Treviso-Sarcedo (27 aprile 2014)

Da Forza Treviso Enciclopedia.
Treviso-Sarcedo 0-0
Competizione:
Campionato di Promozione Veneto (girone B) Stagione: 2013/14
Giornata o turno:
29ª giornata A/R: Andata
Luogo:Stadium.png
Treviso
Data:Nuvola apps date.png
domenica 27 aprile 2014
Arbitro:Arbitro fischietto.png
Kumara di Verona (Daniele Bindoni di Venezia, Daniele Giada di Venezia).
Formazioni
Stemma treviso small.png Treviso :
(4-3-2-1)
Bortolin; Pilotto (st‘ 1‘ Vio), Ton, Orfino, Zamuner; Del Papa , Marangon, Fonti (st 1‘ F. Mensah); Dal Compare, Gnago (st 28‘ Bidogia); La Cagnina. A disposizione: Vincenzi, Livotto, Viteri, Giuliato. Allenatore: Tentoni.
Stemma sarcedo small.png Sarcedo :
(4-4-2)
Dall’Amico; Stupiggia, Ferraro, Stefani, Abruani; Bonato, Ferronato, Gelli (st 37‘ Barbieri), Gonzo (pt 13‘ Sama); Fabris (st 22‘ Vassarotto), Gheller. A disposizione: Sperotto, Zironelli, Conte, Piazza. Allenatore: Stivanello.
Note
Gol:Icona Goal.png
Ammoniti:Yellow card.png
Sama, Orfino, Abruani, Gelli, F. Mensah, Bonato, Dall’Amico, Dal Compare.
Espulsi:Red card.png
Dal Compare al 95’ per doppia ammonizione.
Angoli:Nuvola apps kmines.png
7-6 per il Sarcedo.
Recupero:Nuvola apps ktimer.png
1'+5'.
Spettatori:Nuvola apps kdmconfig.png
547, per un incasso di Euro 3.853.
Meteo:Nuvola apps kweather.png
Giornata piovosa.
Varie:Nuvola apps package editors.png

Treviso-Sarcedo è la 29ª giornata (14ª giornata del girone di ritorno) del Campionato di Promozione Veneto (girone B) 2013/14, giocata domenica 27 aprile 2014.

Indice

Introduzione

Lo sconticino disciplinare – dopo continui (machiavellici?) rinvii – frutto di una tipica soluzione italiana, non ha cancellato l’ingiustizia, ma ha modificato le prospettive del Treviso. Il miracolo – battere le due squadre che lo precedono in classifica – serve ancora, ma se impresa sarà significherà passaggio diretto nella categoria superiore senza dover rischiare tutto in uno spareggio. Se l’obiettivo rimane immutato, cambia il “premio”. Tanto sarà bastato per cambiare l’umore alla squadra in vista del partitone di domani con il Sarcedo. La pausa, come auspicato, è servita per recuperare pienamente l’infortunato Mensah e altri giocatori acciaccati come Dal Compare, che a Malo, con un ginocchio malconcio, ha comunque fatto cose importanti.

Meglio così, perché servirà il miglior Treviso, che tre settimane fa aveva steccato clamorosamente con l’Azzurra Sandrigo, forse condizionato dalla stangata post Cassola. Fatto sta che i biancocelesti avevano offerto una prestazione deludente, ricadendo in tutte quelle ingenuità che hanno condizionato la stagione. La settimana successiva, a Malo, si è rivista invece una squadra più attenta in difesa e cinica in attacco. La stessa cattiveria servirà domani, contro la squadra più in forma del momento, e in una giornata che potrebbe complicarsi anche per l’annunciato maltempo che renderebbe pesante il campo; situazione che, viste le caratteristiche fisiche e tecniche delle squadre, potrebbe sfavorire il Treviso. I biancocelesti, inoltre, dovranno stare attenti ai cartellini, visto che mezza squadra è in diffida. Se non altro c’è il fattore campo, e un pubblico che, nonostante le previsioni meteo poco rassicuranti, dovrebbe essere più numeroso.

L'avversario: Stemma sarcedo small.png Sarcedo 

Se la crisi della Godigese – la pausa sarà servita ai castellani, impegnati contro il Cornedo terz’ultimo? – è stata così fragorosa, è merito anche del Sarcedo, che probabilmente è riuscito a mettere pressione a una capolista in crisi d’identità. Forse troppo rilassata, forse stanca e piegata da qualche infortunio. Fatto sta che tre settimane fa i vicentini hanno disintegrato la prima della classe con un sonoro 5-0. Lo stesso risultato con cui il Treviso, un girone fa, aveva espugnato lo stadio del Sarcedo, giunto al’apice di una crisi altrettanto sorprendente. I rossoneri avevano dominato con grande equilibrio e cinismo la prima parte del girone di andata: dopo la sconfitta al debutto, otto vittorie consecutive e un pareggio, grazie anche alla saracinesca Dell’Amico, portiere classe ’95 rimasto imbattuto per oltre 800 minuti. Poi l’incantesimo si era spezzato, le vittorie di misura si erano trasformate in sconfitte, tutte per 1-0, contro dirette concorrenti: Cartigliano, Godigese e Caldogno Rettorgole. Poi il pokerissimo del Treviso è la svolta in panchina: fuori il dimissionario Carlo Tessaro, dentro Piero Stivanello, che in estate aveva lasciato la panchina rossonera. Il riscatto immediato (vittoria, sempre di misura, a Loreggia), a dimostrazione che qualcosa non andava. Nella prima parte del girone di ritorno il Sarcedo ha mantenuto la zona play-off, anche se con troppi alti e bassi per poter rimanere incollato alla Godigese. Tuttavia la squadra dell’ex capitano biancoceleste Alessandro Ferronato si è fatta trovare pronta di fronte alla crisi della capolista. Sarà un caso, ma la rimonta e il riscatto sono arrivati nelle stesse giornate di campionato che avevano segnato la crisi dell’andata. Dopo la sconfitta di misura a Malo, quattro vittorie di fila contro Eurocalcio Cassola (2-1), Cartigliano (1-2), Godigese (5-0) e Caldogno Rettorgole (1-0).

Un biglietto da visita abbastanza prestigioso da far dimenticare il bugiardo 5-0 dell’andata. Il Treviso, allora in forma smagliante con l’esplosione di Gnago, aveva trovato un Sarcedo nel momento più basso della stagione. Senza dimenticare che all’andata, come avevamo sottolineato nella cronaca, prima di crollare i padroni di casa erano andati vicino al pari con Fabris e il neoarrivato Gheller. Due attaccanti con grande esperienza, fedele specchio di una squadra costruita con molti over 30. Una differenza generazionale abissale con il Treviso, che in media si attesta tra i 21 e 22 anni anche con in campo il 41enne La Cagnina e/o il 35 enne Giuliato. Il Sarcedo ha pareggiato solo quattro volte, e ora sembra aver ritrovato la solidità difensiva di inizio campionato, visto che con 24 gol vanta la seconda miglior difesa dietro il Treviso. Insomma, servirà un’impresa per battere questo Sarcedo, che si presenta al Tenni con uno stato di forma fisico e psicologico diametralmente opposto rispetto all’andata. Per il Treviso è una semifinale, perché solo con un successo manterrebbe inalterate le possibilità di vincere il campionato. Anche in caso di ennesimo passo falso della Godigese, i biancocelesti, a causa della penalizzazione-scandalo che continua a falsare il campionato, rimarrebbero dietro il Sarcedo, che all’ultima giornata avrebbe un compito sulla carta agevolissimo contro il Loreggia. D’altro canto i vicentini non possono venire al Tenni per cercare il pari, perché a quel punto molto potrebbe dipendere dal derby trevigiano dell’ultima giornata. Insomma, per Treviso e Sarcedo le speranze di vittoria in campionato passano per la sfida di domani, dove conterà solo il bottino pieno.

La partita

Le pagelle di Treviso-Sarcedo
Radio Veneto Uno logo.png
Bortolin 6,5
Pilotto 6
Vio 6
Ton 7
Orfino 6
Zamuner 6
Del Papa 6,5
Marangon 6
Fonti 5,5
Mensah F. 6
Dal Compare 5
Gnago 4,5
Bidogia s.v.
La Cagnina 6
Tentoni 6

Stavolta sembra proprio finita. Il Treviso si fa bloccare in casa da un roccioso Sarcedo, che esce indenne dal Tenni dopo un primo tempo eccellente e un secondo di controllo. La Godigese pareggia a Cornedo e le posizioni delle prime restano immutate, ma poco importa, perché anche se il Treviso vincesse a Castello di Godego con una squadra falcidiata dalle squalifiche, dovrebbe sperare in una improbabile impresa del Loreggia (a rischio retrocessione diretta) a Sarcedo.

Cronaca

Commento

Galleria

Riepilogo 27ª giornata

Risultati Classifica Prossimo turno
  • Campigo-Azzurra Sandrigo 0-0
  • Rossano-Eurocalcio 1-1
  • Loreggia-Caldogno Rettorgole 1-2
  • Mussolente-Petra malo 1-0
  • Cartigliano-Ambrosiana 3-1
  • Summania-Nove Stefani 0-1
  • Cornedo-Godigese 1-1
  • Treviso-Sarcedo 0-0
  1. Godigese 54
  2. Sarcedo 53
  3. Treviso 52 (-1)
  4. Eurocalcio 49
  5. Cartigliano 44
  6. Mussolente 43
  7. Caldogno Rettorgole 43
  8. Summania 38
  9. Nove Stefani
  10. Malo 35
  11. Ambrosiana 35
  12. Campigo 34
  13. Azzurra Sandrigo 33
  14. Cornedo 29
  15. Loreggia 25
  16. Rossano 22


Collegamenti esterni

Note


Riepilogo partite stagionali

A.C.D. Treviso - Partite 2013/14
Campionato di Promozione Veneto (girone B)

(1) Loreggia-Treviso • (2) Treviso-Caldogno Rettorgole • (3) Treviso-Cornedo • (4) Cartigliano-Treviso • (5) Treviso-Rossano • (6) Mussolente-Treviso • (7) Treviso-Summania • (8) Campigo-Treviso • (9) Treviso-Nove • (10) Ambrosiana Trebaseleghe-Treviso • (11) Treviso-Eurocalcio Cassola • (12) Sandrigo-Treviso • (13) Treviso-Petra Malo • (14) Sarcedo-Treviso • (15) Treviso-Godigese • (16) Treviso-Loreggia • (17) Caldogno Rettorgole-Treviso • (18) Cornedo-Treviso • (19) Treviso-Cartigliano • (20) Rossano-Treviso • (21) Treviso-Mussolente • (22) Summania-Treviso • (23) Treviso-Campigo • (24) Nove-Treviso • (25) Treviso-Ambrosiana Trebaseleghe • (26) Eurocalcio Cassola-Treviso • (27) Treviso-Sandrigo • (28) Petra Malo-Treviso • (29) Treviso-Sarcedo • (30) Godigese-Treviso

Play-off di Promozione Veneto (girone B)

Treviso-Eurocalcio CassolaGodigese-TrevisoTreviso-Benaco BardolinoPassarella-Treviso

Amichevoli

Suseganese-TrevisoTreviso-Union QuintoTreviso-FontaneTeam Biancorossi-TrevisoFossalta di Piave-TrevisoScorzè-TrevisoGazzera Olimpia Chirignago-TrevisoUnion Pro Mogliano Preganziol-TrevisoLiventina Gorghense/Juniores-Treviso

Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti