Mantova-Treviso (4 marzo 2012)

Da Forza Treviso Enciclopedia.
Mantova-Treviso 3-0
Competizione:
Campionato di Seconda Divisione (girone A) Stagione: 2011/12
Giornata o turno:
ventottesima giornata A/R: Andata
Luogo:Stadium.png
Mantova
Data:Nuvola apps date.png
domenica 4 marzo 2012
Arbitro:Arbitro fischietto.png
D'Angelo di Ascoli Piceno.
Formazioni
Stemma mantova small.png Mantova :
Portesi; Girelli (60' Bertin), Sereni, Spinale, Caruso (86' Maschio), Fonte, Colonetti, Pettarin, Pietribiasi (79' Del Sante), Franchi, Bersi. A disposizione: Festa, Galbiati, Burato, Cinque. Allenatore: Frutti.
Stemma treviso small.png Treviso :
Campironi; Brunetti (53' Pacini), Paoli, Giorico (66' Gallon), Biagini, Visintin, Stentardo, Bandiera, Ferretti, Torromino, Malacarne (57' Perna). A disposizione: Sartorello, Granati, Beccia, Del Grande. Allenatore: Zanin.
Note
Gol:Icona Goal.png
45' Caruso, 54' Franchi, 68' Pietribiasi.
Ammoniti:Yellow card.png
Caruso, Pettarin, Girelli, Del Sante, Pacini, Bandiera.
Espulsi:Red card.png
Angoli:Nuvola apps kmines.png
6-2 per il Mantova.
Recupero:Nuvola apps ktimer.png
2'+5'.
Spettatori:Nuvola apps kdmconfig.png
2.205, di cui 953 paganti (incasso 3.075 euro), 1.252 abbonati (quota 8.360 euro).
Meteo:Nuvola apps kweather.png
Varie:Nuvola apps package editors.png

Mantova-Treviso è la ventottesima giornata (nona giornata del girone di ritorno) del Campionato di Seconda Divisione (girone A) 2011/12, giocata domenica 4 marzo 2012.

Indice

Introduzione

Prima delle tre partite in 8 giorni, Mantova-Treviso è probabilmente la partita più sentita dell'anno dai tifosi biancocelesti. Calcio d'inizio allo stadio Martelli alle ore 14.30.

L'avversario: Stemma mantova small.png Mantova 

Il Mantova è, a nostro avviso, la più grossa delusione di questo campionato: partita con ambizioni di alta classifica, la squadra del Presidente Bruno Bompieri si trova in questo momento in zona play-out. Cosa sia successo nessuno lo può sapere, ma la squadra virgiliana ha vinto appena 6 delle 26 partite appena disputate, compreso ovviamente il match di andata, una partita in cui il Treviso avrebbe meritato (almeno) il pareggio, e invece si è ritrovato con un pugno di mosche in mano; per il resto il Mantova ha collezionato 10 pareggi e altrettante sconfitte. Nell'ultima settimana ci sono stati parecchi cambiamenti nella squadra biancorossa: Roberto Boninsegna, grande ex giocatore della Nazionale Italiana, è stato nominato responsabile dell'area tecnica, e come primo segnale di cambiamento è stato esonerato il tecnico Valigi, che aveva collezionato 23 punti in 21 partite alla guida del Mantova; al suo posto è stato promosso Sauro Frutti, che era il vice di Graziani a inizio campionato: un cambio di allenatore quasi-disperato per cercare di risollevare la squadra da un deludentissimo 17° posto in classifica. Il nuovo allenatore dovrebbe giocare con il 4-4-2, differente dal suo predecessore che preferiva il 3-5-2. In porta ci sarà Portesi (classe 1990, confermato, ex Castellana in D e Rodengo Saiano e Carpenedolo in C2), mentre i terzini saranno Girelli (1984, ex Primavera del Parma e autore della scalata del Sassuolo dalla C2 alla B; poi, un campionato a Reggio Emilia, il ritorno poco fortunato a Sassuolo in B, e quest'anno l'arrivo a Mantova) e Sereni (1988, ex Primavera dell'Arezzo, ex Figline in D e in C2, Arezzo in C1, Grosseto in B e Pisa in C1); al centro della difesa agiranno Fonte (1992, ex Primavera del Cesena, al Mantova da quest'anno) e Bersi (1982, confermato, ex Montichiari per 5 anni e mezzo in C2, poi Pro Sesto in C1, Lumezzane in C2, Castellana in D), laterali Colonetti (1991, ex Primavera dell'Albinoleffe, al Mantova dall'anno scorso) e Maschio (1978, ex Fermana in C1, Salernitana in B, Sambenedettese e Benevento in C1 e Reggiana in C2 e in C1), mentre al centro ci saranno capitan Spinale (1978, al Mantova dal 2002, 312 presenze e 20 gol, in precedenza Biellese e Montichiari in C2) e il goriziano Pettarin (1988, ex Primavera dell'Udinese, poi Itala San Marco e Sacilese in D, Sambonifacese in C2, e poi l'arrivo a Mantova l'anno scorso in D); in attacco c'è ampia scelta, anche se finora nessuno ha convinto pienamente, quindi gli attaccanti dovrebbero essere Franchi (1985, confermato, l'anno scorso 12 gol in 29 partite, prima al Feralpi in D, Lumezzane in C2, Cremonese in C1, Castellana e Darfo Boario in D) e Pietribiasi (1985, ex Cuneo in C2, Vicenza in B, Ivrea, Pro Vercelli e Pavia in C2, Sambenedettese in C1 e in C2, quest'anno ha iniziato al Carpi prima di passare al Mantova a gennaio, dove ha già segnato 2 gol in 5 gare). Questa squadra sulla carta meriterebbe di essere almeno tra le prime 7-8 della classe ma si sa che non sempre le aspettative estive vengono poi rispettate dai risultati in campo: basti vedere il Treviso 2004/05 (squadra contestata a inizio campionato, poi promossa in Serie A) o quello 2007/08 (dovevamo essere l'Inter della serie B, ci siamo salvati alle penultima giornata grazie a una serie di coincidenze fortunate). Info da www.mantovablog.net.

Situazione interna

Crediamo di non esagerare dicendo che entriamo nella settimana decisiva per le sorti del Treviso in questa controversa stagione di C2: dopo Mantova (trasferta difficilissima, il Treviso non vince al Martelli dal lontano 1976, 2-1, da allora 8 sconfitte e 3 pareggi), i biancocelesti avranno due match di altissima classifica, mercoledì in casa contro il Casale, domenica a Rimini. Casale e Rimini, ovvero le prime due della classe. Dopo le tre sconfitte di fila l'ambiente si era un po' depresso, anche perchè il calendario prevedeva la sfida di Busto Arsizio contro la fortissima Pro Patria, e poi quello casalingo del Tenni contro l'Alessandria, altra squadra decisamente in palla, che era ancora imbattuta nel girone di ritorno: la squadra di Zanin invece ha superato brillantemente il doppio impegno, andando a pareggiare nel posticipo di Busto Arsizio (dopo essere stata anche in vantaggio per 2-1) ed annichilendo l'Alessandria per 3-1 a Treviso. Ora però serve dare continuità ai risultati: sono stati persi punti importanti contro Savona, San Marino, Renate e Borgo a Buggiano, però il secondo posto, distante appena 4 punti, è ancora raggiungibile.

Domenica ci saranno delle assenze; partiamo da quella di Cernuto per squalifica; assenza pesante, visto che il difensore calabrese è da sempre uno dei perni della squadra di Zanin, nonostante la sua giovane età; al suo posto, probabile l'adattamento di capitan-Bandiera come terzino destro; al centro conferma sicura per Biagini, mentre Di Girolamo ha un problema fisico e non sarà della partita, quindi probabile al suo posto il ritorno di Visintin; a completare il pacchetto a difesa della porta del buon acquisto Campironi, ci sarà Paoli sull'out di sinistra; a centrocampo, probabile l'assenza di Maracchi, quindi ci sarà probabilmente il ritorno di Giorico a dirigere le operazioni al centro, con Spinosa e Malacarne sugli interni; davanti, spazio al trio delle meraviglie, composto da Torromino a supporto di Ferretti e Perna. Mantova ha ultimamente significato grosse delusioni ai tifosi biancocelesti, basti ricordare la sconfitta in serie B del maggio 2009 (3-1) che praticamente condannò il Treviso a una retrocessione tanto amara quanto rovinosa, oppure la sconfitta dell'anno prima quando il Treviso, in vantaggio per 1-0 con rete su rigore dell'immenso Gigi Beghetto, si fece rimontare e superare dal Mantova per 2-1. Per la legge dei grandi numeri (e anche perchè non ci eravamo mai presentati come favoriti), potrebbe essere la volta nuova.

Precedenti

La partita

Chi si aspettava che il Treviso di quest'anno potesse regalarci una vittoria nei confonti del Mantova, è rimasto anche oggi puntualmente deluso: 3 sberle, e tutti a casa. E' incredibile far notare non solo che l'astinenza di vittorie al Martelli continuerà per almeno un altro campionato, ma anche che negli ultimi 8 scontri diretti contro i virgiliani, il Treviso non ha mai vinto, perdendo 4 volte e pareggiandone altrettante.

Oggi la prestazione dei biancocelesti non è stata delle peggiori, nel primo tempo la squadra di Zanin se l'è alla pari contro la compagine biancorossa, più affamata di vittoria (3 sconfitte nelle ultime 3 partite) e soprattutto rivitalizzata dal cambio allenatore. La vittoria del Mantova è però a nostro avviso meritata.

Passiamo alla cronaca: confermata la formazione del Mantova, mentre Zanin lascia in panchina Perna, a quanto pare non in buone condizioni fisiche, arretrando Giorico nel consueto ruolo di regista, e avanzando Stentardo, schierato come trequartista dietro le due punte Torromino e Ferretti.

Cronaca

Il primo tempo è decisamente bello; parte forte il Mantova che al 1' ha una bella occasione con Pietribasi, che si incunea nella difesa del Treviso, ma viene anticipato da Campironi in uscita; poi, un minuto più tardi, cross di Bersi dalla sinistra, Franchi svetta di testa e infila la palla nell'angolino del primo palo: purtroppo per il Mantova il gol è annullato per fuorigioco, che ci è parso giusto; il Treviso si scuote e al 4' Visintin va a incocciare di testa un angolo di Giorico, con la palla che finisce però a lato; due minuti più tardi Torromino crossa per la testa di Malacarne, che però spedisce la sfera alta; al 12' l'episodio che avrebbe potuto cambiare la storia della partita: cross dalla sinistra, un giocatore del Mantova colpisce chiaramente la palla con il braccio, ma l'arbitro, oggi veramente il peggiore in campo, fa proseguire, tra le veementi proteste dei biancocelesti, oggi in tenuta nera. Il Treviso in questa fase di gioco è decisamente più in palla del Mantova ma non ne approfitta: al 16' cross di Torromino, troppo lungo per Ferretti, così Portesi può afferrare la palla senza problemi; al 20' Torromino entra in area dalla sinistra, arriva a tu per tu col portiere, ma invece che servire Ferretti tutto solo in area spara alto un tiro a giro. Il Mantova si scuote e intorno alla mezz'ora colleziona 3 angoli consecutivi, che non sortiscono però gli effetti sperati; al 35' episodio dubbio in area del Treviso, con i lombardi che chiedono l'assegnazione di un penalty per un presunto fallo di mano; al 39' lancio di Spinale, sponda di testa di Bersi, Vistinin ostacola Pietribiasi che, sbilanciato, spedisce la palla a lato; al 41' cross di Brunetti dalla destra, Ferretti anticipa tutti, ma in spaccata spedisce alto; poi, proprio mentre il Treviso ha già la testa negli spogliatoi, il Mantova pareggia: calcio di punizione di Spinale dalla trequarti, Caruso svetta su Ferretti e deposita la palla in rete: si va quindi al riposo sul risultato di 1-0 per il Mantova, con il Treviso che non ha giocato male, ma non è riuscito a concretizzare le buone occasioni che le sono capitate.

Si inizia la ripresa, e i biancocelesti ci illudono che sarà una frazione diversa dalla prima: il gioco ora è molto più fluido e veloce. Il problema è che per segnare, bisognerebbe anche tirare in porta: il Treviso non lo fa, Franchi lo fa, e lo fa alla grande, con un tiro di sinistro da 30 metri, successivo a una corta respinta della difesa biancoceleste, e infila la palla sotto la traversa della porta difesa da Campironi: 2-0 Mantova, e lo stadio giustamente esplode all'eurogol di giornata. Il Treviso ha una buona reazione, e Torromino semina il panico nella difesa virgiliana: converge dalla sinistra e lascia partire un tiro a giro, che tocca la traversa e si perde sul fondo: è questa la miglior fotografia della giornata biancoceleste. Dieci minuti più tardi, infatti, il Mantova segna il terzo gol, che chiude la contesta: cross di Colonetti dalla destra, Pietribiasi anticipa Visintin e deposita in rete la palla del 3-0. Per il Treviso è notte fonda, anche perchè la squadra a questo punto è già uscita dal campo con la testa, creando negli ultimi 20 minuti solo due girate dei subentrati Perna e Gallon, con la palla che si perde nella curva di casa; dalla parte opposta, il neo-entrato Del Sante a 6 minuti dal 90' si trova a tu per tu con Campironi, sparando però il pallone sul corpo del portiere trevigiano. Dopo 5 (!) minuti di recupero la partita, finalmente, finisce.

Commenti

Il bello del calcio, a volte, è che tutte le partite iniziano dallo 0-0; così, il Treviso mercoledì ha la concreta possibilità di rifarsi contro la capolista Casale; non sarà facile, certo, anche perchè oggi si è infortunato Biagini. Si parla di lussazione alla spalla, quindi almeno 20 giorni di stop; così, dopo Di Girolamo, il Treviso perde l'altro suo centrale difensivo titolare, e mister Zanin dovrà affrontare 5 partite nel giro di 20 giorni con solo Visintin e Cernuto come centrali difensivi. La società tornerà sul mercato per colmare questa lacuna? Certo, pensare che oggi è stato proprio Caruso ad iniziare la nostra debacle è veramente deprimente... Per il resto, come già detto prestazione discreta fino al 2-0; poi, dopo la traversa di Torromino, il Treviso è praticamente uscito dal campo; l'assenza di Cernuto sulla destra si è fatta sentire, Brunetti è buono in fase offensiva, ma in quella difensiva è veramente poco affidabile; Visintin è parso un po' arrugginito, e ci mancherebbe, viste tutte le partite passate in panchina; Stentardo non è ancora in buona forma dopo lo stop, mentre Giorico e Bandiera, nonostante la loro prestazione sia stata tutto sommato da 6, non sono riusciti ad incidere come nelle ultime partite; davanti, l'unico in grado di creare qualche grattacapo al Mantova è stato Torromino, mentre i subentrati Perna e Gallon, e soprattutto Ferretti, hanno veramente inciso poco. Quarta sconfitta nelle ultime 6 partite, dunque: ora giocheremo 3 delle prossime 4 partite in casa, i nostri sapranno reagire anche stavolta?

Risultati della 28^ giornata (4 marzo 2012)
  • Bellaria-Igea Marina 0-0
  • Bellaria-Borgo a Buggiano 0-0
  • Pro Patria-Gioacomense 0-0
  • Casale-Montichiari 3-2: 13' Peluso (C), 21' e 41' Dimas (M), 33' Iannini (C), 73' Taddei (C)
  • Poggibonsi-Renate 2-0: 26' Cirina (P), 28' Dierna (P)
  • Lecco-Sambonifacese 2-1: 10' Pizzuti (L), 17' Zanetti (S), 45' Cavagna (L)
  • Alessandria-San Marino 0-0
  • Virtus-Entella 2-1: Santarcangelo 38' Rosso (VE), 39' Schiavini (S), 48' Garin (VE)
  • Rimini-Savona 2-2: 54' Buonocunto (R), 55' Marconi (S), 76' Meloni (S), 89' Degano (R)
  • Mantova-Treviso 3-0: 45' Caruso (M), 54' Franchi (M), 68' Pietribiasi (M)
  • Cuneo-Valenzana 1-0: 81' Varricchio (C)
Classifica alla 28^ giornata

Casale 53 San Marino 48* Rimini 48* Cuneo 47 TREVISO 43* Virtus Entella 42 Poggibonsi 42* Santarcangelo 40 Borgo a Buggiano 37 Renate 36 Pro Patria 36 Alessandria 35 Savona 34 Bellaria Igea Marina 33* Giacomense 31* Mantova 31* Montichiari 29 Sambonifacese 24 Lecco 20 Valenzana 18*

(*) una partita in meno

Collegamenti esterni

Note


Riepilogo partite stagionali

Treviso Football Club - Partite 2011/12
Campionato di Seconda Divisione (girone A)

(1) Poggibonsi-Treviso • (2) Treviso-Savona • (3) Treviso-San Marino • (4) Renate-Treviso • (5) Treviso-Borgo a Buggiano • (6) Valenzana-Treviso • (7) Treviso-Pro Patria • (8) Alessandria-Treviso • (9) Treviso-Mantova • (10) Casale-Treviso • (11) Treviso-Rimini • (12) Bellaria Igea Marina-Treviso • (13) Treviso-Lecco • (14) Giacomense-Treviso • (15) Treviso-Santarcangelo • (16) Sambonifacese-Treviso • (17) Treviso-Cuneo • (18) Virtus Entella-Treviso • (19) Treviso-Montichiari • (20) Treviso-Poggibonsi • (21) Savona-Treviso • (22) San Marino-Treviso • (23) Treviso-Renate • (24) Borgo a Buggiano-Treviso • (25) Treviso-Valenzana • (26) Pro Patria-Treviso • (27) Treviso-Alessandria • (28) Mantova-Treviso • (29) Treviso-Casale • (30) Rimini-Treviso • (31) Treviso-Bellaria Igea Marina • (32) Lecco-Treviso • (33) Treviso-Giacomense • (34) Santarcangelo-Treviso • (35) Treviso-Sambonifacese • (36) Cuneo-Treviso • (37) Treviso-Virtus Entella • (38) Montichiari-Treviso

Supercoppa di Seconda Divisione

Treviso-PerugiaPerugia-Treviso

Coppa Italia Lega Pro

Spal-TrevisoTreviso-BassanoGiacomense-TrevisoTreviso-RiminiTreviso-TriestinaTreviso-Carpi

Amichevoli

Fiorentina-TrevisoLongarone-TrevisoCagliari-TrevisoConegliano-TrevisoTreviso-GISS

Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti