Treviso-Cornedo (22 settembre 2013)

Da Forza Treviso Enciclopedia.
Treviso-Cornedo 3-0
Competizione:
Campionato di Promozione Veneto (girone B) Stagione: 2013/14
Giornata o turno:
3ª giornata A/R: Ritorno
Luogo:Stadium.png
Treviso
Data:Nuvola apps date.png
domenica 22 settembre 2013
Arbitro:Arbitro fischietto.png
Fiorentini di Padova.
Formazioni
Stemma treviso small.png Treviso :
(4-4-2)
Bortolin; Pilotto, La Cagnina, Ton, Fonti (st 26‘ Balzan); Di Prisco, Giuliato, Del Papa, Quell’Erba (st 37‘ Marangon); Dal Compare, Vio (st 26‘ Pillon). A disposizione: Vincenzi, Mensah, Livotto, Da Tos. Allenatore: Piovanelli.
Stemma cornedo small.png Cornedo :
(4-4-2)
Pellizzari; Agrimani, Nardi, Riva (st 16‘ Labella), Povolo; Tecchio (st 1‘ Marchesini), Bajrama, Doni, Kingsley; Guiotto, Bellotto (st 24‘ Visonà). A disposizione: Tomasi, Bianchi, Pretto, Fattori. Allenatore: Trevisan.
Note
Gol:Icona Goal.png
pt 39’ Quell’Erba, st 12’ Dal Compare, 23’ Vio.
Ammoniti:Yellow card.png
Riva, Di Prisco, Pilotto, Nardi, Dal Compare.
Espulsi:Red card.png
-
Angoli:Nuvola apps kmines.png
4-4.
Recupero:Nuvola apps ktimer.png
1'+3'.
Spettatori:Nuvola apps kdmconfig.png
426 (paganti 214, abbonati 212), per un incasso di € 2.472.
Meteo:Nuvola apps kweather.png
Tempo soleggiato, campo in discrete condizioni.
Varie:Nuvola apps package editors.png

Treviso-Cornedo è la 3ª giornata del Campionato di Promozione Veneto (girone B) 2013/14, giocata domenica 22 settembre 2013.

Indice

Introduzione

Dopo il primo successo in campionato, il Treviso punta a fare ancora bottino pieno approfittando della seconda partita di fila al Tenni. Contro i vicentini del Cornedo Simone Piovanelli potrà contare su una rosa ulteriormente ampliata. Stando a la tribuna di Treviso, infatti, in settimana sono stati perfezionati altri due tesserati: Aristide Mensah, classe ’94 che nelle amichevoli è stato impiegato anche come attaccante, e il centrocampista classe ’93 Mattia Marangon, scuola Bassano, lo scorso anno divisosi tra Serie D (TrissinoValdagno) ed Eccellenza (Abano). Il secondo, messosi in luce durante la preparazione estiva, non era stato confermato dopo la scrematura di fine agosto, ma evidentemente in queste settimane società e giocatore hanno trovato l’accordo. Una pedina che aumenta lo spessore di uno dei reparti mediani più attrezzati del girone.

Discorso differente per l’attacco, che rimane il settore più scarno della rosa biancoceleste. Detto di Mensah, che rimane comunque un’incognita, il Treviso per un bel po’ dovrà tirare avanti senza una prima punta, affidandosi ai guizzi di Dal Compare. Per l’attacco si fa il nome del panzer sloveno classe ’85 Jani Sturm, che ha passato gran parte della carriera in patria (Gorica, Domzale e Koper), con una breve esperienza al Dundee in Scozia. Tuttavia, trattandosi di un giocatore straniero, per vederlo in campo bisognerebbe aspettare un bel po’, forse troppo viste la carenze di organico in avanti. In questi casi i tempi sono sempre più lunghi del previsto, come abbiamo potuto constatare negli ultimi tre anni con due connazionali di Sturm: i centrocampisti Tadej Komac (nel 2010, in Serie D) e l’ex nazionale Andrej Komac lo scorso inverno, che per motivi diversi non sono riusciti a ritagliarsi un posto da protagonista pur avendo le caratteristiche tecniche per fare la differenza nella categoria.

Contro il Cornedo, dunque, non dovrebbero esserci grandi cambiamenti rispetto al vittorioso debutto contro il Caldogno Rettorgole. Nella mattinata di domani si concluderà la campagna abbonamenti con i prezzi “aggiustati” dopo la prima casalinga: tribuna sostenitori € 140, tribuna € 95 (ridotti € 75), curva e locali € 48 (ridotti € 38). La prevendita dei biglietti (tribuna € 10, ridotti € 8, curva € 6, ridotti € 5) è attiva da questo pomeriggio dalle 15.00 al Tenni. La cifra si dovrebbe fermare sopra quota 150, un risultato un po’ deludente, ma comprensibile per tante ragioni. L’ultima disastrosa stagione in Prima divisione, i guai societari, la trattativa farsa con mister Segafredo, il fallimento e le patetiche azioni di disturbo di Corvezzo hanno giocato un ruolo importante nell’assottigliare ulteriormente lo zoccolo duro biancoceleste. E della freddezza della città, a prescindere dalla categoria infima che ha scoraggiato anche i duri e puri, è inutile discutere, come dimostra l’esempio negativo di Treviso Basket (350 abbonamenti nonostante una società organizzata, economicamente attrezzata e con una squadra che lotterà per la promozione). Un piccolo ruolo sicuramente giocato l’iniziale disorganizzazione del nuovo Acd Treviso, solo in parte spiegabile con i problemi di insediamento al Tenni.

L'avversario: Stemma cornedo small.png Cornedo 

L’avversario di turno è un frequentatore assiduo della Promozione, categoria in cui milita da dodici stagioni consecutive alternandosi tra i gironi A e B. Dopo tanti campionati di medio-bassa classifica, caratterizzati da un paio di salvezza ai play-out, negli ultimi anni i gialloblu hanno raggiunti i migliori risultati della loro storia recente; il picco nel campionato 2010/2011, con il quarto posto e l’accesso ai play-off. Dopo l’ottimo settimo posto della scorsa stagione, la società nel mercato estivo è intervenuta massicciamente sul mercato ringiovanendo la rosa a disposizione di mister Omar Trevisan. Numerosi gli addii, altrettanti i nuovi arrivi: dal TrissinoValdagno (Serie D) è arrivato un trio di under: i difensori Frighetto e Fattori, e il centrocampista classe ’94 Tecchio. Tanti volti nuovi in attacco: dallo Schio l’attaccante classe ’88 Bellotto, il classe ’95 Bayaramai Ensihi dall’Union ArzignanoChiampo neopromosso in Eccellenza, mentre i più esperti John Kotej (’90) e Salo Impraim (’84) tornano in campo dopo un anno di inattività. La guida di questo gruppo ringiovanito spetterà ai pochi elementi di esperienza confermati durante il mercato estivo: il portiere classe ’87 Davide Pellizzari, il difensore Giuseppe Nardi (’86) e l’attaccante Guiotto (’88).

Finora il Cornedo ha rispettato le negative aspettative della vigilia, ottenendo risultati deludenti nei test precampionato, dove è stato sconfitto da squadre di categoria inferiore, e nelle partite ufficiali: nella Coppa Italia di categoria i gialloblu hanno perso entrambe le partite (3-0 a Malo, 1-2 in casa contro il Camisano); in campionato non è andata meglio, pareggiando 2-2 a Caldogno e cedendo 2-0 in casa con il Sarcedo.

La partita

Le pagelle di Treviso-Cornedo
Giocatore Il Gazzettino it logo.png
Bortolin s.v.
Pilotto 6
Ton 6,5
La Cagnina 6,5
Fonti 6
Balzan 6
Giuliato 6
Del Papa 6,5
Quell'Erba 7
Marangon 6
Di Prisco 6,5
Vio 6,5
Pillon 6
Dal Compare 7
Piovanelli

Il Treviso rispetta il pronostico e coglie il secondo successo di fila al Tenni battendo il malcapitato Cornedo, piegato dal neoacquisto Quell’Erba, Dal Compare e il classe ’96 Vio. I biancocelesti balzano in vetta e raggiungono il Mussolente, bloccato sul pari a Loreggia.

Il Treviso si presenta in campo con qualche novità. Piovanelli, a sorpresa, manda subito in campo un volto nuovo, Matteo Quell'Erba. Attaccante brevilineo classe ’89, Quell’Erba vanta una lunga esperienza in Serie D (Sacilese, Tamai e Savitese) ed Eccellenza (in passato con la Azzanese), dove lo scorso campionato si è diviso tra Città di Concordia e i friulani de la Maranese. Altro giocatore proveniente dalle categorie superiori, e subito si è visto la differenza in campo, dove manca il giovane metronomo Livotto (in panchina per un guaio fisico). Per il resto Piovanelli conferma la stessa formazione vista sette giorni prima, portano in panchina anche altri due neoacquisti: il centrocampista Marangon e il terzino Mensah. Dall’altra parte il Cornedo di mister Trevisan affida le proprie speranze nei piedi dell’ariete d’attacco Bellotto.

La formazione schierata dal Treviso: 1 Bortolin 2 Pilotto 5 Ton 6 La Cagnina 3 Fonti 8 Giuliato 4 Di Prisco 11 Del Papa 10 Dal Compare 7 Quell'Erba 9 Vio

Cronaca

Parte fortissimo il Treviso, con Dal Compare e Quell’Erba grandi protagonisti. Il primo crea scompiglio su entrambe le fasce e procura il primo brivido all’estremo difensore ospite Pellizzari; il secondo non è da meno, e al 9′ va vicino al gol del vantaggio: superato Povolo con un sombrero, l’ex Tamai si presenta nell’area piccola ma nel difendere palla viene abbattuto da un intervento scomposto di Riva. Il rigore sembra solare ma Fiorentini di Padova fa cenno di proseguire. Al 12′ colpo proibito di Agyei a La Cagnina, che stramazza a terra coprendosi il volto: ne l’arbitro ne l’assistente hanno visto nulla. Poco importa, perché il Treviso sembra avere il pieno controllo della partita, e in attacco Dal Compare crea scompiglio a destra e manca; al 16′ l’ex FavaroMarcon si presenta da solo di fronte a Pellizzari, ma la sua conclusione si spegne sull’esterno della rete. Dal Compare-Quell’Erba-Del Papa-Vio: il Treviso si affida alle veloci incursioni dei suoi furetti, il Cornedo risponde con le cattive, ma i ragazzi di Piovanelli non trovano il gol nemmeno da calcio piazzato. Al 23′ Dal Compare fugge sulla destra e serve Quell’Erba che fallisce il tap in vincente a pochi metri da Pellizzari. Un minuto dopo lo stesso Quell’Erba crossa al centro, la palla respinta dalla difesa finisce tra i piedi di Del Papa che al gol svirgola di poco a lato. Al 26′ altra deliziosa combinazione dei nostri: scambio Dal Compare-Quell’Erba, assist per Vio che solo davanti al portiere gonfia la rete: l’arbitro annulla tutto per un altro fuorigioco. Fallita l’ennesima palla gol, il Treviso sembra spegnersi, complice anche un vistoso arretramento difensivo degli ospiti. Davanti non si punge più, fino al 39′, quando Quell’Erba sfugge al controllo di Nardi, si accentra, salta come un birillo Nardi e con un destro chirurgico fulmina Pellizzari sul suo palo. Treviso meritatamente in vantaggio, e tutti ad abbracciare il neoarrivato, subito in gol.

Il secondo tempo si apre con il Treviso ancora in attacco: dopo due minuti Quell’Erba si libera al limite dell’area e dal fondo per poco non sorprende Pellizzari (palla sul fondo dopo aver scheggiato il palo esterno); due minuti dopo è il turno di Del Papa, che servito in area da Dal Compare e fa partire un diagonale neutralizzato in angolo da Pellizzari. Sugli sviluppi del corner per poco non si ripete lo schema vincente di una settimana fa: pennellata di Di Prisco, La Cagnina è sulla traiettoria ma viene anticipato da Nardi. Il forcing continua: al 6′ Del Papa serve Quell’Erba, che di sinistro impegna ancora Pellizzari in angolo (sugli sviluppi del corner La Cagnina reclama un altro rigore). All’11′ altra occasionissima: lungo traversone di Di Prisco in area, Del Papa di sponda serve Vio, il cui tiro mancino viene smorzato da Agrimani quel tanto che basta per permettere a Pellizzari di bloccare senza problemi. Il Treviso recrimina, ma il raddoppio è nell’aria: contropiede micidiale, Vio lancia verso la porta Dal Compare, che fulmina il portiere ospite e va a prendersi l’abbraccio della curva sud. Il Cornedo molla definitivamente e il Treviso ne approfitta: al 23′ Giuliato serve dalla distanza Quell’Erba, che di testa offre un assist perfetto al classe ’96 Vio, che trafigge il povero Pellizzari per la terza volta. Nei venti minuti che rimangono il Treviso si limita a controllare (Piovanelli manda in campo Pillon, Balzan e Marangon), ma nel finale sfiora il quarto gol sugli sviluppi del solito calcio d’angolo: Ton stacca imperioso e devia di testa, la palla attraversa l’area e, dopo aver sfiorato il palo e la testa dell’onnipresente La Cagnina, finisce fuori. Il Treviso porta a casa altri tre punti, e insieme all’Eurocalcio Cassola acciuffa in testa alla classifica il Mussolente, fermato sul 2-2 dal Loreggia.

Commento

Successo mai in discussione per il Treviso, che ha avuto vita fin troppo facile contro un Cornedo mai pericoloso. Nei biancocelesti grande debutto di Quell’Erba, che insieme a Dal Compare, Del Papa e Vio forma un quartetto di brevilinei dalle indubbie qualità tecniche. I tesseramenti di Ibrahim e, magari, del panzer sloveno Jani Sturm (che ha già cominciato ad allenarsi con la squadra) potrebbero regalare a Piovanelli anche due prime punte con cui puntare ambiziosi obiettivi.

Galleria

Riepilogo 3ª giornata

Risultati Classifica Prossimo turno
  • Azzurra Sandrigo-Cartigliano 3-1
  • Sarcedo-Campigo 3-1
  • Caldogno Rettorgole-Rossano 2-1
  • Eurocalcio-Nove Stefani 3-0
  • Godigese-Summania 2-0
  • Loreggia-Mussolente 2-2
  • Petra Malo-Ambrosiana Trebaseleghe 2-1
  • Treviso-Cornedo 3-0 (43′ Quell'Erba, 56′ Dal Compare, 78′ Vio)
  1. Treviso 7
  2. Mussolente 7
  3. Eurocalcio 7
  4. Petra Malo 6
  5. Sarcedo 6
  6. Godigese 6
  7. Cartigliano 4
  8. Cadogno Rettorgole 4
  9. Azzurra Sandrigo 3
  10. Loreggia 3
  11. Rossano 3
  12. Ambrosiana Trebaseleghe 3
  13. Summania 3
  14. Nove Stefani 3
  15. Campigo 1
  16. Cornedo 1
  • Nove Stefani-Azzurra Sandrigo
  • Ambrosiana Trebaseleghe-Eurocalcio
  • Campigo-Godigese
  • Cartigliano-Treviso
  • Cornedo-Loreggia
  • Mussolente-Caldogno Rettorgole
  • Rossano-Sarcedo
  • Summania-Petra Malo

Il punto

Il terzo turno del girone B della Promozione veneta regala quindi la vetta della classifica al Treviso, seppur in coabitazione con l’Eurocalcio Cassola e l’ex capolista in solitaria Mussolente, fermato a Loreggia sul 2-2. I biancorossi di Volpato si sono confermati una delle squadre più ostiche della categoria (tre pareggi su tre contro Treviso, Mussolente e Cartigliano, squadre che, analisi degli addetti lavori e classifica alla mano, potrebbero navigare nelle zone alte della classifica fino alla fine del campionato). Contro la capolista i padroni di casa sono andati sotto 2-0, rimontando nel secondo tempo nonostante l’inferiorità numerica. Sugli scudi bomber Stocco (capocannoniere del girone), che dopo l’errore contro il Treviso si riscatta e dagli undici metri regala un prezioso pari alla sua squadra. La terza regina del girone, l’Eurocalcio Cassola (altra squadra candidata a un ruolo da protagonista, nonostante i pezzi pregiati persi nel mercato estivo), abbatte con un rotondo 3-0 il favorito Nove (per ora deludente), che incassa un altro ko dopo quello di quattro giorni prima in Coppa contro il Summania. Tra i risultati più importanti spicca anche il primo successo successo del Caldogno Rettorgole, che dopo un primo tempo di sofferenza si sveglia nella ripresa e a 10′ dal termine trova il gol vittoria con un eurogol dai 30 metri di Alberto Paoli. Davvero un debutto da favola (con la squadra della sua città) per l’ex terzino sinistro del Treviso (per lui triplo salto dall’Eccellenza alla Lega Pro Prima divisione tra il 2010 e il 2012). Primo successo anche per l’Azzurra Sandrigo, che schiaccia 3-1 il Cartigliano (prossimo avversario del Treviso). Seconda vittoria per il Malo, che stende l’Ambrosiana Trebaseleghe con un gran gol del 39enne Clementi, e appaia al secondo posto in classifica, a quota 6 punti, il sorprendente Sarcedo (3-1 al Campigo, doppietta di Gelli) e la matricola ambiziosa Godigese, che liquida nel primo tempo il Summania con bomber Lazzaro e il capitano Marchesan; ottima prova anche dell’ultimo colpo di mercato, il centrocampista classe ’93 Martini (ex Montebelluna e Real Vicenza in Serie D). Un ottimo inizio di campionato per i biancoblu, che la scorsa settimana hanno strappato la qualificazione in coppa espugnando l’ostico campo del Loreggia imbattutto in campionato. Discorso diverso per la terza trevigiana del girone, il Campigo, ultimo in classifica in coabitazione con il Cornedo con un solo punto in classifica. I vicentini, sconfitti dal Treviso, stando al portale calciovicentino.it potrebbero andare incontro al primo cambio in panchina, con l’arrivo di Massimo Monfardini al posto di mister Trevisan, che rimarebbe nelle vesti di direttore sportivo.

Collegamenti esterni

Note


Riepilogo partite stagionali

A.C.D. Treviso - Partite 2013/14
Campionato di Promozione Veneto (girone B)

(1) Loreggia-Treviso • (2) Treviso-Caldogno Rettorgole • (3) Treviso-Cornedo • (4) Cartigliano-Treviso • (5) Treviso-Rossano • (6) Mussolente-Treviso • (7) Treviso-Summania • (8) Campigo-Treviso • (9) Treviso-Nove • (10) Ambrosiana Trebaseleghe-Treviso • (11) Treviso-Eurocalcio Cassola • (12) Sandrigo-Treviso • (13) Treviso-Petra Malo • (14) Sarcedo-Treviso • (15) Treviso-Godigese • (16) Treviso-Loreggia • (17) Caldogno Rettorgole-Treviso • (18) Cornedo-Treviso • (19) Treviso-Cartigliano • (20) Rossano-Treviso • (21) Treviso-Mussolente • (22) Summania-Treviso • (23) Treviso-Campigo • (24) Nove-Treviso • (25) Treviso-Ambrosiana Trebaseleghe • (26) Eurocalcio Cassola-Treviso • (27) Treviso-Sandrigo • (28) Petra Malo-Treviso • (29) Treviso-Sarcedo • (30) Godigese-Treviso

Play-off di Promozione Veneto (girone B)

Treviso-Eurocalcio CassolaGodigese-TrevisoTreviso-Benaco BardolinoPassarella-Treviso

Amichevoli

Suseganese-TrevisoTreviso-Union QuintoTreviso-FontaneTeam Biancorossi-TrevisoFossalta di Piave-TrevisoScorzè-TrevisoGazzera Olimpia Chirignago-TrevisoUnion Pro Mogliano Preganziol-TrevisoLiventina Gorghense/Juniores-Treviso

Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti