Trento-Treviso (22 agosto 2010)

Da Forza Treviso Enciclopedia.
Trento-Treviso 2-3
Competizione:
Coppa Italia di Serie D Stagione: 2010/11
Giornata o turno:
turno preliminare A/R:
Luogo:Stadium.png
Trento
Data:Nuvola apps date.png
domenica 22 agosto 2010
Arbitro:Arbitro fischietto.png
Novellino di Brescia (assistenti Martinazzoli e Pizzalunga).
Formazioni
Stemma trento small.png Trento :
Pea, Adami, Vitti (17'st Raffaelli), Calandrelli, Casagrande, Pedrai (21'st Pontalti), Paissan, Dell'Anna (26'st Bommassar), Piroli, Ligarotti, Perrone. A disposizione: Offer, Spampinato, Zingrillo, Gattamelata. Allenatore: Uber Manfredini.
Stemma treviso small.png Treviso :
De Miglio, Brunetti (45'st Cernuto), Paoli, Ferronato, Biagini, Visintin, Bandiera, De Mattia, Ferretti, Torromino (30'st Ruggiero), Bidogia (13'st Mento). A disposizione: Sartorello, Faggian, Tinazzi, Baldares. Allenatore: Diego Zanin.
Note
Gol:Icona Goal.png
15'pt Perrone, 14'st Torromino, 20'st e 25'st Ferretti, 32'st Piroli.
Ammoniti:Yellow card.png
Adami e Vitti del Trento per gioco falloso, Ferretti per essersi tolto la maglietta dopo il primo gol, e Perrone per proteste.
Espulsi:Red card.png
-
Angoli:Nuvola apps kmines.png
5 a 1 per il Treviso.
Recupero:Nuvola apps ktimer.png
2'+3'.
Spettatori:Nuvola apps kdmconfig.png
500 circa.
Meteo:Nuvola apps kweather.png
Varie:Nuvola apps package editors.png

Trento-Treviso è il turno preliminare della Coppa Italia di Serie D 2010/11, giocata domenica 22 agosto 2010 alle ore 16.

Indice

Introduzione

Il turno preliminare di Coppa Italia sarà contro il Trento, domenica 22 agosto alle ore 16.00, allo stadio Briamasco. La vincente affronterà il San Paolo Padova fuori casa la domenica successiva 29 agosto, solito orario. La competizione segue la forma adottata la scorsa stagione: gara unica e calci di rigore giù dopo i primi '90 minuti in caso di parità. La novità rispetto alle edizioni passate è che la gara “secca” sarà di regola fino alle semifinali (escluse), mentre fino allo scorso anno già dagli ottavi si giocavano andata e ritorno. Inoltre anche la finale tornerà in gara unica, il 7 aprile 2011. Sono dunque previste due fasi: la prima comprende il preliminare e il primo turno, la seconda parte è quella del tabellone principale con 64 squadre.

Al turno preliminare partecipano 88 squadre per 44 gare a eliminazione diretta: 35 neopromosse; 1 retrocessa dalla Seconda Divisione; 17 vincenti play-out 2009/2010; 20 società ripescate, 4 società inserite in soprannumero (Arezzo, Mantova, Perugia e Rimini), 9 società classificatesi al dodicesimo posto gironi A, B, C, G, I, la tredicesima del girone H, la quattordicesima del girone C, l'undicesima del girone F (Chieri, Solbiatese, N. Verolese, Mob. Ponsacco, Fortis Juventus, Miglianico, Cynthia, Angri e Mazara), 2 società ammesse con delibera del Commissario Straordinario (Bojano e Gaeta).

Il primo turno invece prevede 58 partite, dove alle 44 squadre vincenti il turno preliminare si aggiungono 72 società ammesse di diritto, tranne le 5 società di Serie D partecipanti alla Tim Cup 2010/2011 (Alzano Cene, Este, Guidonia, Santegidiese, V. Casarano) e la finalista della Coppa Italia di Serie D 2009-2010 (Voghera).

Dunque si passerà alla seconda fase, quella del tabellone principale con queste 64 squadre: 58 vincenti il primo turno, le 5 partecipanti alla Tim Cup e la finalista della Coppa Italia 2009/2010.

La trasferta

Domenica 22 agosto il Calcio Treviso affronterà il Trento nella sua prima uscita ufficiale della stagione. Sarà sicuramente una buona opportunità per i tifosi biancocelesti che affronteranno la trasferta in “maniera autonoma”, di poter affiancare al match una salutare e piacevole gita nella bella città trentina. Vi introdurremo brevemente la città di Trento cercando di fornire le principali occorrenze per chi la voglia visitare.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi anche la voce Trasferta di Trento

Nella speranza di esservi stati utili il sito di forza treviso vi augura buona partita... e come sempre... AVANTI BLU!

L'avversario: Stemma trento small.png Trento 

Domenica si fa sul serio, la partita di Coppa Italia al Briamasco di Trento rappresenterà la prima uscita ufficiale per il Treviso di Diego Zanin. Trento-Treviso è un classico che ritorna, dopo le grandi sfide degli anni '70-'80 in serie C, ma negli ultimi 20 anni i destini delle due squadre sono stati differenti. Il Treviso ha vissuto due fallimenti, ma nel mezzo di questi ha giocato 4 campionati di serie C, 9 campionati di serie B e addirittura un breve passaggio nell'Olimpo del calcio italiano. Il grande Trento invece ha vivacchiato in serie C e da alcuni anni, complice le continue gestioni societarie fallimentari, è sopravvissuto di stenti tra i dilettanti. Storia recente: nel 2006/2007 una salvezza risicata in serie D, seguita da due retrocessioni consecutive, la prima evitata grazie a un ripescaggio. L'anno scorso la partecipazione all'Eccellenza trentina ha rappresentato il punto più basso della sua storia, ma la permanenza in questa categoria è durata solo un anno grazie a un campionato dominato. Ma il calvario per l'aquila di San Venceslao è continuato anche durante un'annata apparentemente trionfale: il cambio di allenatore, la cacciata del dg Maurizio Seno e altri membri dello staff dirigenziale, la penalizzazione di dieci punti, poi tolta, per dei tesseramenti irregolari che coinvolgevano il contestatissimo presidente Marco Fattinger. Ma i guai non erano finiti. I malumori tra il patron e l'allenatore Marco Melone, amatissimo dalla tifoseria, non mancano, e a promozione conquistata l'artefice del miracolo sbatte la porta e ingaggia un duello a distanza con Fattinger. Identica sorte per un altro “epurato”, il direttore sportivo Attilio Ravelli. Nel frattempo vengono presentati i sostituti: nuovo ds è lo scaligero Riccardo Montefameglio, mentre per la panchina è scelto l'esperto Uber Manfredini, allenatore 61enne dal curriculum non invidiabile. Fattinger dichiara colpi ad effetto, il Trento dovrà puntare al salto diretto in Seconda Divisione. Ma la situazione economica non è delle migliori, ci sono le pendenze del campionato precedente da ripianare, e a luglio la società aquilotta rischia di non iscriversi in Serie D. Alla fine ce la fa sul filo di lana, mentre scoppia una polemica tra il patron e il sindaco Andreatta. Dall'incubo al sogno ripescaggio, Fattinger ci crede, ma alla fine ritira la domanda perché gli viene impedito di presentare una fideiussione fatta all'estero. Intanto la squadra promozione viene smantellata, tutti i protagonisti se ne vanno, compreso il nostro Igor De Mattia che a Treviso si impone fin dall'inizio tra i titolari inamovibili. Le prime amichevoli estive sono incoraggianti (sconfitte 3-0 ma contro squadra di serie A come Bologna e Brescia), ma le successive confermano che i problemi per il Trento non sono finiti. Prima la sofferta vittoria in rimonta per 3-2 contro il Porfido Albiano (Eccellenza) e lo 0-0 con il Montebelluna, seguito dal pareggio con Casale e il pesante 3-0 subito a Carpi (entrambe ripescate in Seconda Divisione). Il tonfo più clamoroso mercoledì scorso, al triangolare di Mori: 1-1 con i padroni di casa (Eccellenza) e 2-0 con la Vallagarina, team di Promozione. In questo torneo il Trento ha perso subito, per una distorsione al ginocchio guaribile in 15 giorni, il colpaccio preannunciato da Fattinger: Eder Baù, ex Triestina, Spezia e Padova con una lunga militanza tra Serie B e C. Altri arrivi importanti sono rappresentati dal ritorno del grintoso centrocampista Pontalti (dalla Colognese) e il tris di acquisti dal Villafranca: il difensore Calandrelli, il centrocampista offensivo Ligarotti e Piroli, 18 presenze e 8 gol lo scorso campionato. L'altro grande colpo di mercato è Marco Perrone, attaccante classe '85 proveniente dalla Canavese (4 presenze in Seconda Divisione) protagonista nel campionato di Serie D 2008/2009 con la Rivarolese (17 gol). Da tenere d'occhio il trio Ligarotti-Perrone-Piroli, mentre i veri problemi sembrano essere a centrocampo, privo di un centrale di qualità, e la difesa, dove manca un centrale di esperienza.

Situazione interna

Sembrerebbe un avversario abbordabile per il Treviso, ma i biancocelesti di amichevoli, pur vincendole tutte, ne hanno giocate solo tre. Un paio di incontri in più avrebbero favorito l'amalgama di una squadra completamente nuova, che non ha ancora testato le proprie capacità nell'arco dei 90 minuti. Inoltre la rosa è ancora incompleta, manca l'attaccante di peso da affiancare a Ferretti e in grado di garantire almeno 15 gol a stagione. Il ballottaggio-tormentone è ancora tra Panizza del Mezzocorona e Gasparello del San Marino, con la punta del Mezzocorna ancora favorita. Ma Zanin ha ammesso che in questi giorni altri attaccanti di serie C si sono proposti alla società di via Ugo Foscolo. Nel frattempo sono arrivati i tanto attesi e dolorosi tagli, che in sostanza hanno confermato quanto si sapeva da tempo. Tra i tre stranieri il prescelto è il centrocampista Tomazic, classe '87 con un passato nel Domzale, squadra della Serie A slovena. Niente da fare per il centrale difensivo Jerkic e il giovane bulgaro Tsvetoslay Zarev, che nelle prime amichevoli si era comportato molto bene. Gli altri due non tesserati sono l'attaccante classe '91 Costa e il pari ruolo classe '93 Alessandro Zennaro, mentre Diego Armando Montuori aveva lasciato Lancenigo già due settimane fa. Questa la lista dei 23 tesserati che potranno essere convocati per la gara di domani, ma entro la prossima settimana dovrebbe aggiungersi il tanto atteso attaccante.

Tornando alla sfida col Trento, si ricorda che il fischio d'inizio è fissato per le ore 16.00. In caso di parità dopo 90 minuti ci saranno subito i calci di rigore, e il vincitore domenica successiva affronterà il San Paolo Padova allo stadio Plebiscito.

Precedenti

Godiamoci una sfida che nonostante la categoria ha ancora il suo fascino, questi i precedenti tra le due squadre in gare ufficiali, l'ultima sfida risale proprio alla Coppa Italia di Serie D, campionato 1990/1991, con il Treviso che espugna 2-0 lo stadio Briamasco.

Coppa Italia

In totale 6 incontri in questa competizione, 2 vittorie biancocelesti, 2 vittori gialloblu e 2 pareggi.

Campionato

In totale 28 incontri in campionato, 12 vittorie biancocelesti, 8 vittorie gialloblu e 8 pareggi.

La partita

Cronaca

Grande prova dei biancocelesti al Briamasco di Trento, dove dopo essere passati in svantaggio all'inizio del primo tempo ribaltano il risultato nella ripresa grazie al gol di Torromino e la doppietta di Ferretti. Il padroni di casa a dieci minuti dalla fine accorciano la distanza sfruttando un errore di Biagini, ma il Treviso fa valere la propria superiorità fino alla fine e passa al turno successivo. I biancocelesti partono abbastanza bene, al quarto d'ora di gioco sembrano padroni del campo, ma la difesa sbanda: Biagini rinvia malamente di testa un cross in area, Bandiera è troppo precipitoso e si fa saltare dal bomber Perrone che non perde tempo e fa partire un destro micidiale che si infila sotto l'incrocio. Il Treviso è frastornato, poi reagisce e torna padrone del campo, ma in fase offensiva manca lo spunto, l'intesa tra Bidogia e Ferretti non è delle migliori, anche se al bomber toscano l'arbitro Novellino di Brescia nega un rigore a molti parso solare. Nel secondo tempo arriva la rimonta, il Treviso in poco più di dieci minuti chiude la partita. Prima arriva il pareggio di Torromino: Bandiera apre sulla sinistra per Brunetti che mette al centro, la palla attraversa tutta la difesa e arriva Torromino che dopo aver calcolato il rimbalzo scaccia la palla in rete. Il fantasista calabrese corre sotto il settore ospiti in delirio, ma i tifosi se la vedono brutta quando nella azione successiva Perrone con una grande destro rischia di sorprendere ancora una volta De Miglio. Treviso si guadagna un punizione dai 35 metri, si incaricano il capitano Ferronato e Torromino, che sembra pronto a esplodere il suo destro in rete. Invece si tratta di un schema, Ferronato pennella in area per Ferretti che smarcato colpisce la palla al volo e fa esplodere gli increduli supporter biancocelesti. L'esultanza dell'attaccante è liberatoria. E dopo quattro minuti di ripete: Torromino lo lancia in area solo davanti al portiere e dopo aver vinto un rimpallo infila Pea per la seconda volta. La partita è virtualmente chiusa, il Treviso controlla il pallone e fa accademia, ma a dieci minuti dalla fine si complica la vita. Cross in area trevigiana, Biagini smorza malamente il pallone con il capo e si fa aggirare dall'attaccante avversario che mette in mezzo per Piroli che, solo soletto, insacca facilmente. Ma il Treviso riprende in mano la partita e fa girare il pallone senza correre grandi rischi, anzi Ferretti si vede negare l'hattrick per un fuorigioco, e dopo quattro minuti di recupero arriva il triplice fischio e l'urlo liberatorio dei tifosi giunti in buon numero allo stadio Briamasco.

Ora ci aspetta il San Paolo, ma probabilmente ci sarà l'inversione di campo e non si giocherà allo stadio Plebiscito di Padova, ma allo stadio Tenni di Treviso, magari con l'attaccante che tanto ci serve per formare un trio con Torromino e Ferretti. A quanto pare non sarà Panizza, che in questi giorni ha definito l'accordo con il Rodengo Saiano.

Galleria

Collegamenti esterni

Note


Riepilogo partite stagionali

Treviso Foot-ball Club 1993 - Partite 2010/11
Campionato di Serie D (girone C)

(1) Sanvitese-Treviso • (2) Treviso-Montecchio Maggiore • (3) Belluno-Treviso • (4) Treviso-Montebelluna • (5) Rovigo-Treviso • (6) Treviso-Este • (7) Pordenone-Treviso • (8) Treviso-SandonàJesolo • (9) Kras Repen-Treviso • (10) Treviso-San Paolo Padova • (11) Torviscosa-Treviso • (12) Treviso-Unione Venezia • (13) Opitergina-Treviso • (14) Union Quinto-Treviso • (15) Treviso-Tamai • (16) Chioggia Sottomarina-Treviso • (17) Treviso-Città di Concordia • (18) Treviso-Sanvitese • (19) Montecchio Maggiore-Treviso • (20) Treviso-Belluno • (21) Montebelluna-Treviso • (22) Treviso-Rovigo • (23) Este-Treviso • (24) Treviso-Pordenone • (25) SandonàJesolo-Treviso • (26) Treviso-Kras Repen • (27) San Paolo Padova-Treviso • (28) Treviso-Torviscosa • (29) Unione Venezia-Treviso • (30) Treviso-Opitergina • (31) Treviso-Union Quinto • (32) Tamai-Treviso • (33) Treviso-Chioggia Sottomarina • (34) Città di Concordia-Treviso

Poule Scudetto di Serie D

Treviso-CuneoMantova-Treviso

Coppa Italia di Serie D

Trento-TrevisoSan Paolo Padova-Treviso

Amichevoli

Treviso-CareniPieviginaTreviso/A-Treviso/BVicenza/Primavera-TrevisoGiorgione-TrevisoUnion Sandonatese-TrevisoTreviso-PonzanoScorzè-Treviso

Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti