Treviso-Union Quinto (10 aprile 2011)

Da Forza Treviso Enciclopedia.
Treviso-Union Quinto 1-0
Competizione:
Campionato di Serie D (girone C) Stagione: 2010/11
Giornata o turno:
31ª giornata A/R: Andata
Luogo:Stadium.png
Treviso
Data:Nuvola apps date.png
domenica 10 aprile 2011
Arbitro:Arbitro fischietto.png
Morreale di Roma.
Formazioni
Stemma treviso small.png Treviso :
(4-3-1-2)
Sartorello; Cernuto, Biagini, Visintin, Paoli; Brunetti (13′st Granati), Bandiera, Spinosa (43′st Baldares); Torromino (33′st De Lorentiis ); Ferretti, Perna. Allenatore: Zanin.
Stemma unionquinto small.png Union Quinto :
(4-3-3-1)
Tomei; Sartoretto , Scappin, Davanzo, De Checchi; Tonizzo (37′st Zlatic), Vidotto (43′st Spadotto); Roman Del Prete (26′pt Morbioli), Paolini, Salzano; Vianello. Allenatore: Pasa.
Note
Gol:Icona Goal.png
Perna (rig.) st 47′.
Ammoniti:Yellow card.png
Sartoretto, Paolini, Tomei, Paoli.
Espulsi:Red card.png
Angoli:Nuvola apps kmines.png
5-3 per l’Union Quinto.
Recupero:Nuvola apps ktimer.png
1'+5'.
Spettatori:Nuvola apps kdmconfig.png
2.015.
Meteo:Nuvola apps kweather.png
Campo in ottime condizioni, giornata calda con un clima estivo.
Varie:Nuvola apps package editors.png

Treviso-Union Quinto è la 31ª giornata (14ª giornata del girone di ritorno) del Campionato di Serie D (girone C) 2010/11, giocata domenica 10 aprile 2011 alle ore 14.30.

Indice

Introduzione

Vigilia della quart’ultima giornata di campionato, e il Treviso riceve l’Union Quinto in uno scontro che potrebbe risultare decisivo in questo finale di stagione. Il Treviso infatti, grazie alla sofferta vittoria contro l’Opitergina ed alla contemporanea sconfitta dell’Unione a Rovigo, è tornato a 5 punti di vantaggio nei confronti dei lagunari, divario che infatti non si vedeva da metà gennaio, quando il Treviso aveva battuto 3-1 il Belluno approfittando del mezzo passo falso dell’Unione a Trieste contro il Kras; dalla settimana successiva, ovvero quando il Treviso ha perso 1-0 a Montebelluna, permettendo agli arancioneroverdi di tornare a -2 grazie alla vittoria in casa contro il Sandonàjesolo, il distacco non era mai andato oltre i 2 punti, visto che le due squadre hanno inanellato una serie di vittorie veramente interminabile. Gli uomini di Zanin sono quindi più che mai padroni del loro destino, e possono, calcoli alla mano, permettersi addirittura di fare 8 punti nelle ultime 4 partite, ovvero 2 vittorie e 2 pareggi; crediamo però che i biancocelesti domani debbano andare in campo senza fare calcoli, ma con l’unico obiettivo di vincere, perchè la prossima trasferta (Tamai) è molto dura e bisogna arrivarci con il massimo dei punti di distacco possibile.

L'avversario: Stemma unionquinto small.png Union Quinto 

Partita difficile quella di domani; di fronte il Treviso troverà una squadra molto tosta, e dal rendimento nelle ultime 10 partite veramente invidiabile: 8 vittorie e appena 2 sconfitte; anche l’inizio di campionato era stato buono (4 vittorie e 2 pareggi nelle prime 6 partite), ma poi la squadrà rossoblù ha avuto un periodo no e la quinta vittoria è arrivata solo alla penultima giornata di andata, in casa e guardacaso proprio contro l’Unione Venezia; viceversa il girone di ritorno è iniziato male (1 punto nelle prime tre giornate), ma poi come già detto gli ultimi 900′ hanno fruttato ben 24 punti agli uomini di Daniele Pasa. Lele Pasa... già proprio lui; e gli ex Treviso non finiscono qui: Gigi Beghetto direttore sportivo, Alessandro De Poli vice-allenatore, Marino Menegaldo massaggiatore; la rosa è di buon livello, e il quinto posto in classifica (in coabitazione col Tamai) è pienamente meritato; l’elemento di spicco è senza ombra di dubbio l’attaccante Matteo Vianello, classe 1977, che l’anno scorso ha realizzato in maglia rossoblù 15 gol in 35 partite, prima di accettare il trasferimento a un’altra squadra trevigiana impegnata in serie D, l’Opitergina; Vianello però non ha trovato molto spazio, a causa anche dell’acquisto nell’ultimo giorno di calciomercato di Stefano Dall'Acqua, che gli ha tolto il posto da titolare; a gennaio il ritorno a Quinto, dove sta segnando con una continuità impressionante: 10 gol in 14 partite, una rete ogni 123 minuti di gioco; altri giocatori importanti sono i difensori De Checchi (ex Montebelluna) e Stancanelli (che l’anno scorso aveva fatto la preparazione nel Treviso di Sartori), i centrocampisti di esperienza Paolini (35 anni, l’anno scorso a Tamai) e Davanzo (36), mentre in attacco oltre al già citato Vianello ci sono Roman Del Prete (12 gol finora, ma in forse per domani per un infortunio) e l’esterno offensivo Salzano, ex Unione Venezia, già 3 gol in 14 partite da quando è arrivato a Quinto a gennaio. All’andata finì 0-0 con grossi rimpianti da parte del Treviso che giocò una bella partita, non riuscendo però a finalizzare la grossa mole di gioco prodotta; clamoroso l’errore di Ferretti a porta vuota dopo aver saltato il portiere; era stato il secondo pareggio dei 4 consecutivi per un Treviso che anche a causa di questa striscia di pareggi veramente poco edificante per una squadra che punta al primo posto, non è riuscito ancora riuscito a staccare definitivamente l’Unione.

Quinto dista appena 7 km da Treviso, e c’è molta attesa per questo derby; a 360 minuti dalla fine ogni singolo episodio può risultare decisivo; noi comunque da tempo stiamo ringraziando questi ragazzi che ci permettono di fare una cosa che non facevamo da tempo, diciamo più o meno dal 2004/05: emozionarci...

La partita

Il Treviso soffre un tempo, poi si sveglia e trova il vantaggio nei primi minuti di recupero con un rigore di Perna, che se lo procura e lo trasforma nel gol che proietta il Treviso a +7 sull’Unione Venezia. Gli arancioneroverdi, sempre nel finale di gara, sono stati raggiunti sul 2-2 dal Tamai, prossimo avversario dei biancocelesti. La cronaca della partita. Per il Treviso vengono confermate le voci della vigilia, che davano Ferronato indisponibile per un problema fisico. Zanin per la prima volta affida la fascia di capitano a Bandiera (reduce da due stagioni con l’Union Quinto) avanza Brunetti a centrocampo, per il resto formazione tipo. Pasa, indimenticato ex mister, deve rinuncaire a Franchetto e Nichele, ma recupera in extremis Roman Del Prete.

Cronaca

Le pagelle di Treviso-Union Quinto
Il Gazzettino it logo.png Tribuna di treviso logo.png
Sartorello 6,5 7,5
Cernuto 6 6
Paoli 6 6,5
Spinosa 6 6,5
Baldares s.v. s.v.
Biagini 6,5 7
Visintin 6,5 7
Brunetti 6 6
Granati 6 6,5
Bandiera 7 7
Ferretti 6 6
Torromino 6 6,5
De Lorentiis s.v. s.v.
Perna 6 7

Parte a mille l’Union Quinto, che nei primi minuti è padrone del campo e al 6′ ci prova con Roman Del Prete, ma il suo tiro è troppo debole. Dopo un paio di minuti il Treviso si affaccia per la prima volta in avanti, ma il tiro di Perna non è pericoloso. Poco dopo, l’Union Quinto ha la prima occasione della gara. Sartoretto scende sulla destra, si accentra al limite dell’area e scambia con Vianello. Ricevuta palla dal compagno di squadra non ci pensa troppo e fa partire un bel tiro sul quale Sartorello ci mette la manona e devia sopra la traversa. Il pericolo corso sveglia il Treviso, Al 15′ Bandiera serve Torromino, che a sua volta pesca Perna sulla sinistra. Il tiro del bomber campano impegna Tomei, che devia in angolo. Il Treviso al 23′ confeziona l’occasione più importante del primo tempo: Bandiera serve Torromino che anticipa il portiere Tomei. Da posizione defilata prova a insaccare ma un provvidenziale intervento di Davanzo sulla linea di porta gli nega il gol. Al 26′ guai per l’Union Quinto, che vede uscire Roman Del Prete per un riacutizzarsi del problema che fino alla vigilia della gara aveva messo in dubbio la sua presenza. Al suo posto Pasa inserisce Morbioli A quel punto i rossoblu sembrano aver perso la spinta della prima mezz’ora, ma la pressione sul centrocampo biancocelesste resta alta, tanto che il Treviso continua a soffrire. Inutile dire che l’assenza di capitan Ferronato si fa sentire parecchio. Al 31′ nuovo pericolo per il Treviso. Bandiera commette l’unico errore di una partita praticamente perfetta e perde un pallone qualche metro fuori dall’area. Vidotto gli ruba palla e senza pensarci fa partire un tiro dai 30 metri che sembra sorprendere Sartorello, ma il numero 1 trevigiano compie un altro miracolo e con balzo felino riesce a deviare la palla sulla traversa. Un sospiro di sollievo per i 2000 tifosi accorsi per il derby. L’ennesimo rischio risveglia il Treviso, che al 35′ ci prova con Perna (tiro senza pretese), mentre al 37′ Ferretti, imbeccato da Bandiera con un pregevole pallonetto, si vede sbandierare un fuorigioco dubbio. Finisce il primo tempo, con i tifosi un po’ pensierosi visti i pericolo corsi dal Treviso contro un Union Quinto molto organizzato.

Nell’intervallo Zanin deve aver dato la carica, perché quello che scende in campo nel secondo tempo sembra il vero Treviso. Lo si capisce già dei primi minuti, con un Treviso che sembra aver ristabilito le giuste gerarchie in campo. Al 3′ Brunetti scende sulla destra, Perna si inserisce tra due avversari ma cade per terra reclamando il rigore: l’arbitro lascia correre. Ancora proteste al 7′, quando Perna, dopo una bella incursione sulla sinistra, riesce a servire l’accorrrente Ferretti, che al momento del tiro viene sbilanciato con una forte spallata e conclude debolmente. Il rigore sembra netto stavolta, ma ancora una volta l’arbitro Morreale non fischia nulla. All’8′ ci prova Bandiera con un tiro da fuori area, ma Tomei para. All’11 un generosssimo Brunetti ruba palla a Scappin sulla destra, e serve Ferretti che fa partire un cross perfetto per Torromino, libero in area. Il fantasista calabrese non ci pensa due volte e prova la rovesciata, e se l’eurogol non gli riesce (palla fuori), non mancano gli applausi dei tifosi biancocelesti. Anche perché Beppe sembra ispirato. Infatti due minuti dopo, dal vertice destro dell’area, controlla e libera Brunetti con un bel colpo di tacco. L’esterno punta la porta e fa partire un bel destro deviato in angolo da Tomei. Sul successivo Corner colpo di testa alto di Perna. Al 19′ Tomei rischia grosso con un’uscita di petto al limite dell’area: Ferretti recupera palla ma il suo assist per l’accorrente Perna è impreciso. Al 25′, su punizione di Torromino dalla destra, ci prova perfino il centrale difensivo Visintin con un colpo di testa che finisce sul fondo. Al 39′ il neoentrato De Lorentiis si libera bene sulla destra ma incespica sulla palla ed il suo cross in area per Ferretti è completamente fuori misura. Al 41′ l’attaccante varesotto salta più in alto di tutti e trasforma il lancio di Bandiera in un assist al bacio per Ferretti che si trova solo davanti al portiere. Tuttavia il guardalineee alza la bandierina per un altro dubbio fuorigioco. La partita sembra avviarsi verso un altro pareggio a reti inviolate, che come all’andata penalizza troppo un Treviso che nel secondo tempo ha creato molto rispetto a un Union Quinto praticamente nullo. Ma al 46′ la svolta decisiva. Brunetti parte in contropiede e serve Perna in area. L’attaccante si fionda sul pallone ma viene steso da un intervento troppo precipitoso di Vidotto, che nemmeno protesta, a differenza di alcuni compagni di squadra. Le immagini chiariranno la dinamica ma il rigore sembra ineccepibile, visto che il difensore intervenendo in modo scomposto tocca il pallone ma allo stesso tempo travolge Perna. Tant’è che la palla non cambia direzione ma finisce sul fondo. Sul dischetto ci va, per la quinta volta, lo stesso bomber campano che con un forte tiro centrale fa esplodere l’unico, vero, Omobono Tenni. Il Treviso potrebbe anche chiudere sul 2-0, ma il tiro di Perna, pescato da un assist di Granati, è bloccato facilmente da Tomei. Sarebbe stata una punizione forse troppo severa per un Union Quinto che nel primo tempo aveva espresso un buon calcio, ma nella ripresa il Treviso ha legittimato alla grande una superiorità che si considera la gara d’andata è apparsa schiacciante.

Galleria

Collegamenti esterni

Note


Riepilogo partite stagionali

Treviso Foot-ball Club 1993 - Partite 2010/11
Campionato di Serie D (girone C)

(1) Sanvitese-Treviso • (2) Treviso-Montecchio Maggiore • (3) Belluno-Treviso • (4) Treviso-Montebelluna • (5) Rovigo-Treviso • (6) Treviso-Este • (7) Pordenone-Treviso • (8) Treviso-SandonàJesolo • (9) Kras Repen-Treviso • (10) Treviso-San Paolo Padova • (11) Torviscosa-Treviso • (12) Treviso-Unione Venezia • (13) Opitergina-Treviso • (14) Union Quinto-Treviso • (15) Treviso-Tamai • (16) Chioggia Sottomarina-Treviso • (17) Treviso-Città di Concordia • (18) Treviso-Sanvitese • (19) Montecchio Maggiore-Treviso • (20) Treviso-Belluno • (21) Montebelluna-Treviso • (22) Treviso-Rovigo • (23) Este-Treviso • (24) Treviso-Pordenone • (25) SandonàJesolo-Treviso • (26) Treviso-Kras Repen • (27) San Paolo Padova-Treviso • (28) Treviso-Torviscosa • (29) Unione Venezia-Treviso • (30) Treviso-Opitergina • (31) Treviso-Union Quinto • (32) Tamai-Treviso • (33) Treviso-Chioggia Sottomarina • (34) Città di Concordia-Treviso

Poule Scudetto di Serie D

Treviso-CuneoMantova-Treviso

Coppa Italia di Serie D

Trento-TrevisoSan Paolo Padova-Treviso

Amichevoli

Treviso-CareniPieviginaTreviso/A-Treviso/BVicenza/Primavera-TrevisoGiorgione-TrevisoUnion Sandonatese-TrevisoTreviso-PonzanoScorzè-Treviso

Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti