Discussione:Liapiave-Treviso (13 settembre 2015)

Da Forza Treviso Enciclopedia.

Indice

acdtreviso.it

Da: http://www.acdtreviso.it/al-bar-biancoceleste-in-prevendita-i-biglietti-per-la-trasferta-di-domenica-a-7-e-invece-di-10-e/

AL BAR BIANCOCELESTE IN PREVENDITA I BIGLIETTI PER LA TRASFERTA DI DOMENICA A 7 € INVECE DI 10 €

SETTEMBRE 9, 2015

la società biancoceleste comunica che per la trasferta di domenica in casa del Lia Piave è stata attivata una prevendita che è stata individuata al bar Biancoceleste posto di fronte all’ingresso storico dello stadio “Tenni”. In prevendita si potranno acquistare il tagliando a 7 Euro mentre ai botteghini costerà 10 Euro €

AUTHOR: A.c.d.treviso CATEGORY: Uncategorized


Da: http://www.acdtreviso.it/a-s-polo-per-la-vittoria-il-treviso-cerca-i-tre-punti-per-dare-un-segnale-al-campionato/

A S. POLO PER LA VITTORIA. IL TREVISO CERCA I TRE PUNTI PER DARE UN SEGNALE AL CAMPIONATO.

SETTEMBRE 12, 2015

Dopo l’esordio di campionato con il Sedico, il Treviso affronta, in trasferta, il Lia Piave, una delle formazioni maggiormente accreditate alla promozione in serie D. Ha mantenuto l’ossatura della scorsa stagione a ha aggiunto tre giocatori di qualità quali Bianchi, l’ex biancoceleste Florean e Furlan. Per questa delicata e importante trasferta mister Massimo Susic dovrà rinunciare a tre giocatori: il difensore Orfino, il centrale Bellotto e il fantasista Furlanetto mentre Dal Compare ritorna a disposizione ma non ha ancora i novanta minuti nelle gambe.

“Lunedì -dice Furlanetto- mi sottoporrò ad una serie di analisi per capire cosa non va ma sono fiducioso perchè il nostro staff sanitario è ottimo”.

Cosa ti senti?

“Diciamo che non mi sento bene ma prima di fare altre considerazioni aspettiamo queste visite”.

Parliamo della trasferta a S. Polo di Piave…

“La società ha saputo mantenere i pezzi pregiati e tesserare tre giocatori di qualità e adesso, assieme a noi è una delle più accreditate alla promozione. Il nostro svantaggio è di affrontarla alla seconda di campionato e in questo caso chi ha cambiato meno è leggermente favorito ma noi abbiamo i numeri e le qualità per fare bottino pieno contro chiunque”.

La vostra è stata una partenza lenta…

“Forse abbiamo pagato un calo sotto il profilo fisico ma alla seconda giornata il campionato non dice mai la verità, basta guardare la serie A dove Sassuolo e Chievo sono prime e la Juventus ultima”.

La prima giornata ha registrato alcuni risultati strani…

“Per questo motivo non dobbiamo dare molta importanza a questo che è ancora calcio d’estate. Mi sorprende la sconfitta del Nervesa ma credo che la mia ex squadra abbia le carte in regola per disputare un buon campionato”.

Chi credi possa essere la sorpresa del campionato?

“Forse il Real Martellago non tanto per la vittoria di sette giorni fa ma perchè ha giocatori di categoria. Diciamo che in questo momento non vorrei affrontare la formazione veneziana”.

AUTHOR: A.c.d.treviso CATEGORY: Uncategorized


Da: http://www.acdtreviso.it/beffa-all88-vince-il-liapiave-2-1/

BEFFA ALL’88′: VINCE IL LIAPIAVE 2-1

SETTEMBRE 13, 2015

LIAPIAVE-TREVISO 2-1 Marcatori: 7’Cattelan, 32′ Furlan, 88′ Fiorotto LIAPIAVE (4-4-2): Fuser, Boro, Bortot, Tegon, Fiorotto; Dal Mas (23′ st Manzan), Gagno (34′ Tegon), Pettenà, Benetton; Florean (41′ st Abazzi), Furlan. All. Piovesan TREVISO (4-3-3): Schincariol; Sagui, Burato (47′ Prosdocimi), Antoniol, I. Furlan; Moretto, Moretti, Mastellotto (38′ Dal Compare), Granati (24′ st Di Salvo); Cattelan, Bonotto. All. Susic ARBITRO: Palmieri di Conegliano.

Arriva all’88 la beffa per il Treviso che incassa la prima sconfitta del campionato, mentre il LiaPiave vola in testa alla classifica a punteggio pieno. Gara con un ottimo avvio da parte dei biancocelesti che trovano il vantaggio con Cattelan, ancora magnifico su calcio di punizione. Alla mezzora il pareggio di Furlan con un diagonale preciso su cui nulla può Schincariol. Con il pareggio che sembrava ormai certo, arriva la beffa con Fiorotto che mette un tiro cross mal gestito dalla difesa. Finisce 2-1.

Mercoledì il riscatto, con la sfida di Coppa Italia.

AUTHOR: A.c.d.treviso CATEGORY: News

liapiave.it

Da: http://www.liapiave.it/Info-biglietti-per-Liapiave-Treviso-di-campionato-e-coppa.htm

Info biglietti per Liapiave-Treviso di campionato e coppa 10-09-2015 12:30 - News Generiche

In relazione alla gara di campionato tra Liapiave e Treviso, in programma per domenica 13 settembre alle ore 15.30 allo Stadio Comunale "Giol" di S. Polo di Piave, l´A.S.D. LIAPIAVE comunica quanto segue: - Per quanto concerne i tifosi ospiti, tutte le info sulla vendita dei biglietti sono ben specificate nel sito ufficiale del Treviso Calcio, aggiungendo solamente il fatto che i tifosi del Treviso che acquisteranno il biglietto in prevendita presso il bar "biancoceleste" attiguo allo Stadio Tenni, avranno poi l´obbligo di prendere posto allo stadio solamente nel "settore ospiti". Per quanto riguarda i tifosi di casa, la società informa di aver istituito una sorta di prevendita presso la sede di S. Polo, che sarà aperta venerdì dalle 16 alle 19 e sabato dalle 10 alle 12. I prezzi che verranno esercitati in questa gara saranno i seguenti: ACQUISTO BIGLIETTI IN PREVENDITA € 7,00 (Prezzo unico) ACQUISTO BIGLIETTI IL GIORNO DELLA GARA € 10,00 (Prezzo unico, senza alcun tipo di riduzione). Il consiglio è quello di munirsi del biglietto già in prevendita, sia per sfruttare la corsia preferenziale di un prezzo più vantaggioso, sia per evitare le code che potrebbero crearsi al botteghino domenica prima della gara.

COPPA ITALIA: Nel rammentare che la gara di mercoledì 16 settembre con fischio d´inizio alle ore 20.30, verrà disputata presso lo Stadio Comunale "A. Luca" di Cimadolmo e non presso il campo originariamente designato di Ormelle, si comunica sin d´ora che per questa particolare occasione la società ha deciso di istituire quale costo d´entrata per tutti i tifosi, locali e ospiti, il prezzo unico di € 7.00. Per questa gara non verrà predisposto alcun tipo di prevendita.

Fonte: Ufficio Stampa


Da: http://www.liapiave.it/Siamo-solo-alla-seconda-ma-e-gia-Liapiave-Treviso.htm

Siamo solo alla seconda, ma è già Liapiave - Treviso! 11-09-2015 14:37 - News Generiche

Incrocio pericoloso. Sarà una tre giorni dagli alti contenuti emotivi, quella che attende Liapiave e Treviso, chiamate ad affrontarsi due volte in poco più di 72 ore. Prima il campionato; poi la Coppa: parlare di quest´ultima gara adesso, ci appare comunque un pizzico prematuro, proprio perché di mezzo di partita ce n´è un´altra ed è proprio questa ora come ora, a catturare le attenzioni di tutti, società, atleti e rispettivi tifosi. Pur essendo solamente alla seconda giornata infatti, la partita tra Liapiave e Treviso pare già in grado di suscitare grande interesse, da un lato perché in campo ci va una veterana della categoria, capace, negli ultimi nove anni, sempre di ben figurare entrando costantemente nella parte elitaria della graduatoria (il Liapiave), mentre dall´altro perché in campo ci va una formazione le cui storia, tradizione e blasone non possono assolutamente essere messe in discussione da nessuno (il Treviso). Se a questo poi, aggiungiamo il fatto, che società e neo mister (Massimo Susic), hanno allestito una compagine che a detta di tanti addetti ai lavori sarà sicuramente in grado di primeggiare, allora è fin troppo facile capire come questa possa essere una partita veramente attesa in maniera spasmodica, un pò da tutti quanti. Si tratta di un derby atipico, ma non per questo inedito: già due infatti i confronti disputatisi nella storia allo Stadio "Giol", entrambi terminati con l´identico punteggio di 1 a 1. Il più vicino nel tempo, quello dello scorso mese di febbraio, con vantaggio ospite siglato a fine primo tempo da Angelo Conte dal dischetto, a cui il Liapiave ha saputo rimediare proprio al 90´ grazie al tap in di Fabio Manzan. L´altro precedente risale invece al mese di aprile del 2010, con rete iniziale dal dischetto di Eddy Perenzin e pareggio trevigiano nel cuore della ripresa ad opera di Davide Favaro, sempre, ironia della sorte, dagli undici metri. In campo ci sarà più di qualche ex, tra cui ricordiamo soprattutto quelli che ora vestono la casacca biancoceleste del Treviso: il riferimento va ovviamente ad Alessandro Cattelan, Igor Furlan e Damiano Schincariol. Per quanto riguarda la vendita dei biglietti, un capitolo a parte lo abbiamo dedicato in un comunicato stampa già pubblicato ieri sul nostro sito ufficiale: non resta ora che attendere un´affluenza di massa, per quella che, speriamo, possa diventare anzitutto una bella giornata di sport per tutti. Si gioca domenica allo Stadio "Giol" di S. Polo di Piave, con fischio d´inizio fissato per le ore 15.30: arbitro del match sarà il Sig. Palmieri di Conegliano, coadiuvato dagli assistenti di linea Sig.ri Cioffredi di Padova e Dalla Vecchia di Schio.

Fonte: Ufficio Stampa


Da: http://www.liapiave.it/Chi-la-durala-vince-Fiorotto-decisivo-contro-il-Treviso.htm

Chi la dura....la vince: Fiorotto decisivo contro il Treviso!

13-09-2015 18:00 - News Generiche

LIAPIAVE - TREVISO 2-1

LIAPIAVE: Fuser, Boro, Fiorotto, Gagno (st 36´ Tegon M), Bortot, Tegon I, Dal Mas (st 25´ Manzan), Pettenà, Florean (st 43´ Abazi), Benetton, Furlan. All. Piovesan TREVISO: Schincariol, Sagui, Furlan, Moretti, Burato (pt 46´ Prosdocimi), Antoniol, Moretto, Mastellotto (pt 36´ Dal Compare), Cattelan, Granati (st 24´ Di Salvo), Bonotto. All. Susic ARBITRO: Palmieri di Conegliano RETI: pt 8´ Cattelan, 32´ Furlan; st 45´ Fiorotto NOTE: Ammoniti Benetton, Antoniol, Dal Compare, Bonotto. Calci d´angolo 10-4 per il Treviso. Spettatori 500 circa

Nel momento meno sperato. Nel modo forse meno sperato. Ma alla fine ciò che conta è la sostanza ed in questa chiave che non ci resta che ammettere che mai prima d´ora Fiorotto aveva crossato così bene col destro! Scherzi a parte, vittoria più che legittima, quella ottenuta dal Liapiave, grazie soprattutto ad un secondo tempo giocato abbastanza a senso unico, con una lunga serie di chiare opportunità da rete che avrebbero potuto disegnare già ben prima questo stesso punteggio finale. Tutto è bene quel che finisce bene comunque ed in questa chiave particolare soddisfazione, oltre che dal fatto di aver battuto una squadra forte come il Treviso, ci viene pure dal fatto che per la seconda domenica consecutiva ci veniamo a trovare sotto nel risultato dopo pochissimi giri di lancette e dimostriamo una grande forza d´animo che ci spinge a lottare, a non abbattersi, ma soprattutto a ribaltare il risultato, consentendoci di incamerare addirittura il bottino pieno. Bene così insomma ed ora non resta che guardare avanti e più precisamente al prossimo ravvicinatissimo impegno, che ci vedrà in campo già mercoledì (ore 20.30 a Cimadolmo, arbitro dell´incontro il Sig. Tomasello di Castelfranco, coadiuvato dagli assistenti Sig.ri Brunzin di Portogruaro e Ongarato di Castelfranco), ancora contro il Treviso, per l´ultimo turno della prima fase eliminatoria di Coppa Italia: se vogliamo provare a passare il turno, anzitutto dobbiamo vincere e poi dobbiamo sperare che l´Istrana non vinca a Nervesa. IL MATCH: L´avvio è promettente e la prima occasione capita sui piedi di Florean, che legge bene un errato disimpegno di Igor Furlan, ma non da la giusta forza al pallone a due passi da Schincariol. E così, cinque minuti dopo, a passare è il Treviso: punizione dai 25 metri di Cattelan, con palla a scavalcare la barriera e a morire in fondo al sacco. La reazione dei padroni di casa non è immediata ed aldilà di un paio di tentativi da lontano di Furlan e Benetton, in questa fase del primo tempo fatichiamo a portarci con continuità nei pressi dell´area avversaria. In questo scenario, ad andare più vicino alla rete è ancora il Treviso, con una capocciata da due passi di Moretto, sulla quale d´istinto Fuser compie un autentico miracolo. E´ la svolta del match, perché a questo punto il Liapiave capisce di dover accelerare i ritmi e non a caso di lì a poco giungerà il punto del pari. Azione avvolgente di Florean sulla tre quarti e splendida apertura per Federico Furlan, che controlla palla in corsa ed esplode poi un diagonale su cui Schincariol nulla può fare. Il gol del pareggio, conferisce una scarica d´adrenalina a tutto l´ambiente, ma soprattutto all´intera squadra, che nella ripresa comincerà a prendere possesso della metà campo avversaria con confortante continuità. Le occasioni arrivano in serie ed i veri protagonisti sono Furlan e Schincariol, impegnati in una serie di duelli che vedono purtroppo sempre uscire vincitore il portiere trevigiano. A provarci sono anche Dal Mas, che arriva in leggerissimo ritardo su un cross di Furlan, Benetton e Gagno da fuori, con palla alta sulla traversa in ambi i casi e Manzan, che di testa a volo d´angelo sul secondo palo, non trova di un soffio la deviazione vincente. Il tutto sino al minuto numero 45, allorquando, con le speranze oramai ridotte al lumicino, Fiorotto si avventura nell´ennesima sgroppata sull´asse mancina, evitando con con un dribbling a rientrare il proprio diretto avversario e disegnando poi con il destro un cross insidiosissimo che taglia tutta l´area senza incontrare deviazioni, spiazzando lo stesso Schincariol, costretto solamente a raccogliere il pallone in fondo al sacco. E´ l´apoteosi di un "Giol" bagnato ma felice!

Fonte: Ufficio Stampa

venetouno.it

Da: http://www.venetouno.it/notizia/45563/treviso-beffato-nel-finale-il-derby-va-al-liapiave

13/09/2015 A San Polo all'inizio meglio i biancocelesti, poi calati nella ripresa

TREVISO BEFFATO NEL FINALE, IL DERBY VA AL LIAPIAVE

Decisivo all'87' un cross di Fiorotto con papera di Schincariol

SAN POLO - Il Treviso non riesce a decollare. Dopo il pari col Sedico ecco la sconfitta con il Liapiave: in entrambi i casi i biancocelesti, passati in vantaggio, sono stati rimontati. A decidere il derby Piave-Sile è stato un cross di Fiorotto nel finale che, valutato male dal fin lì bravissimo Schincariol, si è infilato a fil di palo. Successo comunque meritato per i padroni di casa, che nella ripresa hanno dominato.

LIAPIAVE-TREVISO 2-1

GOL: pt 7' Cattelan, 32' Furlan; st 43' Fiorotto LIAPIAVE (4-4-2): Fuser; Boro, Bortot, I. Tegon, Fiorotto; Dal Mas (st 23' Manzan), Gagno (st 34' M. Tegon), Pettenà, Benetton; Florean (st 41' Abazzi), F. Furlan. All. Piovesan TREVISO (4-3-3): Schincariol; Sagui, Burato (pt 47' Prosdocimi), Antoniol, I. Furlan; Moretto, Moretti, Mastellotto (pt 38' Dal Compare), Granati (st 24' Di Salvo); Cattelan, Bonotto. All. Susic ARBITRO: Palmieri di Conegliano.

Il quadro completo della 2a giornata del gir. B di Eccellenza


Careni Pievigina- Union Qdp 3-2 Cornuda Crocetta - S. Donà 1922 1-0 Liapiave - Treviso 2-1 Real Martellago - Istrana 1964 0-4 S. Giorgio Sedico - Feltrese 1-1 Saonara Villat. - Godigese 0-0 Union Pro - Nervesa 3-2 VittorioFalmec - Vigontina 1-2


La classifica:

Vigontina, Liapiave, Careni Pievigina 6; Saonara Villatora, Cornuda Crocetta 4; Istrana 1964, Real Martellago, Union Pro 3; S. Giorgio Sedico, Godigese 2; Union Qdp, Treviso, VittorioFalmec, Feltrese 1; S. Donà 1922, Nervesa 0.


La cronaca:

Primo tempo:

1' Fischio d'inizio, iniza la gara. Rispetto alla gara d'esordio, nel Treviso le novità sono Burato, Granati e Bonotto.

2' Calcio d'angolo per il Treviso, nulla di fatto.

4' Errore di Furlan in disimpegno, Florean però non ne approfitta, nessun problema per Schincariol.

6' Ammonito Tegon per il Liapiave

7' GOL Punizione di Cattelan, la palla si infila nell'angolino basso. 0-1.

8' E' il seocndo gol consecutivo su punizione della punta Cattelan, tra l'altro uno degli ex della partita

20' Il Liapiave prova a reagire, ma senza creare grossi pericoli alla porta di Schincariol. Il Treviso gestisce il vantaggio.

26' Liscio in area di Bonotto, Schincariol deve allungarsi per smanacciare, anticipando Benetton

27' Miracolo di Fuser sul colpo di di testa perentorio Moretto, da distanza ravvicinata, sul cross teso di Furlan.

32' GOL Pareggio: Federico Furlan, lasciato solo dalla difesa, su lancio di Florean, può piazzare il preciso diagonale. Schincariol, si distende ma non ci arriva. 1-1

37' Per il Treviso, Mastellotto non ce la fa. Al suo posto entra Dal Compare. Sul piano tattico non cambia nulla.

43' Burato a bordo campo per farsi medicare, Treviso in dieci.

44' Segnalati 3 minuti di recupero.

47' Anche Burato è costretto a finire in anticipo la sua gara. Entra Prosdocimi.

48' Il primo tempo finisce sull'1-1

Secondo tempo

3' Inizio di ripresa per un'intraprendente Liapiave. Federico Furlan ci prova su pallonetto, ma il portiere biancoceleste capisce tutto e controlla.

4' Tiro di Florean alto sopra la traversa.

6' Furlan si conferma il più pericolos tra i padroni di casa: un'altra sua conclusione è alta.

17' Furlan si presenta da solo davanti alla porta del Treviso, Schiancariol però non si fa ipnotizzare

20' Ancora Furlan salta netto Antoniol, traversone basso per Dal Mas, la conslusione sfila sul fondo.

22' Azione sulla destra di Moretto, cross sul secondo palo, Cattelan controlla con qualche difficoltà e gira, ma la palla viene ribattuta in angolo.

23' Per il Liapiave, esce Dal Mas, entra Manzan

24' Per il Treviso, esce Granati entra Di Salvo

26' Altra occasionissima per il Liapiave, altra prodezza di Schincariol, che nega il gol a Furlan, di nuovo libero in mezzo all'area dopo un doppio liscio di due difensori biancocelesti.

34' Per il Liapiave esce Gagno, entra Mattia Tegon

40' Forcing finale del Liapiave, che preme per la vittoria, Treviso pare in debito di energie

41' Per il Liapiave esce Florean, entra Abazzi

43' GOL Il Liapiave passa avanti. Tiro cross di Fiorotto, Schincariol lascia sfilare, rendosi conto troppo tardi che la parabola del terzino sarebbe finita in rete: inutile il suo tuffo in extremis. 2-1

49' Dopo 4 minuti di recupero l'arbitro fischia la fine. Vince il Liapiave, confermandosi in tetsa alla classifica a punteggio pieno.

Dagli spogliatoi.

MASSIMO SUSIC "Due infortuni in 10 minuti, speriamo per loro non sia niente di grave, più le assenze di Bellotto e Furlanetto: se nel primo tempo fossimo andati sul 2-0 non sarebbe stato scandaloso con un Liapiave che programma da 4-5 anni, mentre noi ad un certo punto avevamo 5 fuoriquota. Le loro occasioni poi sono nate da nostri appoggi sbagliati, vecchio vizio purtroppo, e davanti alla loro aggressività abbiamo pagato salato. "

ALBINO PIOVESAN "Bell’inizio del Treviso che poi ha perso un paio di giocatori importanti: dopo il pari la ripresa per noi, che ci abbiamo messo il cuore, è stata un po’ più comoda. Ma dobbiamo fare meglio, specie ripensando alla prima mezzora: sento dire che noi abbiamo una struttura più consolidata, sarà, ma inserire 4-5 elementi non è semplice. Nel secondo tempo correvamo il doppio, abbiamo giocatori con caratteristiche diverse, merito anche delle punte che sporcavano la palla consentendo il recupero ai centrocampisti.

venetogol.it

Da: http://www.venetogol.it/2015/09/13/ecc-b-il-derby-liapiave-treviso-va-al-lia-decide-fiorotto-al-90--012680/

Ecc. B: il derby Liapiave-Treviso va al Lia. Decide Fiorotto al 90'!

Un cross errato di Fiorotto regala la vittoria al Liapiave...

LIAPIAVE - TREVISO 2-1

LIAPIAVE: Fuser, Boro, Fiorotto, Gagno (st 36´ Tegon M), Bortot, Tegon I, Dal Mas (st 25´ Manzan), Pettenà, Florean (st 43´ Abazi), Benetton, Furlan. All. Piovesan TREVISO: Schincariol, Sagui, Furlan, Moretti, Burato (pt 46´ Prosdocimi), Antoniol, Moretto, Mastellotto (pt 36´ Dal Compare), Cattelan, Granati (st 24´ Di Salvo), Bonotto. All. Susic ARBITRO: Palmieri di Conegliano RETI: pt 8´ Cattelan, 32´ Furlan; st 45´ Fiorotto NOTE: Ammoniti Benetton, Antoniol, Dal Compare, Bonotto. Calci d´angolo 10-4 per il Treviso. Spettatori 500 circa


Il derby trevigiano di giornata va al Liapiave grazie ad un tiro-cross di Fiorotto che beffa l'intera difesa biancoceleste e regala il derby ai padroni di casa sampolesi. Gara sentita da ambo le parti anche in virtù dei numerosi ex in campo in entrambe le formazioni. Treviso più rimaneggiato che oltre a Bellotto e Furlanetto deve fare a meno già nel corso del primo tempo di Burato e Mastellotto usciti dal campo per infortunio. Primo tempo che si chiude grazie alle realizzazioni dei due centravanti più attesi. Prima Cattelan con una punizione a foglia morta sopra la barriera supera Fuser e poi Federico Furlan con un bolide di sinistro da dentro l'area fissano la prima frazione sull'1-1. Nella ripresa Liapiave che prova a vincere e sbaglia diverse occasioni ma non trova la stoccata decisiva con Schincariol che para tutto quello che c'era da parare. Quando tutto lascia presagire il pari finale arriva un tiro cross dalla sinistra di Fiorotto che inganna l'ex Schincariol e regala la vittoria ai gialloblu. Liapiave che vola al primo posto a punteggio pieno e Treviso che paga aldilà dell'episodio gli infortuni di 4 uomini cardine della rosa.


Scritto da Redazione Venetogol il 13/09/2015

tribunatreviso.gelocal.it

Da: http://tribunatreviso.gelocal.it/sport/2015/09/14/news/harakiri-schincariol-lia-all-ultimo-respiro-1.12095121?ref=search&refresh_ce

Harakiri Schincariol Lia all’ultimo respiro

Battuto il Treviso allo scadere per un’incertezza del portiere

14 settembre 2015

SAN POLO DI PIAVE. In due gare il Treviso è sempre passato in vantaggio ma ha raccattato soltanto un punto. Il Liapiave, al contrario, sempre in svantaggio, ma svetta a sei punti. Storie e classifiche opposte in questo principio di stagione per due delle favorite del girone: derby che è andato a chi tutto sommato l’ha meritato di più, sorretto da un impianto di gioco e da una preparazione fisica per ora superiori, anche se ha dovuto sfruttare una papera di colui che fin lì era stato il migliore in campo, Mirco Schincariol, sanpolese doc. Fatto sta che il Treviso arranca ed è già una sorpresa, il Lia invece primeggia ed ora sorpresa non è. Inizio di marca biancoceleste ed all’8’ perla su punizione di Cattelan, uno degli ex: letale il suo sinistro per Fuser che si tuffa ma non ci arriva. Seconda gran rete da fermo per il centrattacco. A questo punto mister Piovesan avanza Dal Mas per affidarsi al 4-3-3 e la sua squadra prova a macinare calcio incontrando comunque discrete difficoltà per il buon lavoro di filtro e rilancio in mezzo al campo di Mastellotto, Moretti, Granati e Bonotto. Il ritmo, frenetico all’inizio, tende poi a calmarsi, anche se il Treviso non rinuncia a ripartire appena può. Come al 28’ quando Mastellotto mette in mezzo da sinistra, Moretto ci mette il sinistro ed è prodigioso Fuser a ribattere il tap in ravvicinato. Come spesso succede ad andare in gol è la squadra che aveva rischiato di prenderlo ed alla prima vera occasione: al 32’ la palla da Florean giunge a sinistra al solitario Federico Furlan, botta in diagonale che fulmina Schincariol. E qui con Benetton e Pettenà cresce l’aggressività di un Liapiave ora certamente rinfrancato. Alcune circostanze obiettivamente sfortunate cominciano a far girare il trend: poco prima del riposo si fa male il bravo Mastellotto, pedina fondamentale ed allora c’è l’esordio stagionale di Dal Compare, che centrocampista non è e che in effetti non si vedrà quasi mai. La sfortuna non si accontenta, costringe Susic al secondo cambio prematuro con Burato ad abbandonare il campo poco prima della pausa per Prosdocimi: il Treviso in campo ha quattro under. A ripresa appena iniziata, con la pioggia che scende sempre più fitta, il Liapiave reclama un rigore con Florean che va giù in area ma, secondo l’ottimo Palmieri, senza fallo. La partita diventa a senso unico, padroni di casa molto intraprendenti, decisamente troppo per un Treviso sempre più scollegato, che non tiene una sola palla a metà campo e che deve allora affidarsi ad improduttivi lanci lunghi, subendo inevitabilmente le folate dei gialloblu che prendono decisamente in mano le operazioni e non le mollano più, sempre aggressivi e primi su ogni pallone. Iniziano i miracoli di Schincariol. Al 17’ è straordinario a stare in piedi fino all’ultimo impedendo al solito Furlan, ancora assistito da Florean, di infilarlo nell’uno contro uno. Ed al 21’ il passaggio di Furlan per Dal Mas è leggermente lungo. In verità vicino alla rete ci va anche il Treviso al 25’ con Moretto che dà a Cattelan, il Lia si salva in corner. Al 27’ secondo miracolo di Schincariol che di nuovo nega il raddoppio allo scatenato Furlan. L’assedio finale dei locali su un campo sempre più infido produce il fortunoso ma meritato gol di Fiorotto: un suo cross da sinistra manda in confusione per l’unica volta Schincariol che, ingannato dal mancato intervento di Abazi, si tuffa quando è troppo tardi. Sfera che schizza sull’erba ed entra a fil di palo. La frittata è servita.

Silvano Focarelli

14 settembre 2015


Da: http://tribunatreviso.gelocal.it/sport/2015/09/14/news/mister-susic-convocato-dai-tifosi-1.12094919?ref=search&refresh_ce

IL DOPOGARA

Mister Susic “convocato” dai tifosi

Piovesan è soddisfatto: «Ci abbiamo messo il cuore fino in fondo»

14 settembre 2015

SAN POLO DI PIAVE. Al triplice fischio Massimo Susic attraversa il campo e va a parlare qualche minuto con i sostenitori biancocelesti: «Hanno voluto spiegazioni, giustamente ed io gliel’ho date: tutto a posto». La partita? «Due infortuni in 10 minuti, speriamo per loro non sia niente di grave, più le assenze di Bellotto e Furlanetto: se nel primo tempo fossimo andati sul 2-0 non sarebbe stato scandaloso con un Liapiave che programma da 4-5 anni, mentre noi ad un certo punto avevamo 5 fuoriquota. Le loro occasioni poi sono nate da nostri appoggi sbagliati, vecchio vizio purtroppo, e davanti alla loro aggressività abbiamo pagato salato. Ad ogni modo sono contento, i ragazzi sono partiti bene contro un ottimo Liapiave, peccato aver perso quasi allo scadere e poi in quel modo, certo che brucia». Brucia anche il punto in 180’. «Ovvio. Qui non sono per nulla soddisfatto: dobbiamo crescere e migliorare al più presto». Tutt’altro stato d’animo è quello di Albino Piovesan, onesto nella sua analisi. «Bell’inizio del Treviso che poi ha perso un paio di giocatori importanti: dopo il pari la ripresa per noi, che ci abbiamo messo il cuore, è stata un po’ più comoda. Ma dobbiamo fare meglio, specie ripensando alla prima mezzora: sento dire che noi abbiamo una struttura più consolidata, sarà, ma inserire 4-5 elementi non è semplice». Questione anche di condizione fisica. «Sì, nel secondo tempo correvamo il doppio, abbiamo giocatori con caratteristiche diverse, merito anche delle punte che sporcavano la palla consentendo il recupero ai centrocampisti». Avvilito Schincariol: «Ho valutato male quella palla e col rimbalzo non l’ho presa. Dispiace aver perso così anche se loro hanno creato di più, nella ripresa eravamo sulle gambe. C’è tanto da lavorare».

14 settembre 2015

Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti