Treviso-Kras Repen (6 marzo 2011)

Da Forza Treviso Enciclopedia.
Treviso-Kras Repen 5-1
Competizione:
Campionato di Serie D (girone C) Stagione: 2010/11
Giornata o turno:
26ª giornata A/R: Andata
Luogo:Stadium.png
Treviso
Data:Nuvola apps date.png
domenica 6 marzo 2011
Arbitro:Arbitro fischietto.png
Martinelli di Roma (Lanzoni di Imola e Dalla Tomasina di Parma).
Formazioni
Stemma treviso small.png Treviso :
Sartorello, Granati, Paoli, Ferronato, Biagini, Visintin, Brunetti, Spinosa, Ferretti (75′ Bidogia), Bandiera (61′ Salgher), Perna (46′ De Lorentiis). A disposizione: De Miglio, De Bortoli, Pellegrino, Baldares. Allenatore: Zanin.
Stemma krasrepen small.png Kras Repen :
Dovier, Bucovaz, Bertocchi, Cipracca (46′ Dragosavljevic), Bagon, Carli, Menichini (46′ Sain), Bozic, Knezevic, Tomizza, Venturini (71′ Di Tora). A disposizione: Contento, Latin, Giacomi, Damato.
Note
Gol:Icona Goal.png
8′ Perna (T), 15′ Ferretti(T), 22′ Perna (T), 24′ Ferretti (T), 27′ Venturini (K), 32′ Ferretti (T).
Ammoniti:Yellow card.png
Espulsi:Red card.png
Angoli:Nuvola apps kmines.png
Recupero:Nuvola apps ktimer.png
Spettatori:Nuvola apps kdmconfig.png
855.
Meteo:Nuvola apps kweather.png
Giornata soleggiata, terreno in ottime condizioni.
Varie:Nuvola apps package editors.png

Treviso-Kras Repen è la 26ª giornata (9ª giornata del girone di ritorno) del Campionato di Serie D (girone C) 2010/11, giocata domenica 6 marzo 2011 alle ore 14.30.

Indice

Introduzione

L'avversario: Stemma krasrepen small.png Kras Repen 

Smaltita la sbornia per l’impresa di San Donà, il Treviso dopo tre settimane torna al Tenni per ospitare la matricola Kras Repen, squadra che dopo un inizio incoraggiante si è definitivamente stabilita nelle zone basse della graduatoria. La gara d’andata rappresenta una trasferta incredibile per i tifosi ma soprattutto per i giocatori, per gran parte della partita ingabbiati nella tenaglia dei padroni di casa, abili a sfruttare i vantaggi forniti dal minuscolo campo sportivo disperso tra le aspre colline del Carso. Nel primo tempo i biancocelesti avevano sofferto il pressing asfissiante degli avversari, creando comunque un paio di occasioni, oltre al gol annullato a Perna per un presunto fuorigioco. Nella ripresa non cambia molto, il Treviso va ancora vicino al gol anche con Torromino, che da posizione defilata scheggia la traversa. La partita sembra destinata a spegnersi sul pari, ma a sette minuti dalla fine un guizzo di Perna regala la vittoria ai biancocelesti, nonostante un finale thriller che li vede in completa balia degli avversari, fermati dalla difesa ospite e da un grande intervento di Sartorello. In quella fredda e piovosa domenica di fine ottobre sulla panchina del Kras aveva debuttato il tecnico della Juniores Marino Kragelj, subentrato al posto dell’esonerato Musolino, protagonista della scalata dalla Seconda Categoria alla Serie D. Tuttavia i risultati in questi mesi non sono migliorati, anzi, il Kras è precipitato ulteriormente nella zona playout, e l’avventura di Kragelj non è durata nemmeno un girone. Infatti il mister, in rotta con lo spogliatoio, ha rassegnato le dimissioni dopo il k.o. in casa del San Paolo Padova. Al suo posto, la società ha trovato l’accordo con un mister dall’illustre passato. Davide Pellegrini da giocatore ha militato con Pisa, Fiorentina, Verona e Varese, la squadra della sua città, mentre da allenatore ha debuttato proprio a Verona, in C1, nel 2007, e lo scorso hanno ha vissuto un’esperienza a Monopoli, in Seconda Divisione. Un paio di settimane fa l’accordo con il Kras Repen. Il debutto non è stato dei migliori, una netta e meritata sconfitta interna nel derby con il Tamai terzo in classifica. Dal canto suo il presidente Gorac Kocman ha annunciato possibili possibili acquisti e cessioni, e poco prima del cambio in panchina il primo rinforzo è stato il difensore classe 1984 Di Tora. Per lui un passato in A con l’Ancona, poi alcune esperienza in categorie inferiori con Vis Pesaro e Gubbio, mentre in questo primo scorcio di stagione aveva giocato a Rimini.

Situazione interna

Per il Treviso un impegno sulla carta facile, ma da non sottovalutare. I biancocelesti sono usciti vincenti anche dalla proibitiva trasferta di San Donà di Piave, strappango i tre punti grazie a una prova estremamente cinica, che non avrebbe avuto un esito positivo se non fosse stato per Massimo Perna, autore di una strepitosa tripletta. Un “hattrick” fondamentale per un Treviso poco brillante, che per lunghi tratti del match ha subito le sfuriate offensive di un SandonàJesolo ben messo in campo nonostante l’assenza dei convocati a Viareggio. Il Treviso per la seconda volta in questo campionato ha subito due gol, il primo dopo un rigore dubbio, eppure la difesa è stata sicuramente il reparto migliore, con Visintin e Paoli sugli scudi, Brunetti e Cernuto più sofferenti del solito ma autori comunque di una buona prova. A centrocampo giornata da dimenticare per capitan Ferronato, che più di tutti sembra aver patito le due settimane di pausa, ma siamo certi che già da domani ritroverà lo smalto perduto. Proprio in difesa Zanin potrebbe avere qualche problema visto l’infortunio patito in settimana da Cernuto, fino a questo momento l’unico giocatore ad essere sempre sceso in campo. Per il giovane scuola Reggina probabile un turno di riposo, al suo posto dovrebbe ritrovare un posto da titolare Granati. Per il resto pochi dubbi sulla formazione tipo che scenderà in campo al Tenni.

Renzo Corvezzo insieme a Fabrizio Morona di Banca Treviso

Una cosa è certa, la vittoria è d’obbligo se si vuole continuare a sognare la promozione in Seconda Divisione. Il VeneziaMestre non molla, anche gli arancioneroverdi sanno vincere senza brillare, e col San Paolo il successo è arrivato anche grazie a un rocambolesco gol di mano. La strada è ancora lunga, ma in attesa che il campo emetta i propri verdetti il presidente Corvezzo sta continuando a gettare le basi del suo progetto. Ieri l’imprenditore di Cessalto, insieme al segretario Casagrande e alcuni giocatori (i quattro moschettieri dell’attacco biancoceleste più il difensore Biagini), si è recato nella sede cittadina di Banca Treviso per ufficializzare un accordo di collaborazione con l’istituto di credito che con la società di via Ugo Foscolo condivide i colori biancocelesti. Presenti anche il prosindaco Giancarlo Gentilini e i rappresentanti di Banca Treviso. Dopo alcuni interventi dei protagonisti Corvezzo ha consegnato a Fabrizio Morona (nella foto a destra), presidente dell’istituto, un abbonamento per seguire le partite casalinghe del Treviso calcio. In precedenza, invece, sono stati spiegati i punti fondamentali della speciale convenzione “biancoceleste” stretta dalla società con Banca Treviso. Aprendo un conto corrente personale e con un canone mensile di un euro i tifosi potranno beneficiare di alcuni vantaggi: spese di invio gratuite; commissioni di prelievo gratuite in tutti gli istituti; l’internet banking; la carta di credito Mastercard; le spese di tenuta conto e le operazioni di sportello e una card personalizzata con stemma e colori sociali del Treviso F.b.c. 1909. Forse non si tratterà (ancora) di un’entrata in società da parte di Banca Treviso, anche se in prospettiva futura la collaborazione con Corvezzo potrebbe avere risvolti più significativi.

La partita

Facile vittoria per il Treviso contro un Kras Repen mai in partita. Biancocelesti subito in vantaggio con Perna. Nel giro di un quarto d’ora Ferretti raddoppia, Perna realizza il rigore guadagnato da Paoli, e Ferretti imita il compagno di squadra segnando una doppietta personale. Il Kras approfitta del momentaneo rilassamento dei biancocelesti per segnare il gol della bandiera con Venturini, ma poco dopo Ferretti chiude i conti con un pokerissimo realizzando la sua prima tripletta personale. Ma veniamo alla cronaca. Problemi per Zanin che oltre a Cernuto deve fare a meno all’ultimo momento anche di Torromino, vittima di una brutta botta al ginocchio nell’ultima seduta di allenamento. Al suo posto sulla trequarti il mister piazza Spinosa, mentre la maglia numero 10 va a Bandiera. In difesa, dunque, ancora Paoli (uno dei migliori a San Donà) terzino sinistro, Granati a destra mentre Brunetti scala a centrocampo per sopperire allo spostamento di Spinosa dietro le punte Ferretti e Perna.

Cronaca

Le pagelle di Treviso-Kras Repen
Il Gazzettino it logo.png Tribuna di treviso logo.png
Sartorello s.v. 6
Granati 6 6,5
Paoli 7 7
Ferronato 6 5,5
Biagini 6,5 5,5
Visintin 6,5 6
Brunetti 6 6
Spinosa 6,5 6,5
Ferretti 7 7,5
Bidogia s.v. s.v.
Bandiera 6,5 7
Salgher 6 s.v.
Perna 7 7,5
De Lorentiis 6 5,5

E' proprio l’eroe di sette giorni fa a rendersi subito protagonista contro un Kras Repen sempre più in crisi di risultati nonostante il secondo cambio di allenatore: al 3′ Paoli, oggi ispiratissimo, offre il primo di tanti assist al bomber campano, ma l’assistente dell’arbitro alza la bandierina. Il Treviso, grazie anche a un manto erboso in ottime condizioni, sembra essere tornato quello del girone di andata, e all’8′ minuto il giustiziere del SandonàJesolo sblocca il risultato: dalla destra Bandiera fa partire un assist pregevole, Perna parte sul filo del fuorigioco e dopo essere penetrato in area fa partire un diagonale mancino che fulmina Dovier. Il Kras, venuto al Tenni per strappare un punto, sbanda clamorosamente. Al 15′ contropiede del Treviso orchestrato da Perna, che a centrocampo libera Ferretti sulla destra, il bomber toscano è velocissimo, s’invola verso la porta e tira. La palla colpisce la parte bassa della traversa e poi si insacca. 2-0 e ospiti sempre più in affanno. Al 18′ altra occasione per Perna: punizione dalla sinistra battuta da capitan Ferronato, la palla attraversa tutta l’area e arriva a Perna,defilato sulla destra, ma il suo tiro finisce fuori. Poco importa, perché dopo quattro minuti uno scatenato Paoli se va in area di rigore e viene atterrato irregolarmente. Sul dischetto va Perna che sigla un’altra doppietta personale. Il Treviso può controllare la partita, ma il Kras è talmente intontito che non riesce a reagire. Anzi, lascia ancora più spazio a Ferretti che al 24′ sfrutta il perfetto assist di Visintin segnando il poker con un delizioso pallonetto. Partita virtualmente finita, anche se al 27′ una compassata retroguardia biancoceleste si fa sorprendere: bomber Knezevic con un bel assist imbecca Venturini che solo davanti a Sartorello segna il gol della bandiera con un pallonetto. Ma è un gol inutile, anche perché cinque minuti dopo Ferretti segna il suo primo “hattrick” personale: entra in area dalla sinistra sfruttando un assist di Brunetti, stende Dovier con una finta e da posizione defilata insacca. Ora sì che la partita può considerarsi finita, anche se il bomber dei triestini Knezevic prova ad imitare il veneziano Mazzeo segnando con la mano, ma l’intervento è troppo clamoroso per non essere visto e l’arbitro annulla sventolandogli un giallo.

Nella ripresa Perna rimane precauzionalmente negli spogliatoi, e Zanin getta nella mischia De Lorentiis. Il Kras si fa timidamente vedere in avanti con Knezevic, ma il suo colpo di testa è troppo debole e centrale per impensierire Sartorello. Il Treviso si rifà vedere in avanti. Ferretti al 5′ si guadagna una punizione sulla trequarti campo, Ferronato prova lo schema per Ferretti che si avventa sul pallone, ma il gigante Carli lo ferma in modo duro ma regolare, con Ferretti che chiede inutilmente il rigore. Sugli sviluppi del successivo calcio d’angolo Ferronato rimette in mezzo ma il colpo di testa di De Lorentiis finisce alto. Due minuti dopo Bandiera vola sulla sinistra e prima che la palla esca riesce a metterla al centro, Ferretti si avventa ma il portiere Dovier lo anticipa di un soffio. Al 23′ Spinosa libera il neoentrato Salgher sulla sinistra, il centrocampista ex Tamai la mette in mezzo all’area dove Ferretti e De Lorentiis sono liberi di colpire, ma l’arbitro fischia l’offside del panzer varesotto prima ancora che la palla sia giunta dalle sue parti. E’ ormai una partita soporifera e priva di emozioni, così al 25′ ci prova Sartorello a complicare le cose con un’uscita scellerata che consegna la palla a Venturini, il cui pallonetto questa volta finisce sul fondo. Nel finale due occasioni per i biancocelesti: nella prima Spinosa imbecca Bidogia che si fa anticipare per un soffio da Dovier; nella seconda un traversone dalla destra attraversa tutta l’area, Salgher è solo ma l’arbitro non si accorge di essere “inseguito” dalla palla e la intercetta rovinando una delle poche azioni degne di nota di un secondo tempo che poco poteva dare a una partita chiusa nel giro di una mezz’ora dalla coppia terribile Ferretti-Perna.

Commento

Tutto troppo facile, ma d’altronde dopo tante partite sofferte non ci si può lamentare per una pratica chiusa in pochi minuti. Anche perché il prossimo impegno mette i brividi solo a leggere il nome dell’avversario, quel San Paolo Padova capace di battere già due volte il Treviso. Quella dello stadio Plebiscito di Padova è una trasferta proibitiva, ma questo Treviso ha dimostrato di poter vincere in qualunque campo, senza dimenticare che in entrambe le gare (quella di Coppa Italia giocata nel neutro di Rovigo e quella del Tenni, unica sconfitta casalinga dei biancocelesti) il Treviso era stato condizionato da assenza importanti. Sarà dunque fondamentale recuperare i due infortunati, consapevoli che per mantenere la testa della classifica sarà obbligatoria un’altra impresa esterna visto l’apparentemente facile impegno casalingo dell’Unione Venezia contro un’Opitergina in crisi di risultati.

Galleria

Collegamenti esterni

Note


Riepilogo partite stagionali

Treviso Foot-ball Club 1993 - Partite 2010/11
Campionato di Serie D (girone C)

(1) Sanvitese-Treviso • (2) Treviso-Montecchio Maggiore • (3) Belluno-Treviso • (4) Treviso-Montebelluna • (5) Rovigo-Treviso • (6) Treviso-Este • (7) Pordenone-Treviso • (8) Treviso-SandonàJesolo • (9) Kras Repen-Treviso • (10) Treviso-San Paolo Padova • (11) Torviscosa-Treviso • (12) Treviso-Unione Venezia • (13) Opitergina-Treviso • (14) Union Quinto-Treviso • (15) Treviso-Tamai • (16) Chioggia Sottomarina-Treviso • (17) Treviso-Città di Concordia • (18) Treviso-Sanvitese • (19) Montecchio Maggiore-Treviso • (20) Treviso-Belluno • (21) Montebelluna-Treviso • (22) Treviso-Rovigo • (23) Este-Treviso • (24) Treviso-Pordenone • (25) SandonàJesolo-Treviso • (26) Treviso-Kras Repen • (27) San Paolo Padova-Treviso • (28) Treviso-Torviscosa • (29) Unione Venezia-Treviso • (30) Treviso-Opitergina • (31) Treviso-Union Quinto • (32) Tamai-Treviso • (33) Treviso-Chioggia Sottomarina • (34) Città di Concordia-Treviso

Poule Scudetto di Serie D

Treviso-CuneoMantova-Treviso

Coppa Italia di Serie D

Trento-TrevisoSan Paolo Padova-Treviso

Amichevoli

Treviso-CareniPieviginaTreviso/A-Treviso/BVicenza/Primavera-TrevisoGiorgione-TrevisoUnion Sandonatese-TrevisoTreviso-PonzanoScorzè-Treviso

Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti