Loreggia-Treviso (8 settembre 2013)

Da Forza Treviso Enciclopedia.
Loreggia-Treviso 0-0
Competizione:
Campionato di Promozione Veneto (girone B) Stagione: 2013/14
Giornata o turno:
1ª giornata A/R: Ritorno
Luogo:Stadium.png
Loreggia, PD
Data:Nuvola apps date.png
domenica 8 settembre 2013
Arbitro:Arbitro fischietto.png
Cester di San Donà.
Formazioni
Stemma loreggia small.png Loreggia :
(4-4-2)
Rebellato; Simonetto (st 13′ Goldin), Vechiu, Bertapelle, Libralato; Pasinato, P. Volpato, Stocco, Fabrin (st 37′ Stefanelli); Carani, Genesin (st 13′ Righetto). A disposizione: Feltrin, Gardellin, Zanetti, Ceccon. Allenatore: Loris Volpato.
Stemma treviso small.png Treviso :
(4-3-3)
Bortolin; Pilotto, Ton, Balzan, Fonti; Di Prisco, Livotto, Da Tos; Del Papa, Pillon (st 30′ Esposito), Vio (26′ st Filippetto). A disposizione: Vincenzi. Allenatore: Piovanelli.
Note
Gol:Icona Goal.png
-
Ammoniti:Yellow card.png
Simonetto, Bertapelle, Libralato, Fabrin per il Loreggia, Fonti e Livotto per il Treviso.
Espulsi:Red card.png
-
Angoli:Nuvola apps kmines.png
4-2 per il Loreggia.
Recupero:Nuvola apps ktimer.png
3'+4'.
Spettatori:Nuvola apps kdmconfig.png
250 circa.
Meteo:Nuvola apps kweather.png
Tempo variabile, campo in ottime condizioni.
Varie:Nuvola apps package editors.png
Al 18′ pt Di Prisco e al 4′ st Carani falliscono un calcio di rigore.

Loreggia-Treviso è la 1ª giornata del Campionato di Promozione Veneto (girone B) 2013/14, giocata domenica 8 settembre 2013.

Indice

Introduzione

Il Treviso, dopo un’infinita attesa e tanti ostacoli burocratici, si è appena insediato al Tenni e attende l’ok della Provincia per i campi di Lancenigo. Ma a preoccupare di più è l’organico a disposizione di Piovanelli, che al momento non dispone di un attacco in grado di affrontare la categoria. A Loreggia si prospetta una partenza in salita...

Dopo l’amichevole di Fossalta di Piave, Piovanelli e la dirigenza hanno iniziato a sfoltire la rosa, solo che ai tagli non sono seguiti innesti di spessore, tant’è che domenica il mister dovrà portare in panchina un bel po’ di ragazzini della Juniores. In porta il ballottaggio è stato vinto dall’ex Pordenone Bortolin, che ha avuto la meglio su Mion, che sarebbe comunque stato un ottimo estremo difensore per la Promozione; il vice sarà Vincenzi, dalla Berretti biancoceleste. Tra gli altri non confermati ci sono De Bortoli, Di Nunzio, Verbanac e Ferrari. Al momento è saltato anche il tesseramento dell’esperto La Cagnina, con il quale, stando all’intervista concessa da mister Piovanelli a La Tribuna di Treviso, non è stato ancora trovato l’accordo economico. E a sorpresa, visto quanto si era visto nelle amichevoli, sono stati depennati pure il centrocampista Marangon e l’attaccante Geronazzo (autore di una spettacolare doppietta contro il Team Biancorossi), due giocatori giovani ma con alle spalle esperienze in Serie D ed Eccellenza.

Come si evince dalla lista della rosa “provvisoria” pubblicata stamane da Il Gazzettino di Treviso, è l’attacco il reparto che desta maggiori preoccupazioni, anche se pure difesa e centrocampo avrebbero bisogno di almeno un altro rinforzo di spessore. Piovanelli aveva avvertito che in attacco sarebbero stati confermati in pochi, e così è stato. Anche Attegha, ex nazionale under 19 camerunese, negli anni scorsi in Serie D con Sacilese e Sanvitese, non è stato tesserato. L’unico a salvarsi,a quanto pare, è l’altro colored Mensah. Dal Compare (lo scorso anno diviso tra Favaro Marcon e Jesolo) , uno dei migliori nel precampionato, è un esterno offensivo, mentre il classe ’95 Zogaj, dalla Berretti biancoceleste, si sta ancora riprendendo dal lungo stop della scorsa stagione, e nell’ultima amichevole ha subito un altro infortunio. Nelle ultime due amichevoli sono stati provati altri attaccanti, tra i quali il senegalese classe ’93 Abroubagou Salbre, lo scorso anno al Quinto in Serie D (17 presenze e 4 gol) e di proprietà del Belluno. Nessuno sembra aver convinto la dirigenza, che non vuole affrettare i tempi rischiando di fare le scelte sbagliate; il termine per i trasferimenti scade il 17 settembre, poi, almeno fino a dicembre, si potranno tesserare solo giocatori svincolati. La situazione è preoccupante e le difficoltà non mancano: da una parte quelle economiche, dall’altra quelle logistiche, visto che gli allenamenti al pomeriggio hanno inevitabilmente ridotto le scelte a disposizione. Nel frattempo la società è riuscita quanto meno a mettere piede all’interno del Tenni (o almeno, in una parte di esso, visto che l’ala della segreteria e degli uffici non è ancora accessibile), mentre per Lancenigo si attende una risposta dalla Provincia; per ora la squadra continua ad allenarsi al campo sportivo di Carbonera. Infine, stando a radio Veneto Uno, lunedì partirà la campagna abbonamenti, mentre venerdì 13, alle ore 18.00, verrà presentata la squadra. Con qualche punta in più, si spera. Per ora il Treviso è un cantiere, e prima di azzardare qualche pronostico bisognerà attendere di vedere all’opera la squadra al completo.

L'avversario: Stemma loreggia small.png Loreggia 

Come nel 2009 il Treviso debutterà nel padovano (quattro anni fa a Busa di Vigonza), contro una formazione, il Loreggia, giunto alla terza partecipazione consecutiva in Promozione. Dopo due campionati conclusi con una tranquilla salvezza (11° posto nel girone B nel 2011/12, 9° posto nel girone C la scorsa stagione), i biancorossi puntano a confermare la categoria con qualche ambizione in più. Durante il mercato estivo parecchie tante partenze e altrettanti arrivi. Alberto Liviero, lo storico mister della Promozione in Prima categoria del 2011, si è trasferito nella vicina Campigo portando con sé parecchi elementi: il portiere Rosello (’93), il difensore Dalla Costa, i centrocampisti Giacomazzo (’92), Mucignato (’92) e Gian (’94) e l’attaccante Mohamed El Boudra (’94). Per traghettare la squadra nel nuovo corso la società ha scelto Loris Volpato, che ha terminato la sua lunga parentesi nel trevigiano dopo la retrocessione del Vedelago. Dai biancocelesti arrivano tre elementi di spicco della rinnovata rosa del Loreggia: i difensori Luca Bertapelle (’84) e Alberto Simonetto (’95), e l’attaccante Nicolò Fabrin (’89). Dalla Luparense sono stati prelevati il centrocampista Adrian Petronel Vecchiu (’94) e l’attaccante Kevin Righetto (’95). Tra gli acquisti più importanti vanno sicuramente annoverati i centrocampisti Pier Maria Carani (’91, dalla Piovese, Eccellenza) e Francesco Pasinato (’88, dal CalviNoale neopromosso in Eccellenza con mister Susic e il nostro Ton).

Nel complesso la squadra, visti i cambiamenti (in panchina e in campo) potrebbe aver bisogno di un periodo di rodaggio, ma sulla carta potrebbe puntare a quei play-off che mister Volpato ha più volte conquistato in tempi recenti con il Vedelago. Nella Coppa Italia di categoria i biancorossi sono stati battuti 2-1 da un’altra potenziale sorpresa, il Campigo dei tanti ex (peraltro corsaro anche a Castello di Godego contro l’altra trevigiana del girone B).

La partita

Le pagelle di Loreggia-Treviso
Giocatore Il Gazzettino it logo.png
Bortolin 6,5
Pilotto 6
Ton 6
Balzan 6
Fonti 6
Di Prisco 6
Livotto 6
Da Tos 6
Del Papa 6
Pillon 6
Esposito s.v.
Vio 6
Filippetto s.v.
Piovanelli 6

Il Treviso, arrivato a Loreggia in piena emergenza di organico (in panchina tre elementi, compreso il secondo portiere), strappa un pari a reti bianche sul campo del Loreggia. Biancocelesti più propositivi nel primo tempo, quando sbagliano un rigore con Di Prisco. Nella ripresa anche i padroni di casa sprecano dagli undici metri, ma creano una serie di occasioni e vanno più volte vicino al gol complice il vistoso calo fisico di un Treviso a corto di fiato.

Un punto che scontenta più i padroni di casa che il Treviso, arrivato nel padovano in condizioni drammatiche: solo tre i sostituti in panchina, compreso il secondo portiere Vincenzi (’95), ex Berretti biancoceleste. Piovanelli, nonostante la carenza d’organico che riguarda soprattutto il reparto offensivo, manda in campo una squadra spavalda, con Del Papa e Vio a supporto della punta centrale Da Tos.

E i risultati si vedono subito, visto che la prima mezz’ora vede un dominio territoriale degli ospiti. La prima occasione dopo appena due minuti di gioco: pasticcio della difesa biancorossa, la palla arriva a Da Tos che da fuori fa partire un tiro rasoterra che Rebellato devia in angolo di piede. Il portiere di casa deve fare gli straordinari un minuto dopo: punizione dalla sinistra dell’esperto Di Prisco, Fonti svetta e devia di testa, ma Rebellato respinge anche questo assalto. Il Loreggia non riesce a pungere, e la difesa biancoceleste riesce a contenere agevolmente gli sterili assalti degli uomini di Loris Volpato. Fino al 18′, quando il Treviso ha l’occasione per imprimere una vera svolta al match: ottima verticalizzazione mancina di Pilotto, il giovane Vio (classe ’96) affonda sulla destra e sulla linea di fondo brucia Bertapelle (poi ammonito), che lo stende in area; sul dischetto si presenta il centrocampista Di Prisco, ma Rebellato intuisce tutto e neutralizza stendendosi alla sua destra. Il Treviso non subisce colpi psicologici, ma fisici, visto che il Loreggia deve correre alle maniere forti per fermare i frequenti contropiedi ospiti; al 25′ arriva il giallo anche per Libralato, già graziato dall’arbitro in precedenza. Tuttavia, alla mezz’ora il Treviso, ancora fuori condizione, comincia a perdere colpi. Il primo brivido lo fa correre Pasinato, che intercetta un cross rasoterra dalla destra e anticipa la difesa: primo intervento degno di nota di Bortolin in uscita disperata, poi Di Prisco spazza fuori dall’area. Al 33′, sugli sviluppi di una pericolosa punizione al limite dell’area, Bertapelle stacca più alto di tutti ma colpisce fiacco e la palla finisce sul fondo. In pieno recupero occasionissima per i biancocelesti: il regista Livotto, altro prodotto della ex Berretti, ruba palla a centrocampo e serve Pillon che solo di piatto prova a infilare Rebellato, ma il portiere di casa si supera ancora mandando in angolo.

Nonostante la stanchezza emersa già nel finale del primo tempo, la ripresa si apre con i biancocelesti in attacco, ma incapaci di concretizzare. E al 5′ la palla della svolta passa al Loreggia: affondo dell’ex Vedelago Fabrin, che al limite dell’area subisce una spintarella da Pilotto. L’arbitro Cester fischia un altro rigore generoso, quasi a voler compensare quello concesso nel primo tempo al Treviso, ma anche l’esito è lo stesso: Carani si fa ipnotizzare da Bortolin, che si stende sulla destra e con la manona manda la palla in corner. Il Treviso tira un sospiro si sollievo col poco fiato che rimane nei polmoni degli esausti biancocelesti, ma alla fine della partita manca ancora un tempo. Nei venti minuti che seguono il Loreggia colleziona quattro ghiotte occasioni: al 17′ Volpato parte dalla sinistra e fa partire un bolide che rimbalza malignamente a mezzo metro da Bortolin, che respinge corto; sulla palla si avventa come un falco Carani, che spedisce sul fondo. Tre minuti dopo altro brivido: Volpato dalla destra serve un Pasinato (troppo) libero di penetrare in area, sistemarsi la palla e calciare di sinistro; Bortolin compie il terzo miracolo di giornata, e sul parapiglia successivo subisce l’intervento pericoloso di Carani. Il Loreggia si sgonfia, e il Treviso, con due forze fresche in campo (entrano gli unici giocatori di movimento presenti in panchina, Esposito e Filippetto) ma con il resto della squadra a corto di fiato, si limita a controllare. L’ultimo brivido al 42′, quando una leggerezza difensiva di Ton (uno dei migliori in campo, fino a quel momento impeccabile) permette al neoentrato Simonetto di presentarsi a tu per tu con un sorpreso Bortolin in uscita, ma l’attaccante biancorosso spedisce sull’esterno della rete. Dopo quattro minuti di recupero arriva il triplice fischio, che regala al Treviso un buon pareggio vista la base di partenza.

In settimana dovrebbero arrivare i tesseramenti di alcune pedine fondamentali, a cominciare dall’esterno offensivo Dal Compare e il centrocampista Giuliato.

Galleria

Riepilogo 1ª giornata

Risultati Classifica Prossimo turno
  • Azzurra Sandrigo – Ambrosiana Trebaseleghe 1-2
  • Caldogno – Cornedo 2-2
  • Eurocalcio Cassola – Summania 1-0
  • Godigese – Rossano 2-1
  • Loreggia – Treviso 0-0
  • Nove Stefani – Cartigliano 1-2
  • Petra Malo – Campigo 2-0
  • Sarcedo – Mussolente 0-2
  1. Mussolente 3
  2. Malo 3
  3. Cartigliano 3
  4. Godigese 3
  5. Trebaseleghe 3
  6. Eurocalcio Cassola 3
  7. Caldogno 1
  8. Cronedo 1
  9. Treviso 1
  10. Loreggia 1
  11. Azzurra Sandrigo 0
  12. Rossano 0
  13. Nove Stefani 0
  14. Summania 0
  15. Sarcedo 0
  16. Campigo 0
  • Cornedo – Sarcedo
  • Summania – Azzurra Sandrigo
  • Ambrosiana Trebaseleghe – Nove Stefani
  • Mussolente – Godigese
  • Cartigliano – Loreggia
  • Rossano – Petra Malo
  • Treviso – Caldogno Rettorgole
  • Campigo – Eurocalcio Cassola

Collegamenti esterni

Note


Riepilogo partite stagionali

A.C.D. Treviso - Partite 2013/14
Campionato di Promozione Veneto (girone B)

(1) Loreggia-Treviso • (2) Treviso-Caldogno Rettorgole • (3) Treviso-Cornedo • (4) Cartigliano-Treviso • (5) Treviso-Rossano • (6) Mussolente-Treviso • (7) Treviso-Summania • (8) Campigo-Treviso • (9) Treviso-Nove • (10) Ambrosiana Trebaseleghe-Treviso • (11) Treviso-Eurocalcio Cassola • (12) Sandrigo-Treviso • (13) Treviso-Petra Malo • (14) Sarcedo-Treviso • (15) Treviso-Godigese • (16) Treviso-Loreggia • (17) Caldogno Rettorgole-Treviso • (18) Cornedo-Treviso • (19) Treviso-Cartigliano • (20) Rossano-Treviso • (21) Treviso-Mussolente • (22) Summania-Treviso • (23) Treviso-Campigo • (24) Nove-Treviso • (25) Treviso-Ambrosiana Trebaseleghe • (26) Eurocalcio Cassola-Treviso • (27) Treviso-Sandrigo • (28) Petra Malo-Treviso • (29) Treviso-Sarcedo • (30) Godigese-Treviso

Play-off di Promozione Veneto (girone B)

Treviso-Eurocalcio CassolaGodigese-TrevisoTreviso-Benaco BardolinoPassarella-Treviso

Amichevoli

Suseganese-TrevisoTreviso-Union QuintoTreviso-FontaneTeam Biancorossi-TrevisoFossalta di Piave-TrevisoScorzè-TrevisoGazzera Olimpia Chirignago-TrevisoUnion Pro Mogliano Preganziol-TrevisoLiventina Gorghense/Juniores-Treviso

Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti