Treviso-Perugia (13 maggio 2012)

Da Forza Treviso Enciclopedia.
Treviso-Perugia 1-2
Competizione:
Supercoppa di Seconda Divisione Stagione: 2011/12
Giornata o turno:
andata A/R: Ritorno
Luogo:Stadium.png
Stadio Omobono Tenni di Treviso
Data:Nuvola apps date.png
domenica 13 maggio 2012
Arbitro:Arbitro fischietto.png
Marini di Roma.
Formazioni
Stemma treviso small.png Treviso :
(4-3-3)
Sartorello; Brunetti, Cernuto, Biagini, Beccia; Giorico (36’ st Pacini), Malacarne, Spinosa; Perna (35’ st Reginato), Cherillo (8’ st Panarelli), Madiotto. A disposizione: Zattin, Granati, Marzolla, Torromino. Allenatore: Zanin.
Stemma perugia small.png Perugia :
(4-2-3-1)
Giordano; Pupeschi, Cacioli, A. Russo, Zanchi; Benedetti, Borgese (27’ st Carloto); Moscati, Ferri Marini, Padovani (8’ st Tozzi Borsoi); Balistreri (35’ st Luchini). A disposizione: Despucches, Borghetti, Moneti, Proietti. Allenatore: Battistini.
Note
Gol:Icona Goal.png
3’ st Ferri Marini, 42’ st Reginato, 49’ st (rig.) Tozzi Borsoi.
Ammoniti:Yellow card.png
Padovani, Cacioli, Russo; Perna, Panarelli e Giorico.
Espulsi:Red card.png
49’ st Biagini per fallo da ultimo uomo.
Angoli:Nuvola apps kmines.png
5-3 per il Perugia.
Recupero:Nuvola apps ktimer.png
0'+4'.
Spettatori:Nuvola apps kdmconfig.png
580, per un incasso di 5.835 euro.
Meteo:Nuvola apps kweather.png
Giornata nuvolosa e fresca.
Varie:Nuvola apps package editors.png

Treviso-Perugia è l'andata della Supercoppa di Seconda Divisione 2011/12, giocata domenica 13 maggio 2012.

Indice

Introduzione

Sfida dal sapore antico quella di domenica al Tenni, dove ritorna il Perugia dopo 7 anni di assenza.

L'avversario: Stemma perugia small.png Perugia 

Treviso-Perugia non è una sfida qualunque. Nel 98, i biancocelesti fecero ritorno nel Tenni ristrutturato proprio contro i grifoni, battendoli per 2-1. Nel 2004/05, anno della storica promozione in A, il Treviso trovò il Perugia sia in campionato (vittoria per 1-0 con gol di Barreto), sia nei play-off, perdendo sia nell'andata al Tenni (0-1) che nel ritorno a Perugia (2-0); ad andare in Serie A fu invece proprio il Treviso, che approfittò del fallimento proprio del Perugia, e del Torino. Proprio riguardo la società umbra, è curioso notare che il Perugia sia fallito per due volte nell'ultimo decennio, la prima appunto nel 2005 in B (ma i biancorossi usufruirono del Lodo Petrucci, ripartendo dalla C1), e la seconda nel 2010, che segnò il ritorno nei dilettanti dopo 51 anni. Il Perugia è una delle società storiche del calcio Italiano, avendo disputato ben 13 stagioni in massima serie, disputando in europa due coppe Uefa e vincendo una coppa Intertoto nel 2003; il fatto che sia ritornata in soli due anni in terza serie non può che essere una buona notizia per tutto il movimento, che in questo periodo ha perso parecchie squadre professionistiche importanti (basti pensare al Messina, alla Salernitana, all'Arezzo e all'Ancona); il Presidente della società è Gianni Moneti, che ha preso il posto a gennaio di Roberto Damaschi, imprenditore nel campo petrolifero che aveva fondato la nuova società nel 2010. In questa stagione, il Perugia ha bissato il successo dell'anno scorso in serie D (dove ha vinto anche la Coppa Italia di Serie D, battendo in finale la Turris per 1-0, e arrivando in finale scudetto Dilettanti, dove ha perso, proprio al Tenni, ai rigori, contro il Cuneo). L'allenatore, Pierfrancesco Battistini, solitamente adotta il 4-4-2 come schema: in porta c'è Giordano (classe 1991, ex Primavera del Lecce), mentre al centro della difesa ci saranno Cacioli (1982, ex Montevarchi, Bellaria e Fano in C2, Sansepolcro e Fano in D, al Perugia 46 presenze e 4 gol in 2 anni) e Russo (1987, ex Primavera del Siena, Porto Torres e Massese in C1, Colligiana e Vico Equense in C2, Todi in D); i due esterni bassi sono Pupeschi (1991, ex Primavera dell'Empoli, 58 presenze in 2 anni a Perugia) e Zanchi (1991, 55 presenze a Perugia in 2 anni); a centrocampo sulle fasce agiranno Margarita (1985, ex Val Di Sangro in D, Teramo tra C1 e C2, Lanciano in C1, Nocerina in C2, Andria in C1 e Giulianova in C2, dove l'anno scorso ha segnato 14 gol in 28 partite) e Moscati (1992, ex Livorno tra Primavera e serie B), con al centro Borgese (1985, ex Primavera del Vicenza, Ancona tra C2 e C1, Monza, Sassuolo e Foligno in C1, 59 presenze e 1 gol a Perugia negli ultimi 2 anni) e Benedetti (1990, ex Orvietana in D, 58 presenze e 6 gol a Perugia in due anni); in attacco, assente il bomber Clemente (23 gol quest'anno), ci saranno Balistreri (1986, ex Palermo in A, Pisa, Cremonese, Ternana in C1, Melfi, Gela, Castelnuovo, Monopoli, Campobasso in C2) e Tozzi Borsoi (1979, ex Montevarchi e Pro Vercelli in C2, Savona in D, Porto Torres e soprattutto Ternana in C1, dove in 5 stagioni ha disputato 133 presenze e realizzato 42 gol).

Situazione interna

Siamo tornati alle solite: non si fa a tempo di goderci una promozione mitica, assolutamente imprevedibile, conquistata all'ultimo secondo dell'ultima partita, che già ritornano le nubi di una situazione societaria da tempo per niente chiara. L'impressione, comunque, e che a fine maggio si stringerà il cerchio, nel bene o nel male. Vogliamo però prenderci altre due domeniche di riposo per le nostre menti, che devono essere assolutamente sgombre per rendere merito a uno splendido manipolo di giocatori che, al pari della squadra di Pillon 1994-96, hanno scritto una delle pagine più belle e gloriose in 103 anni di Treviso FBC. Vista la scelta infelice della Lega di mettere i biglietti dello stadio a prezzi esorbitanti, considerato sia che la partita di domani conta poco meno di una gara di campionato, sia che è prevista pioggia, è logico pensare che allo stadio ci sia veramente poca gente. Peccato, sarebbe stata un'occasione per rendere tributo a questa squadra, senza pensare al futuro. Il Treviso, è bene precisarlo, ha appena vinto il suo 8° campionato della sua storia; come coppe invece siamo fermi da una decina di anni a quota 2: la Coppa Italia Dilettanti (all'epoca corrispondente all'attuale Coppa Italia di Serie D) vinta nel 1992/93, e la Supercoppa di C1 vinta nel 2002/03. Domani saranno parecchi gli assenti: Maracchi squalificato, Bandiera indisponibile per motivi di famiglia, Di Girolamo e Gallon lungodegenti, Ferretti e Torromini acciaccati partiranno dalla panchina: davanti a Campironi, in difesa ci saranno Cernuto e Beccia sulla destra, Biagini e Visintin centrali; a centrocampo Giorico sarà il regista, con Spinosa e Malacarne sugli interni; in attacco, probabile Madiotto trequartista, con Perna e Cherillo coppia d'attacco.

La partita

Un Treviso largamente rimaneggiato perde in casa l'andata della Supercoppa di C2 per 1-2 e molto probabilmente compromette le sue possibilità di portare a casa il trofeo.

Al Tenni si sono visti chiaramente due modi diversi di vivere questa Supercoppa di C2: quello del Treviso, con un numero di indisponibili da record storico (9+2, ovvero Campironi, Visintin, Di Girolamo, Paoli, Maracchi, Bandiera, Stentardo, Ferretti e Gallon, più Torromino e Panarelli solo in panchina, il primo solo per onor di causa), insieme al menefreghismo dei suoi tifosi verso questa appendice al campionato (solo in coppa Italia contro il Carpi, di mercoledì pomeriggio, c'erano meno persone...), i quali (giustamente) si sono più concentrati più sulla situazione societaria (vedi l'eloquente striscione nella foto) che sulla partita stessa; e quello del Perugia, che a parte il suo bomber Clemente, ha schierato la miglior formazione possibile, ovvero la squadra-tipo che ha vinto il girone B di C2, e seguito da almeno un centinaio di tifosi, decisamente volenterosi di vincere la coppa.

Cronaca

Nel primo tempo le occasioni sono maggiormente di marca perugina, con il Treviso che si fa vedere solo alla mezz'ora con un tiro sbilenco di Perna da 25 metri; per il resto, nonostante la partita sia come gioco equilibrata, il Treviso paga l'assenza in attacco di giocatori come Torromino, Ferretti e Maracchi, capaci di creare dal nulla delle situazioni da gol. Al 3' Balistreri ruba palla, arriva alla conclusione ma Sartorello para in due tempi. Al 18' angolo per il Perugia, la palla finisce sulla testa di Cacioli che però non colpisce bene, e così la difesa biancoceleste libera; al 25' nuovo tiro di Balistreri, con Sartorello che devia in angolo: al 35 l'occasionissima: bella palla di Moscati per Padovani, che tira in diagonale rasoterra dal limite dell'area; Sartorello, in uscita, devia quanto basta il pallone, che lentamente finisce contro il palo, con Cernuto che successivamente spazza in rimessa laterale.

Il rigore realizzato dai grifoni a fine secondo tempo

Il secondo tempo inizia subito con le proteste da parte del Treviso per un atterramento in area di Perna, con l'arbitro che però lascia correre. Un minuto dopo il Perugia passa in vantaggio: cross per la testa di Ferri Marini, che abbastanza indisturbato trafigge Sartorello. Il Treviso come sempre reagisce, anche se la mira oggi non è delle migliori: ci prova prima Perna, che da ottima posizione spedisce alto, poi Malacarne, che tira a botta sicura dalla sinistra, ma la sfera viene devita in angolo da un difensore perugino. Al 78' Benedetti si trova in area, ma da ottima posizione si mangia un gol fatto sparando a lato; all'88' il Treviso perviene al pareggio: Cernuto vince un rimpallo ed entra in area dalla destra, concludendo in porta per due volte, ma in entrambi i tiri è bravo Giordano a respingere: sulla seconda respinta però il neo-entrato Reginato, attaccante della Beretti, è lestissimo a trafiggere la porta biancorossa, siglando il pari. Sembra fatta per il pareggio, ma al 94' l'arbitro decreta un rigore per fallo di Biagini (poi espulso) sul solito Ferri Marini: Tozzi Borsoi è freddissimo e spiazza Sartorello, segnando la rete della vittoria umbra.

Collegamenti esterni

Note


Riepilogo partite stagionali

Treviso Football Club - Partite 2011/12
Campionato di Seconda Divisione (girone A)

(1) Poggibonsi-Treviso • (2) Treviso-Savona • (3) Treviso-San Marino • (4) Renate-Treviso • (5) Treviso-Borgo a Buggiano • (6) Valenzana-Treviso • (7) Treviso-Pro Patria • (8) Alessandria-Treviso • (9) Treviso-Mantova • (10) Casale-Treviso • (11) Treviso-Rimini • (12) Bellaria Igea Marina-Treviso • (13) Treviso-Lecco • (14) Giacomense-Treviso • (15) Treviso-Santarcangelo • (16) Sambonifacese-Treviso • (17) Treviso-Cuneo • (18) Virtus Entella-Treviso • (19) Treviso-Montichiari • (20) Treviso-Poggibonsi • (21) Savona-Treviso • (22) San Marino-Treviso • (23) Treviso-Renate • (24) Borgo a Buggiano-Treviso • (25) Treviso-Valenzana • (26) Pro Patria-Treviso • (27) Treviso-Alessandria • (28) Mantova-Treviso • (29) Treviso-Casale • (30) Rimini-Treviso • (31) Treviso-Bellaria Igea Marina • (32) Lecco-Treviso • (33) Treviso-Giacomense • (34) Santarcangelo-Treviso • (35) Treviso-Sambonifacese • (36) Cuneo-Treviso • (37) Treviso-Virtus Entella • (38) Montichiari-Treviso

Supercoppa di Seconda Divisione

Treviso-PerugiaPerugia-Treviso

Coppa Italia Lega Pro

Spal-TrevisoTreviso-BassanoGiacomense-TrevisoTreviso-RiminiTreviso-TriestinaTreviso-Carpi

Amichevoli

Fiorentina-TrevisoLongarone-TrevisoCagliari-TrevisoConegliano-TrevisoTreviso-GISS

Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti