Portogruaro-Treviso (17 febbraio 2013)

Da Forza Treviso Enciclopedia.
Portogruaro-Treviso 2-0
Competizione:
Campionato di Prima Divisione (girone A) Stagione: 2012/13
Giornata o turno:
ventitreesima giornata A/R: Andata
Luogo:Stadium.png
Portogruaro
Data:Nuvola apps date.png
domenica 17 febbraio 2013
Arbitro:Arbitro fischietto.png
Sig. Illuzzi di Molfetta (Maspero-De Candia).
Formazioni
Stemma portogruaro small.png Portogruaro Calcio :
(4-3-1-2)
Tozzo; Pisani, Patacchiola, Moracci, Pondaco; Coppola, Sampietro (67′ Zampano), Martinelli; Cunico; Corazza (25′ De Sena), Orlando (62′ Altinier). A disposizione: Festa, Blondett, Herzan, Pignat. Allenatore: Madonna.
Stemma treviso small.png Treviso :
(4-4-2)
Merlano; Semenzato, Cernuto, Stendardo, Beccia (83′ Allegretti); Spinosa, Fortunato (80’Madiotto), Vailatti (72’Komac), Piccioni; Tarantino, Strizzolo. A disposizione: Tonozzi, Dal Compare, Musso, Kyeremateng. Allenatore: Ruotolo.
Note
Gol:Icona Goal.png
79’ Patacchiola, 96’ Cunico.
Ammoniti:Yellow card.png
Patacchiola, Strizzolo, Pisani, Zampano, Coppola (PO), Strizzolo (TV).
Espulsi:Red card.png
95’ Merlano (TV).
Angoli:Nuvola apps kmines.png
10- 4 per il Treviso.
Recupero:Nuvola apps ktimer.png
0'+5'.
Spettatori:Nuvola apps kdmconfig.png
629 (359 paganti + 170 abbonati).
Meteo:Nuvola apps kweather.png
Varie:Nuvola apps package editors.png

Portogruaro-Treviso è la ventitreesima giornata (sesta giornata del girone di ritorno) del Campionato di Prima Divisione (girone A) 2012/13, giocata domenica 17 febbraio 2013.

Indice

Introduzione

Si gioca domani allo stadio Mecchia di Portogruaro (calcio d’inizio ore 14.30) l’ottavo derby della storia tra Portogruaro e Treviso. I biancocelesti finora non hanno mai perso: 3 vittorie e 4 pareggi. Il bilancio nel capoluogo del Veneto Orientale è addirittura migliore rispetto a quello del Tenni: 2 vittorie per il Treviso e un pareggio. Domani si tratterà di un derby strano, diverso rispetto al passato. E’ vero infatti che il Treviso da dicembre in poi ha guadagnato più punti del Portogruaro (9 contro 6), ma è anche vero che da settembre in poi il bilancio è impietoso, con la classifica che parla chiarissimo: 22 punti conquistati dal Portogruaro, solo 12 dal Treviso (entrambe le squadre sono state penalizzate di 1 punto). Il Treviso però arriva a questo derby carico dopo la splendida vittoria conquistata contro l’Albinoleffe: vero che l’anno scorso un successo così sarebbe passato in secondo piano rispetto ad altri successi (basti pensare al 4-1 di Alessandria, l’1-0 di Casale o il 2-0 di Rimini), però in un campionato così magro di vittorie, un successo conquistato giocando 20 minuti in doppia inferiorità numerica acquista un valore molto importante, non solo per il sorpasso effettuato al Tritium in classifica. Un’assenza pesantissima domani per i biancocelesti, ovvero quella per squalifica di Zammuto, autentico pilastro della formazione biancoceleste da novembre in poi. Al suo posto probabile il ritorno dal 1′ di Videtta o Beccia sull’out di sinistra, con la difesa che ritornerà a 4: Cernuto e Stendardo saranno i centrali, Semenzato laterale di destra. A centrocampo non ci sarà Burato, anche lui espulso contro l’Albinoleffe. Anche qui c’è un ballottaggio per la sostituzione: ritornerà Vailatti, che dopo il lungo stop è tornato negli ultimi 5 minuti della partita contro i seriani, o Komac, in tribuna nelle ultime partite senza nessun motivo reso ufficiale? Ritornerà anche Kyeremateng dopo la doppia squalifica, ma difficilmente “ruberà” il posto a uno tra Tarantino e Strizzolo.

L'avversario: Stemma portogruaro small.png Portogruaro Calcio 

Il Portogruaro, come detto in apertura, vive un periodo difficile. La squadra granata era partita bene, perdendo solo 1 gara nelle prime 11, peraltro contro la corazzata Lecce (2-1 al Via Del Mare): da allora, come già detto il declino è stato netto. Nell’ultimo turno, il Portogruaro ha perso per 2-0 a San Marino, nonostante la squadra del Titano abbia giocato per un’ora in inferiorità numerica. Rispetto al derby di andata, i veneziani hanno perso il capocannoniere Della Rocca, riportando a casa Altinier dopo un anno e mezzo a Benevento, anche se il bomber mantovano non è ancora pronto per scendere in campo dall’inizio. I punti di forza, in una squadra ricca di giovani interessanti, sono sempre i soliti: Moracci (classe 1987, ex Verona in C1, giovanili del Chievo, Alessandria in C1 e Lecco in C2) in difesa, Herzan (1981, ex Lecce in B, Verona in C1, Spezia in B, C1, C2 e D) a centrocampo, Cunico sulla trequarti (1978, 11a stagione in maglia granata, 328 presenze e 82 gol in totale con il Portogruaro) e il giovane Corazza (1991, 6 gol due anni fa con la Valenzana in C2, 10 l’anno scorso a Portogruaro in C1, già 6 quest’anno in 21 presenze). Domani ritornerà il portiere Tozzo in porta, mentre c’è ballottaggio in avanti tra De Sena e Orlando per giocare al fianco di Corazza.

La partita

Finisce 2-0 il derby di Portogruaro in favore dei padroni di casa. Una vera e propria doccia fredda per il Treviso, che oggi ha giocato una buona partita ma che non è riuscito a finalizzare, come spesso è accaduto, la mole di gioco prodotta. Risultato che fa ulteriormente male se si pensa al pareggio del Tritium a Pavia, con i lombardi che ora sono a -1 dai biancocelesti.

Parliamo di sconfitta dolorosissima perchè il modo in cui è arrivata brucia e non poco. Il Treviso per larghi tratti della sfida è stato padrone del campo, sembrava potesse passare da un momento all’altro, ma i biancocelesti si sono dovuti scontrare contro il problema più grande da inizio stagione: fare gol. Se pensiamo che in 22 partite il Treviso ha realizzato 10 gol su azione (meno di 1 ogni 2 partite), è normale ritrovare la squadra di mister Ruotolo (quasi) in fondo alla classifica. Dall’altra parte il Portogruaro ha giocato una partita sorniona, ha aspettato il momento oppurtuno per piazzare la zampata decisiva e si è portato a casa 3 punti non propriamente meritati, ma sicuramente ossigeno puro per un finale di stagione che si prospetta delicato anche per i granata.

Confermate le indiscrezioni della vigilia: difesa a 4 con Semenzato e Beccia laterali, Vailatti play-maker basso con Fortunato al suo fianco nella parte centrale del campo.

Cronaca

Il primo tempo è blando, e le occasioni sono davvero poche. Dopo qualche tiro granata sempre senza fortuna, al 16′ Cunico serve Coppola ben piazzato in mezzo all’area biancoceleste, ma il centrocampista spara alto sopra la traversa. Poi al 22′ c’è un testa contro testa di Corazza contro Cernuto, con l’attaccante granata ad aver la peggio, venendo trasportato in ospedale per farsi medicare con 8 punti di sutura. Al suo posto entra De Sena. Al 27′ è finalmente il Treviso a farsi vedere dalle parte di Tozzo, con Tarantino, il cui tiro viene deviato in angolo da Tozzo. Al 36′ è Vailatti a provarci dalla distanza, ma il suo tiro trova nuovamente l’estremo difensore granata pronto a deviare in angolo. Finisce così un primo tempo veramente avaro di emozioni.

Di tutt’altro livello il secondo tempo, con il Treviso decisamente più propositivo e padrone del campo per quasi tutta la seconda frazione, ma incapace, come già detto, di buttarla dentro. Tarantino ci prova prima direttamente da calcio d’angolo, poi con un tiro-cross dalla destra, ma Tozzo risponde sempre presente. Dall’altra parte è De Sena il più pericoloso, però sulla sua strada trova sempre Merlano a dirgli di no. Poi, quando la partita sembra ormai destinata al pari, il Portogruaro passa in vantaggio: angolo di Cunico, la difesa del Treviso non riesce a spazzare, arriva Patacchiola che con un tiro beffardo riesce a infilare la palla lentamente alle spalle di Merlano. Il Treviso reagisce, ha almeno 4 occasioni per pareggiare, ma prima Spinosa, poi Strizzolo (in due occasioni) e infine Tarantino, trovano sempre Tozzo pronto all’intervento. Dopo l’ultimo tentativo di Madiotto, il cui tiro da buona posizione viene rimpallato in angolo. Poi al 96′, il Portogruaro va via in contropiede, Cunico serve Coppola solo in area venendo atterrato da Merlano: rigore ed espulsione. E’ proprio Cunico che va sul dischetto, con il Treviso che ha finito le sostituzioni. Piccioni è bravo a respingere il tiro centrale del capitano granata, ma sulla respinta Cunico è lesto a depositare di testa la palla in rete. 2-0, e partita finita.

Commento

Il migliore in campo dei biancocelesti ieri è stato senz’altro Stendardo: prestazione veramente imperiosa del difensore centrale, che ha finalmente trovato uno stato di forma buono. Per il resto, Semenzato e Piccioni hanno spinto molto sulle fasce, ma i loro cross, assieme a quelli di Tarantino, non hanno mai trovato nessuno pronto alla deviazione. Quasi sufficiente il rientro di Vailatti in cabina di regia, mentre Fortunato ha fornito la solita prestazione generosa sul piano dell’impegno ma discutibile su quello del possesso palla. Nota dolente, a parte ovviamente il risultato, l’innumerevoli calci d’angolo non sfruttati. Domenica prossima arriva al Tenni la temibile Cremonese: sarà l’occasione giusta per il riscatto?

Galleria

Riepilogo 23ª giornata

Risultati Classifica Prossimo turno
  • Albinoleffe-Carpi 1-0 (23′ Corradi)
  • Alto Adige-San Marino 0-0
  • Cremonese-Cuneo 2-0 (7′ e 11′ Carlini)
  • Feralpisalò-Lumezzane 0-0
  • Lecce-Como (domani, lunedì 18 febbraio ore 20.45)
  • Pavia-Tritium 0-0
  • Portogruaro-Treviso 2-0 (79′ Patacchiola, 95′ Cunico)
  • Reggiana-Virtus Entella 2-0 (26′ Alessi, 30′ Bovi)

Riposa: Trapani

  1. Lecce 40 punti (21 partite giocate)
  2. Trapani 39 (21)
  3. Alto Adige 37 (21)
  4. San Marino 35 (22)
  5. Virtus Entella 34 (22)
  6. Lumezzane 33 (22)
  7. Carpi 31 (22)
  8. Pavia 30 (22)
  9. Cremonese 28 (22)
  10. Feralpisalò 28 (21)
  11. Albinoleffe 26 (22)
  12. Portosummaga 24 (21)
  13. Cuneo 24 (22)
  14. Como 24 (20)
  15. Reggiana 22 (22)
  16. Treviso 11 (22)
  17. Tritium 10 (21)
  • Carpi-Pavia (lunedì 25/02/2012 ore 20.45)
  • Como-Feralpisalò
  • Cuneo-Alto Adige
  • San Marino-Albinoleffe
  • Trapani-Lumezzane
  • Treviso-Cremonese
  • Tritium-Portosummaga
  • Virtus Entella-Lecce

Riposa: Reggiana

Collegamenti esterni

Note


Riepilogo partite stagionali

Treviso Football Club - Partite 2012/13
Campionato di Prima Divisione (girone A)

(1) Treviso-Cuneo • (2) Virtus Entella-Treviso • (3) Trapani-Treviso • (4) Treviso-Lecce • (5) Albinoleffe-Treviso • (6) Treviso-Portogruaro • (7) Cremonese-Treviso • (8) Treviso-Sudtirol Alto Adige • (9) Pavia-Treviso • (10) Treviso-San Marino • (11) Carpi-Treviso • (12) Treviso-Como • (13) Tritium-Treviso • (14) Riposo • (15) Treviso-Lumezzane • (16) Feralpi Salò-Treviso • (17) Treviso-Reggiana • (18) Cuneo-Treviso • (19) Treviso-Virtus Entella • (20) Treviso-Trapani • (21) Lecce-Treviso • (22) Treviso-Albinoleffe • (23) Portogruaro-Treviso • (24) Treviso-Cremonese • (25) Sudtirol Alto Adige-Treviso • (26) Treviso-Pavia • (27) San Marino-Treviso • (28) Treviso-Carpi • (29) Como-Treviso • (30) Treviso-Tritium • (31) Riposo • (32) Lumezzane-Treviso • (33) Treviso-Feralpi Salò • (34) Reggiana-Treviso

Coccarda Coppa Italia.png Coppa Italia Tim Cup

Sorrento-Treviso

Coppa Italia Lega Pro

Treviso-Bassano Virtus

Amichevoli

Treviso-SileaRappresentativa Longarone-TrevisoTreviso-Real Vicenza V.S.Pordenone-TrevisoTreviso/A-Treviso/BUnion Quinto-TrevisoTreviso-Rovere SartoratoTreviso-Bagni di Lucca

Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti