Montebelluna-Treviso (23 gennaio 2011)

Da Forza Treviso Enciclopedia.
Montebelluna-Treviso 1-0
Competizione:
Campionato di Serie D (girone C) Stagione: 2010/11
Giornata o turno:
21ª giornata A/R: Andata
Luogo:Stadium.png
Montebelluna
Data:Nuvola apps date.png
domenica 23 gennaio 2011
Arbitro:Arbitro fischietto.png
Formato di Benevento.
Formazioni
Stemma montebelluna small.png Montebelluna :
Careri, Gemo (15′st Capuano), Trombin, Lanzara, Gabrieli, Lauro (7′st Caldarola), Perosin, Gazzola, Nobile (36′st Marangon), Zingrillo, De Freitas. Allenatore: Masitto.
Stemma treviso small.png Treviso :
Sartorello, Brunetti, Biagini, Visintin, Cernuto, Bandiera, Ferronato (34′st Salgher), Spinosa (38′st Baldares), Ferretti, Torromino (25′st De Lorentiis), Perna. Allenatore: Zanin.
Note
Gol:Icona Goal.png
st 48′ Lanzara (M).
Ammoniti:Yellow card.png
Perosin, Gemo, Trombin (M), Brunetti, Baldares, Salgher (T).
Espulsi:Red card.png
Angoli:Nuvola apps kmines.png
6-4.
Recupero:Nuvola apps ktimer.png
Spettatori:Nuvola apps kdmconfig.png
700.
Meteo:Nuvola apps kweather.png
Varie:Nuvola apps package editors.png

Montebelluna-Treviso è la 21ª giornata (4ª giornata del girone di ritorno) del Campionato di Serie D (girone C) 2010/11, giocata domenica 23 gennaio 2011 alle ore 14.30.

Indice

Introduzione

L'avversario: Stemma montebelluna small.png Montebelluna 

Dopo aver consolidato il primato in classifica stabilendo il nuovo massimo vantaggio sulle inseguitrici, il Treviso va alla caccia del quinto successo consecutivo nel primo derby trevigiano del girone di ritorno. All’andata i biancocelesti di Zanin avevano vinto con un rotondo 5-1 ottenendo il quarto successo in altrettante gare e stabilendo la miglior partenza di sempre in campionato. Il Treviso, a dispetto del risultato, non aveva disputato una partita eccezionale, ma era andato in vantaggio nella parte iniziale del match con un eurogol di De Mattia, trovando il raddoppio poco dopo con Ferretti, abile nello sfruttare uno svarione difensivo degli ospiti. Nel secondo tempo il tris con il rigore di Perna, l’inutile gol della bandiera di De Freitas, sempre dal dischetto, quindi il poker e il pokerissimo di Spinosa e Torromino. Allora il giovane Montebelluna era una squadra ancora in fase di costruzione dopo la rivoluzione estiva che aveva smantellato il gruppo capace di sfiorare i playoff. Rispetto alla gara d’andata tante cose sono cambiate, a cominciare dal presidente. Il vulcanico Maurizio Michielin, che sette anni fa aveva rilevato il club in Eccellenza, ha ceduto la società. Il cambio di proprietà è arrivato dopo una lunga telenovela protrattasi tra novembre e dicembre, con varie cordate a contendersi la successione. Per qualche settimana si era parlato addirittura di una cordata trevigiana rappresentata dal nostro Corvezzo e dal presidente dell’Union Quinto De Lazzari. Dopo tanti tentennamenti e smentite, la trattativa si è conclusa ai primi di dicembre con il passaggio di proprietà all’altra cordata in corsa, quella veneziana, guidata dall’ex presidente del Laguna di Venezia Mauro Rossetto, supportato da un ex calciatore dal grande passato. A fare da intermediario nel passaggio di proprietà ci ha pensato Massimo Taibi, portiere con un lungo passato in serie A e una breve esperienza al Manchester United, e attualmente consulente speciale della società biancoceleste.

Tornando alla situazione sportiva, il Montebelluna occupa ancora gli ultimi posti della graduatoria, ma rispetto alla gara del Tenni la squadra ha fatto notevoli passi in avanti. La salvezza non sembra più una missione impossibile. Dopo la debacle del derby d’andata sono arrivate solo sconfitte di misura, se si eccettua il pesante 4-0 rimediato una settimana fa al Plebiscito di Padova contro il San Paolo. I giovani cresciuti nel glorioso vivaio biancoceleste e catapultati in prima squadra hanno fatto esperienza e sono stati impiegati con continuità da mister Masitto. Due, in particolare, si sono messi in mostra guadagnandosi la convocazione del c.t. Magrini nella nazionale dilettanti under 18 per un breve stage svoltosi a Pomezia. Mattia Marangon classe ‘93) è un centrocampista versatile, mentre Riccardo De Biasi (classe ‘94), nato come centrocampista ma utilizzato come difensore o terzino, a quanto pare è già stato opzionato dal Palermo. Insomma, nonostante le difficoltà societarie e sportive, il Montebelluna si conferma fucina di talenti. Ma con una squadra di giovani, per quanto talentuosi, è difficile salvarsi ina categoria semiprofessionistica come la Serie D. Così la proprietà, poco dopo il passaggio di consegne, è intervenuta sul mercato per cercare qualche elemento d’esperienza. Oltre al difensore Trombin e all’attaccante Benedetti, il colpo più importante è sicuramente l’ex Treviso Ivanoe Lanzara, arrivato dopo aver rescisso con il SandonàJesolo. In uscita, oltre a Beltrame, Alezia e Riccardi (svincolati), pesante la perdita di Scappin, pilastro della squadra cresciuto nelle giovanili biancocelesti. Nei giorni scorsi altri due arrivi: il portiere Careri (’82) con un passato molto importante in C2 con Melfi, Spal e Castelnuovo Garfagnana, e l’attaccante Zingrillo (’87), a inizio stagione al Trento (nel match di Coppa Italia giocato dal Treviso al Briamasco la punta era in panchina). Il Montebelluna in casa ha messo in difficoltà tutte tutte le avversarie, e domani, nonostante le assenze per squalifica di Catalano e Bressan, cercherà di fermare la capolista in un derby che torna al San Vigilio a sedici anni dall’ultimo precedente. Nell’anno della storica promozione in Serie C2, i ragazzi di Pillon vinsero con un rotondo 3-1. Dopo il vantaggio di Pasa nel primo tempo, a inizio ripresa il Monte aveva pareggiato con Locatelli, ma prima Fiorio e poi De Poli avevano chiuso i conti. Allora era l’andata, domani il ritorno, ma sedici anni dopo il derby si presenta come un déjà vu, con il Treviso alla ricerca di un successo che possa spingerlo verso il sogno promozione. Ieri Fiorio e Pradella, oggi Ferretti e Perna. Per la sfida di domani la sempre più prolifica coppia d’attacco biancoceleste si ricomporrà, scontato il turno di squalifica Ferretti tornerà in campo con la carica giusta per ritrovare il gol e regalare il successo ai tifosi che accorreranno in massa al San Vigilio. Zanin non dovrebbe avere problemi di formazione, tutti gli infortunati sono stati recuperati, compreso Paoli. In difesa Biagini dovrebbe ritrovare il posto da titolare a fianco di Visintin, mentre a centrocampo sarà una gara particolare per Andrea Bandiera, cresciuto nelle giovanili del Montebelluna. Bissare il successo dell’andata sarebbe fondamentale. Il Montebelluna, a dispetto del penultimo posto e i quattro gol subiti a Padova, è un cliente scomodo, specialmente tra le mura amiche, ma conquistare i tre punti diventa necessario visto il calendario che ci attende. Tra una settimana, in casa contro il Rovigo, inizierà il ciclo terribile che in un febbraio caldissimo vedrà i biancocelesti affrontare i rodigini, l’Este in trasferta, il Pordenone al Tenni e il SandonàJesolo.

Precedenti

Questi i precedenti a Montebelluna:

Campionato

In totale 17 incontri: 13 vittorie per il Treviso, 3 per il Montebelluna e un pareggio.

Coppa Italia

In totale 15 incontri: 4 vittorie per il Treviso, 4 per il Montebelluna e 8 pareggi.

La partita

Brutta sconfitta per 1-0 del Treviso che impegnato nel derby di Montebelluna regala un tempo agli avversari, gioca la seconda frazione tutto cuore ma alla fine viene beffato da una punizione dell’ex Lanzara. Mister Zanin rispetto alla vittoriosa partita col Belluno ripropone Ferretti al posto di De Lorentiis e Biagini al posto di De Bortoli.

Cronaca

Le pagelle di Montebelluna-Treviso
Il Gazzettino it logo.png Tribuna di treviso logo.png
Sartorello 5,5 6
Brunetti 5 6
Cernuto 5 6
Ferronato 5,5 5,5
Salgher 5 s.v.
Biagini 5 6
Visintin 6 6
Bandiera 5,5 6
Spinosa 5 6
Baldares s.v. s.v.
Ferretti 5,5 5
Torromino 5 6,5
De Lorentiis   5 5
Perna 5 4,5

Il Treviso gioca il primo tempo peggiore della stagione, e si rende pericoloso solo allo scadere quando Bandiera da buona posizione in diagonale spedisce a lato; in precedenza c’erano state un paio di occasioni per il Montebelluna in area di rigore, ma Sartorello era stato bravo in entrambi i casi a respingere le conclusioni degli attaccanti di mister Masitto.

Nel secondo tempo il Treviso sembra giocare con maggiore verve, e crea 4 occasioni nitide per passare in vantaggio, con Perna, Torromino e due volte Ferretti che soli davanti al portiere non riescono a infilare la palla nel sacco. Proprio quando lo 0-0 sembra andare in archivio, e con pieno merito del Montebelluna che ha giocato un’ottima partita dal punto di vista del contenimento e delle ripartenze, ecco che l’ex Lanzara tira fuori dal cilindro un colpo da maestro, e con una punizione perfetta dal limite laterale destro dell’area di rigore, disegna una parabola perfetta che va a infilarsi sul secondo palo della porta difesa da Sartorello.

Commento

E’ una beffa per il Treviso, che non ha disputato una bella partita, ma il pareggio sembrava il risultato più giusto vista la gara, però questo è il calcio, e se è vero che a Montecchio Maggiore la fortuna ci è stata molto d’aiuto, oggi ci ha proprio girato le spalle. Pazienza, ci saranno occasioni per rifarsi; intanto restiamo comunque in vetta, anche se il vantaggio sul Veneziamestre si assottiglia da 5 a 2 lunghezze.

Galleria

Collegamenti esterni

Note


Riepilogo partite stagionali

Treviso Foot-ball Club 1993 - Partite 2010/11
Campionato di Serie D (girone C)

(1) Sanvitese-Treviso • (2) Treviso-Montecchio Maggiore • (3) Belluno-Treviso • (4) Treviso-Montebelluna • (5) Rovigo-Treviso • (6) Treviso-Este • (7) Pordenone-Treviso • (8) Treviso-SandonàJesolo • (9) Kras Repen-Treviso • (10) Treviso-San Paolo Padova • (11) Torviscosa-Treviso • (12) Treviso-Unione Venezia • (13) Opitergina-Treviso • (14) Union Quinto-Treviso • (15) Treviso-Tamai • (16) Chioggia Sottomarina-Treviso • (17) Treviso-Città di Concordia • (18) Treviso-Sanvitese • (19) Montecchio Maggiore-Treviso • (20) Treviso-Belluno • (21) Montebelluna-Treviso • (22) Treviso-Rovigo • (23) Este-Treviso • (24) Treviso-Pordenone • (25) SandonàJesolo-Treviso • (26) Treviso-Kras Repen • (27) San Paolo Padova-Treviso • (28) Treviso-Torviscosa • (29) Unione Venezia-Treviso • (30) Treviso-Opitergina • (31) Treviso-Union Quinto • (32) Tamai-Treviso • (33) Treviso-Chioggia Sottomarina • (34) Città di Concordia-Treviso

Poule Scudetto di Serie D

Treviso-CuneoMantova-Treviso

Coppa Italia di Serie D

Trento-TrevisoSan Paolo Padova-Treviso

Amichevoli

Treviso-CareniPieviginaTreviso/A-Treviso/BVicenza/Primavera-TrevisoGiorgione-TrevisoUnion Sandonatese-TrevisoTreviso-PonzanoScorzè-Treviso

Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti