Il punto sul girone B della Promozione dopo la 10a giornata

Il Loreggia, in crisi, ha esonerato Loris Volpato

Il Loreggia ha cambiato allenatore, ma la crisi continua

Il Sarcedo resiste in vetta e, grazie al pareggio senza reti di Cassola, mantiene ben cinque punti di vantaggio sull’Eurocalcio. Si interrompe la striscia di vittorie consecutive (otto, dopo la sconfitta interna al debutto), ma continua la fuga. La squadra di Ferronato è uscita indenne dal big match di giornata, che come spesso accade è terminato con un punto che accontenta entrambe. Anche perché dietro non ne approfitta (quasi) nessuno. Il Treviso ha messo in scena l’ennesimo harakiri stagionale sbagliando il quarto rigore su cinque battuti, e subendo il gol partita dell’Ambrosiana Trebaseleghe nell’unico tiro in porta degli avversari. Una vittoria vissuta come un’impresa dai ragazzi di Trevisan, originario di Villorba: dopo le cinque sconfitte di fila di inizio stagione, la classifica comincia a farsi interessante. Ne approfitta  invece il Caldogno Rettorgole di Paoli, che scavalca i biancocelesti al terzo posto, e si porta a -2 dall’Eurocalcio. I biancorossi hanno espugnato Sandrigo con un rigore di Piovan in zona Cesarini, dopo una partita avara di emozioni e che, senza il guizzo di Marcante, sarebbe terminata senza gol. Non Non escono dal momento no i padroni di casa, fuori dalla zona play-out per un solo punto. Continua l’altalena della Godigese, spumeggiante in casa e incompiuta in trasferta: i ragazzi di Meneghetti hanno perso di misura sul campo del Petra Malo, che in settimana aveva sostituito il dimissionario Gert Disha con Mauro Fontana. I trevigiani, tuttavia, possono recriminare per una partita sostanzialmente dominata e un gol annullato nel primo tempo a Lazzaro. La partita viene infine decisa da Zanella, che dopo aver sbagliato il rigore non perdona sulla ribattuta. La Godigese resta appaiata al Treviso in zona play-off, con un punto di vantaggio sull’immaturo Cartigliano. I biancoblu sono una delle squadre più forti del girone, ma continuano ad alternare momenti di grande calcio (come contro il Treviso) con assurdi black out. Dopo essere usciti distrutti da Castello di Godego (pesante 4-1 nella sfida tra neopromosse), gli uomini di Remonato hanno rimediato un’altra figuraccia rischiando di perdere in casa contro il fanalino di coda Rossano. Due volte sotto, due volte salvati dalla prodezze di Rinfieri. Il pari, raggiunto nel finale, non può certo accontentare. Sorride un’altra squadra protagonista di un avvio stentato: il Nove Stefani, dopo essere uscito imbattuto al Tenni di Treviso, ritrova la gioia dei tre punti ai danni del Loreggia. Si decide tutto nel secondo tempo, con il fulmineo vantaggio ospite di Carani e la furiosa reazione dei gialloblu, che con Battaglia e Abrefah conquistano un successo che li porta a due punti dai play-off. Niente da fare per il Loreggia, che non sembra ancora beneficiare del cambio di panchina (duen settimane fa Loris Volpato è stato sostituito da Dorino Anali). I padovani sono in piena zona play-out, insieme agli ex del Campigo. I trevigiani, dopo il successo di Rossano (2-1, doppietta di Libralato), si sono nuovamente inceppati al “Baggio”, fermati sullo 0-0 dal Mussolente. I gialloblu rimangono il peggior attacco (solo 7 gol segnati), e in casa non hanno mai vinto. Lo stesso problema per Loreggia e Cornedo. Per i vicentini sembra essersi già esaurito l’effetto Monfardini: dopo il pesante poker interno contro l’Ambrosiana Trebaseleghe, ecco il ko di misura nello scontro diretto di Summania. Diverso il discorso per i gialloverdi, che dopo lo 0-0 di Treviso hanno cambiato marcia. Se fino alla sfida del Tenni la squadra di Rigoni vegetava in fondo alla classifica con solo due vol segnati, ora è a un solo punto dalla zona salvezza, e bomber Calgaro può fregiarsi del titolo di capocannoniere con ben 8 reti. Sua anche quella che ha steso il Cornedo.
Domenica ricca di big match, visto che si affrontano le prime sei del girone: la capolista Sarcedo, miglior difesa e differenza reti, ospita l’attacco mitraglia del Cartigliano; l’Eurocalcio Cassola, unica squadra imbattuta, cercherà l’impresa a Treviso; ne potrebbero approfittare Caldogno Rettorgole e Godigese, a patto che la sfida tra le due rivelazioni non finisca con un pareggio.

RISULTATI 10a GIORNATA

Nove Stefani – Loreggia 2 – 1
Ambrosiana Trebaseleghe – Treviso 1 – 0
Azzurra Sandrigo – Caldogno Rettorgole 0 – 1
Campigo – Mussolente 0 – 0
Cartigliano – Rossano 2 – 2
Eurocalcio Cassola – Sarcedo 0 – 0
Petra Malo – Godigese 1 – 0
Summania – Cornedo 1 – 0

CLASSIFICA

Sarcedo 25
Eurocalcio Cassola 20
Caldogno Rettorgole 18
Treviso 16
Godigese 16
Cartigliano 15
Nove Stefani 14
Mussolente 14
Ambrosiana Trebaseleghe 13
Petra Malo 13
Azzurra Sandrigo 12
Summania 11
Loreggia 10
Campigo 10
Cornedo 6
Rossano 5

PROSSIMO TURNO

Caldogno Rettorgole – Godigese
Campigo – Summania
Cornedo – Azzurra Sandrigo
Loreggia – Petra Malo
Mussolente – Nove Stefani
Rossano – Ambrosiana Trebaseleghe
Sarcedo – Cartigliano
Treviso – Eurocalcio Cassola

STATISTICHE

Miglior attacco: Cartigliano (20).
Miglior difesa: Sarcedo (3).
Peggior attacco: Campigo (7).
Peggior difesa: Rossano (23).
Miglior differenza reti: Sarcedo (+10).
Peggior differenza reti: Rossano (-13).
Imbattibilità: Eurocalcio Cassola.
Imbattibilità interna: Treviso, Eurocalcio Cassola, Cartigliano, Caldogno Rettorgole.
Imbattibilità esterna: Eurocalcio Cassola, Sarcedo.
Squadre con più vittorie: Sarcedo (8).
Squadre con più sconfitte: Rossano (7).
Squadre con meno vittorie: Cornedo, Rossano (1).

CLASSIFICA CAPOCANNONIERI

8 RETI: Calgaro (Summania).
5 RETI: Primucci (Petra Malo).
4 RETI: Panozzo (Caldogno Rettorgole), Stocco (Loreggia), Rodato (Mussolente), Battaglia (Nove Stefani).
3 RETI: Zanotto, Crestani, Cortese, Cirotto (Cartigliano), Guiotto (Cornedo), Bortoli (Eurocalcio Cassola), Marchesan, Lazzaro (Godigese), Righetto (Loreggia), G. Caciotti (Nove Stefani), Lorenzi (Petra Malo), Vassarotto, Fabris (Sarcedo), Quell’Erba, Vio, Dal Compare, La Cagnina (Treviso).
2 RETI: Pavanetto, Cappella, Sartoretto (Ambrosiana Trebaseleghe), Contro, Bertolin, Maita, Peruzzo (Azzurra Sandrigo), Marcante, Piovan (Caldogno Rettorgole), Libralato (Campigo), Tellatin, Rinfieri (Cartigliano), Marchesini, Nardi (Cornedo), Cogo (Eurocalcio Cassola), Piazza, Cecchetto, Floriani (Godigese), Stefanelli, Carani (Loreggia), Cornale, Cosma (Mussolente), Foletto, Abrefah (Nove Stefani), Zanella (Petra Malo), Hannioui, Baggio M., Pasquetti (Rossano), Belli (Sarcedo), Livotto (Treviso).
1 RETE: Visentin, Zorzetto, Veronese, Del Bello, Trombetta N. (Ambrosiana Trebaseleghe), Camarà, Di Felice, Cuman (Azzurra Sandrigo), Paoli, Casale, Pantic (Caldogno Rettorgole), Mattiazzo, Dal Zilio, Muccignato, Bacchin, Pinton (Campigo), Trentin, Faresin, Musnoski (Cartigliano), Marchesini, Bellotto (Cornedo), Cuman, Battistello, Costiero Fellegara, Pontarollo (Eurocalcio Cassola), Alberto, Basso, Martini, Marconato (Godigese), Fabrin (Loreggia), Moro, Miotto (Mussolente), A. Caciotti, Covolo (Nove Stefani), Clementi, Scapellato, Del Giudice, Savio, Dal Santo (Petra Malo), Samir, Dalla Gasperina, Nicoletti, Memewdoski (Rossano), Barbieri, Gheller, Samà (Sarcedo), Simonato (Summania).