Tamai-Treviso (17 aprile 2011)

Da Forza Treviso Enciclopedia.
Tamai-Treviso 2-1
Competizione:
Campionato di Serie D (girone C) Stagione: 2010/11
Giornata o turno:
32ª giornata A/R: Andata
Luogo:Stadium.png
Tamai
Data:Nuvola apps date.png
domenica 17 aprile 2011
Arbitro:Arbitro fischietto.png
Stefano Giovani di Grosseto (Coppola di Pinerolo, Borzomì di Torino).
Formazioni
Stemma tamai small.png Tamai :
(4-4-2)
Zanette; Cussigh, Politti, Gallinelli, Zuliani; Maracchi (28′st Nonis), Giglio (36′st Nardella), Grandin, Spetic; Llullaku, Piperissa (43′st Giacomini). A disposizione: Bazzichetto, Cima, Zambon, Godino. Allenatore: Birtig.
Stemma treviso small.png Treviso :
(4-3-1-2)
Sartorello; Cernuto, Visintin, Bigini (39′st De Bortoli), Granati; Spinosa, Bandiera, Brunetti (11′st Ferronato); Torromino (41′st De Mattia); Ferretti, Perna. A disposizione: De Miglio, Baldares, Bruni, Bidogia. Allenatore: Zanin.
Note
Gol:Icona Goal.png
9′pt Piperissa, 23′pt Perna (rig.), 32′st Llullaku.
Ammoniti:Yellow card.png
Zanette, Spetic, Giglio, Llullaku, Cussigh.
Espulsi:Red card.png
38′st Bandiera.
Angoli:Nuvola apps kmines.png
7-4 per il Tamai.
Recupero:Nuvola apps ktimer.png
1'+4'.
Spettatori:Nuvola apps kdmconfig.png
Meteo:Nuvola apps kweather.png
Pomeriggio soleggiato, terreno in ottime condizioni.
Varie:Nuvola apps package editors.png
Allontanato al 45′pt l'allenatore Birtig.

Tamai-Treviso è la 32ª giornata (15ª giornata del girone di ritorno) del Campionato di Serie D (girone C) 2010/11, giocata domenica 17 aprile 2011 alle ore 14.30.

Indice

Introduzione

E venne il giorno del primo dei tre match-point che il Treviso ha sulla sua “racchetta”; si va a Tamai, formazione dell’omonima frazione di Brugnera, provincia di Pordenone.

Per quanto riguarda questa sfida, possiamo appellarci a corsi e ricorsi storici; l’ultima volta che il Treviso si laureò campione, ovvero nel campionato di C1 2002/2003, la situazione era praticamente identica a quella odierna: Treviso primo in classifica a 3 giornate dalla fine con 63 punti, seguito dall’Albinoleffe a quota 56; + 7 in classifica dunque, e anche 8 anni fa il Treviso era chiamato a un impegno in trasferta, a Reggio Emilia contro i locali della Reggiana; finì 2-2, e a fine partita la festa ebbe inizio grazie al contemporaneo risultato dell’Albinoleffe, che non andò oltre l’1-1 casalingo col Padova; era il Treviso di Ammazzalorso, delle parate di Doardo, della diga difensiva composta da Bianco e Centurioni, delle sgroppate laterali dei terzini Galeoto e Lanzara, delle geometrie di Gallo, Dundjerski e Monticciolo, del genio e sregolatezza di Foggia e Chiappara e dei gol di Chianese e Lorenzini: un gruppo straordinario, capace di far vivere al popolo biancoceleste una stagione veramente da urlo. Cos’ha la squadra di quest’anno in meno di quella del 2002/2003? Probabilmente niente. Si, è vero, ci sono 2 categorie di differenza, ma l’entusiasmo che questi ragazzi sono stati capaci di ricreare è lo stesso.

L'avversario: Stemma tamai small.png Tamai 

La partita di domani, sulla carta, è abbastanza complessa; il Tamai è quinto in classifica, dentro alla zona play-off quindi, ed è reduce dal bel pareggio in extremis in trasferta a Venezia; vorranno quindi cercare di fare risultato per cercare di assicurarsi il post-season. A dirla tutta però gli uomini di Birtig sono reduci da 5 punti nelle ultime 6 partite, e non vincono da fine febbraio, quando andarono a espugnare il difficile campo di Monrupino; il momento per loro quindi non è dei migliori, e il tutto è sintetizzato nell’astinenza da gol del bomber kosovaro Llullaku, che non segna dal 6 febbraio, quindi da ben 8 partite: un’eternità per un giocatore che nelle prime 23 giornate era andato a segno ben 18 volte; in casa poi le furie rosse hanno ottenuto, per buona parte del campionato, un ruolino di marcia da promozione in serie C: a parte la sconfitta nella gara di esordio casalinga con il Chioggiasottomarina, hanno ottenuto 7 vittorie e 2 pareggi nelle successive 9 gare interne; poi qualcosa si è inceppato, e i pordenonesi hanno vinto solo 1 delle ultime 5 gare disputate al Comunale; l’altro pezzo da 90 di questo Tamai è il centrocampista Luka Spetic, sloveno classe 1982, 7 gol in 36 gare l’anno scorso, 5 in 30 quest’anno; da non dimenticare nemmeno il capitano Nonis, autore di ben 6 gol in 27 partite, e da una vita in serie D con questa squadra; in difesa da menzionare Emanuele Politti, classe 1987, che nella stagione 2007/2008 ha disputato 8 presenze in C1 con l’Hellas Verona, e proveniente dal vivaio dell’Udinese.Il Treviso dal canto suo disporrà di tutta la sua rosa. O quasi. Si è fermato infatti l’attaccante Simone De Lorentiis, a causa di un problema al polpaccio; restano da valutare le sue condizioni e i suoi tempi di recupero; dovrebbe quindi essere confermata la squadra titolare che ha battuto, a fatica, l’Union Quinto, con il possibile rientro di capitan Ferronato dal primo minuto.

Domenica potremmo quindi vivere una giornata memorabile: per aiutare i nostri ragazzi a regalarcela è auspicabile una presenza di massa e calorosa da parte della nostra gente che, siamo sicuri, saprà spingere il Treviso verso un traguardo che a inizio campionato sembrava impensabile.

La partita

Un gol fortunoso del bomber Llullaku alla mezz’ora della ripresa stende il Treviso e gela i tifosi biancocelesti pronti a far festa. Le “furie rosse” passano in vantaggio già al 9′ del primo tempo con un gol, anche questo abbastanza rocambolesco, di Piperissa. Il Treviso trova il pari dopo circa un quarto d’ora con un rigore provocato da Ferretti e realizzato da Perna. Nella ripresa il Treviso spinge e va vicino al gol ma al 32′ arriva la beffa con il 2-1 del Tamai. Tra due settimane la festa potrebbe arrivare al Tenni.

Cronaca

Le pagelle di Tamai-Treviso
Il Gazzettino it logo.png Tribuna di treviso logo.png
Sartorello 6 6
Cernuto 5 5
Visintin 6,5 5,5
Biagini 6,5 6
Granati 6,5 6,5
Brunetti 6 5
Bandiera 5,5 5
Spinosa 6 5,5
Torromino 5 5
Ferretti 6 6
Perna 5 5,5
Ferronato 6 6
De Bortoli s.v. s.v.
De Mattia s.v. s.v.

Il Treviso si presenta a Tamai senza Ferronato, ancora acciaccato ma in panchina. Paoli è fuori per squalifica, insieme a Salgher, l’altro ex della partita insieme a Bandiera. Per il Tamai nessun squalificato, ma il capitano Nonis parte dalla panchina. Le “furie rosse” partono forte, il Treviso soffre l’aggressività e la pressione tutto campo dei padroni di casa, in piena lotta per un posto playoff. Il Treviso soffre, si salva in più di un’occasione in corner e al 9′ i ragazzi di mister Birtig passano in vantaggio. Il corner di Giglio attraversa tutta l’area, Sartorello sbaglia l’uscita, Maracchi prolunga di testa e Piperissa sfrutta una carambola per insaccare di testa. Gol fortunoso, ma meritato. Anche perché il Treviso oltre alla maggior concretezza dei padroni di casa, abili nel far girare palla e nel lasciare pochi spazi agli attaccanti biancocelesti, soffre l’assenza di Ferronato, unico costruttore di gioco. Tant’è che la squadra si affida come non mai a inutili lanci lunghi a scavalcare il centrocampo. Ma al 23′ la difesa del Tamai si fa sorprendere in velocità da Ferretti, che s’invola verso la porta, salta Zanette che in uscita disperata lo stende. E’ rigore, ma inspiegabilmente l’arbitro ammonisce e non espelle il portiere. Sul dischetto ci va Perna che non sbaglia, 1-1 e 20° stagionale per il capocannoniere biancoceleste. Il Treviso si sveglia, ma in difesa continua a ballare, tanto che alla mezz’ora Llullaku va vicino al gol con un bel diagonale dalla destra che mette i brividi a Sartorello. Il primo tempo finsice in parità.

Nella ripresa, come con l’Union Quinto, il Treviso scende in campo con un piglio diverso. Torromino è più ispirato, ma Ferretti non sfrutta a dovere un assist del compagno di squadra calciando alto. Tre minuti dopo ci riprovano i padroni di casa, ma il tiro di Grandin è da dimenticare. Entra Ferronato, e la musica cambia. Il Treviso gioca meglio, e la coppia Torromino-Ferretti ci riprova, ma ancora una volta il bomber toscano non rompe il digiuno calciando debolmente, ma guadagna un importante calcio d’angolo. Sugli sviluppi del corner Biagini stacca in modo imperioso ma Zanette compie un doppio miracolo. Poco dopo Ferretti s’invola verso la porta, solo soletto, ma si allunga troppo il pallone graziando Zanette. Al 24′ occasionissima per Visintin, il cui colpo di testa su corner di Torromino finisce di poco fuori. La porta è stregata anche al 28′, ed il merito è di Zanette: cross di Spinosa, Perna si avventa sulla palla e colpisce di testa, ma il portiere esce bene e nega la gioia del gol al bomber. Gol che sembra nell’aria, peccato che arrivi dalla parte sbagliata e in circostanze abbastanza fortunose. Il Tamai alla mezz’ora si guadagna due corner di fila, il secondo è contestato dalla difesa biancoceleste, ed infatti arriva la beffa. Palla che attraversa l’area e va verso il vertice sinistro, la palla viene respinta verso il centro con una carambola simile a quella che aveva favorito il gol Piperissa. Llullaku è il più veloce di tutti e in girata colpisce la traversa, ma la palla rimbalza sulla schiena di Sartorello e finisce in rete. E’ una doccia fredda, a cui il Treviso non riesce a reagire a dovere, anche perché là davanti non è proprio giornata e Perna al 41′ non riesce a sfruttare l’ultima occasione calciando male. Tre minuti prima il Treviso era rimasto in dieci per l’espulsione, causa proteste, di Bandiera, anche oggi capitano. Il centrocampista dunque non ci sarà tra due settimane al Tenni, contro il Chioggia, per quella che ci auguriamo possa trasformarsi nella tanto attesa festa promozione.

Statistiche

Presenze Giocatore Dal 1' al 90' Uscito Subentrato Red card.png Yellow card.png
32 Sartorello 32 0 0 0 1
32 Spinosa 12 16 4 0 0
30 Cernuto 29 1 0 0 2
30 Ferretti 19 11 0 0 4
30 Perna 17 12 1 1 3
29 Visintin 29 0 0 0 4
29 Bandiera 21 8 0 1 4
28 Brunetti 15 6 7 0 1
28 Torromino 13 13 2 0 4
27 Ferronato 21 2 4 0 6
25 Biagini 20 5 0 1 7
22 Granati 14 3 5 0 3
18 Paoli 12 1 5 0 4
15 De Lorentiis 1 1 13 0 1
12 De Mattia 6 3 3 0 4
11 Salgher 0 1 10 0 1
10 Baldares 0 0 10 0 2
8 Bidogia 0 1 7 0 0
7 De Bortoli 3 1 3 0 1
7 Tomazic 0 1 6 0 1
4 Mento 0 1 3 0 0
3 Ruggiero 0 0 3 0 0
2 Tinazzi 0 0 2 0 0
1 Zordan 0 0 1 0 0

Nota: una squalifica scatta ogni 4 gialli, poi dopo altri 4, poi 3, poi 2 e infine 1.

Galleria

Collegamenti esterni

Note


Riepilogo partite stagionali

Treviso Foot-ball Club 1993 - Partite 2010/11
Campionato di Serie D (girone C)

(1) Sanvitese-Treviso • (2) Treviso-Montecchio Maggiore • (3) Belluno-Treviso • (4) Treviso-Montebelluna • (5) Rovigo-Treviso • (6) Treviso-Este • (7) Pordenone-Treviso • (8) Treviso-SandonàJesolo • (9) Kras Repen-Treviso • (10) Treviso-San Paolo Padova • (11) Torviscosa-Treviso • (12) Treviso-Unione Venezia • (13) Opitergina-Treviso • (14) Union Quinto-Treviso • (15) Treviso-Tamai • (16) Chioggia Sottomarina-Treviso • (17) Treviso-Città di Concordia • (18) Treviso-Sanvitese • (19) Montecchio Maggiore-Treviso • (20) Treviso-Belluno • (21) Montebelluna-Treviso • (22) Treviso-Rovigo • (23) Este-Treviso • (24) Treviso-Pordenone • (25) SandonàJesolo-Treviso • (26) Treviso-Kras Repen • (27) San Paolo Padova-Treviso • (28) Treviso-Torviscosa • (29) Unione Venezia-Treviso • (30) Treviso-Opitergina • (31) Treviso-Union Quinto • (32) Tamai-Treviso • (33) Treviso-Chioggia Sottomarina • (34) Città di Concordia-Treviso

Poule Scudetto di Serie D

Treviso-CuneoMantova-Treviso

Coppa Italia di Serie D

Trento-TrevisoSan Paolo Padova-Treviso

Amichevoli

Treviso-CareniPieviginaTreviso/A-Treviso/BVicenza/Primavera-TrevisoGiorgione-TrevisoUnion Sandonatese-TrevisoTreviso-PonzanoScorzè-Treviso

Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti