenigo si attende una risposta dalla Provincia; per ora la squadra continua ad allenarsi al campo sportivo di Carbonera. Infine, stando a radio Veneto Uno, lunedì partirà la campagna abbonamenti, mentre venerdì 13, alle ore 18.00, verrà presentata la squadra. Con qualche punta in più, si spera. Per ora il Treviso è un cantiere, e prima di azzardare qualche pronostico bisognerà attendere di vedere all’opera la squadra al completo.

loreggia_largeL’AVVERSARIO Come nel 2009 il Treviso debutterà nel padovano (quattro anni fa a Busa di Vigonza), contro una formazione, il Loreggia, giunto alla terza partecipazione consecutiva in Promozione. Dopo due campionati conclusi con una tranquilla salvezza (11° posto nel girone B nel 2011/2012, 9° posto nel girone C la scorsa stagione), i biancorossi puntano a confermare la categoria con qualche ambizione in più. Durante il mercato estivo parecchie tante partenze e altrettanti arrivi. Alberto Liviero, lo storico mister della Promozione in Prima categoria del 2011, si è trasferito nella vicina Campigo portando con sé parecchi elementi: il portiere Rosello (’93), il difensore Dalla Costa, i centrocampisti Giacomazzo (’92), Mucignato (’92) e Gian (’94) e l’attaccante Mohamed El Boudra (’94). Per traghettare la squadra nel nuovo corso la società ha scelto Loris Volpato, che ha terminato la sua lunga parentesi nel trevigiano dopo la retrocessione del Vedelago. Dai biancocelesti arrivano tre elementi di spicco della rinnovata rosa del Loreggia: i difensori Luca Bertapelle (’84) e Alberto Simonetto (’95), e l’attaccante Nicolò Fabrin (’89).  Dalla Luparense sono stati prelevati il centrocampista  Adrian Petronel Vecchiu (’94) e l’attaccante  Kevin Righetto (’95). Tra gli acquisti più importanti vanno sicuramente annoverati i centrocampisti Pier Maria Carani (’91, dalla Piovese, Eccellenza) e Francesco Pasinato (’88, dal CalviNoale neopromosso in Eccellenza con mister Susic e il nostro Ton).

stadio Loreggia

Il piccolo impianto di Loreggia ospiterà la prima dei biancocelesti

Nel complesso la squadra, visti i cambiamenti (in panchina e in campo) potrebbe aver bisogno di un periodo di rodaggio, ma sulla carta potrebbe puntare a quei play-off che mister Volpato ha più volte conquistato in tempi recenti con il Vedelago. Nella Coppa Italia di categoria i biancorossi sono stati battuti 2-1 da un’altra potenziale sorpresa, il Campigo dei tanti ex (peraltro corsaro anche a Castello di Godego contro l’altra trevigiana del girone B).