Rimini-Treviso (11 marzo 2012)

Da Forza Treviso Enciclopedia.
Rimini-Treviso 0-2
Competizione:
Campionato di Seconda Divisione (girone A) Stagione: 2011/12
Giornata o turno:
trentesima giornata A/R: Andata
Luogo:Stadium.png
Rimini
Data:Nuvola apps date.png
domenica 11 marzo 2012
Arbitro:Arbitro fischietto.png
Maresca di Napoli.
Formazioni
Stemma rimini small.png Rimini :
(4-3-3)
Scotti, Gasperoni (72' Valeriani), A. Brighi, Rosini, Palazzi; Buonocunto (61' Signorini), M. Brighi, Onescu; Spighi (79' Bufalo), Degano, Baldazzi. A disposizione: Semprini, Mastronicola, Barone, Favero. Allenatore: D'Angelo.
Stemma treviso small.png Treviso :
(4-3-1-2)
Campironi, Paoli (71' Brunetti), Cernuto, Visintin, Beccia; Maracchi, Bandiera, Malacarne (63' Giorico); Spinosa (82' Gallon); Ferretti, Perna. A disposizione: Sartorello, Pacini, Madiotto, Granati. Allenatore: Zanin.
Note
Gol:Icona Goal.png
4' Perna (T), 66' Perna (T).
Ammoniti:Yellow card.png
Paoli (T), Palazzi (R), Malacarne (T), Buonocunto (R), Beccia (T).
Espulsi:Red card.png
24' M. Brighi per proteste, 94' Onescu per gioco falloso.
Angoli:Nuvola apps kmines.png
Recupero:Nuvola apps ktimer.png
Spettatori:Nuvola apps kdmconfig.png
Meteo:Nuvola apps kweather.png
Varie:Nuvola apps package editors.png
Al 24' allontanato il tecnico D'Angelo (R) per proteste.

Rimini-Treviso è la trentesima giornata (undicesima giornata del girone di ritorno) del Campionato di Seconda Divisione (girone A) 2011/12, giocata domenica 11 marzo 2012.

Indice

Introduzione

Rimini-Treviso (calcio d'inizio domenica ore 14.30 allo stadio Romeo Neri) è un crocevia per la stagione di entrambe le squadre.

L'avversario: Stemma rimini small.png Rimini 

Il Rimini è assolutamente una delle squadra più attrezzate di questo campionato: non sorprende infatti il fatto che sia saldamente in zona play-off, grazie al suo 4° posto con 48 punti; non vince però dal 29 gennaio, e nelle ultime 5 partite ha collezionato solo 3 punti, perdendo di fatto il 2° posto che sembrava saldo fino a poche settimane fa. Nel complesso però il Rimini in casa è molto forte, avendo vinto 9 delle 13 partite finora disputate. Il tecnico D'Angelo solitamente schiera la squadra con un 4-2-3-1: in porta c'è Scotti (classe 1983, ex Montevarchi, Sansovino e San Marino in C2, Fermana, Ancona e Sangiovannese in C1), mentre i terzini sono Gasperoni (1991, confermato) e Palazzi (1987, confermato, giovanili nel Rimini prima di passare al Castelnuovo in C2 e al Verucchio in D); i centrali sono l'esperto Mastronicola (1974, al Rimini già nel periodo 2001-2006, ed è ritornato l'anno scorso dopo essere andato a Padova in C1, e a Barletta e Scafatese in C2) e Rosini (1991, trafila nelle giovanlii del Rimini, per poi passare al Santarcangelo in D e l'anno scorso al Ravenna in C1); a centrocampo, i 2 mediani sono Onescu (1993, confermato, ex Primavera del Treviso, due anni fa al Belluno in D) e Brighi (1983, confermato, già a Rimini nella stagione 2001/02, poi Vis Pesaro, Lucchese in C1, Chievo in A, Ivrea e 5 anni a Bellaria in C2); sulla trequarti centralmente agirà Buonocunto (1986, confermato, ex Primavera dell'Udinese, poi Nocerina, Prato e Itala San Marco in C2, 5 gol quest'anno, stesso score l'anno scorso in D), mentre gli esterni saranno Degano (1982, arrivato a gennaio dall'Alessandria, con cui aveva realizzato 6 gol in 19 partite; in carriera qualche presenza in A a Parma e Ancona, e tanta B a Monza, Ancona, Piacenza, Messina, Pisa e Crotone, e in C1 a Monza, Pergocrema e Cosenza) e Baldazzi (1985, confermato, l'anno scorso 9 gol, quest'anno "solo" 2, in passato a Castel San Pietro e Castellarano in D, e Fano in C2); l'unica punta invece dovrebbe essere Zanigni (1988, ex Primavera del Cesena, poi Valenzana in C2, Voghera e Gallaratese in D), che però è in dubbio per un problema fisico ed è pronto a sostituirlo Gerbino Polo (1987, ex Conegliano in D, Giulianova in C2 e Ravenna in C1).

Situazione interna

Avevamo parlato di settimana cruciale per i biancocelesti, eppure finora i risultati non sono stati alll'altezza delle attese: sconfitta a Mantova e pareggio contro la capolista Casale nella giornata infrasettimanale: di sicuro ci aspettavamo (e meritavamo) qualcosa in più. E' bene ricordare una cosa: quest'anno la promozione in C1 (o Prima Divisione che dir si voglia) è sicura solo con il primo e il secondo posto; dal terzo al sesto poi, ci sono i play-off. Il Treviso per lunga parte della stagione, è stato in corsa per la promozione diretta; poi, vuoi i punti di penalizzazione (2 punti in più o in meno in un campionato fanno tutta la differenza di questo mondo), vuoi il rendimento assolutamente deficitario per questo girone di ritorno (appena 9 punti in 9 partite), hanno fatto si che i biancocelesti siano tornati in corsa per i play-off, dato che in questo momento la promozione diretta dista 10 punti dalla capolista Casale, e 7 punti dal San Marino. Mister Zanin è alle prese con gli infortuni: Ferretti è l'unico che, rispetto alle ultime partite, tornerà disponibile per la trasferta di Rimini; per il resto, indisponibili ancora Di Girolamo, Biagini e, probabilmente, Torromino; non c'è quindi molta scelta, e quindi è probabile che la formazione sia, a grandi linee, quella vista nella positiva partita contro il Casale, ovvero con Campironi in porta, e con Visintin e Cernuto in mezzo alla difesa; sulle fasce è molto probabile che siano riconfermati Beccia sulla sinistra e il mancino Paoli riadattato sulla destra; a centrocampo gli unici sicuri del posto da titolare sono Bandiera, in mezzo, e Giorico, che potrebbe giocare sia da regista che da trequartista; per il resto è ballottaggio a 4 (Spinosa, Maracchi, Stentardo e Malacarne) per 2 maglie; molto dipenderà dal discorso under: oltre a Cernuto e Giorico, ne serve un altro in formazione titolare, ed è probabile che la scelta ricada su Spinosa, con Gallon che partirà dalla panchina per dare spazio ai gemelli del gol, Ferretti e Perna, che non giocano da titolare insieme dalla sfortunata partita casalinga contro il Renate. In questo ultimo periodo non abbiamo visto il Treviso più brutto di sempre: la squadra dopo la tripla sconfitta di fila (San Marino e Borgo a Buggiano in casa, Renate in casa), ha ripreso a giocare come sa, e anche nella sfortunata trasferta virgiliana, ha offerto nel primo tempo una discreta prestazione. Contro il Casale se c'era una squadra che meritava di vincere, quella era il Treviso, con i piemontesi che hanno avuto solo un'occasione importante nel secondo tempo. Sembra che i biancocelesti si siano messi il peggio alle spalle, e siamo nella speranza innanzitutto di preservare un posto ai play-off, e già questo come neo-promossa sarebbe un gran risultato; e per quanto riguarda il secondo posto, distante 7 punti, sognare non costa nulla...

La partita

Un Treviso tutto cuore, cinico e spietato viola lo stadio Romeo Neri di Rimini dopo 17 anni (ultima vittoria il 19/11/1995, Rimini-Treviso 2-3, una doppietta di Fiorio e un gol di De Poli ribaltarono il doppio vantaggio riminese di inizio gara), e si riporta al 4° posto in classifica, a soli 4 punti dal secondo posto di San Marino e Cuneo. Una vittoria importantissima, frutto della grande applicazione degli uomini di Zanin, su un campo difficile come quello romagnolo, e soprattutto nei confronti di una rivale nella corsa alla promozione in C1.

Ripetto alle previsioni della vigilia, Zanin lascia in panchina Giorico, schierando Malacarne sulla sinistra, Maracchi sulla destra, e capitan Bandiera al centro; D'Angelo invece deve rinunciare ai suoi centravanti (Zanigni e Gerbino Polo), e schiera Degano punta centrale, supportato da Spighi e Baldazzi sugli esterni.

Cronaca

Calcio di inizio

L'inizio è da sogno: calcio di punizione battuto magistralmente sulla trequarti da Spinosa, Perna si trova tutto solo sulla parte sinistra dell'area di rigore, bel controllo di petto a seguire e altrettanto bel diagonale rasoterra che trafigge Scotti. Schema di punizione ben eseguito e Treviso in vantaggio 1-0. Al 10' rimessa laterale di Paoli, spizzata di testa di Ferretti e bella rovesciata di Perna, troppo centrale per il portiere riminese che blocca; al 15' incursione in area di Buonocunto, che spara però a lato; stessa sorte al 22' per il tiro da 25 metri di Degano, potente, ma fuori dallo specchio della porta di Campironi. Al 24' l'episodio che cambia la partita: D'Angelo discute con l'arbitro Maresca, reo secondo l'allenatore biancorosso di non aver ammonito Maracchi per aver allontanato la palla dopo aver commesso fallo; si avvicina il capitano Marco Brighi, che dice qualcosa all'arbitro napoletano e viene immediatamente espulso, assieme al suo allenatore; a nulla servono le proteste romagnole, il Rimini dovrà giocare per 65' in 10 uomini. Incredibilmente però è il Rimini inizialmente a trarre giovamento da questa doppia espulsione, e per 20 minuti assalta letteralmente la porta del Treviso, incapace quasi di superare la sua metà campo; al 25' cross di Buonocunto, Campironi in tuffo respinge di pugno troppo corto, arriva a tutta velocità Onescu che tira fuori da buona posizione; al 29' cross basso sempre di Buonocunto, questa volta Campironi blocca in tuffo; al 43' la più bella azione del Rimini della giornata: lancio di Degano a tagliare tutto il campo, bel controllo di Onescu che innesca Spighi sulla sinistra in area di rigore, ma il tiro-cross in diagonale del terzino riminese finisce a lato. Il tempo si chiude con un nuovo cross di Buonocunto, Onescu colpisce di testa alto. Finisce il primo tempo con il Treviso in vantaggio per 1-0, ma il Rimini avrebbe meritato il pareggio. Si sono rivisti in questi primi 45' minuti molti pregi e difetti della squadra biancoceleste, ovvero la concretezza dei due attaccanti (in questo caso Perna) e della difesa, e l'incapacità di gestire il vantaggio, soprattutto in questa circostanza quando gli avversari hanno giocato per ben 20 minuti in inferiorità numerica. Sarebbe "bastato" far girare maggiormente la palla forse, invece che affidarsi ai lanci lunghi, che hanno messo in difficoltà Perna e Ferretti contro una coppia di difensori forti fisicamente come quelli romagnoli.

Nella seconda frazione ci si aspetta il prima possibile l'ingresso di Giorico, forse l'unico giocatore in grado di far girare la palla in maniera efficace in questa squadra; al 48' tiro di Ferretti, troppo alto; al 55' Baldazzi viene lanciato in profondità, ma il suo tiro all'interno dell'area di rigore del Treviso, viene rimpallato da Cernuto; al 58' cross pericoloso di Maracchi, Ferretti non ci arriva per un soffio; al 62' tiro di Degano deviato in angolo. Al 63' è finalmente il turno di Giorico, che rileva Malacarne, probabilmente il peggiore in campo per i biancocelesti oggi. Dopo un nuovo tentativo di Baldazzi, deviato in corner da Campironi, è il Treviso a prendere in mano le redini dell'incontro, grazie soprattutto al neo-entrato. Al 67' bella azione di contropiede del Treviso che raddoppia: Ferretti serve Giorico in area che crossa, la difesa respinge sui piedi di Spinosa che tira, il suo tiro viene deviato prima da un difensore, poi dal portiere Scotti; il più lesto di tutti è Perna, che come ogni cobra che si rispetti si avventa sulla palla e la scaraventa in porta, anche stavolta di sinistra. 2-0, e partita praticamente in ghiaccio. Tre minuti più tardi è sempre Perna che prova il gol dell'anno, con un tiro da metà campo, che per poco non beffa Scotti, decisamente fuori dalla porta. Dopo l'ingresso di Brunetti per Paoli, al 74' è Bandiera che serve Ferretti in area, ma il tiro di sinistro dell'attaccante toscano da buonissima posizione è fuori di un soffio; all'82' è il neo-entrato Gallon che riceve palla sul vertice sinistro dell'area riminese, si trova a tu per tu con Scotti ma il suo tiro viene respinto di piede dall'estremo romagnolo; un minuto più tardi è Baldazzi a provare un tiro da fuori area, che però finisce fuori; all'89' colpo di testa di Palazzi, bloccato agevolmente da Campironi. E' praticamente l'ultima occasione della partita. Prima del fischio finale c'è il tempo di assistere a un fallo di frustrazione di Onescu su Gallon, con il centrocampista biancorosso che va a fare anzitempo la doccia.

Commenti

Il Treviso torna dunque a vincere in trasferta dopo 3 mesi e mezzo (ultimo successo il 27 novembre a San Bonifacio, sempre per 2-0), e lo fa forse nell'ultima chiamata per la promozione diretta: ora i punti che lo dividono dal 2° posto sono 4, visto che oggi il Treviso è stata l'unica squadra delle prime 6 ad aver perso; il Cuneo ha infatti pareggiato, mentre Casale, San Marino, Entella e ovviamente Rimini hanno perso. Si poteva chiedere di più in questa giornata? Ovviamente no. Si è rivisto Perna, che non segnava da 3 mesi (Entella-Treviso), la coppia centrale di emergenza Cernuto-Visintin deve ancora subire un gol, mentre la porta biancoceleste è rimasta inviolata per l'11a volta in questa stagione, su 29 partite disputate. Ora il Treviso ha la 2a difesa del campionato (27 gol subiti), a un solo gol di distanza dal Casale (26). Il centrocampo anche oggi è stato perfetto in fase di interdizione (soprattutto Bandiera), mentre non è piaciuta la gestione della situazione dopo l'espulsione di Brighi, anche se a dire il vero di fronte c'era un Rimini veramente indemoniato; nel secondo tempo con l'ingresso di Giorico la situazione è tornata nella normalità e il Treviso ha potuto portare a casa l'intera posta in palio. Fateci spendere due parole di elogio a mister Zanin: non era facile recuperare la condizione fisica e soprattutto mentale dopo le tre sconfitte consecutive (San Marino, Renate e Borgo a Buggiano), il Treviso, trasferta di Mantova a parte, lo sta facendo alla grande.

Risultati della 30^ giornata (11 marzo 2012)
  • Bellaria-Alessandria 1-2: 2' De Cenco (B), 40' Nassi (A), 68' Barichello (A)
  • Casale-Borgo a Buggiano 0-2: 25' Rocchi (BB), 72' Santini (BB)
  • Poggibonsi-Mantova 1-0: 58' Dal Bosco (P)
  • Cuneo-Montichiari 0-0
  • Savona-Renate 1-1: 15' Ghezzi (R), 91' Aresti (S)
  • Valenzana-Sambonifacese 3-2: 20' Brighenti (S), 62' Miracoli (V), 70' Lamenza (V), 75' Lamenza (V), 88' Creati (S)
  • Lecco-San Marino 2-1: 25' Cavagna (L), 26' Lapadula (SM), 40' Cavagna (L)
  • Giacomense-Santarcangelo 0-4: 11' Schiavini (S), 24' Gavoci (S), 36' Schiavini (S), 50' Scotto (S)
  • Rimini-Treviso 0-2: 4' Perna (T), 66' Perna (T)
  • Pro Patria-Virtus Entella 4-2: 2' Giannone (PP), 19' Rosso (E), 33' Serafini (PP, rig.), 50' Staiti (E), 68' Botturi (PP), 71' Giannone (PP)
Classifica alla 30^ giornata

Casale 54 San Marino 51* Cuneo 51 Rimini 48* TREVISO 47* Virtus Entella 45 Poggibonsi 45* Santarcangelo 43 Pro Patria 40 Renate 40 Borgo a Buggiano 40 Alessandria 39 Savona 35 Bellaria 33* Mantova 32* Montichiari 32 Giacomense 32* Sambonifacese 25 Lecco 23 Valenzana 22*

(*) Una partita in meno

Collegamenti esterni

Note


Riepilogo partite stagionali

Treviso Football Club - Partite 2011/12
Campionato di Seconda Divisione (girone A)

(1) Poggibonsi-Treviso • (2) Treviso-Savona • (3) Treviso-San Marino • (4) Renate-Treviso • (5) Treviso-Borgo a Buggiano • (6) Valenzana-Treviso • (7) Treviso-Pro Patria • (8) Alessandria-Treviso • (9) Treviso-Mantova • (10) Casale-Treviso • (11) Treviso-Rimini • (12) Bellaria Igea Marina-Treviso • (13) Treviso-Lecco • (14) Giacomense-Treviso • (15) Treviso-Santarcangelo • (16) Sambonifacese-Treviso • (17) Treviso-Cuneo • (18) Virtus Entella-Treviso • (19) Treviso-Montichiari • (20) Treviso-Poggibonsi • (21) Savona-Treviso • (22) San Marino-Treviso • (23) Treviso-Renate • (24) Borgo a Buggiano-Treviso • (25) Treviso-Valenzana • (26) Pro Patria-Treviso • (27) Treviso-Alessandria • (28) Mantova-Treviso • (29) Treviso-Casale • (30) Rimini-Treviso • (31) Treviso-Bellaria Igea Marina • (32) Lecco-Treviso • (33) Treviso-Giacomense • (34) Santarcangelo-Treviso • (35) Treviso-Sambonifacese • (36) Cuneo-Treviso • (37) Treviso-Virtus Entella • (38) Montichiari-Treviso

Supercoppa di Seconda Divisione

Treviso-PerugiaPerugia-Treviso

Coppa Italia Lega Pro

Spal-TrevisoTreviso-BassanoGiacomense-TrevisoTreviso-RiminiTreviso-TriestinaTreviso-Carpi

Amichevoli

Fiorentina-TrevisoLongarone-TrevisoCagliari-TrevisoConegliano-TrevisoTreviso-GISS

Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti