Mestrina-Treviso (1 febbraio 2015)

Da Forza Treviso Enciclopedia.
Mestrina-Treviso 2-6
Competizione:
Campionato di Eccellenza Veneto (girone B) Stagione: 2014/15
Giornata o turno:
19ª giornata A/R: Andata
Luogo:Stadium.png
Stadio Francesco Baracca di Mestre, VE
Data:Nuvola apps date.png
domenica 1 febbraio 2015
Arbitro:Arbitro fischietto.png
Marco Cecchin di Bassano del Grappa (Alessandro Fassina di Bassano del Grappa, Pierpaolo Citterio di Verona).
Formazioni
Stemma mestrina small.png Mestrina :
Isotti, F. Dal Compare, Abcha, De Bortoli (st 12‘ Favaron), Zanon, Danieli, Di Prisco, Reggio (st 30‘ Gerini), Minio, Cavalli, Mazzeo (st 24‘ Samadraxha). A disposizione: Niero, Da Lio, Marchetto, A. Checchin. Allenatore: Vecchiato.
Stemma treviso small.png Treviso :
Bortolin, G. Granati, Orfino, Ton , Fornasier, Hysa (st 13‘ Sakajeva), Stentardo, Amadio, (st 30‘ Livotto), L. Dal Compare (st 34‘ Del Papa); Moresco, Conte. A disposizione: Franceschini, Sabatelli, Zamuner, T. Granati. Allenatore: Rorato.
Note
Gol:Icona Goal.png
pt 7’ Moresco (T), 23’ F. Dal Compare (M), 27’ Cavalli (M), 32’ L. Dal Compare (T), 33’ Moresco (T); st 22’ aut. F. Dal Compare (T), 34’ Moresco (T), 40‘ Del Papa (T).
Ammoniti:Yellow card.png
G. Granati, L. Dal Compare, Amadio e Sakajeva.
Espulsi:Red card.png
25’ st Abcha per gioco falloso.
Angoli:Nuvola apps kmines.png
5-4 per la Mestrina.
Recupero:Nuvola apps ktimer.png
0'+5'.
Spettatori:Nuvola apps kdmconfig.png
900 circa.
Meteo:Nuvola apps kweather.png
Giornata fredda ma soleggiata.
Varie:Nuvola apps package editors.png
Trasferta vietata ai residenti nella provincia di Treviso.

Mestrina-Treviso è 19ª giornata (4ª giornata del girone di ritorno) del Campionato di Eccellenza Veneto (girone B) 2014/15, giocata domenica 1 febbraio 2015 alle ore 15.00.

Indice

Introduzione

L’osservatorio “stoppa” i tifosi biancocelesti

Ci risiamo: a quasi 4 anni di distanza, il Treviso torna in trasferta senza il calore dei propri tifosi. L’ultima trasferta vietata era stata Unione Venezia-Treviso, nel 27 marzo 2011, campionato di Serie D. L’osservatorio ha deciso che per la partita di domenica, Mestrina-Treviso, non saranno in vendita i biglietti per i residenti in Provincia di Treviso. La domanda che ci sorge spontanea è: perché allora ai tifosi della Mestrina è stato permesso di venire a Treviso nel match di andata? Ovviamente l’ACD Treviso ha subito manifestato il suo “disappunto e stupore per una decisione che appare giusta e incomprensibile”. La nostra squadra giocherà così una partita fondamentale per il proseguo del campionato senza il fondamentale supporto dei propri tifosi. Inoltre, anche per la Mestrina il danno non è da poco, considerato che dalla vicina Treviso sarebbero arrivati non meno di 200 supporters biancocelesti, che avrebbero così rimpinguato le casse del club arancionero, tra biglietto di ingresso e bar. Anche da parte nostra il disappunto è totale: che derby è senza tifosi ospiti? Una delle (poche) cose positive nel fallimento della nostra squadra di due anni fa, con conseguente ripartenza dai dilettanti, era dato dal fatto che i nostri tifosi potessero liberamente abbonarsi e seguire la squadra in trasferta, senza tessere del tifoso o limitazioni varie. Qualora dovessero iniziare a porci delle limitazioni anche in Eccellenza, che ricordiamo si tratta di un campionato regionale, allora anche questo fatto positivo verrebbe meno. Un’altra sconfitta per lo sport e per il calcio, a qualsiasi livello.

Il comunicato della Curva Fabio Di Maio

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato della Curva Fabio Di Maio riguardante la decisione di vietare la vendita dei biglietti per Mestrina-Treviso ai residenti in Provincia di Treviso. Noi ovviamente condividiamo il pensiero contenuto in questo comunicato.

Apprendiamo con forte stupore la decisione presa dal prefetto di Venezia di vietare la trasferta di Mestre. Al di là del forte rammarico dato dal non poter seguire la nostra squadra in una partita così sentita ed importante,rimaniamo sconcertati per l’oggettiva infondatezza di tale decisione. Tale divieto infatti non si basa su precedenti specifici o effettivi rischi,ma è figlio della mancata volontà di assumersi le proprie responsabilità da parte degli organi preposti a garantire la sicurezza in occasione di manifestazioni sportive. È assurdo vietare una partita di eccellenza,con una ridotta cornice di pubblico e che avrebbe visto arrivare da Treviso un numero non certo ingestibili di tifosi. Riteniamo quindi che le Autorità competenti abbiano deciso di eliminare il “problema”piuttosto che affrontarlo,intraprendendo così una scorciatoia pur di non svolgere il proprio lavoro. Ribadiamo infine il grande sconforto per non poter sostenere, così come sempre ed ovunque, i nostri colori, causato da chi pur di non assumersi le proprie responsabilità ed adempiere il proprio dovere ha svilito la nostra passione. Curva Sud Fabio di Maio

Commento prepartita

Un derby a metà: non possiamo che definirlo così. Quando viene a mancare il calore dei tifosi di una delle due squadre coinvolte nella contesa, non si può davvero fare finta di niente. Abbiamo “speso” un paio di articoli in settimana sull’argomento, purtroppo ci viene difficile parlare di una mera partita di calcio quando viene a meno la libertà di accedere in un impianto sportivo per una tifoseria: il calcio è passione popolare, il calcio è il gioco del popolo.

Il 58° derby Mestrina-Treviso parte quindi a handicap: riusciranno i biancocelesti contro uno stadio intero (previsti 1.500 spettatori al Baracca) a portare a casa un risultato positivo? Nel calcio ovviamente tutto è possibile, la Mestrina ha appena 2 punti in classifica rispetto al Treviso, anche se all’andata gli arancionero avrebbero probabilmente meritato di vincere al Tenni, se non fosse stato per la rete in extremis di Conte, che portò in dote un buon punticino al Treviso di Tentoni. Quante cose sono cambiate rispetto ad allora: la Mestrina ha perso Gnago in attacco, ma ha aggiunto Giacomo Cavalli (ex Liventina) e soprattutto Fabio Mazzeo, trequartista/seconda punta mancina, autore nella sua carriera di 53 gol (11 nella passata stagione a Este) in 145 partite in serie D e 5 reti in 102 presenze in C, più 4 presenze in serie B a Venezia. Un giocatore a nostro avviso spesso sottovalutato, ma dai colpi veramente da fuoriclasse per la categoria. A centrocampo poi la Mestrina ha aggiunto Luca Di Prisco, classe 1985, che l’anno scorso aveva iniziato proprio con il Treviso di Simone Piovanelli in Promozione, ma che ha passato buonissima parte della sua carriera in serie D, tra il Triveneto e la Sardegna. Quest’anno aveva iniziato al Budoni.

Rispetto alla partita contro il Laguna, il Treviso recupera Dal Compare, anche se non è facile prevedere se partirà titolare o dalla panchina. I biancocelesti certamente non si presentano in condizioni eccellenti al derby, ma la squadra è sicuramente in progresso rispetto alle prestazioni di inizio anni e le potenzialità per fare bene ci sono tutte, soprattutto ora che nessuno è indisponibile. Possibile il ritorno di Zamuner dal 1′ minuto: potrebbe lasciargli spazio Gregorio Granati.

Nei 57 precedenti il bilancio è a favore dei biancocelesti che hanno vinto 20 partite, 21 pareggiate e 16 perse; al Baracca la situazione è verosimilmente a favore degli arancioneri, che hanno vinto 12 partite, 8 pareggiate e 8 perse.

Probabile formazione. Bortolin; Fornasier, Ton, Orfino, Zamuner; Dal Compare, Amadio, Stentardo, Hysa; Conte, Moresco. Allenatore: Rorato.

La partita

Nel giorno del ricordo di Fabio Di Maio (commemorato anche dai tifosi mestrini con uno striscione appeso sotto la curva ospite vuota) e dei tifosi biancocelesti bloccati dai divieti, il Treviso sbanca il Baracca di Mestre con un pazzesco 6-2. Biancocelesti subito avanti con Moresco, ma dopo venti minuti la Mestrina ribalta il risultato con Federico Dal Compare e Cavalli. Dopo la mezz’ora altro ribaltone nel giro di appena un minuto con la perla su punizione di Luca Dal Compare e il secondo sigillo di Moresco. Nella ripresa la Mestrina resta in dieci per il rosso ad Abcha, e il Treviso dilaga: all’autogol di Federico Dal Compare seguono la tripletta di Moresco e il sesto sigillo di Del Papa.

Si tratta della più larga vittoria del Treviso a Mestre della storia: la precedente era datata curiosamente proprio 1 febbario 1920, quando il Treviso in Interregionale vinse in casa del Mestre per 5-2. Treviso dai molti volti quello visto (da ben pochi trevigiani...) al Baracca: arrembante a inizio partita (1-0 di Moresco), timoroso dal 10′ alla mezz’ora, tarantolato dalla mezz’ora a fine primo tempo, autoritario per tutto il secondo. Insomma, non siamo sicuramente vicini alla perfezione, ma siamo sulla buona squadra per il recupero totale della nostra squadra dopo un periodo di serio appannamento durante i mesi di dicembre e gennaio. Rorato al Baracca si presenta spregiudicato e inizia con Moresco-Conte-Dal Compare dal 1′ tutti insieme; per il resto, confermata la squadra che ha battuto abbastanza agevolmente il Laguna Venezia domenica scorsa, con Del Papa quindi inizialmente squalificato.

Come detto, l’inizio del Treviso è devastante e passiamo in vantaggio dopo pochi minuti: contropiede impostato da Dal Compare che serve Moresco sulla sinistra: il bomber entra in area, si accentra portandosi la palla sul destro e trafigge con un rasoterra Isotti. La reazione della Mestrina è veemente e dopo aver creato un paio di situazioni da gol, gli arancioneri prima pervengono al pareggio con un girata in mezzo all’area di Federico Dal Compare dopo una sponda di testa, e poi successivamente vanno in vantaggio con Cavalli, rapidissimo a sfuggire in contropiede alla disattenta (in questa occasione) difesa biancoceleste. Sembra di essere di fronte ad un film mai visto in questa stagione, con il Treviso al vantaggio illusorio che crolla subito dopo. Ci sbagliamo, e di grosso. I biancocelesti si rituffano subito in avanti, e con Luca Dal Compare realizzano il gol del pareggio, grazie a una punizione bellissima del numero 6 (inedito) nativo proprio a Mestre. Poi due minuti più tardi ritornano addirittura in vantaggio: sgroppata di Hysa sulla sinistra, cross rasoterra deviato verso la porta da Dal Compare che ciabatta; il più lesto di tutti è Moresco che riceve spalle alla porta appena fuori dall’area piccola, si gira proprio sul sinistro e i tifosi biancocelesti sanno già come sarebbe finita: bomba sotto il 7 e Treviso di nuovo in vantaggio. Siamo di fronte ad una partita assurda, 5 gol nel giro di appena 33 minuti. Si va al riposo sul 3-2.

Nella ripresa si aspetta il ritorno della Mestrina, ma il Treviso nel primo quarto d’ora fa buona guardia, con solo un paio di brividi per Bortolin, dovuti a un paio di calci di punizione battuti da Mazzeo a rientrare dalla destra. Sono anzi i biancocelesti ad avere l’occasionissima in questo frangente, con Conte che spara in porta da ottima posizione, ma Isotti respinge come può; sulla ribattuta si fionda Amadio, ma il suo colpo di testa a botta sicura viene respinto sulla linea. Poi, al 19′ l’episodio che indirizza definitivamente la partita verso i biancocelesti: fallo di reazione di Abcha sulla linea laterale contro Amadio, rosso diretto e Mestrina in 10. Il Treviso a questo punto dilaga: prima segna il quarto gol, per il quale l’unica certezza è il nome del marcatore, ovvero Dal Compare; non sappiamo però se per l’autorete di Federico, oppure Luca è riuscito a correggere in rete lo sventurato retropassaggio del cugino; poi Moresco è lestissimo a depositare in rete il cross rasoterra di Sakajeva; infine Del Papa, servito proprio da Moresco, si invola verso la porta di Isotta e lo trafigge per la sesta volta.

Trionfo completato. Giocatori biancocelesti in visibilio. Tutti chiedevano loro una prova convincente, e non ci sono dubbi sul fatto che sia arrivata. Il 58° derby del Terraglio è nostro: saliamo quindi a 21 vittorie, con i mestrini fermi a quota 16. A Mestre non vincevamo da più di 50 anni: 8 novembre 1964, Mestre-Treviso 0-1. E soprattutto, scavalchiamo la Mestrina in classifica, portandoci al 7° posto, a soli due punti dalla zona play-off, anche se a dire il vero, distiamo ben 10 punti dal Nervesa secondo, quindi i punti da recuperare dovrebbero essere almeno 4. Mancano 11 partite, tutto è veramente possibile. Intanto ci godiamo questo derby meraviglioso!

Galleria

Riepilogo 19ª giornata

Risultati Classifica Prossimo turno
  • Feltreseprealpi-Calcio Istrana 1964 Rinviata
  • Laguna Venezia 2011-Union Qdp 1-2
  • Liapiave-Vigontina Calcio 0-0
  • Mestrina 1929-Treviso 2-6
  • Nervesa-Liventinagorghense 0-3
  • Opitergina-Calvi Noale 2-2
  • Passarella 93-Union San Giorgio Sedico 2-1
  • Vittorio Falmec S. M. Colle-Union Quinto 2-0
  1. Calvi Noale 49
  2. Nervesa 38
  3. Liventinagorghense 35
  4. Liapiave 33
  5. Union San Giorgio Sedico 30
  6. Vittorio Falmec S. M. Colle 29
  7. Treviso 28
  8. Mestrina 1929 27
  9. Union Qdp 27
  10. Passarella 93 25
  11. Feltreseprealpi (-1) 22
  12. Vigontina Calcio 22
  13. Calcio Istrana 1964 17
  14. Laguna Venezia 2011 14
  15. Opitergina 13
  16. Union Quinto 1
  • Calcio Istrana 1964-Liapiave
  • Calvi Noale-Mestrina 1929
  • Feltreseprealpi-Laguna Venezia 2011
  • Liventinagorghense-Union San Giorgio Sedico
  • Treviso-Vittorio Falmec S. M. Colle
  • Union Qdp-Nervesa
  • Union Quinto-Opitergina
  • Vigontina Calcio-Passarella 93

Collegamenti esterni

Note


Riepilogo partite stagionali

A.C.D. Treviso - Partite 2014/15
Campionato di Eccellenza Veneto (girone B)

(1) Feltreseprealpi-Treviso • (2) Treviso-Istrana • (3) Laguna Venezia 2011-Treviso • (4) Treviso-Mestrina • (5) Vittorio Falmec-Treviso • (6) Treviso-Liapiave • (7) Passarella-Treviso • (8) Treviso-Nervesa • (9) Union San Giorgio Sedico-Treviso • (10) Treviso-Opitergina • (11) Union Quinto-Treviso • (12) Treviso-Liventina Gorghense • (13) Vigontina-Treviso • (14) Treviso-Calvi Noale • (15) Union QDP-Treviso • (16) Treviso-Feltreseprealpi • (17) Istrana-Treviso • (18) Treviso-Laguna Venezia 2011 • (19) Mestrina-Treviso • (20) Treviso-Vittorio Falmec • (21) Liapiave-Treviso • (22) Treviso-Passarella • (23) Nervesa-Treviso • (24) Treviso-Union San Giorgio Sedico • (25) Opitergina-Treviso • (26) Treviso-Union Quinto • (27) Liventina Gorghense-Treviso • (28) Treviso-Vigontina • (29) Calvi Noale-Treviso • (30) Treviso-Union QDP

Coppa Italia Dilettanti

Treviso-IstranaNervesa-TrevisoTreviso-Union QuintoVittorio Falmec-TrevisoCampodarsego-TrevisoTreviso-Campodarsego

Amichevoli

Treviso-ClodienseTreviso-AbanoBologna/Primavera-TrevisoTreviso-MontebellunaDolo 1909-TrevisoCodognè-TrevisoGorghense-TrevisoTreviso-ConeglianoTreviso-San Michele SalsaUnion Pro Mogliano Preganziol-Treviso

Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti