Santarcangelo-Treviso (4 aprile 2012)

Da Forza Treviso Enciclopedia.
Santarcangelo-Treviso 1-0
Competizione:
Campionato di Seconda Divisione (girone A) Stagione: 2011/12
Giornata o turno:
trentaquattresima giornata A/R: Andata
Luogo:Stadium.png
Santarcangelo di Romagna
Data:Nuvola apps date.png
mercoledì 4 aprile 2012
Arbitro:Arbitro fischietto.png
Sacchi di Macerata.
Formazioni
Stemma santarcangelo small.png Santarcangelo :
(4-4-2)
Nardi; Arrigoni, Cola, Del Pivo, Fabbro; Baldinini, Zavalloni, Bazzi (77' Locatelli), Schiavini; Tonelli (62' Gregorio), Scotto (84' Gavoci). A disposizione: Bicchiarelli, Antoniacci, Laezza, Bacchiocchi. Allenatore: Angelini.
Stemma treviso small.png Treviso :
(4-3-1-2)
Campironi; Bandiera, Cernuto, Visintin, Beccia (55' Ferretti); Maracchi, Giorico, Spinosa (23' Brunetti); Malacarne; Perna, Torromino (70' Stentardo). A disposizione: Sartorello, Madiotto, Panarelli, Cherillo. Allenatore: Zanin.
Note
Gol:Icona Goal.png
23' Schiavini.
Ammoniti:Yellow card.png
-
Espulsi:Red card.png
-
Angoli:Nuvola apps kmines.png
3-9 per il Treviso.
Recupero:Nuvola apps ktimer.png
Spettatori:Nuvola apps kdmconfig.png
350.
Meteo:Nuvola apps kweather.png
Varie:Nuvola apps package editors.png

Santarcangelo-Treviso è la trentaquattresima giornata (quindicesima giornata del girone di ritorno) del Campionato di Seconda Divisione (girone A) 2011/12, giocata mercoledì 4 aprile 2012.

Indice

Introduzione

Ultimo turno infrasettimanale dell'anno, il Treviso si reca nuovamente in Romagna, a Santarcangelo. Calcio d'inizio ore 15.

L'avversario: Stemma santarcangelo small.png Santarcangelo 

L'avversario di domenica non è dei più comodi (e, lo diciamo a scanso di equivoci, non lo sarà nessuno da qui a fine campionato): di fronte avremo il Santarcangelo, che è tutt'ora al 6° posto, in coabitazione con Pro Patria e Virtus Entella, e quindi in piena bagarre per entrare nei play-off; all'andata poi, i romagnoli hanno rischiato il colpaccio al Tenni, giocando meglio del Treviso in un partita poi terminata in pareggio (1-1). Il campionato dei gialloblù è stato decisamente pieno di alti e bassi: più che della classifica generale (già di per se eloquente, 15 vittorie, 4 pareggi e ben 14 sconfitte, un'enormità per una squadra che si trova al sesto posto in classifica), è significativo segnalare che dopo la vittoria alla penultima di andata contro il Mantova, il Santarcangelo ha racimolato, prima delle ultime due partite, 4 vittorie, 1 pareggio e ben 8 sconfitte! Poi, nelle ultime due giornate, due vittorie, contro Sambonifacese e a Borgo a Buggiano, che hanno decisamente rilanciato i romagnoli, come già detto ora alla caccia di una post-season che fino a qualche settimana sembrava davvero difficile da conquistare, più che altro per il rendimento da squadra che lotta per non retrocedere avuto da fine dicembre a fine marzo. Ricordando però che il Santarcangelo è alla sua prima stagione tra i professionisti della sua storia, il campionato dei gialloblù può sicuramente soddisfare i suoi tifosi. L'allenatore dei romagnoli, Giuseppe Angelini, che ha guidato la squadra alla vittoria nello storico campionato di Serie D dello scorso anno, schiera il Santarcangelo con il 4-3-1-2. Il portiere è Nardi (classe 1986, titolare al Santarcangelo per il 7° anno di fila, in precedenza al Cattolica in D), i due terzini sono Arrigoni (1988, ex Cesena in B, Poggibonsi, Mezzocorona, Bellaria e Valenzana in C2, e Verucchio in D) e Fabbri (1990, confermato per il 3° anno di fila, ex Primavera del Rimini); al centro della difesa agiranno Cola (1986, terzo anno a Santarcangelo, ex Primavera di Bologna e Modena, Riccione in D e Forlì in C2) e Del Pivo (1992, confermato, ex Primavera del Cesena); il regista del Santarcangelo è il ghanese Obeng (1986, dal 2008 a Santarcangelo), mentre i due interni sono Baldinini (1987, a Santarcangelo già nel 2006/2007 e poi definitivamente dal 2009, ex Primavera del Cesena, Bellaria in C2 e Verucchio in D) e Schiavini (1990, ex Sassuolo in B e Fano in C2) ; il trequartista è Tonelli (1991, confermato, ex Primavera del Cesena), che agirà dietro le punte Graziani (1982, due anni all'Aglianese, 13 gol, 4 anni al Cuoipelli in C2, 24 gol, 1 al Tritium in D, 13 gol, 3 anni al Feralpisalò, 26 gol, e quest'anno già a quota 11) e Scotto (1990, ex Primavera del Genoa, Cosenza e Pergocrema in C1).

Situazione interna

Quattro vittorie nelle ultime 5 partite: proprio nel periodo in cui il Treviso sembrava ormai aver mollato l'obiettivo promozione diretta, è arrivata la sterzata tanto auspicata, tanto inattesa per i più disattenti, ma tanto attesa per chi ormai ha imparato a conoscere questo meraviglioso gruppo nei suoi 2 anni di militanza nella Marca Trevigiana. Sarebbero potute essere 5 le vittorie, ma purtroppo con il Bellaria è arrivata quella rete in extremis del pareggio, senza la quale il Treviso sarebbe ora primo, a pari punti con il San Marino; c'è davvero poco da recriminare in questo ultimo periodo ai nostri ragazzi, che hanno saputo rimediare a delle assenze pesanti (quella di Biagini su tutte). La vittoria contro la Giacomense, tanto sofferta quanto preziosa, ha però un grosso neo: l'infortunio di Di Girolamo, che potrebbe privarci il nostro colosso difensivo per tutto il finale di campionato; domani mancherà ancora Biagini (per l'ultima volta, si spera), mentre potrebbe rientrare Cernuto, che è stato sostituito per un problema fisico nell'intervallo della partita casalinga contro la Valenzana. La situazione in difesa non è delle migliori, ed ecco che nelle ultime giornate, in silenzio, quasi a non voler disturbare la splendida cavalcata biancoceleste, è rispuntato Visintin, che nella prima parte della stagione è stato spesso a guardare i suoi compagni dalla panchina o anche dalla tribuna (causa parecchi acciacchi fisici), tanto che in molti lo avevano dato come panchinaro di lusso in questa stagione; invece a conti fatti il "killer", com'è simpaticamente chiamato dai suoi stessi tifosi, ha disputato 17 partite, solo 5 in meno del suo compagno di reparto titolare, Biagini, nella memorabile stagione passata; domani è ancora lui il punto fermo della retroguardia biancoceleste; con lui farà quasi sicuramente coppia Panarelli, che finora ha disputato tre spezzoni di gara, sbagliando probabilmente solo la posizione sul calcio di punizione fatale nel suo esordio contro il Bellaria; sulla sinistra giocherà ancora Beccia, mentre sulla destra c'è incertezza: se non ce la farà Cernuto, spazio nuovamente a Brunetti, che con la Giacomense ha disputato una discreta partita; in porta ci sarà Campironi, mentre a centrocampo è fortemente in dubbio Bandiera dopo il colpo subito contro la Giacomense: non dovesse farcela, probabile il ritorno di Malacarne dal 1', con Giorico in mezzo e Spinosa sulla sinistra; in avanti spazio a Torromino a supporto del duo Ferretti-Perna. Molti pensano che il campionato del Treviso si deciderà a Cuneo: secondo noi invece la trasferta di Santarcangelo ha una difficoltà almeno pari, visto che i romagnoli, essendo senza grosse aspettative, possono giocare senza grossi patemi d'animo.

La partita

Si inceppa il Treviso: lo fa dopo 6 risultati utili consecutivi e su un campo ostico come quello di Santarcangelo, contro una squadra ora in piena zona play-off e che darà filo da torcere alle squadre di alta classifica (San Marino e Casale) che verranno a fargli visita da qui alla fine del campionato. Zanin deve fare a meno di mezza difesa (Biagini e Di Girolamo) e opta inizialmente per Bandiera terzino destro, e Cernuto a far coppia con Visintin in mezzo; fuori Ferretti, e Torromino che fa coppia con Perna. Nel Santarcangelo due assenze pesantissime: quella del centrocampista Obeng e del capocannoniere Graziani (11 gol).

Cronaca

Si parte e si capisce subito che per il Treviso non sarebbe stata una passaggiata: dopo 20 secondi Bazzi segna su assist di Scotto, ma l'arbitro annulla per aver ravvisato un fallo dell'attaccante romagnolo; poi è per ben due volte il terzino sinistro Fabbri che si rende pericoloso nei larghi spazi concessi nella zona destra della difesa biancoceleste; all'11 è il fantasista Tonelli che si presenta a tu per tu con Sartorello, ma il suo pallonetto a scavalcare il portiere trevigiano è troppo lento e viene salvato sulla linea di porta da Visintin; sei minuti più tardi è Schiavini che tira di destro da buonissima posizione dopo un bel fraseggio degli attaccanti gialloblù in mezzo all'area, ma il suo tiro finisce troppo alto; al 20' il Treviso prova a rompere il monologo dei padroni di casa con Maracchi, che vince un duello aereo, si ritrova la palla tra i piedi ma il suo tiro, anch'esso da buona posizione, finisce alto. Al 23' il Santarcangelo passa, ed il gol è di pregevole fattura: lancio dalla zona sinistra dell'attacco gialloblù, dove Bandiera è sempre più in affanno, sponda di testa di Bazzi per Schiavini che di testa da pochi metri dalla porta di Campironi deposita in rete. Zanin finalmente decide di terminare l'esperimento di Bandiera terzino, e inserisce un terzino destro (Brunetti) al posto di un centrocampista (Spinosa), spostando il capitano nel suo ruolo naturale; piccolo commento: abbiamo spesso tessuto le lodi del nostro mister, spesso veramente impeccabile, ma oggi ci sentiamo di dire che senza "l'invenzione" di Bandiera terzino destro la partita probabilmente avrebbe avuto un esito, o comunque un andamento nella prima parte, diverso; fatto sta che con questo schieramento il Treviso inizia a guadagnare metri su metri, e da qui alla fine della partita il Santarcangelo agirà solo di rimessa; al 28' Maracchi ha un buon pallone dentro l'area, il suo tiro sul primo palo vede il primo intervento prodigioso del portiere Nardi, oggi veramente in giornata di grazia, che respinge il tiro; Torromino al 40' ha una tra i piedi una punizione da buona posizione, ma il tuo tiro è strozzato e viene deviato dalla barriera; il primo tempo finisce con tre calci d'angoli consecutivi per il Treviso, che non vengono adeguatamente sfruttati.

Nel secondo tempo il Treviso è, per mezz'ora, padrone del gioco; Giorico sale in cattedra e al 7' pennella dalla destra un bel cross per Perna, che però angola troppo poco il suo colpo di testa, permettendo una comoda presa in tuffo a Nardi; tre minuti più tardi, Cernuto svetta sul calcio d'angolo del solito Giorico, ma il suo pallone finisce di pochissimo a lato; al 12' Perna riceve palla sul limite destro dell'area piccola, ma il suo tiro di piatto è strozzato e troppo debole, e Nardi devia in corner; al 13' tiro dai 25 metri di Malacarne con deviazione miracolosa dell'estremo gialloblù in calcio d'angolo, con la palla che stava andando a infilarsi sotto l'incrocio dei pali; al 19' contropiede del Santarcangelo, con Tonelli che entra in area di rigore dalla linea di fondo, ma il suo tiro-cross rasoterra non è preda di nessuno, e l'azione sfuma; al 26' colpo di testa di Maracchi su cross del solito Giorico, ma la palla finisce di poco a lato; al 29' l'occasionissima per il Treviso: passaggio filtrante di Giorico in area, Del Pivo colpisce la palla chiaramente con la mano e l'arbitro decreta il calcio di rigore; Perna dal dischetto colpisce la palla con forza e con la giusta angolazione, ma Nardi oggi è veramente insuperabile e devia con la mano destra il pallone, negando la gioia del meritato pareggio al Treviso. Al 35' nuovo colpo di testa di Maracchi da buona posizione, e nuova parata di Nardi; si scorre con il Treviso ormai sulle gambe ai 4' di recupero; l'ultima occasione è un calcio d'angolo che vede presente in area gialloblù anche il portiere Campironi, con il tiro dalla bandierina che però è preda dei giocatori del Santarcangelo, che possono così conquistare tre punti d'oro per il loro proseguo di campionato.

Commenti

Partiamo col dire che oggi il Treviso a parer nostro avrebbe meritato ampiamente il pareggio per la mole di gioco prodotta soprattutto nel secondo tempo: come già detto, nei primi 23', fino al gol di Schiavini, c'era una sola squadra in campo, il Santarcangelo, con i biancocelesti che sembravano in balia degli attacchi dei locali e con il solo Maracchi a dar fastidio in attacco; dopo un finale di tempo equilibrato, il secondo tempo è praticamente di sola marca trevigiana, con i nostri a cui è mancato veramente solo il gol. L'occasione persa è comunque di quelle di mangiarsi le mani: il Santarcangelo è un'ottima squadra certo, ma oggi come già detto le mancavano due pedine fondamentali. Considerando poi che San Marino e Casale han perso, il Treviso oggi con una vittoria si sarebbe trovato da solo in vetta...

Risultati della 34^ giornata (4 aprile 2012)
  • Giacomense- Alessandria 1-0 (12' Ricci (G))
  • Poggibonsi-Bellaria Igea Marina 0-0
  • Sambonifacese-Borgo a Buggiano 0-1 (38' Santini (BB))
  • Cuneo-Casale 2-0 (61' Fantini (Cun), 84' Ferrario (Cun))
  • Valenzana-Mantova 0-2 (28' Cinque (M), 74' Del Sante (M))
  • Montichiari-Renate 1- 1 (4' Mazzini (R), 90' Dimas (M))
  • Lecco- Rimini 1-2 (25' Mastronicola (R), 42' Zanigni (R), 52' Temelin su rigore (L))
  • Virtus Entella-San Marino 2-1 (20' D'Antoni (SM), 55' Volpe (VE), 62' Falcier (VE))
  • Santarcangelo-Treviso 1-0 (25' Schiavini (S))
  • Pro Patria-Savona 1-1
Classifica alla 34^ giornata

San Marino 59 Casale 58 Cuneo 58 TREVISO 57 (-2) Rimini 56 Virtus Entella 52 Santarcangelo 52 Pro Patria 50 (-11) Poggibonsi 49 Borgo Buggiano 47 Alessandria 45 (-2) Renate 44 Bellaria Igea Marina 40 Mantova 40 Giacomense 40 Savona 40 (-7 ) Montichiari 34 (-3) Lecco 27 Sambonifacese 25 Valenzana 23

Collegamenti esterni

Note


Riepilogo partite stagionali

Treviso Football Club - Partite 2011/12
Campionato di Seconda Divisione (girone A)

(1) Poggibonsi-Treviso • (2) Treviso-Savona • (3) Treviso-San Marino • (4) Renate-Treviso • (5) Treviso-Borgo a Buggiano • (6) Valenzana-Treviso • (7) Treviso-Pro Patria • (8) Alessandria-Treviso • (9) Treviso-Mantova • (10) Casale-Treviso • (11) Treviso-Rimini • (12) Bellaria Igea Marina-Treviso • (13) Treviso-Lecco • (14) Giacomense-Treviso • (15) Treviso-Santarcangelo • (16) Sambonifacese-Treviso • (17) Treviso-Cuneo • (18) Virtus Entella-Treviso • (19) Treviso-Montichiari • (20) Treviso-Poggibonsi • (21) Savona-Treviso • (22) San Marino-Treviso • (23) Treviso-Renate • (24) Borgo a Buggiano-Treviso • (25) Treviso-Valenzana • (26) Pro Patria-Treviso • (27) Treviso-Alessandria • (28) Mantova-Treviso • (29) Treviso-Casale • (30) Rimini-Treviso • (31) Treviso-Bellaria Igea Marina • (32) Lecco-Treviso • (33) Treviso-Giacomense • (34) Santarcangelo-Treviso • (35) Treviso-Sambonifacese • (36) Cuneo-Treviso • (37) Treviso-Virtus Entella • (38) Montichiari-Treviso

Supercoppa di Seconda Divisione

Treviso-PerugiaPerugia-Treviso

Coppa Italia Lega Pro

Spal-TrevisoTreviso-BassanoGiacomense-TrevisoTreviso-RiminiTreviso-TriestinaTreviso-Carpi

Amichevoli

Fiorentina-TrevisoLongarone-TrevisoCagliari-TrevisoConegliano-TrevisoTreviso-GISS

Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti