Treviso-Istrana (27 agosto 2014)

Da Forza Treviso Enciclopedia.
Treviso-Istrana 2-1
Competizione:
Coppa Italia Dilettanti Stagione: 2014/15
Giornata o turno:
Fase regionale - Girone eliminatorio A/R:
Luogo:Stadium.png
Stadio Omobono Tenni di Treviso
Data:Nuvola apps date.png
mercoledì 27 agosto 2014
Arbitro:Arbitro fischietto.png
Duzel.
Formazioni
Stemma treviso small.png Treviso :
(4-2-3-1)
Bortolin; G. Granati, Zamuner, Orfino, Pilotto; Campagnolo, Marangon; Hysa, Dal Compare, Conte; Mason. Entrati: Fraccaro, Vianello, Del Papa, Livotto. Allenatore: Tentoni.
Stemma istrana small.png Istrana :
(4-4-2)
Berti; Riello, Calcagnotto, Gallina, Furlanetto; Doria, Giuliato, M. Conte, Vedelago; Biundo, Bonetto. Entrati: Favaretto, Ardenghi, Franchetto, Volpato, Ndiaye. Allenatore: Marchetti.
Note
Gol:Icona Goal.png
pt 28′ Dal Compare; st 13′ Biundo, 48′ A. Conte.
Ammoniti:Yellow card.png
Pilotto e Gregorio Granati per il Treviso, Franchetto e Bonetto p per l’Istrana.
Espulsi:Red card.png
-
Angoli:Nuvola apps kmines.png
5-1 per il Treviso.
Recupero:Nuvola apps ktimer.png
1'+6'.
Spettatori:Nuvola apps kdmconfig.png
348, per un incasso di € 2.435.
Meteo:Nuvola apps kweather.png
Clima afoso, terreno in ottime condizioni.
Varie:Nuvola apps package editors.png

Treviso-Istrana è la 1ª giornata della Fase regionale - Girone eliminatorio della Coppa Italia Dilettanti 2014/15, giocata mercoledì 27 agosto 2014 alle ore 20.30.

Indice

Introduzione

Adesso si fa sul serio: l’ha fatto intendere chiaramente mister Tentoni nei giorni scorsi. E poco importa se il Treviso inizia la nuova stagione come l’aveva terminata, alle prese con tanti infortuni e squalifiche. Nell’ultima intervista prepartita, il tecnico romagnolo ha illustrato la situazione della rosa: «Siamo in 22 in rosa e tutti titolari per il mio concetto di calcio. Poi ogni volta devono esser fatte delle scelte in base a mille componenti. Ad esempio per questa sfida sono privo di Ton per squalifica, Tiberio Granati e Antonio Lazzari out per defezioni fisiche, Viteri ha un problema con il tesseramento e Cisse è indietro con la condizione ed è indisponibile e questo insieme di fattori è la dimostrazione che c’e sempre bisogno di tutti». Mai come ora, visto che oltre a Ton, capitano e pilastro difensivo, Tiberio Granati e Viteri (che lo scorso anno aveva dovuto aspettare addirittura il girone di ritorno per poter scendere in campo), mancherà anche il neoacquisto Cisse, che si è unito al gruppo solo ieri e non è in condizione. Insomma, sembra quasi un inizio in salita per il Treviso, che dovrà subito testare la propria forza di gruppo, concetto su cui ha sempre puntato molto il meticoloso Tentoni. Tra i tifosi c’è grande attesa per il debutto ufficiale, anche perché si tornerà a giocare un turno serale a tre anni da quel Treviso-Triestina di Coppa Italia Lega Pro vinto ai rigori dai biancocelesti di Diego Zanin. Per molti sarà anche l’occasione buona, arrivando un po’ in anticipo, di sottoscrivere l’abbonamento.

L'avversario: Stemma istrana small.png Istrana 

Primo avversario, primo derby trevigiano. Ma soprattutto prima sfida, assolutamente inedita, con gli “avieri” gialloblu di Istrana. La società retta dal presidente Fabio Marconato è giunta alla sua quarta partecipazione consecutiva al campionato di Eccellenza. Dopo il buon debutto da matricola (una tranquilla salvezza sigillata con un 7° posto finale), nel campionato 2012/2013 gli avieri hanno ottenuto un ottimo 3° posto (miglior risultato di sempre), dietro le imprendibili Vittorio Veneto e Union Ripa La Fenadora. Talmente imprendibili che i dieci punti di distacco dai bellunesi hanno impedito all’Istrana di Marco Fabbian di partecipare ai play-off per cullare il sogno Serie D. L’ultimo campionato ha rappresentato un brusco risveglio: con in panchina l’ex bandiera Dino Tonin (per tre anni vice di Fabbian, dimessosi per accasarsi al Giorgione), il terzo posto è diventato terz’ultimo, con conseguenti play-out. In mezzo il doloroso addio a Tonin, sostituito da Enrico Franco. Nella sfida dentro o fuori con il Portomansuè, l’Istrana ha ribalta il fattore campo e mantiene la categoria.

Scampato il pericolo, in estate la dirigenza ha preferito mantenere lo zoccolo duro della squadra, ingaggiando Marco Marchetti, ex mister di Valdosport, Feltrese, Ardita Moriago e Union Quinto, come nuovo allenatore. Tra i confermati anche i due “vecchietti” Riccardo Bonetto (’79) e Paolo Ardenghi (’76), due ex professionisti dal curriculum importante. Il primo, centrocampista nativo di Asolo, ha giocato in Serie A e B con le maglie di Lazio, Empoli, Ascoli e Livorno; impiegato come attaccante, nell’ultimo campionato è stato il miglior realizzatore con 7 reti. Ardenghi, invece, è un ex Treviso che proprio nella Marca ha raggiunto l’apice della sua carriera... e della sua vita. Infatti con la maglia biancoceleste ha vissuto due stagioni in Serie B (nel biennio 1997-1999, poi tanta serie C con le maglie di Modena, Valenzana, Thiene e Sassuolo), ma ha anche conosciuto la moglie Francesca, originaria proprio di Istrana. E dopo le esperienze con Opitergina e Cordignano ecco l’Istrana, che con il centrale difensivo bergamasco conquista la prima, storica promozione in Eccellenza. Tra i pochi volti nuovi, oltre ai “promossi” dalla juniores, il difensore Diego Calcagnotto (’93, dal Ponzano) e gli attaccanti Nicola Franchetto (’90, dall’Union Quinto) e Leonardo Vedelago (’96). Qualche settimana fa è stato messo a segno un colpo importante anche a centrocampo con l’arrivo di un altro ex Treviso, il classe ’79 Marco Giuliato, che la maglia biancoceleste l’ha indossata fino a pochi mesi fa. Con questa rosa, composta da un giusto mix di “senatori” e giovani, la società punta a evitare i patemi dello scorso campionato conquistando una tranquilla salvezza.

La partita

Al debutto ufficiale, il Treviso vince ma non offre una prestazione degna di nota. Un piccolo passo indietro rispetto alle ultime due amichevole giocate (contro il Montebelluna e a Dolo): la squadra è sembrata più lenta nella manovra e soprattutto poco incisiva dalla trequarti in su. Certo, il Treviso ha vinto e questo ai ragazzi va riconosciuto: molto bene negli ultimi 10 minuti, quando la squadra si è buttata avanti per cercare di portare a casa i 3 punti. In particolare Gregorio Granati, Mason, Vianello e Conte si sono dannati l’anima per realizzare il gol della vittoria, che alla fine è arrivato in mischia con Conte che durante la partita ci aveva provato ripetutamente ma con scarsi risultati. Unica variazione rispetto alle previsioni della vigilia sull’11 biancoceleste l’inserimento di Pilotto sull’out di destra basso, con Granati dirottato al centro in coppia con Orfino e Zamuner sull’out di sinistra.

Il primo tempo è davvero soporifero e, a parte i primi 5 minuti con il Treviso che ha spinto molto, si va avanti a fiammate, come quella che porta in vantaggio i biancocelesti al 27′: bellissimo fraseggio sulla sinistra con Conte e Mason, la palla perviene a Dal Compare che prima salta un uomo, poi dal limite lascia partire un bolide di destro che si insacca sotto il 7 della porta difesa da Berti per il vantaggio del Treviso.

Nel secondo tempo il livello di gioco si alza, e il Treviso ha un paio di occasioni per raddoppiare, ma i tiri di Dal Compare e Conte sono fuori dallo specchio. L’Istrana quindi perviene al pareggio con Biundo al 58′, bravo a sfruttare una dormita sesquipedale della linea difensiva biancoceleste e a trafiggere Bortolin in uscita. Sembra profilarsi un pareggio, anche perché il Treviso sembra veramente sulle gambe. I biancocelesti hanno però una reazione di orgoglio e come già detto gli ultimi 10 minuti sono un forcing continuo che porta al pareggio: al 92′ cross del neo-entrato Del Papa da destra, Fraccaro fa la sponda di testa, un difensore dell’Istrana non riesce a liberare e Conte è più lesto di tutti a buttare la palla in fondo al sacco. Grande esultanza sulle reti della Curva Di Maio, e la partita finisce praticamente qua.

Il Treviso stasera ha trovato di fronte una squadra tosta, che già conosce la categoria, e ha faticato non poco nonostante il suo tasso tecnico fosse maggiore. Quello che resta, ma lo avevamo già notato in sede di precampionato, è la gran voglia dei ragazzi di mister Tentoni di portare a casa l’intera posta in palio. Non è poco. In attesa di un gioco migliore.

Galleria

Riepilogo 1ª giornata

GIRONE G
Risultati Classifica Prossimo turno
  • Treviso-Istrana 2-1: Dal Compare e Conte (T); Biundo (I)
  • Nervesa-Union Quinto 4-0: Haruna, Zanatta 3
  1. Nervesa 3
  2. Treviso 3
  3. Istrana 0
  4. Union Quinto 0

Collegamenti esterni

Note


Riepilogo partite stagionali

A.C.D. Treviso - Partite 2014/15
Campionato di Eccellenza Veneto (girone B)

(1) Feltreseprealpi-Treviso • (2) Treviso-Istrana • (3) Laguna Venezia 2011-Treviso • (4) Treviso-Mestrina • (5) Vittorio Falmec-Treviso • (6) Treviso-Liapiave • (7) Passarella-Treviso • (8) Treviso-Nervesa • (9) Union San Giorgio Sedico-Treviso • (10) Treviso-Opitergina • (11) Union Quinto-Treviso • (12) Treviso-Liventina Gorghense • (13) Vigontina-Treviso • (14) Treviso-Calvi Noale • (15) Union QDP-Treviso • (16) Treviso-Feltreseprealpi • (17) Istrana-Treviso • (18) Treviso-Laguna Venezia 2011 • (19) Mestrina-Treviso • (20) Treviso-Vittorio Falmec • (21) Liapiave-Treviso • (22) Treviso-Passarella • (23) Nervesa-Treviso • (24) Treviso-Union San Giorgio Sedico • (25) Opitergina-Treviso • (26) Treviso-Union Quinto • (27) Liventina Gorghense-Treviso • (28) Treviso-Vigontina • (29) Calvi Noale-Treviso • (30) Treviso-Union QDP

Coppa Italia Dilettanti

Treviso-IstranaNervesa-TrevisoTreviso-Union QuintoVittorio Falmec-TrevisoCampodarsego-TrevisoTreviso-Campodarsego

Amichevoli

Treviso-ClodienseTreviso-AbanoBologna/Primavera-TrevisoTreviso-MontebellunaDolo 1909-TrevisoCodognè-TrevisoGorghense-TrevisoTreviso-ConeglianoTreviso-San Michele SalsaUnion Pro Mogliano Preganziol-Treviso

Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti