Cuneo-Treviso (22 aprile 2012)

Da Forza Treviso Enciclopedia.
Cuneo-Treviso 0-0
Competizione:
Campionato di Seconda Divisione (girone A) Stagione: 2011/12
Giornata o turno:
trentaseiesima giornata A/R: Andata
Luogo:Stadium.png
Cuneo
Data:Nuvola apps date.png
domenica 22 aprile 2012
Arbitro:Arbitro fischietto.png
La Penna di Roma.
Formazioni
Stemma cuneo small.png Cuneo :
(5-3-2)
Rossi; Passerò, Ferri, Carretto, Arcari, Donida; Cristini, Lodi (63' Di Quinzio), Gentile (51' Longhi); Fantini, Varricchio. A disposizione: Negretti, Cintoi, Garcia, Ferrario. Allenatore: Ezio Rossi.
Stemma treviso small.png Treviso :
(4-3-1-2)
Campironi; Paoli, Panarelli, Visintin, Beccia; Stentardo (32' Malacarne), Bandiera, Maracchi; Torromino; Perna, Ferretti (80' Giorico). A disposizione: Sartorello, Brunetti, Cherillo, Madiotto, Spinosa. Allenatore: Diego Zanin.
Note
Gol:Icona Goal.png
-
Ammoniti:Yellow card.png
Lodi (C), Beccia, Paoli e Bandiera (T).
Espulsi:Red card.png
Angoli:Nuvola apps kmines.png
Recupero:Nuvola apps ktimer.png
Spettatori:Nuvola apps kdmconfig.png
1.000 circa.
Meteo:Nuvola apps kweather.png
Varie:Nuvola apps package editors.png

Cuneo-Treviso è la trentaseiesima giornata (diciasettesima giornata del girone di ritorno) del Campionato di Seconda Divisione (girone A) 2011/12, giocata domenica 22 aprile 2012.

Indice

Introduzione

Si gioca domenica a Cuneo la terz'ultima giornata di campionato, e il Treviso è impegnato a Cuneo in quello che è praticamente una sorta di spareggio promozione. Calcio d'inizio ore 15.00.

L'avversario: Stemma cuneo small.png Cuneo 

La squadra biancorossa si trova infatti al secondo posto in classifica, a 1 solo punto di distacco dal San Marino, in testa alla classifica, e a pari merito con il Casale; in realtà però il Cuneo è sopra ai corregionali nerostellati, avendo vinto lo scontro diretto sia all'andata che al ritorno. Il campionato dei piemontesi è stato, come molte altre squadre in cima alla classifica (Treviso compreso), ottimo nel girone di andata (11 vittorie, 2 pareggi e 6 sconfitte), ma troppo altanelante in quello di ritorno (6 vittorie, 5 pareggi e 4 sconfitte): in pratica, se ancora nessuna squadra è riuscita a staccare le altre rivali, è proprio "grazie" a questa alternanza di risultati. Bella squadra, quella del Cuneo, una delle più belle viste al Tenni quest'anno: all'andata infatti finì 3-2 per i biancorossi, in una partita se non dominata, quantomeno giocata sicuramente meglio dai piemontesi: il Treviso era passato in vantaggio con Perna ad inizio partita, ma poi i cuneesi avevano ribaltato il risultato grazie alle reti di Fantini, Cristini e l'ex Varricchio; a nulla è valsa poi la rete di Perna, che deviò di testa un calcio di punizione di Torromino in pieno recupero. Il Cuneo è, come il Treviso, neo-promosso, e ha vinto nello scorso campionato lo scudetto Dilettanti, battendo nella finale, disputata proprio al Tenni, il Perugia per 1-0 con gol di Di Paola; all'epoca l'allenatore era Iacolino, in questo campionato invece il nostro ex (giocatore e allenatore) Ezio Rossi ha preso il comando delle operazioni in casa Cuneo, con la squadra che ha disputato un campionato secondo le previsioni, che la vedevano lottare fino alla fine per un posto tra promozione diretta e play-off. Rossi ha giocato per lunga parte della stagione con un 4-3-1-2, ma ultimamente il modulo più comunemente usato è il 5-3-2, che si presume utilizzerà anche domani; in porta c'è Rossi (1991, ex Primavera dell'Atalanta, quest'anno ha iniziato a Lumezzane per poi passare a gennaio al Cuneo), mentre i difensori centrali saranno Ferri (1991, l'anno scorso Prato in C2), Sentinelli (1979, confermato, esperienze passate in C2 a Rieti e Alghero) e Carretto (1984, ex Primavera della Juve, ex Giaveno e Ivrea in D, dal 2007 al 2011 alla Canavese in C2); sugli esterni agiranno Passerò (1991, confermato 62 presenze nei precedenti due anni a Cuneo) sulla destra e Donida (1992, l'anno scorso alla Pro Vercelli) sulla sinistra; il regista della squadra è Longhi (1981, confermato, ex Albinoleffe in C1, poi C2 alla Biellese e Palazzolo, prima di realizzare la scalata con l'Alessandria dalla D alla C1 in due anni; aveva già militato dal 2005 al 2007 al Cuneo), mentre i due interni sono Cristini (1985, tornato a Cuneo quest'anno dopo aver militato dal 2003 al 2008, e essere poi passato alla Canavese e alla Pro Vercelli) e Gentile (1980, una carriera in B tra Triestina, Messina, Arezzo, Torino e Crotone, e poi in C1 a Brescello, Monza e Padova, l'anno scorso era alla Canavese in C2); in attacco, spazio alla coppia Varricchio (1976, a Treviso con Giampaolo-Buffoni nel 2003/04, 4 gol in 28 presenze, mentre il suo miglior periodo sono stati i due anni a Padova in C1, dove ha realizzato 28 gol in 55 partite; per il resto esperienze in B a Pescara e Spezia, in C1 a Casteldisangro, Pisa, Spezia, Napoli e Cremona, quest'anno è già a quota 12 realizzazioni in 22 partite) e Fantini (1976, confermato, una stagione in A a Firenze, poi tanta serie B, Chievo, Modena, Venezia, Torino e Bologna, 31 gol in 32 presenze l'anno scorso in serie D, mentre quest'anno ne ha realizzati 8 in 29 partite). Squadra fortissima dalla cintola in su: il Cuneo è infatti la squadra che ha fatto più gol dopo il San Marino, mentre in difesa lascia un po' a desiderare, essendo solo la 14a difesa del campionato.

Situazione interna

Il rinvio della precedente giornata del campionato ha un po' falsato i piani del Treviso, che sperava di andare a Cuneo con in cascina altri 3 punti conquistati contro la Sambonifacese: niente da fare, la giornata si recupererà mercoledì, e i biancocelesti domani vanno in Piemonte con 1 punto da recuperare. Dopo 20 giorni di riposo, c'è da pensare che i nostri abbiano ricaricato le pile a dovere, e domani diano il massimo, per una partita che, a nostro avviso, non serve neanche parlare di motivazioni: quando, a 360' dalla fine, vai in casa della squadra che in classifica ti è appena davanti, non puoi non sapere di dover dare il 200%; perchè il Treviso finora ha giocato un campionato al di sopra di ogni aspettativa, con un gruppo di giocatori che tra i professionisti non avevano praticamente esperienza (Sartorello prima, Campironi poi, Cernuto, Biagini, Spinosa, Maracchi, più altri con pochissima esperienza, vedi Ferretti e Torromino), ma non riuscire ora a centrare la promozione lascerebbe comunque un amaro in bocca per un senso di incompiuto. Domani saranno assenti per infortunio Di Girolamo e Gallon, più Biagini squalificato: solita emergenza in difesa dove davanti a Campironi dovrebbero giocare Cernuto e Visintin centrali e Brunetti e Paoli rispettivamente a destra e a sinistra; a centrocampo il regista sarà Giorico, con Maracchi e Bandiera sugli interni; davanti, spazio a Torromino a supporto di Ferretti e Perna. Domani è importante uscire con un risultato positivo: un pareggio non sarebbe da buttar via, soprattutto alla luce che nelle ultime tre partite, il Treviso non avrà più scontri diretti, se si fa eccezione della partita contro la Virtus Entella di domenica prossima al Tenni, anche se i liguri sono fuori dai giochi per la promozione diretta. Anche per uscire indenni però, i biancocelesti dovranno fornire una grande prestazione.

La partita

In sede di presentazione della partita l'avevamo detto: il Treviso per fare risultato a Cuneo avrebbe dovuto dare il 200%. Così è stato: un pareggio che potrebbe risultare importantissimo al termine del campionato, perchè permette il Treviso di mantenere inalterato il distacco proprio dai biancorossi, dalla capolista San Marino e dal Rimini, agganciando il Casale al terzo posto proprio in una giornata dove la partita più difficile, in base alla classifica degli avversari, ce l'avevano proprio i biancocelesti. Mister Zanin sceglie di non schierare gli under nella formazione di partenza, e quindi largo all'esperienza di Paoli, Panarelli, Stentardo e Bandiera, a discapito di Brunetti, Cernuto (per la verità relegato in tribuna a causa di un forte mal di schiena), Giorico e Spinosa; nel Cuneo, Sentinelli si infortunia nella rifinitura e lascia posto in difesa ad Arcari, mentre Lodi viene preferito a Longhi in mezzo al campo.

Cronaca

Il primo tempo è sicuramente gradevole e vede le due squadre affrontarsi a viso aperto; al 3' tiro di Ferretti dai 40 metri, con Rossi che blocca abbastanza agevolmente; al 5' cross dalla sinistra di Donida, Varricchio spizza la palla di testa ma nessun giocatore del Cuneo è pronto ad approfittare dell'assist del compagno; al 6' cross di Stentardo, testa di Maracchi alta; al 10' Torromino fugge in contropiede, si fa 40 metri palla al piede, ma il suo tiro finisce alto; al 12' cross di Beccia, Ferretti si tuffa di testa, mandando la sfera a lato: al 18' angolo di Torromino, Perna spedisce la palla di poco a lato. Come si evince dalla nostra cronaca, nella prima parte della prima frazione il Treviso gioca decisamente meglio del Cuneo; poi però vengono fuori i piemontesi, che al 19' hanno una delle due occasionissime della gara: dopo una respinta della difesa, la palla perviene sulla trequarti centrale sui piedi di Gentile, che pesca con un bel lancio calibrato Varricchio al limite dell'area. L'ex centravanti biancoceleste è bravo a servire Cristini in corsa, che ha sui piedi un rigore in movimento: fortunatamente per noi, il suo tiro finisce di pochissimo a lato; al 24' tiro di Fantini, con Campironi che blocca in presa; al 31' primo cambio della gara: Stentardo, toccato duro nei primi minuti, è costretto a lasciare il campo. Al suo posto entra Malacarne. Al 39' calcio di punizione di Paoli dai 35 metri; l'esterno vicentino effettua un tiro ad effetto che per poco non sorprende in pallonetto Rossi, con l'estremo difensore piemontesi che guarda la palla finire di pochissimo a lato della sua porta. Al 44' fase concitata della gara: dopo un corner, il Treviso reclama un fallo di mani in area del Cuneo, non ravvisato dall'arbitro; sul capovolgimento di fronte, Passerò tira, ma Campironi blocca a terra; il primo tempo si chiude con una girata di Varricchio di poco a lato.

Nel secondo tempo il Treviso si fa subito vedere con un calcio di punizione di Torromino da ottima posizione, con il trequartista crotonese che però spedisce di palla a lato; al 52' Torromino serve con un perfetto assist Ferretti in area, ma la girata del centravanti toscana è troppo debole, e Rossi si rifugia in corner; poi sempre Torromino è autore al 62' della giocata più bella della giornata: sguscia via tra due uomini sull'out di sinistra, serve Perna in area di rigore che scarica per Ferretti, ma il tiro del Falco di Ponsacco viene ribattuto dalla difesa; a questo punto viene fuori il Cuneo, che schiaccia il Treviso nella sua metà campo nell'ultima mezz'ora di gara; al 69' la seconda occasionissima della gara per i biancorossi: lancio lungo, Varricchio di testa prolunga per la corsa di Fantini; l'esperto centravanti si trova a tu per tu con Campironi, ma quando tutto lo stadio è pronto ad esultare, ecco che il nostro portierone compie la parata della domenica, deviando in corner il tiro a botta sicura dell'attaccante. Nonostante la spinta biancorossa, l'estremo difensore trevigiano non deve compiere interventi, se non quelli di ordinaria amministrazione; all'80' Ferretti lascia posto a Giorico, con il sardo che si posiziona alle spalle del duo Torromino-Perna; all'88' Passerò nel tentativo di ostacolare Perna in area del Cuneo rinvia corto sui piedi di Maracchi, che da buonissima posizione tira a colpo sicuro, trovando però il corpo di Carretto: probabilmente la palla sarebbe andata a finire nell'angolino; nel recupero (4 minuti), il Cuneo trova uno spazio con Passerò nel fianco sinistro della retroguardia biancoceleste, ma il suo tiro cross viene deviato in angolo; infine proteste di giocatori e pubblico di casa per un presunto fallo di mano di Panarelli in area del Treviso.

Commenti

Pareggio tutto sommato meritato per il Treviso, che ha giocato sostanzialmente meglio dei piemontesi nella prima frazione, lasciando l'iniziativa ai padroni di casa nella ripresa. Migliore in campo Campironi, anche solo per la splendida parata su Fantini, mentre la retroguardia biancoceleste se l'è cavata alla grande contro il secondo miglior attacco del campionato, nonostante l'assenza dei due centrali (Biagini e Di Girolamo) e del terzino destro titolare (Cernuto). Gran bel segno che il 14° premio porta imbattuta (in 35 partite) sia arrivato con una difesa così rimaneggiata. Un centrocampo così muscolare ha svolto in maniera egregia il lavoro in fase di interdizione, anche se, com'era facile prevedere, in fase di costruzione non è stato efficace come quando ci sono in campo Giorico e Spinosa; in attacco dipendavamo molto dalla vena dei soliti tre, ma se Torromino ha provato, nel bene e nel male a creare qualcosa, Perna e Ferretti si sono impegnati ma non sono riusciti a pungere; speriamo si siano tenuti in serbo parecchi gol per le tre partite mancanti di questo finale di campionato, da vivere tutto d'un fiato.

Risultati della 36^ giornata (22 aprile 2012)
  • Borgo a Buggiano-Savona 0-1 (89' Quintavalla)
  • Cuneo-Treviso 0-0
  • Giacomense-Bellaria 2-0 (48' Caciagli, 93' Turi)
  • Lecco-Mantova 3-2 (1' Cinque (M), 35' Pietribiasi (M), 41' Cavagna (L), 47' Fall (L), 65' Cavagna (L))
  • Montichiari-Rimini 3-3 (15' Valeriani (R), 53' Florian (M), 67' Rosini (R), 68' Buonocunto (R), 83' Dimas (M), 84' Dimas (M))
  • Pro Patria-Casale 1-0 (50' Serafini su rigore)
  • Sambonifacese-Alessandria 3-3 (8' Cusaro (A), 40' Fanucchi (A), 42' Finotto (S), 44' Fanucchi (A), 69' Brighenti (S), 90' Tecchio (S))
  • Santarcangelo-San Marino 1-1 (16' Schiavini (SN), 57' Poletti (SM))
  • Valenzana-Poggibonsi 0-1 (45' Falomi (P))
  • Virtus Entella-Renate 3-0 (45' Falcier, 46' Lenzoni, 86' Favret)
Classifica alla 36^ giornata

San Marino 60 Cuneo 59 TREVISO 58 (-2) Casale 58 Rimini 57 Virtus Entella 52 Santarcangelo 53 Pro Patria 53 (-11) Poggibonsi 52 Borgo Buggiano 47 Alessandria 45 (-3) Renate 44 Savona 43 Giacomense 43 Bellaria 40 Mantova 40 Montichiari 33 (-5) Lecco 30 Sambonifacese 26 Valenzana 23

Collegamenti esterni

Note


Riepilogo partite stagionali

Treviso Football Club - Partite 2011/12
Campionato di Seconda Divisione (girone A)

(1) Poggibonsi-Treviso • (2) Treviso-Savona • (3) Treviso-San Marino • (4) Renate-Treviso • (5) Treviso-Borgo a Buggiano • (6) Valenzana-Treviso • (7) Treviso-Pro Patria • (8) Alessandria-Treviso • (9) Treviso-Mantova • (10) Casale-Treviso • (11) Treviso-Rimini • (12) Bellaria Igea Marina-Treviso • (13) Treviso-Lecco • (14) Giacomense-Treviso • (15) Treviso-Santarcangelo • (16) Sambonifacese-Treviso • (17) Treviso-Cuneo • (18) Virtus Entella-Treviso • (19) Treviso-Montichiari • (20) Treviso-Poggibonsi • (21) Savona-Treviso • (22) San Marino-Treviso • (23) Treviso-Renate • (24) Borgo a Buggiano-Treviso • (25) Treviso-Valenzana • (26) Pro Patria-Treviso • (27) Treviso-Alessandria • (28) Mantova-Treviso • (29) Treviso-Casale • (30) Rimini-Treviso • (31) Treviso-Bellaria Igea Marina • (32) Lecco-Treviso • (33) Treviso-Giacomense • (34) Santarcangelo-Treviso • (35) Treviso-Sambonifacese • (36) Cuneo-Treviso • (37) Treviso-Virtus Entella • (38) Montichiari-Treviso

Supercoppa di Seconda Divisione

Treviso-PerugiaPerugia-Treviso

Coppa Italia Lega Pro

Spal-TrevisoTreviso-BassanoGiacomense-TrevisoTreviso-RiminiTreviso-TriestinaTreviso-Carpi

Amichevoli

Fiorentina-TrevisoLongarone-TrevisoCagliari-TrevisoConegliano-TrevisoTreviso-GISS

Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti