Treviso-Poggibonsi (8 gennaio 2012)

Da Forza Treviso Enciclopedia.
Treviso-Poggibonsi 1-0
Competizione:
Campionato di Seconda Divisione (girone A) Stagione: 2011/12
Giornata o turno:
ventunesima giornata A/R:
Luogo:Stadium.png
Treviso
Data:Nuvola apps date.png
domenica 8 gennaio 2012
Arbitro:Arbitro fischietto.png
Cristian Brasi di Seregno (Paolo Pulcini di Bergamo, Filippo Pancrazi di Torino).
Formazioni
Stemma treviso small.png Treviso :
(4-3-1-2)
Sartorello; Cernuto, Biagini, Di Girolamo, Beccia; Bandiera, Spinosa (60' Giorico), Malacarne; Madiotto (68' Gallon); Torromino (87' Visintin), Ferretti. A disposizione: Zattin, Paoli, Brunetti, Maracchi. Allenatore: Diego Zanin.
Stemma poggibonsi small.png Poggibonsi :
(4-4-2)
Sportiello; Cutrupi, Cirina, Dierna, Bronchi; Boldrini (81' Dal Bosco), Giunchi, Settembrini (76' Romanelli), Moscarini (57' Doveri); Falomi, Pera. A disposizione: Gori, Mugnaini, Cicali, Bigeschi. Allenatore: Fabio Fraschetti.
Note
Gol:Icona Goal.png
75’ Gallon (T).
Ammoniti:Yellow card.png
Ferretti e Gallon (Treviso), Moscarino, Giunchi e Bronchi (Poggibonsi).
Espulsi:Red card.png
Angoli:Nuvola apps kmines.png
2-3.
Recupero:Nuvola apps ktimer.png
0'+4'.
Spettatori:Nuvola apps kdmconfig.png
801 (518 paganti + 283 abbonati).
Meteo:Nuvola apps kweather.png
Varie:Nuvola apps package editors.png

Treviso-Poggibonsi è la ventunesima giornata (prima giornata del girone di ritorno) del Campionato di Seconda Divisione (girone A) 2011/12, giocata domenica 8 gennaio 2012.

Indice

Introduzione

L'avversario: Stemma poggibonsi small.png Poggibonsi 

Il Poggibonsi è la squadra dell'omonima cittadina toscana, in provincia di Siena. I suoi colori sociali sono il giallo e il rosso, il suo Presidente è Antonello Pianigiani, mentre il suo allenatore è Fabio Fraschetti. La società è nata nel 1925, e fino alla seconda guerra mondiale la sua attività è stata a carattere provinciale; poi tre campionati di fila in Serie C (dal 1945 al 1948), prima del ritorno in Promozione; dopo un po' di anni tra Promozione e Prima Categoria, nel 1955 il Poggibonsi venne promosso in IV Serie, grazie alla vittoria del campionato di Promozione; nel 1959 però ci fu la retrocessione in Prima Categoria; l'anno successivo i giallorossi vinsero il proprio campionato, ma persero lo spareggio promozione contro il Pietrasanta; promozione in Serie D che arrivò l'anno successivo; in Serie D i toscani ci rimasero dal 1961 al 1970, con l'unica eccezione del campionato 1966/67 nel quale militarono in Prima Categoria, riconquistando subito la quarta serie nazionale. Dopo 2 anni in Promozione, nel 1972 il Poggibonsi vinse il proprio campionato, venendo promosso in Serie D; nel 1973/74 arrivarono 5°, a 6 punti di distacco dalla Sangiovannese, 1a e promossa in Serie C; nel 1977 i giallorossi vennero retrocessi in Promozione: questa volta il declassamento fu più rovinoso delle altre volte, perchè ci vollero 6 campionati prima di riconquistare il Campionato Interregionale. I primi due anni in Interregionale furono splendidi: nel 1983/84 la lunga lotta con il Montevarchi per la vittoria del campionato, sfuggita di un solo punto; l'anno successivo un terzo posto dietro l'Entella e il Castelfiorentino; poi nel 1986/87 il Poggibonsi vinse il suo campionato, a pari merito col Gubbio, arrivando allo spareggio promozione di Perugia, in campo neutro: di fronte a 20.000 spettatori, gli umbri vinsero per 1-0, rimandando la promozione in Serie C dei toscani di un solo anno; nel 1987/88 infatti, il Poggibonsi vinse in solitario il girone F di Serie D, con 2 punti di vantaggio sulla Vadese, conquistando la prima storica promozione in C2. Il primo dei tre periodi in C2 della storia del Poggibonsi è sicuramente il più longevo, con la squadra che resta in quarta serie per ben 7 campionati, arrivando per 2 volte 6a, e retrocedendo nel CND nel 1995; nel CND i giallorossi dopo una serie di campionati mediocri, arrivano alla promozione nel 2000/01, quando vinsero il campionato con 76 punti, 1 in più dell'Aglianese e 2 in più del Grosseto. La seconda avventura in C2 fu sicuramente quella più travagliata: prima un 17° posto e la salvezza solo ai play-out contro il Meda; poi un buon 7° posto, ma nell'estate del 2003 ci fu l'esclusione della squadra dal campionato per inadempienze finanziarie; i toscani ripartirono quindi dall'Eccellenza Toscana, che vinsero agevolmente al primo tentativo (stagione 2003/04); poi 2 anni in Serie D, 2 terzi posti, e il ripescaggio in C2 nell'estate 2006. Da allora il Poggibonsi non è più ritornato in Serie D, conquistando un ottimo 6° posto nella prima stagione, e un 8° quella scorsa; in mezzo, due 15° posti, con ripescaggio dopo la sconfitta ai play-out contro il San Marino (1-3 a San Marino, 1-0 a Poggibonsi) nel primo caso, mentre salvezza nel secondo contro il Bellaria Igea Marina (0-1 a Bellaria, 0-0 a Poggibonsi).

Il giocatore più famoso che abbia mai vestito la maglia del Poggibonsi è Bernardo Corradi, ex attaccante della Lazio e della Nazionale Italiana. Corradi è nato a Siena il 30 marzo 1976, e a ha passato il suo periodo nelle giovanili al Rosia e al Siena; nel 1994 passa al Poggibonsi in C2, dove resterà per due stagioni: nella prima trova poco spazio, e realizza appena 1 gol in 16 partite nell'anno della retrocessione nei dilettanti; nella seconda il suo score è decisamente migliore, e realizza 8 gol in 30 partite nel CND. Passa poi prima ai Mobilieri Ponsacco, poi viene acquistato dal Cagliari (che lo cederà nel 1998/99 alla Fidelis Andria); nel 2000 va all'Inter in cambio di Macellari, che poi lo girerà al Chievo (22 gol in 68 partite), mettendosi in evidenza prima nella splendida promozione dei clivensi in Serie A, e poi nella serie maggiore, meritando il nuovo acquisto da parte dell'Inter: stesso destino di due anni prima, con il trasferimento alla Lazio in cambio di Crespo; con i romani vincerà una coppa Italia. Passa poi al Valencia, dove vincerà una supercoppa europea, poi 10 gol al Parma nel 2005/06, prima di una nuova esperienza all'estero con il Manchester City; nuovo ritorno al Parma, poi a Reggio Calabria (sempre in serie A) e a Udine, dove però ha realizzato 1 solo gol in due anni; attualmente è svincolato. L'attaccante senese ha debuttato con la maglia della nazionale il 12 febbraio 2003, nella vittoria di Genova contro il Portogallo, vinta per 1-0 grazie a un suo gol; ha partecipato alla sfortunata spedizione in Portogallo a Euro 2004; in tutto ha disputato 13 presenze in azzurro, realizzando 2 gol.

Sfida di alta quota per il Treviso. I toscani infatti sono al 7° posto in classifica, a 4 punti dal Santarcangelo, che occupa il 6° posto, l'ultimo disponibile per l'accesso ai play-off; la post-season sarebbe un risultato storico per i giallorossi, che mai nella loro storia si sono giocati l'accesso alla C1. Pera-Falomi: possiamo dire tranquillamente che il Poggibonsi ha la seconda coppia d'attacco del campionato, dopo la nostra; secondo il nostro score, i due attaccanti toscani hanno realizzato rispettivamente 10 e 9 gol (contro i 20 realizzati complessivamente dai nostri): a parte il Treviso, appunto, nessuna squadra dispone di una coppia d'attacco così profilica. Il problema semmai sta nella "dipendenza" dei giallorossi nei confronti dei due, visto che se loro hanno realizzato 19 gol, il resto della squadra ne ha messi a segno appena 8; inoltre, delle prime 7 squadre, solo il San Marino ha subito più gol del Poggibonsi (26 a 25). I toscani finora hanno avuto parecchi alti e bassi in campionato, alternando vittorie importanti (3-1 a Cuneo, 3-0 a Mantova, 3-2 a Santarcangelo) a sconfitte abbastanza deludenti, come quelle subite a Buggiano, Renate e Montichiari. Mister Fraschetti solitamente schiera i suoi con un uno "Zemaniano" 4-3-3. Il portiere titolare è Sportiello (classe 1992, l'anno scorso titolare a Seregno in Serie D, scuola Atalanta); i due terzini sono Mugnaini (1981, confermato, ex Olbia in C2 e Figline in C2 e C1) e Bronchi (1991, ex in Serie D di Orvietana e Castel Rigone) anche se domani rientra Cutrupi (1989, ex L'Aquila in C2) che potrebbe prendere il posto di Mugnaini sull'out di destra, mentre al centro agiscono il capitano Dierna (1987, ex Montevarchi in D, Grosseto in B e Sangiovannese in C2) e Cirina (1979, ex Villacidrese in C2 e D, Paternò e Martina Franca in C1, Carpenedolo, Potenza, Olbia e Alghero in C2); il regista è Giunchi (1985, ex Viterbese, Celano e Bellaria in C2, Monza in C1, Cesena in B), mentre per i 2 interni è ballottaggio tra Boldrini (1985, ex Perugia in C1, dov'è anche cresciuto, Pisa, Pistoiese e Spezia in C1, Gubbio e Pavia in C2), Settembrini (1991, ex Sansovino e Pianese in D) che sono i favoriti e Moscarino (1991, ex in D di Avellino e Sambenedettese), vista l'assenza per squalifica del titolare El Kamch (1984, ex Pizzighettone, Montevarchi, Olbia, Lanciano, Melfi e Rodengo Saiano); davanti Falomi (1985, l'anno scorso 14 gol a Celano in C2, nel 2006/07 17 a Nocera sempre in C2) agirà da prima punta, mentre sugli esterni ci saranno Pera (1984, alla Lucchese 26 gol in 61 presenze in D e C2) e Romanelli (1985, 21 presenze in B a Bari, poi Pistoiese, Sambenedettese e Lecco in C1, Sangiovannese e Cassino in C2, Pontedera in D).

Situazione interna

La partita, ci dispiace ripeterci ma quest'anno è quasi sempre così, è da prendere con le molle; non bastasse, il Treviso anche domani dovrà fare a meno del suo bomber, Massimo Perna, che dovrà scontare l'ultima giornata di squalifica. Contro il Montichiari, Beppe Torromino ha sostituito degnamente il centravanti napoletano, quindi la speranza è che anche domani non cambi la musica. Per il resto, soliti ballottaggi per gli interni di centrocampo tra Bandiera, Maracchi, Malacarne e Stentardo (4 giocatori per due maglie) e tra Spinosa e Madiotto per il ruolo di trequartista; Giorico ha superato una fastidiosa influenza e dovrebbe essere regolarmente in campo. I 3 punti conquistati contro il Montichiari sono stati una bocca di ossigeno non indifferente, inutile nasconderci; ma per rimanere nelle zone alte della classifica sarebbe importante vincere anche domani, perchè in un girone di ritorno con le partite in casa sulla carta più abbordarbili rispetto a quelle in trasferta, è fondamentale fare più punti possibili tra le mure amiche, senza andare a giocare con la frenesia di dover sempre e comunque far risultato lontano dal Tenni. All'andata finì 2-2, con il Treviso che ha saputo rimontare l'iniziale gol di Falomi su rigore grazie alle reti di Perna (su rigore) e Ferretti, subendo poi il gol del pareggio di Dierna al primo minuto di recupero.

Arbitrerà Cristian Brasi di Seregno, coadiuvato da Paolo Pulcini di Bergamo e Filippo Pancrazi di Torino.

Precedenti

Non ci sono precedenti tra le squadre: Treviso e Poggibonsi si affrontano per la prima volta nella loro storia, fatta eccezione per il match di andata, finito 2-2.

La partita

Un gol a 10 minuti dalla fine di Mattia Gallon, subentrato nella ripresa a Madiotto, regala 3 punti meritati al Treviso contro il Poggibonsi. Il successo è importantissimo: delle prime 4, il Treviso è l'unica squadra assieme al Rimini che ha conquistato i tre punti, mentre il Casale e il Cuneo hanno perso; così, il distacco dalla vetta per biancocelesti e romagnoli si riduce e diventa di 1 sola lunghezza. Bella partita quella vista oggi al Tenni: vibrante, emozionante, vietata ai deboli di cuore. Il Treviso sarebbe potuto arrivare al finale con meno preoccupazioni ma, si sa, quando si vince dopo la partita tutte queste cose finiscono in secondo piano. Zanin deve rinunciare all'inizio a Giorico, che nell'ultimo periodo non si è allenato con continuità a causa dell'influenza, e sceglie nuovamente Spinosa come playmaker davanti alla difesa; sugli interni c'è Bandiera a destra e Malacarne a sinistra, mentre Madiotto parte dietro le punte.

Cronaca

Le pagelle di Treviso-Poggibonsi
Giocatore Il Gazzettino it logo.png Tribuna di treviso logo.png
Sartorello 7 7
Cernuto 6 6
Biagini 7 8
Di Girolamo 6 7
Beccia 6,5 6,5
Spinosa 6,5 5
Giorico 6 6,5
Bandiera 6,5 7
Malacarne 6,5 6
Madiotto 5,5 6
Gallon 7 7
Ferretti 6 6,5
Torromino 6 7
Visintin s.v. s.v.

Il primo tempo vede il Treviso molto più intraprendente del Poggibonsi; i biancocelesti fanno la partita mentre il Poggibonsi agisce di rimessa; al 9' la prima occasione per i biancocelesti: cross rasoterra di Malacarne, indietro verso l'accorrente Madiotto che da buonissima posizione al centro dell'area spedisce fuori; al 25' di nuovo Madiotto si trova la palla a non più di 4 metri dalla porta, ma stavolta Sportiello gli dice di no; anche in questo caso il nostro talentuoso trequartista avrebbe potuto concludere in maniera migliore. Ci si aspetta da un momento all'altro il gol del Treviso, ma è anche il Poggibonsi ad avere un'occasione clamorosa: Falomi scatta sul filo del fuorigioco, e si trova a tu per tu con Sartorello dopo aver percorso senza ostacoli tutta la metà campo biancoceleste, ma il nostro portierone ipnotizza il cannoniere toscano, che gli spara in bocca da due passi; sarebbe potuto cambiare tutto, ma fortunatamente alla mezz'ora il Treviso si trova ancora sul risultato di parità; prima del riposo altra clamorosa occasione per il Treviso: Torromino serve Ferretti davanti al portiere, quest'ultimo si butta per terra alla disperata, e il nostro attaccante calcia debolmente di interno piede tra le braccia di Sportiello; i giocatori vanno quindi a bere il the caldo sul risultato di 0-0, ma è puramente un caso perchè le occasioni per sbloccare la partita ci sono state eccome.

Il secondo tempo è decisamente meno bello del primo soprattutto nei primi 15 minuti, quando non succede praticamente niente; poi entra Giorico per Spinosa, ma invece che giovare del cambio, il Treviso per la prima volta lascia spazio di manovra ai toscani che diventano decisamente più intraprendenti, nonostante non ci siano occasioni da gol ne' da una parte, ne' dall'altra. Al 68' il cambio che decide la partita tra le fila del Treviso: fuori Madiotto, dentro Gallon; dopo 6 minuti, Ferretti sull'out di destra chiama l'1-2 con Bandiera che gli ridà la palla verso la linea di fondo; il falco di Ponsacco sceglie intelligentemente di crossare forte rasoterra, pescando sul secondo palo Gallon, che deposita la palla in rete, sotto una Curva Di Maio decisamente in visibilio per una nuova vittoria che potrebbe arrivare anche oggi; Fraschetti, il mister del Poggibonsi, sceglie di inserire una nuova punta, Romanelli, al posto del centrocampista Settembrini, passando da un disciplinato 4-4-2 a un più offensivo 4-3-3; il Treviso non riesce mai a pungere in contropiede, e viene schiacciato dal Poggibonsi nella propria metà campo; al 3' dei 4' minuti di recupero, l'occasione più ghiotta per i toscani, con un calcio di punizione appena fuori dal limite esterno dell'area di rigore, ma nonostante l'arrivo anche del portiere avversario, fortunamente per noi il cross non viene raccolto da nessuno, e l'occasione sfuma. Finisce quindi con i giocatori del Treviso a raccogliere il meritatissimo applauso della Curva Di Maio.

Commenti

Una vittoria meritata quindi a nostro avviso, il Treviso ha creato di più e ha cercato maggiormente degli avversari la vittoria; avrebbe dovuto, come dicevamo in apertura dell'articolo, passare prima in vantaggio, magari nel primo tempo, per poi cercare il raddoppio nella ripresa; è andata bene, non era una partita semplice, il Poggibonsi si è dimostrata una bella squadra che può puntare ad agganciare i play-off; non finisce mai di stupire la nostra difesa, anche oggi imbattuta (per la nona volta in questo campionato, su 20 partite disputate) e veramente di categoria superiore, a partire da Sartorello, che anche oggi ha fatto ampiamente il suo dovere; ci piace sottolineare il fatto che, anche senza Perna, nelle ultime due partite sono arrivati 6 punti; e sottolineamo anche il fatto che Gallon, che non giocava da quasi due mesi per problemi fisici (non era nemmeno in panchina nelle ultime giornate) è entrato dalla panchina risultando assolutamente decisivo, segno dell'integrità di un gruppo in cui tutti si sentono partecipi e importanti alla causa; ora ci aspettano due trasferte difficili, ma se il Treviso gioca come sa, non possiamo avere paura di nessuno.

Risultati della 20^ giornata
  • Virtus Entella-Bellaria Igea Marina 1-0: 52' Lenzoni (VE)
  • San Marino-Casale 3-1: 34' e 57' D'Antoni (SM), 78' Lapadula (SM), 91' Crocetti (C)
  • Borgo a Buggiano-Cuneo 3-2: 13' e 79' Grassi (BB), 18' Santini (BB), 46' e 66' Cristini (C)
  • Valenzana-Lecco 3-0: 2' Miracoli su rigore (V), 9' Chiazzolino (V), 60' Miracoli (V)
  • Giacomense-Mantova 2-2: 16' Maschio (M), 22' Staffolani (G), 28' Scaioli (G), 37' Franchi (M)
  • Treviso-Poggibonsi 1-0: 74' Gallon (T)
  • Santarcangelo-Pro Patria 0-1: 69' Bruccini (PP)
  • Sambonifacese-Rimini 1-2: 21' e 46' Buonocunto (R), 83' Zanetti (S)
  • Montichiari-Savona 1-1: 14' De Marchi (S), 65' Florian su rigore (M)
  • Renate-Alessandria 0-2: 6' Nassi (A), 33' Fanucchi (A)
Classifica alla 20^ giornata

Casale 40, Treviso 39 (-1), Rimini 39, Cuneo 35, San Marino 33, Santarcangelo 30, Virtus Entella 27, Giacomense 26, Poggibonsi 26, Montichiari 24 (-1), Borgo Buggiano 24, Renate 24, Mantova 23, Alessandria 22 (-2), Bellaria Igea M. 22, Sambonifacese 22, Pro Patria 21 (-13), Savona 21 (-4), Valenzana 14, Lecco 13

Collegamenti esterni

Note


Riepilogo partite stagionali

Treviso Football Club - Partite 2011/12
Campionato di Seconda Divisione (girone A)

(1) Poggibonsi-Treviso • (2) Treviso-Savona • (3) Treviso-San Marino • (4) Renate-Treviso • (5) Treviso-Borgo a Buggiano • (6) Valenzana-Treviso • (7) Treviso-Pro Patria • (8) Alessandria-Treviso • (9) Treviso-Mantova • (10) Casale-Treviso • (11) Treviso-Rimini • (12) Bellaria Igea Marina-Treviso • (13) Treviso-Lecco • (14) Giacomense-Treviso • (15) Treviso-Santarcangelo • (16) Sambonifacese-Treviso • (17) Treviso-Cuneo • (18) Virtus Entella-Treviso • (19) Treviso-Montichiari • (20) Treviso-Poggibonsi • (21) Savona-Treviso • (22) San Marino-Treviso • (23) Treviso-Renate • (24) Borgo a Buggiano-Treviso • (25) Treviso-Valenzana • (26) Pro Patria-Treviso • (27) Treviso-Alessandria • (28) Mantova-Treviso • (29) Treviso-Casale • (30) Rimini-Treviso • (31) Treviso-Bellaria Igea Marina • (32) Lecco-Treviso • (33) Treviso-Giacomense • (34) Santarcangelo-Treviso • (35) Treviso-Sambonifacese • (36) Cuneo-Treviso • (37) Treviso-Virtus Entella • (38) Montichiari-Treviso

Supercoppa di Seconda Divisione

Treviso-PerugiaPerugia-Treviso

Coppa Italia Lega Pro

Spal-TrevisoTreviso-BassanoGiacomense-TrevisoTreviso-RiminiTreviso-TriestinaTreviso-Carpi

Amichevoli

Fiorentina-TrevisoLongarone-TrevisoCagliari-TrevisoConegliano-TrevisoTreviso-GISS

Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti