Treviso-Bassano (21 agosto 2011)

Da Forza Treviso Enciclopedia.
Treviso-Bassano 1-1
Competizione:
Coppa Italia Lega Pro Stagione: 2011/12
Giornata o turno:
seconda giornata del girone D A/R:
Luogo:Stadium.png
Treviso
Data:Nuvola apps date.png
domenica 21 agosto 2011
Arbitro:Arbitro fischietto.png
Chiffi di Padova (Ponzeveroni e Viello di Padova).
Formazioni
Stemma treviso small.png Treviso :
(4-3-1-2)
Zattin; Beccia, Visintin, Biagini, Cernuto; Malacarne (7'st Giorico), Bandiera; Maracchi, Madiotto (20'st Spinosa); Torromino (15'st Ferretti), Perna. Allenatore: Zanin.
Stemma bassano small.png Bassano :
(4-2-3-1)
Poli; Lucca, Ghosheh (38'pt Stevanin), Scaglia, Lorenzini; Caciagli, Morosini (33'st Maniero); Ferretti, Drudi (22'st Barichello), Iocolano; Guariniello. Allenatore: Jaconi.
Note
Gol:Icona Goal.png
st 89' Barrichello, 94' Perna.
Ammoniti:Yellow card.png
Morosini e Lorenzini (B).
Espulsi:Red card.png
Angoli:Nuvola apps kmines.png
Recupero:Nuvola apps ktimer.png
Spettatori:Nuvola apps kdmconfig.png
400 circa.
Meteo:Nuvola apps kweather.png
Clima afoso, terreno in ottime condizioni.
Varie:Nuvola apps package editors.png

Treviso-Bassano è la seconda giornata del girone D della Coppa Italia Lega Pro 2011/12, giocata domenica 21 agosto 2011.

Indice

Introduzione

L'avversario: Stemma bassano small.png Bassano 

A oltre due anni dall'ultimo posticipo in Serie B, coinciso con la triste retrocessione in Lega Pro, il Tenni riaccende i riflettori. Nel maggio 2009 fu il Vicenza, domani un'altra squadra vicentina, il Bassano. I giallorossi sono una vecchia conoscenza del Treviso, visto che i precedenti in campionato non mancano (22 totali tra Prima divisione, Serie C e Serie D/Interregionale). Le due squadre non si incontrano in una gara ufficiale dalla prima metà degli anni '90, in Interregionale, anche se nell'estate 2006 allo stadio di Longarone (sede del dell'ultimo ritiro biancoceleste) le due squadre di erano sfidate in amichevole. In Coppa Italia (di Serie D) due precedenti, entrambi vittoriosi per i biancocelesti, nelle stagioni 1993/1994 e 1994/1995. Nell'ultimo incontro vittoria casalinga del Treviso di Pillon con gol di Bonfante e Bonavina. Dalla seconda metà degli anni '90, mentre il Treviso di Pillon scalava le categorie fino alla Serie B, il Bassano resisteva dignitosamente in Serie D (salvo un'annata in Eccellenza), fino alla stagione 2004/05, con la riconquista della la Serie C a quasi 50 anni di distanza dall'ultima avventura. E' una svolta storica (i giallorossi vincono anche lo scudetto) per la società di Renzo Rosso, patron della Diesel, multinazionale dell'abbigliamento dal fatturato miliardario. Dopo aver ottenuto la salvezza, la società punta in alto e già nel 2007/08 va vicina alla promozione in C1, ma dopo la vittoria della Coppa Italia di categoria e un lungo dominio in campionato, cede nel finale e perde la finale play-off col Portogruaro. La società tenta di ottenere il meritato ripescaggio, che non arriva nemmeno l'anno successivo. L'agognata promozione in Prima divisione arriva finalmente, anche se lontano dal campo, nell'estate 2010, ironia della sorte dopo un campionato mediocre. Da neopromosso, nell'ultima stagione, il Bassano soffre ma poi ingrana e riesce a raggiungere anche la zona playoff, e ottiene una tranquilla salvezza. Questa estate la società ha deciso di puntare sui giovani, con l'obiettivo di ottenere qualcosa di più che una tranquilla salvezza. Per questo sono stati "sacrificati" alcuni giocatori importanti come Alessandro Beccia, ceduto in comproprietà al Treviso. Il terzino tuttofare ha scritto la storia dei vicentini, vivendo da protagonista la cavalcata dalla D alla C1. Ex Bassano sono anche Giovanni Madiotto (il Chievo l'ha ceduto al Treviso dopo averlo riscattato dai giallorossi) e il portiere Alan Zattin, anche se la scorsa stagione aveva giocato a Mezzocorona fino a dicembre. Non sono state le uniche cessioni della società del presidente Stefano Rosso, figlio di Renzo. Sarebbe potuto arrivare, anzi, tornare a Treviso anche Dario Venitucci, che alla fine ha preferito la Prima divisione accettando l'offerta del Foggia. Considerato il tormentone del mercato estivo sul regista (arriva o non arriva?), il mancato arriva del regista scuola Juve sta pesando e non poco. Altro ex Treviso, che non rimarrà a Bassano, è l'opitergino Giovanni Martina, che a gennaio era stato coinvolto in uno scambio che l'aveva portato a Viareggio. Il sandonatese Andrea Zamuner ('90), dopo essersi diviso tra Spal e Bassano, pochi giorni fa è stato ufficializzato dall'ambizioso Pordenone. Ha fatto un bel passo in avanti il difensore asolano Michele Pellizzer ('89), passato in Serie B al Cittadella. Altra cessione illustre quella di Simon Rodriguez, che ha ceduto alle lusinghe dell'ambizioso Casale, prossimo avversario del Treviso in campionato. Infine, non è stato ceduto, ma promosso all'intero dello staff dirigenziale come coordinatore dell'area tecnica, il bomber italo argentino Christian La Grotteria, che molti ricorderanno per i tanti gol realizzati con le maglie di Palermo e Padova. A fronte di queste cessioni, in entrata si è puntato molto sui giovani. In porta dal Pontedera è stato prelevato Andrea Poli ('91); per la difesa all'esperto Andrea Basso ('76) sono stati affiancati i giovani Nicola Masiero ('91) dal Palermo e Filippo Scaglia (92) dal Torino; a centrocampo Mattia Proietti ('92) dal Saint Christophe e Tommaso Morosini ('91) dall'Albinoleffe. Passando ai senior, il colpo più importante del mercato messi a segno dal dg Stefano Braghin è l'asolano Riccardo Bonetto, già impiegato mercoledì contro il Rimini. L'altro colpo di mercato riguarderà l'attacco. In questo reparto l'unico arrivo di rilievo è Daniele Ferretti dal Mezzocorona. Cristian Longobardi ('82), arrivato a gennaio dal Viareggio nello scambio con Martina, è stato confermato dopo i 6 gol che gli hanno permesso di raggiungere la doppia cifra nella classifica capocannonieri. A lui e ai confermati Raffaele Baido e Saverio Guariniello dovrebbe aggiungersi un grande bomber. Si tratta del padovano Guerino Gasparello, negli ultimi anni bandiera del San Marino, che l'estate scorsa era stato accostato al Treviso. Per domani qualche problema di formazione per il confermatissimo mister Iaconi. Il difensore Porchia ('77, un passato in B con Rimini e Crotone), Longobardi e Basso sono out, mentre il centrocampista Drudi ('76), prelevato dalla Valenzana, è in ripresa e potrebbe essere disponibile.

Situazione interna

Il Treviso, invece, dopo essersi presentato a Ferrara con una panchina di appena sei elementi, potrà finalmente contare con un organico quasi completo. Cherillo e Granati hanno scontato il loro turno di squalifica, mentre Madiotto e Giorico sono stati tesserati. Di Girolamo ha qualche acciacco, probabile dunque il rientro dal primo minuto di Visintin, che a Ferrara ha giocato tutto il secondo tempo al posto di Di Girolamo. Nessun dubbio a centrocampo, con il solito trio Maracchi-Bandiera-Malacarne. In attacco Zanin dovrebbe affidarsi sempre a Perna e Ferretti. E dietro le punte? Il Torromino del precampionato sta facendo faville, sembra quasi che la concorrenza gli stia facendo bene. Certo, Madiotto ha dalla sua l'età (è un '91, indispensabile per ottenere i contributi dalla Lega Pro), oltre a quel talento che, a causa di un infortunio, non è riuscito a esprimere pienamente nella sua esperienza bassanese. Zanin potrebbe affidarsi alla sua voglia di riscatto, e a quella di Alan Zattin. Il portierone padovano nelle prime uscite stagionali ha mostrato alcune incertezze, specie fuori dai pali, ma a Ferrara è stato autore di un'ottima prova, e in più occasioni ha salvato il risultato (spettacolare il colpo di reni con cui ha negato il gol ad Arma). Domani calcio d'inizio alle ore 20.30. I prezzi sono abbordabili (5 euro in curva su, 10 in tribuna), per cui val la pena passare una serata al Tenni, specie per chi non ha potuto ancora vedere la nuova squadra all'opera. Contro la Spal il Treviso ha dimostrato di poter reggere il confronto con una squadra di categoria superiore, e lo stesso Bassano si è fatto fermare al Mercante dal Rimini neopromosso in Seconda divisione. Il colpaccio è possibile?

La partita

Esattamente come a Ferrara, il Treviso gioca alla pari contro una squadra di categoria superiore e porta a casa un pareggio in extremis assolutamente meritato; a dirla tutta, i ragazzi di Diego Zanin hanno giocato meglio degli avversari, soprattutto nel secondo tempo, quando il gol del Bassano è arrivato nel momento migliore dei biancocelesti. La cronaca. Zanin rinuncia a Ferretti e De Girolamo in avvio, il primo per scelta tecnica mentre il secondo per affaticamento muscolare, e finisce addirittura in tribuna; al loro posto, Torromino, che viene schierato da seconda punta, e Visintin.

Cronaca

Il primo tempo è abbastanza avaro di emozioni e le occasioni sono poche e per nulla sensazionali; il primo squillo è del Bassano al 15', con un tiro di Morosini a lato; al 19' Torromino ha una buona occasione da buona posizione, ma il suo tiro è alto di parecchio; 4 minuti più tardi Zattin, invece che accompagnare una palla apparentemente innocua sul fondo del campo, la smanaccia mantenendola in campo; solo un intervento di un difensore impedisce al centravanti bassanese Guariniello di depositare la palla in rete; al 32' Torromino, il migliore in campo nel primo tempo per il Treviso, effettua un cross pericoloso che l'estremo difensore Poli, smanaccia, prima che Perna appostato sul secondo palo possa depositare la palla in rete; dal 35' al 37' il Bassano ha tre occasioni per portarsi in vantaggio; la prima con Ferretti che tira pericolosamente, ma Zattin prontamente indirizza la palla (centrale) sopra la traversa; sul conseguente calcio d'angolo, la palla danza nell'area piccola, senza che nessun attaccante del Bassano riesca a insaccare; infine Drudi ci prova dalla distanza, ma il suo tiro finisce di pochissimo alto; il tempo si chiude con Torromino che anche questa volta tira alto da buona posizione; il primo tempo è quindi sostanzialmente equilibrato, con occasioni da entrambe i lati e coi portieri praticamente spettatori non paganti.

Nella prima parte del secondo tempo, gli unici momenti salienti sono le sostituzioni di entrambi gli allenatori; mister Zanin dopo pochi minuti toglie Malacarne e inserisce Giorico, mandando Bandiera sulla mezz'ala sinistra e schierando il regista sardo nel suo ruolo naturale; successivamente entrano anche Ferretti e Spinosa per Torromino e Madiotto, ma tatticamente non cambia nulla. Il livello del gioco del Treviso con Giorico però si alza, e a parte un tiro strozzato di Iocolano che finisce di poco fuori, il resto è tutto di marca biancoceleste: prima è proprio Giorico a calciare troppo centralmente una punizione da buona posizione, favorendo la presa di Poli; successivamente è Spinosa che in un paio di occasioni si rende pericoloso: la prima quando impegna l'estremo difensore del Bassano dal limite dell'area, la seconda quando servito da Maracchi, tira di pochissimo a lato, alla sinistra di Poli; 2 minuti più tardi prima Ferretti, poi Giorico non riescono a finalizzare un'azione tambureggiante del Treviso. Il gol è nell'aria e arriva all'89'... Il problema è che a segnare non è il Treviso, bensì il Bassano con Barichello, subentrato nella ripresa, che infila Zattin sul primo palo, con il portiere ex-Bassano non proprio esente da colpe. Il Treviso però, come sempre è successo da un anno a questa parte, reagisce da grande squadra e in pochi minuti (siamo già in fase di recupero) crea 3 palle gol per pareggiare; le prime due con Biagini, a cui non riesce il secondo gol in 4 giorni, che fallisce due colpi di testa da buonissima posizione (il primo dopo un calcio d'angolo, il secondo dopo una punizione dal limite laterale dell'area, battuta da Beccia); il gol arriva al 94', quando ormai sembra materializzarsi la prima sconfitta stagionale per il Treviso; e a dirla tutta, l'azione è anche bella: cross di destro di Beccia, Spinosa tutto solo fa la sponda sul secondo palo per Perna che, a porta vuota, insacca il gol del meritato pareggio e va a festeggiare sotto la Curva Sud.

Commento

Il Treviso ha dunque già un corpo e un'anima e bisogna quindi dare atto sia al presidente Corvezzo di avere allestito una buona squadra, sia a mister Zanin di avere già assemblato un gruppo di giocatori che ha tenuto testa egregiamente a due squadre di categoria superiore; unica nota dolente della serata (a parte la vittoria mancata, ovviamente, è il pochissimo pubblico accorso sulle tribune del Tenni: cosa devono fare questo manipoli di (bravi) giocatori per attirare le attenzioni di una piazza così insensibile e apatica come quella di Treviso (e provincia)? Speriamo almeno che chi ha avuto il "coraggio" di investire soldi (pochi, dato che i biglietti erano a prezzi quasi stracciati) e tempo in questa serata di agosto nell'andare a vedere la squadra della propria città sia rimasto contento e verrà nuovamente a vedere i biancocelesti.

Note


Riepilogo partite stagionali

Treviso Football Club - Partite 2011/12
Campionato di Seconda Divisione (girone A)

(1) Poggibonsi-Treviso • (2) Treviso-Savona • (3) Treviso-San Marino • (4) Renate-Treviso • (5) Treviso-Borgo a Buggiano • (6) Valenzana-Treviso • (7) Treviso-Pro Patria • (8) Alessandria-Treviso • (9) Treviso-Mantova • (10) Casale-Treviso • (11) Treviso-Rimini • (12) Bellaria Igea Marina-Treviso • (13) Treviso-Lecco • (14) Giacomense-Treviso • (15) Treviso-Santarcangelo • (16) Sambonifacese-Treviso • (17) Treviso-Cuneo • (18) Virtus Entella-Treviso • (19) Treviso-Montichiari • (20) Treviso-Poggibonsi • (21) Savona-Treviso • (22) San Marino-Treviso • (23) Treviso-Renate • (24) Borgo a Buggiano-Treviso • (25) Treviso-Valenzana • (26) Pro Patria-Treviso • (27) Treviso-Alessandria • (28) Mantova-Treviso • (29) Treviso-Casale • (30) Rimini-Treviso • (31) Treviso-Bellaria Igea Marina • (32) Lecco-Treviso • (33) Treviso-Giacomense • (34) Santarcangelo-Treviso • (35) Treviso-Sambonifacese • (36) Cuneo-Treviso • (37) Treviso-Virtus Entella • (38) Montichiari-Treviso

Supercoppa di Seconda Divisione

Treviso-PerugiaPerugia-Treviso

Coppa Italia Lega Pro

Spal-TrevisoTreviso-BassanoGiacomense-TrevisoTreviso-RiminiTreviso-TriestinaTreviso-Carpi

Amichevoli

Fiorentina-TrevisoLongarone-TrevisoCagliari-TrevisoConegliano-TrevisoTreviso-GISS

Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti