Treviso-Virtus Entella (13 gennaio 2013)

Da Forza Treviso Enciclopedia.
Treviso-Virtus Entella 0-0
Competizione:
Campionato di Prima Divisione (girone A) Stagione: 2012/13
Giornata o turno:
diciannovesima giornata A/R: Andata
Luogo:Stadium.png
Treviso
Data:Nuvola apps date.png
domenica 13 gennaio 2013
Arbitro:Arbitro fischietto.png
Barzoni di Firenze.
Formazioni
Stemma treviso small.png Treviso :
(3-5-2)
Merlano, Cernuto, Stendardo, Zammuto; Videtta, Fortunato (85′ Brunetti), Spinosa, Komac, Beccia; Tarantino N., Kyeremateng. A disposizione: Campironi, Bini, Rizzo, Picone, Madiotto, Toppan. Allenatore: Ruotolo.
Stemma virtusentella small.png Virtus Entella :
(4-3-1-2)
Paroni; Zampano, Bianchi, Cesar, Russo; Staiti, Raggio Garibaldi, Volpe; Vannucchi; Rosso, Argeri. A disposizione: Otranto, Falcier, Checchini, Hamlili, Wagner, Hraiech, Serlini. Allenatore: Prina.
Note
Gol:Icona Goal.png
-
Ammoniti:Yellow card.png
Ammoniti Hamlili (E).
Espulsi:Red card.png
-
Angoli:Nuvola apps kmines.png
Recupero:Nuvola apps ktimer.png
Spettatori:Nuvola apps kdmconfig.png
Meteo:Nuvola apps kweather.png
Varie:Nuvola apps package editors.png

Treviso-Virtus Entella è la diciannovesima giornata (seconda giornata del girone di ritorno) del Campionato di Prima Divisione (girone A) 2012/13, giocata domenica 13 gennaio 2013.

Indice

Introduzione

Sembra incredibile, ma proprio nel momento in cui la squadra in campo sembra stia iniziando a ingranare, in ambito societario stiamo vivendo una situazione paradossale, quasi ai limiti del reale, dove chi dovrebbe cercare di mantenere l’ambiente unito per cercare un’impresa già di per sé difficile, ovvero la salvezza, sta invece peggiorando la situazione, tra esoneri sconcertanti e conferenze stampa improvvisate. La squadra nel frattempo si è allenata normalmente, fatta eccezione per la giornata di martedì, anche se sapere come sia il livello di preparazione (atletico, tecnico, tattica e soprattutto mentale) per la partita di domani è veramente un rebus. La sensazione è però che la squadra abbia dimostrato grande attaccamento e fiducia a mister Ruotolo, sia andando a conquistare un punto tanto difficile quanto importante a Cuneo domenica scorsa, sia manifestando grosso disappunto il giorno dell’esonero poi rientrato dell’ex giocatore del Genoa, nella giornata di martedì. Inoltre, il fatto che nelle ultime partite i biancocelesti abbiano perso solo la partita di Salò (anche se in modo netto), dimostra che comunque la squadra sia in un buon periodo di forma e quindi la partita di domani riveste un’importanza fondamentale, soprattutto considerando il fatto che precede 2 sfide decisamente difficili, in casa contro il Trapani, quarto in classifica, e fuori casa a Lecce, capolista.

L'avversario: Stemma virtusentella small.png Virtus Entella 

L’Entella a dire il vero non è molto da meno, dato che è quinta in classifica e quindi in piena zona play-off, ma i liguri dopo un ottimo inizio di campionato (13 punti nelle prime 6 partite) hanno perso la partita che sarebbe potuta rivelarsi la svolta di questo campionato, ovvero quella del Via del Mare contro il Lecce (4-2) e da quel momento hanno un po’ perso la bussola, pareggiando le successive 7 partite, prima di vincere 2 delle ultime 3 sfide, a Como (1-0) e col Tritium (2-0). Dopo aver prima perso la finale play-off contro il Cuneo nello scorso maggio, e poi venire ripescati, la scelta vincente della società biancoceleste è stata quella di confermare l’intelaiatura della passata stagione. I risultati sono arrivati subito, e il fatto che alla seconda giornata di andata il Treviso abbia portato a casa 4 gol dalla sfida di Chiavari è il chiaro esempio che, a inizio stagione, una squadra che ha cambiato molto di più della sfidante è nettamente sfavorita. Senza considerare che, nel caso del Treviso, la squadra dell’anno scorso era decisamente migliore dal punto di vista tecnico rispetto a quella di quest’anno. L’allenatore è sempre Luca Prina, ed è probabile che i chiavaresi domani si disporranno con il consueto 4-3-1-2. Gli elementi più importanti dei biancocelesti liguri sono i difensori Cesar (1979, brasiliano, ex Chievo e Catania in A e B, Juve Stabia e Padova in B e Cremonese in C1) e Alberto Bianchi (1980, ex Spezia in B e C1, Cremonese e Grosseto in C1), i centrocampisti Gennaro Volpe (1981, ex Cittadella in B e C1, Mantova tra C2, C1 e B), Silvano Raggio Garibaldi (1989, ex Genoa in A, Gubbio in B e in C1, Sorrento in C1) e il trequartista Ighli Vannucchi (1977, 7 anni a Empoli tra A e B, ex Venezia, Salernitana e Palermo in B, 2 anni allo Spezia in C1 prima di trasferirsi a Chiavari), e la coppia d’attacco composta da Daniele Rosso (1986, ex Como, Pro Patria, Alessandria e Ravenna in C1, 15 gol in C2 e già 8 gol in C1 all’Entella) e Simone Guerra (1989, ex Piacenza in B e C1, dove ha segnato 6 gol l’anno scorso, stesso bottino già ottenuto quest’anno).

Situazione interna

Il Treviso non potrà disporre del solo Rosaia per la sfida di domani, visto che il centrocampista è squalificato. Al suo posto, probabile il debutto da titolare di Komac, con Rizzo che dovrebbe riprendere il suo posto da titolare visto che si tratta di un under. Merlano ha ormai conquistato il posto da titolare tra i pali, mentre resta da vedere chi cederà il posto a Rizzo: probabile sia Brunetti il prescelto. Questa la lista dei convocati per la gara: Alessandro Beccia, Francesco Bini, Antonio Bornoroni, Andrea Brunetti, Gianmarco Campironi, Francesco Cernuto, Jacopo Fortunato, Giovanni Kyeremateng, Andrej Komac, Giovanni Madiotto, Giorgio Merlano, Andrea Picone, Leandro Rizzo, Marco Spinosa, Mariano Stendardo, Nazzareno Tarantino, Juri Toppan, Gianluca Videtta, Pietro Zammuto[1].

Oltre per i motivi sopracitati, la partita di domani è fondamentale anche per la momentanea classifica: vista la sonora sconfitta del Tritium in casa contro il San Marino nel pomeriggio di oggi (2-5), il Treviso in caso di vittoria si proietterebbe in zona play-out. Questo incontro infine evoca ricordi piacevolissimi: l’anno scorso alla penultima giornata il Treviso colse una vittoria decisiva quanto quella della domenica successiva a Montichiari proprio al Tenni e contro la Virtus Entella (2-1), grazie a un siluro dai 20 metri di Spinosa e al gol di Torromino pochi minuti più tardi.

La partita

Un buon Treviso, decisamente un’altra squadra rispetto alle prestazioni fino alla fine di novembre, coglie il terzo risultato utile consecutivo, e, anche se si tratta di un pareggio, muove ulteriormente la classifica, portandosi a 1 solo punto di distanza dai play-out, risultato veramente insperato dopo la sconfitta di un mese e mezzo fa proprio contro il Tritium, che aveva portato i biancocelesti a ben 5 punti di distanza dai lombardi. In una giornata in cui nei bassifondi la parte del leone l’ha fatta il Portogruaro, unica squadra in grado di conquistare i 3 punti e di portarsi fuori dalla zona play-out. Per il resto, importante la sfida di domani sera tra Reggiana e Carpi, con i granata che vincendo si porterebbero momentaneamente dai rischi della post-season.

Classico bicchiere mezzo pieno-mezzo vuoto quello oggi del Tenni. Da un lato abbiamo già parlato della mini-serie positiva, risultato abbastanza sorprendente per una squadra che aveva perso 10 delle prime 13 partite (non vincendone nemmeno mezza); d’altro canto però una vittoria oggi sarebbe stata d’oro, e considerate le occasioni prodotte dalle due squadre (8-2 per il Treviso), viene da pensare che i 3 punti oggi erano davvero alla portata dei nostri. Rispetto alla partita di Cuneo, mister Ruotolo (acclamatissimo dalla Curva Sud) propone dall'inizio Videtta, Beccia e Komac, a cui lasciano spazio rispettivamente Brunetti, Bini e lo squalificato Rosaia. Cambia anche il modulo, con la difesa che passa a 3 e il centrocampo a 5.

Cronaca

Nella prima frazione è l’Entella a tenere in mano il pallino del gioco, ma le occasioni sono quasi tutte di marca biancoceleste. Al 7′ bella punizione di Tarantino N., Paroni si distende per respingere coi pugni, ma fortunatamente per i liguri la palla si blocca sotto le sue mani e il portiere sorprendentemente blocca la sfera. Al 20′ nuova punizione del fantasista biancoceleste, ma la palla finisce a lato. Al 32′ è sempre il solito Tarantino N. che riceve un passaggio filtrante in area, ma al momento della conclusione da buona posizione viene sbilanciato dall'intervento di un difensore e la sua conclusione è “ciccata”: troppo poco per parlare di rigore, ma effettivamente l’intervento del difensore non sulla palla si è rivelato decisivo per sventare una pericolosa occasione. Al 35′ Spinosa pennella una punizione per la testa di Stendardo, ma il colpo di testa del difensore napoletano finisce di pochissimo a lato, con Paroni battuto. All’ultimo minuto l’unica occasione per l’Entella: calcio di punizione da buona posizione per lo specialista Vannucchi, la palla rimbalza sulla barriera ritornando sul piede sinistro (non quello naturale) del fantasista toscano, la cui conclusione deviata termina tra le braccia di Merlano. Finisce qui il primo tempo.

Nel secondo tempo non cambia di molto la musica. Al 48′ Vannucchi conclude in diagonale, ma la sfera finisce fuori di poco. Al 58′ pallonetto di Fortunato, ma la sfera finisce fuori. Al 65′ bel traversone dalla destra di Tarantino N., Kyeremateng anticipa tutti ma Paroni blocca sul primo palo. Al 77′ è Zammuto a tentare la conclusione, ma la sfera finisce di poco a lato. Al 84′ probabilmente la migliore occasioni per i biancocelesti veneti nel secondo tempo, con Beccia che aveva chiesto e ottenuto uno splendido uno-due con Kyeremateng, si ritrova la sfera in piena area di rigore sul piede sbagliato, e il suo destro cicca clamorosamente il pallone. Dopo i 3′ di recupero finisce la partita, con la squadra che riceve l’applauso del pubblico del Tenni per l’impegno comunque dimostrato.

Commento

Bella prestazione quindi dei biancocelesti, che però come spesso è accaduto in questo campionato, non sono riusciti a concretizzare il buon numero di occasioni prodotte. Con un attaccante di razza, questa squadra oggi avrebbe vinto? Secondo noi probabilmente si, e c’è da sperare che dopo il rifiuto di Gerardi, arrivi qualcuno in grado di buttarla dentro alla corte di mister Ruotolo. Buona la prestazione di Merlano e della sua difesa, che non ha concesso praticamente nulla ai liguri, Spinosa migliore in campo, mentre Fortunato è sembrato lento e impacciato. Esordio dal 1′ per Komac, che è sembrato un buon giocatore, ma probabilmente ancora distante dalla miglior condizione atletica: potrà però dare un ottimo contributo per la salvezza. Davanti, prova generosa come al solito di Kyeremateng, mentre Tarantino N., è sembrato meno ispirato del solito. Ora arrivano due partite terribili: prima il Trapani in casa, secondo in classifica dopo il perentorio 4-1 ai danni del Feralpisalò. poi la capolista Lecce.

Galleria

Riepilogo 19ª giornata

Risultati Classifica Prossimo turno
  • Albinoleffe-Cremonese 1-1 (3' Carlini su rig (C), 66' Belotti (A))
  • Lecce-Cuneo 2-0 (51' Pià, 88' Bogliacino su rig.)
  • Pavia-Alto Adige 2-1 (46' Cesca (P), 51' Maritato (A), 63' Statella (P))
  • Portosummaga-Lumezzane 2-1 (16' e 65' Della Rocca (P), 58' Pintori (L))
  • Reggiana-Carpi lunedì 14/1 ore 20.45 (0-2)
  • Trapani-Feralpisalò 4-1 (4' Filippi (T), 14' e 27' Abate (T), 25' Pirrone (T), 43' Montella (F))
  • Treviso-Virtus Entella 0-0
  • Tritium-San Marino 2-5 (4' Cogliati (T), 12' Coda (S), 13' e 37' Doumbia (S), 15' Bortolotto (T), 34' Poletti su rig. (S), 69' Capellini (S))

Riposa: Como

  1. Lecce 34 punti (18 partite giocate)
  2. Trapani 32 (18)
  3. Carpi 30 (17)
  4. Alto Adige 30 (18)
  5. Pavia 29 (18)
  6. Virtus Entella 27 (18)
  7. San Marino 25 (17)
  8. Lumezzane 23 (17)
  9. Cuneo 23 (18)
  10. Cremonese 22 (18)
  11. Portogruaro 18 (17)
  12. Feralpisalò 18 (17)
  13. Como 17 (17)
  14. Albinoleffe 16 (18)
  15. Reggiana 15 (17)
  16. Tritium 9 (17)
  17. Treviso 8 (18)
  • Albinoleffe 10 punti di penalizzazione.
  • Portogruaro 2 punti di penalizzazione.
  • Como, Cremonese e Treviso 1 punto di penalizzazione.
  • Carpi-Portogruaro (andata 0-2)
  • Como-Tritium (2-2)
  • Cuneo-Reggiana (0-2)
  • Feralpisalò-Cremonese (0-2)
  • Lumezzane-Pavia (0-0)
  • Treviso-Trapani (2-3)
  • Virtus Entella-Albinoleffe (1-3)

Riposa: Alto Adige

Collegamenti esterni

Note

  1. Lista convocati

Riepilogo partite stagionali

Treviso Football Club - Partite 2012/13
Campionato di Prima Divisione (girone A)

(1) Treviso-Cuneo • (2) Virtus Entella-Treviso • (3) Trapani-Treviso • (4) Treviso-Lecce • (5) Albinoleffe-Treviso • (6) Treviso-Portogruaro • (7) Cremonese-Treviso • (8) Treviso-Sudtirol Alto Adige • (9) Pavia-Treviso • (10) Treviso-San Marino • (11) Carpi-Treviso • (12) Treviso-Como • (13) Tritium-Treviso • (14) Riposo • (15) Treviso-Lumezzane • (16) Feralpi Salò-Treviso • (17) Treviso-Reggiana • (18) Cuneo-Treviso • (19) Treviso-Virtus Entella • (20) Treviso-Trapani • (21) Lecce-Treviso • (22) Treviso-Albinoleffe • (23) Portogruaro-Treviso • (24) Treviso-Cremonese • (25) Sudtirol Alto Adige-Treviso • (26) Treviso-Pavia • (27) San Marino-Treviso • (28) Treviso-Carpi • (29) Como-Treviso • (30) Treviso-Tritium • (31) Riposo • (32) Lumezzane-Treviso • (33) Treviso-Feralpi Salò • (34) Reggiana-Treviso

Coccarda Coppa Italia.png Coppa Italia Tim Cup

Sorrento-Treviso

Coppa Italia Lega Pro

Treviso-Bassano Virtus

Amichevoli

Treviso-SileaRappresentativa Longarone-TrevisoTreviso-Real Vicenza V.S.Pordenone-TrevisoTreviso/A-Treviso/BUnion Quinto-TrevisoTreviso-Rovere SartoratoTreviso-Bagni di Lucca

Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti