Discussione:Eclisse Careni Pievigina-Treviso (25 ottobre 2015)

Da Forza Treviso Enciclopedia.

Indice

venetouno.it

Da: http://www.venetouno.it/notizia/46035/il-treviso-va-a-sfidare-il-careni-a-pieve-di-soligo

24/10/2015

Nel big match in Pedemontana alle 14.30 debutto di Giovannini

IL TREVISO VA A SFIDARE IL CARENI A PIEVE DI SOLIGO

Ottoni: "Servirà il carattere", diretta su Veneto Uno

TREVISO - Big match nel pomeriggio alle 14.30 fra il Careni Pievigina ed il Treviso a Pieve di Soligo. I biancocelesti vanno a sfidare la seconda in classifica cercando di fare quel salto di qualità che nemmeno ad Ottoni per ora è riuscito pienamente. Dice il mister: "Loro sono una squadra difficile, lo sappiamo bene, stanno attraversando un ottimo momento, hanno elementi importanti come De Martin, Nardi, il portiere Villanova che arriva da categorie superiori. Tuttavia se il Treviso va in campo con l’atteggiamento giusto mi sento abbastanza tranquillo, mi auguro che saremo competitivi perché per risalire la china dobbiamo iniziare una serie positiva, a cominciare da questo avversario di valore. Ci servirà fra le altre cose anche una prestazione di carattere." Previsto il debutto di Gianluca Giovannini, difensire centrale. Mancheranno Burato, Bellotto, Mastellotto, Dal Compare e forse Furlan. TREVISO (4-3-3): Schincariol; Sagui, Antoniol, Giovannini, Prosdocimi; Di Salvo, Moretti, Biondo; Moretto, Cattelan, Furlanetto. All. Ottoni. Diretta su Radio Veneto Uno


Da: http://www.venetouno.it/notizia/46042/il-treviso-a-pieve-di-soligo-big-match-live-0-0

25/10/2015

Nel primo tempo meglio il Careni, poi solo i biancocelesti

IL TREVISO A PIEVE NON SFONDA: IL DERBY FINISCE 0-0

Nel Treviso eccellente esordio di Gianluca Giovannini

PIEVE DI SOLIGO - Il Treviso non va oltre lo 0-0 a Pieve di Soligo contro il CareniPievigina. Un punto che permette di muovere la classifica ma che sta stretto ai biancocelesti, capaci di creare diverse occasioni da gol sia nel primo che nel secondo tempo. La sfida non era comunque semplice per il Treviso visto che i padroni di casa, anche se neopromossi, viaggiano al secondo posto in classifica. Rimane comunque positiva la prestazione dei ragazzi di mister Ottoni e ottimo è stato anche l'esordio di Giovannini con la maglia del Treviso.

CARENI PIEVIGINA-TREVISO 0-0

PIEVIGINA (4-4-2): Villanova; M. Nardi, Gaiotti, Munarin (st 35' Gondo), Grillo; De Zotti (st 22' Janko), G. Nardi, Pizzol, Spagnol (st 11' Maccari); De Martin, Frezza. A disp. Zonta, Francescon, Cason, Murador. All. Conte. TREVISO (4-3-3): Schincariol; Prosdocimi, Antoniol, Giovannini, Sagui; Granati, Moretti, Biondo; Moretto (st 46' Lovisotto), Cattelan, Furlanetto. A disp. Gottardi, Orfino, Bonotto, Di Salvo, Antonioli, Sartori. All. Ottoni.

PRIMO TEMPO

4': Biondo scende sulla destra e mette in mezzo, arriva Cattelan che di esterno devia a lato. 6': Frezza entra in area a destra, il suo diagonale è respinto da Schincariol. 12': botta centrale dal limite di Marco Nardi, respinge Schincariol poi la difesa libera in corner. 14': azione personale di Cattelan che spara di sinistro sotto la traversa, Villanova blocca. 18': Biondo si libera bene e centra, Granati cicca clamorosamente il pallone dal dischetto del rigore.

FINE PRIMO TEMPO

SECONDO TEMPO

7': da angolo azione confusa in area del Careni, batti e ribatti ma non accade nulla. 12': ancora da angolo la palla resta in area e Moretti manca l'appuntamento con il gol. 16': Moretto fa tutto da solo, si accentra e batte di sinistro ignorando Furlanetto: alto. 24': da angolo Giovannini si eleva ma devia di testa a lato. 28': ammonito Prosdocimi. 40': ammonito De Martin. 45': ammonito Pizzol 3 minuti di recupero.

FINE DELLA PARTITA

LE ALTRE GARE DELL'8° GIORNATA Istrana – Nervesa 1-1 CornudaCrocetta – Feltreseprealpi 0-1 Carenipievigina – Treviso 0-0 Union Pro – SaonaraVillatora 0-1 Liapiave – Vittorio Falmec 2-2 Real Martellago – SanGiorgioSedico 1-0 Sandonà – Godigese 3-1 Union Qdp – Vigontina 1-1

LA CLASSIFICA Vigontina 20, Careni Pievigina 17, LiaPiave 14, Vittorio Falmec 13, Istrana 13, SanGiorgioSedico 12, SaonaraVillatora 12, Treviso 11, Real Martellago 10, CornudaCrocetta 9, Godigese 8, San Donà 8, Union Pro 7, FeltresePrealpi 7, Union QDP 6, Nervesa 5.

tribunatreviso.gelocal.it

Da: http://tribunatreviso.gelocal.it/sport/2015/10/21/news/sindrome-da-tenni-pini-una-ramanzina-1.12308122?ref=search

CALCIO ECCELLENZA

Sindrome da Tenni? Pini: «Una ramanzina»

TREVISO. «Sindrome del Tenni? Ma no, penso non ci sia. Propendo piuttosto per un segnale forte del mister, un preciso messaggio che ha voluto mandare alla squadra». Parole di Paolo Pini, presidente...

21 ottobre 2015

TREVISO. «Sindrome del Tenni? Ma no, penso non ci sia. Propendo piuttosto per un segnale forte del mister, un preciso messaggio che ha voluto mandare alla squadra». Parole di Paolo Pini, presidente del Treviso. La vicenda: Claudio Ottoni domenica nel dopopartita ha detto papale papale che qualcuno dei suoi al Tenni tende ad essere condizionato dalla pressione, se non dalla paura, cosa che invece non accade in trasferta. Parole forti. «Ma paura di che cosa -replica Pini-? Magari a qualcuno può fare inconsciamente questo effetto, però ogni giocatore quando è venuto qui sapeva ciò a cui sarebbe andato incontro e deve sapere gestire ogni situazione. Fra l’altro abbiamo uno stadio bellissimo e giocare davanti a 6-700 spettatori invece che 150 dovrebbe dare coraggio e maggiori stimoli a tutti. Io dico piuttosto che ci manca una linea di rendimento più continua ed uniforme».Ma se Ottoni ha detto così avrà avuto le sue buone ragioni. «Il mister è costantemente in contatto con il diesse Casagrande, che a sua volta parla con la società: è un uomo di calcio, parla con i ragazzi e le cose le dice chiaramente, anche se non fa nomi, e capisce le situazioni. Comunque in altri tempi lo 0-2 di domenica non so se sarebbe stato rimontato, abbiamo giovani e gente d’esperienza, giocare a Treviso non è una passeggiata, teniamo conto anche che gli avversari che vengono qui hanno sempre un milione di motivazioni in più: il Cornuda è una buona squadra ma di solito non gioca in quel modo». Il Treviso sembra sempre sul punto di spiccare il volo ma finora non ce l’ha fatta: come l’anno scorso. «Beh, intanto abbiamo collezionato il quinto risultato utile consecutivo e non è poco, poi ci mancano sempre tre giocatori importanti come Dal Compare, Mastellotto e Burato, ma non voglio più parlare degli assenti, anche perché qualcuno di loro nel frattempo è rientrato. A noi serve solamente ritrovare degli stimoli importanti." Van trovati in fretta: domenica si va in casa della Pievigina. «Che avrà le motivazioni tipiche di chi ci affronta, ma credo anche che giocare sul campo della seconda ne regali anche a noi. Il Careni è una squadra che fa del gruppo la sua forza, il Treviso ha cambiato tutto ma domenica vedremo di fare ugualmente una buona prestazione». Si dice che a dicembre si potrebbe te tornare sul mercato... «In questo momento dare una risposta mi sembra prematuro, dipenderà anche da ciò che ne pensa Ottoni, che in queste settimane sta approfondendo la conoscenza della squadra. A me interessa che oggi il Treviso resti coeso». Buone notizie intanto per Matteo Mastellotto, le cui condizioni continuano a migliorare: potrebbe rientrare in squadra nella partita interna con l’Union QdP, domenica 1 novembre. Silvano Focarelli

21 ottobre 2015

trevisotoday.it

Da: http://www.trevisotoday.it/sport/risultato-careni-pievigina-treviso-25-ottobre.html

Calcio, risultato della partita Careni Pievigina - Treviso Calcio Un pareggio per 0-0 che sta un po' stretto alla formazione di mr.Ottoni, Cattelan e Biondo creano buone azioni da gol manca la concretizzazione

La Redazione 25 Ottobre 2015

Nuovo acquisto per il Treviso Calcio: arriva l'esperto Giovannini E’ una gara ricca di occasioni ma povera, poverissima, di gol quella che ha visto confrontarsi in questa domenica 25 ottobre Careni Pievigina e Treviso. Quello che è a tutti gli effetti sentito come un derby, termina con un magro 0-0 che comunque sorride di più ai padroni di casa che non ai biancocelesti. La formazione di Ottoni infatti costruisce buon gioco mettendo più volte in difficoltà la difesa avversaria (soprattutto grazie al duo Cattelan – Biondo) ma Villanova riesce sempre a farsi trovare pronto. Da segnalare anche l’ottimo esordio di Giovannini, neo acquisto che promette molto bene.

La Pievigina, per quanto neopromossa, occupa il secondo posto in classifica a soli tre punti dalla Vigontina: il pareggio ottenuto sembra dunque un messaggio incoraggiante da parte del Treviso, che anzi avrebbe meritato la vittoria.

PIEVIGINA (4-4-2): Villanova; M. Nardi, Gaiotti, Munarin (st 35' Gondo), Grillo; De Zotti (st 22' Janko), G. Nardi, Pizzol, Spagnol (st 11' Maccari); De Martin, Frezza. A disp. Zonta, Francescon, Cason, Murador. All. Conte.

TREVISO (4-3-3): Schincariol; Prosdocimi, Antoniol, Giovannini, Sagui; Granati, Moretti, Biondo; Moretto (st 46' Lovisotto), Cattelan, Furlanetto. A disp. Gottardi, Orfino, Bonotto, Di Salvo, Antonioli, Sartori. All. Ottoni.

carenipievigina.it

Da: http://www.carenipievigina.it/index.php/eccellenza/457-secondo-pari-consecutivo-per-eclisse-carenipievigina-e-treviso-classifica-immutata

Secondo pari consecutivo per Carenipievigina e Treviso. Classifica immutata: Eclisse sempre seconda

Pubblicato: Lunedì, 26 Ottobre 2015 Carenipievigina NARDI MarcoCampionato di Eccellenza 8a giornata di andata

ECLISSE CARENIPIEVIGINA – TREVISO 0-0

Eclisse Carenipievigina: Villanova, Nardi Marco, Munarin (35' st Gondo), Grillo, Gaiotti, Pizzol, Spagnol (11' st Maccari), De Zotti (22' st Janko), De Martin, Nardi Gianfranco, Frezza. Allenatore: Marco Conte.

Treviso: Schincariol, Prosdocimi, Sagui, Granati, Giovannini, Antoniol, Biondo, Moretti, Cattelan, Furlanetto, Moretto (46' st Lovisotto). Allenatore: Claudio Ottoni.

Arbitro: Simone Picchi. Assistenti Gabriele Corcillo di Belluno e Andrea Vincenzi di Castelfranco.

Ammoniti: Prosdocimi (28' st), De Martin (40' st) e Pizzol (44' st). Angoli: 1-5 per il Treviso (1-0 nel primo tempo). Falli fatti: 11-18 (4-9 pt). Fuorigioco: 4-3 (3-2 pt). Recuperi: 0' pt e 4' st.

Pieve di Soligo

Dopo i pari con Saonara Villatora e CornudaCrocetta, terza frenata con una neo promossa per il Treviso. Lo 0-0 di ieri pomeriggio al "D'Agostin", contro la seconda forza della classe, rispecchia i valori emersi in campo: più determinata l’Eclisse Carenipievigina nel primo tempo (trascinata dall'inesauribile Gianfranco Nardi), più volitivo il Treviso nella ripresa (quando si affida quasi completamente all’estro di Giovanni Furlanetto), anche se nel quarto d’ora finale mister Conte prova a giocarsi il tutto per tutto inserendo la quarta punta e giocando con un inedito 4-2-4.

La partita si riassuma così nelle tre occasioni-gol dei locali nei primi 45’ (con almeno un intervento provvidenziale di Schincariol) e nei cinque calci d’angolo del Treviso nel secondo tempo. Anche se, di fatto, non si sono visti veri tiri in porta degli ospiti nell’arco dei 90’ e capitan Simone Villanova, escludendo un debole diagonale di Cattelan dalla sinistra (15’ pt), non ha praticamente effettuato parate. Troppo poco (per ora) se il Treviso vuole puntare al salto di categoria, mentre l’Eclisse Carenipievigina conferma di non essere al secondo posto per caso, con il suo giusto mix tra vecchia guardia e giovani talenti. Specie considerando che non ha ancora sfruttato a dovere le potenzialità di Rodrigue Gondo (mai partito titolare sinora).

Che i gioiellini di casa non si facciano intimorire dal blasone del Treviso lo si capisce dopo i primi minuti di gioco: al 2’ Stefano De Zotti (classe ’98) chiama subito in causa Schincariol su una punizione strozzata dalla barriera, mentre al 6’ il portierone biancoceleste deve allungarsi per togliere dallo specchio della porta il diagonale di Alessio Frezza (classe ’96), innescato da Massimo De Martin. Frezza ci prova anche al 10’, ma, dopo aver lasciato sul posto Prosdocimi, la conclusione in velocità è da dimenticare. L’Eclisse cavalca l’entusiasmo e al 13’ confeziona l’azione più bella della partita: De Zotti va via a Sagui sulla destra, la mette in mezzo per Gianfranco Nardi che controlla la palla e fa sponda per l’accorrente fratello Marco che di sinistro non riesce a lasciare il segno, costringendo Schincariol “solo” a quella che resterà la parata più impegnativa della partita. Sull’altro fronte, con Furlanetto estraniato dal gioco a sinistra, il Treviso si regge sugli spunti a destra di Biondo, ma né Cattelan (4’), né Granati (19’) riescono ad inquadrare lo specchio della porta. Il finale di tempo è ancora di marca Eclisse: al 30’ Alessio Munarin crea scompiglio sulla sinistra, Giovannini rimedia in scivolata e, sul proseguimento dell'azione, Marco Nardi (nella foto) sfiora il palo con una conclusione dai 20 metri. Al 33’ De Martin prova a sorprendere Schincariol da fuori area, mentre sul ribaltamento è il solito Cattelan che cerca la giocata vincente.

Nella ripresa l’Eclisse accusa la stanchezza, Ottoni accentra Furlanetto e il piglio del Treviso è decisamente diverso. Il numero 10 ospite conquista un paio di angoli con i tiri da fuori (7’ e 9') e al 12’, sul terzo corner ospite, Moretti manca clamorosamente l’appuntamento con la palla. Altra palla-gol sul quarto corner (sempre battuto da Furlanetto), con il colpo di testa a lato di Giovannini. Sussulto al 33’ con Alessandro Grillo che si immola e salva in angolo su Cattelan. Conte prova la carta-Gondo, passando al 4-2-4, ed è proprio il 27enne ivoriano al 36’ a soffocare il grido in gola ai tifosi pievigini, masticando la conclusione dalla sinistra, solo davanti a Schincariol.


Da: http://www.carenipievigina.it/index.php/eccellenza/458-mister-marco-conte-pareggio-giusto-nella-ripresa-pagata-la-stanchezza

Mister Marco Conte: pareggio giusto, nella ripresa pagata la stanchezza

Pubblicato: Lunedì, 26 Ottobre 2015 Carenipievigina CONTE MarcoMister Conte incassa con il sorriso il secondo pareggio consecutivo che, complici le frenate anche delle concorrenti, continua a mantenere l’Eclisse Carenipievigina al secondo posto in classifica, a -3 dalla capolista Vigontina.

“Per me resta un punto in più sulla strada verso la salvezza, non penso ad altro”, glissa subito il 47enne tecnico originario di Conegliano, da qualche anno residente a Montebelluna. Un punto meritato per un pareggio giusto quello contro il Treviso di Ottoni, riconosce, nella mix-zone del "D'Agostin" di Pieve di Soligo Marco Conte (nella foto a sinistra).

“Il 4-2-4 nel finale ? Sì, ho provato a vincere la partita, ma volevo anche alleggerire la pressione sui nostri difensori, un po’ in difficoltà nella ripresa. Ma è stata solo una questione fisica, di stanchezza, dopo un primo tempo nel quale tutta la squadra ha speso molto”. Di fatto, mentre Villanova va sotto la doccia con i guanti pressoché immacolati, il portiere del Treviso si è reso protagonista di almeno due parate decisive. “Sì, è vero. Nel primo tempo abbiamo avuto quelle tre palle-gol con le quali potevamo davvero cambiare volto alla partita. Ma va bene così, penso che il pareggio sia il risultato più giusto. Il Treviso? Il vero Treviso lo vedremo più avanti, diamogli tempo. Oggi, probabilmente, temevano la partita più di noi e la loro gara è cambiata con l’accentramento di Furlanetto. Ma siamo stati bravi noi ad adeguarci nonostante la stanchezza”.

Carenipievigina VILLANOVA SimoneSugli scudi il grande ex Gianfranco Nardi, a 37 anni autentica colonna della squadra in attacco e pure in difesa, concorde con il proprio tecnico: “Pareggio giusto”.

Tesi ribadita da capitan Simone Villanova (nella foto a destra): “Non dimentichiamo che continuiamo a fare punti contro squadre costruite per vincere. Il nostro segreto ? Una grande voglia di giocare. E una grande umiltà, perché siamo pur sempre una neo promossa”.

Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti