Treviso-Virtus Entella (29 aprile 2012)

Da Forza Treviso Enciclopedia.
Treviso-Virtus Entella 2-1
Competizione:
Campionato di Seconda Divisione (girone A) Stagione: 2011/12
Giornata o turno:
trentasettesima giornata A/R: Andata
Luogo:Stadium.png
Stadio Omobono Tenni di Treviso
Data:Nuvola apps date.png
domenica 29 aprile 2012
Arbitro:Arbitro fischietto.png
Coccia di San Benedetto del Tronto.
Formazioni
Stemma treviso small.png Treviso :
(4-3-1-2)
Campironi; Cernuto, Visintin (60' Paoli), Panarelli, Beccia; Bandiera (55' Spinosa), Giorico, Maracchi; Torromino; Perna, Ferretti (81' Malacarne). Allenatore: Zanin.
Stemma virtusentella small.png Virtus Entella :
(4-3-1-2)
Paroni; Zampano, Russo, Villagatti, Falcier (77' Serlini); Volpe (87' Simeoni), Hamlili, Staiti; Ciarcià; Lenzoni, Lazzaro (54' Garin). Allenatore: Prina.
Note
Gol:Icona Goal.png
72' Spinosa, 76' Torromino, 79' Lenzoni.
Ammoniti:Yellow card.png
Ferretti, Torromino e Maracchi (T), Lazzaro, Lenzoni, Ciarcià, Hamlili, Serlini (S).
Espulsi:Red card.png
-
Angoli:Nuvola apps kmines.png
6-3 per il Treviso.
Recupero:Nuvola apps ktimer.png
Spettatori:Nuvola apps kdmconfig.png
1.701 (1389 paganti + 312 abbonati).
Meteo:Nuvola apps kweather.png
Varie:Nuvola apps package editors.png

Treviso-Virtus Entella è la trentasettesima giornata (diciottesima giornata del girone di ritorno) del Campionato di Seconda Divisione (girone A) 2011/12, giocata domenica 29 aprile 2012.

Indice

Introduzione

Penultima giornata di campionato, il Treviso affronta all'Omobono Tenni la Virtus Entella, con inizio alle ore 15.00.

L'avversario: Stemma virtusentella small.png Virtus Entella 

Se c'è una squadra in formissima in questo campionato, questa è proprio la Virtus Entella: 4 vittorie nelle ultime 4 partite (due delle quali contro San Marino e a Casale), rientrata pienamente in zona play-off e nella lotta della promozione diretta dopo un periodo di appannamento durato da inizio febbraio a fine marzo. Dopo la trasferta di Treviso, i genovesi affronteranno il Rimini in casa: non pensiamo di andare molto lontani dicendo che l'Entella sarebbe promossa vincendo entrambe le sfide, visto che solo una contemporanea doppia vittoria di San Marino e Cuneo potrebbe evitare loro la grande impresa. Sembrerebbe una partita assolutamente proibitiva, ma se vogliamo trovare il pelo nell'uovo tra i liguri possiamo tranquillamente ricordare che mercoledì hanno giocato un'autentica battaglia a Casale, mentre invece i biancocelesti hanno avuto vita facile in casa contro la Sambonifacese: dal punto di vista fisico e mentale, questo non è sicuramente un vantaggio da poco per noi. Aggiungiamo un'altra cosa: nessuna squadra in questo girone ha finora dimostrato di essere superiore alle altre. Nel girone di andata per lunghi tratti il Casale è sembrato squadra fortissima, inarrestabile, capolista solitaria per 11 giornate, mentre ora, a due giornate dalla fine, è 6° e dipende dai risultati delle altre; nel girone di ritorno la voce del leone l'ha fatta il San Marino, anche lei in testa da sola per un buon numero di giornate, 6, ma 1 sola vittoria nelle ultime 6 giornate (con 3 pareggi e 2 sconfitte) ha scansato via anche le sicurezze della squadra del Titano. La considerazione che ci viene da fare è questa: se nel girone B, il Perugia è stato promosso con due giornate di anticipo grazie a 84 punti in 38 partite, nel girone A il Treviso, anche vincendo (facciamo pure tutti gli scongiuri del caso) le ultime due, farebbe suo il campionato con appena 67 punti in 38 giornate; questo a conferma del fatto che nel nostro girone, molte squadre delle retrovie hanno tolto punti a compagini in lotta per la promozione, e questo ha facilitato la rincorsa dell'Entella, ma anche del Treviso ovviamente, alle prime posizioni. La partita di andata fu un'autentica battaglia, finita per 2-2: il Treviso era andato sotto dopo appena 1 minuto, pareggiando poi con Perna di testa; Entella nuovamente in vantaggio su calcio d'angolo, susseguente a un calcio di rigore ligure respinto da Sartorello; nel secondo tempo vennero espulsi sia Perna che Paoli ma il Treviso, ridotto in 9, riuscì a trovare a un paio di giri di lancette dalla fine, un gol strepitoso di Torromino dai 40 metri. Domani al Tenni vedremo degli schieramenti speculari, visto che anche il mister dei biancocelesti liguri, Luca Prina, usa il 4-3-1-2 come schema di gioco. Non ci sarà lo squalificato Favret, schierato da titolare nelle ultime uscite. In porta c'è Paroni (classe 1989, alla quarta stagione da titolare a Chiavari dopo essere cresciuto nell'Udinese), mentre i due centrali difensivi sono Villagatti (1983, ex Lecco in C1 e C2, l'anno scorso a Matera in C2) e Bertoli (1983, ex in C1 di Legnano, Ternana e Lucchese); sugli esterni agiranno Russo (1986, ex Lavagnese e Cervia in D, e Carrarese in C2) e Falcier (1991, ex Montebelluna, l'anno scorso nell'Unione Venezia); il regista della squadra è Hamilili (1991, confermato per il terzo anno di fila a Chiavari, dopo essere cresciuto nel Brescia), mentre i due interni sono Staiti (1987, un anno nella Primavera del Treviso, poi Bassano e Sambonifacese in C2) e Volpe (1981, ex Cittadella e Mantova, 4 anni in Serie B); a ridosso delle due punte, Lenzoni (1978, carriera interamente passata in D, con il miglior score al Tritium due anni fa, 15 gol in 30 partite, e prima di quest'anno già due esperienze in C2, a Tritium l'anno scorso, 10 gol, e nel 2003/04 a Ivrea) e Lazzaro (1980, giramondo, in un anno e mezzo ha realizzato 20 gol con la maglia dello Spezia; a gennaio 2011 è passato all'Entella, dove ha realizzato 9 gol in 41 partite), agirà il trequartista argentino Garin (1983, grande protagonista a Savona in due anni e mezzo, con 14 gol in 65 partite, prima di passare a gennaio all'Entella). E' in forse il bomber della squadra, Rosso, 15 gol in 33 partite quest'anno, che non gioca da inizio aprile.

Situazione interna

Alzi la mano chi, il 5 febbraio, al termine della terza sconfitta consecutiva, rimediata a Borgo a Buggiano, avrebbe pronosticato il Treviso primo solitario in classifica a 2 giornate dal termine. Nessuno, probabilmente, nemmeno mister Zanin, nostro condottiero e inguaribile ottimista; invece i biancocelesti hanno saputo fare quadrato dopo il momento di difficoltà, e lentamente ma inesorabilmente hanno iniziato a recuperare punti su punti, fino ad arrivare ad ottenere questo piccolo tesoretto, derivante dal punto di vantaggio, che potrebbe essere decisivo in questo finale di stagione; si, perchè ora il Treviso è assolutamente padrone del suo destino: una doppia vittoria, contro l'Entella e a Montichiari, garantirebbe ai biancocelesti l'approdo in C1. Come è già stato detto in fase di presentazione dell'Entella, la partita di domani è difficilissima: il Treviso ci arriva in buone condizioni, fisiche e mentali e non servirà a nulla pensare ai punti persi sia dentro che fuori dal campo, visto che comunque la situazione in classifica è ottima e sarebbe un peccato non sfruttarla. Zanin, siamo sicuri, avrà catechizzato a dovere i nostri giocatori, e quest'ultimi avranno l'occasione della vita, cioè centrare una vittoria decisiva per la promozione in C1, cosa assolutamente inedita per molti di loro. Saranno indisponibili solo i lungodegenti Di Girolamo e Gallon, mentre anche Biagini è tornato a disposizione dopo 2 mesi: difficile però pensare che il mister lo faccia giocare dopo così tanto tempo di inattività. La formazione di domani è ancora incerta, ma non sarà, a nostro avviso, molto diversa da quella di domenica scorsa, ovvero della battaglia di Cuneo: Campironi in porta, difesa con Paoli e Beccia sugli esterni, Visintin (se recupererà, oppure Cernuto) e Panarelli in mezzo, Maracchi, Giorico (oppure il più muscoloso Stentardo) e Bandiera a centrocampo, e Torromino alle spalle del duo composto da Perna e Ferretti. A proposito di quest'ultimo, la tanto temuta squalifica non è arrivata, e quindi sarà regolarmente a disposizione del mister domani. Infine, un'occhiata anche a ciò che succederà fuori dal campo: mercoledì, giorno festivo, c'erano appena 862 spettatori sulle tribune del Tenni. Una miseria, una vergogna. La società ha messo i biglietti di curva a 1 euro da tempo per studenti, anche universitari, donne e ora, come evidenziato nella nostra immagine, anche chi possiede facebook e ha messo mi piace sulla pagina ufficiale del Treviso FC, può entrare a 1 euro in curva e a 5 euro in tribuna. Speriamo proprio che domani sia uno spettacolo in campo e sugli spalti...

La partita

La partita che tutti sognavamo di vedere. Un Treviso forte, tonico, grintoso, cinico ha avuto la meglio su una Virtus Entella arrivata al Tenni con tutte le intenzioni di portare a casa l'intera posta in palio. Lo ha fatto in uno stadio finalmente con una cornice degna di una squadra prima in classifica, e con una Curva Sud che ha letteralmente trascinato i suoi beniamini a una vittoria fondamentale, che permette al Treviso di mantenere il primato quando mancano 90' al termine di questo (ennesimo) esaltante campionato. Nelle due formazioni titolari ci sono delle novità rispetto alle anticipazioni: nel Treviso, Paoli inizia dalla panchina, visto che sulla destra c'è Cernuto.

Cronaca

L'inizio del Treviso è dirompente, e nei primi 5 minuti i biancocelesti assediano la porta difesa da Paroni, conquistando 3 calci d'angolo e creando un paio di di situazioni per segnare; poi, l'Entella trova le contromisure, e la partita diventa equilibrata, forse un po' bruttina, perchè entrambe le squadre si studiano e non si scoprono, perchè sanno che chi segna per primo ha un vantaggio non indifferente in una partita con due squadre così livellate. Il centrocampista ligure Staiti va per due volte al tiro nella fase centrale del tempo: nella prima volta il pallone finisce in curva, nella seconda Campironi para in due tempi. L'Entella ha poi un'altra buona occasioni con Lenzoni, ma anche in questo caso Campironi fa buona guardia. Dall'altra parte, il Treviso si affida ai tiri da lontano, non molto precisi a dire il vero, di Torromino, Bandiera e Ferretti, e oltre a guadagnare un altro paio di calci d'angolo, non crea molto altro. Si finisce sullo 0-0 un primo tempo bloccato, teso e molto tattico.

Nel secondo tempo sale la tensione, ma con lei anche il livello di gioco: il pareggio infatti non servirebbe ne' al Treviso, che così diventerebbe terzo (il Cuneo sta vincendo a Poggibonsi, il San Marino pareggia in casa con la Sambonifacese ma il gol del vantaggio biancoazzurro è nell'aria probabilmente, data la consistenza dei veronesi), ne' all'Entella, che darebbe l'addio alle residue speranze di promozione diretta, e non metterebbe al sicuro i play-off dall'attacco della Pro Patria. L'inizio di tempo è nuovamente scoppiettante: prima Ferretti spara di sinistro da fuori area, ma il suo tiro finisce di poco a lato, poi Ciarcià supera in pallonetto Campironi, ma Visintin è bravo a liberare di testa sulla linea di porta; poi succede un parapiglia: il Treviso non mette la palla in fallo laterale, nonostante Lazzaro sia a terra dolorante, e nel proseguo dell'azione rischia di far gol con Maracchi, rimpallato da ottima posizione; quando l'azione si ferma, come di prassi i giocatori della squadra "danneggiata" vanno a prendersela con chi ha proseguito l'azione al posto di fermarsi. Poi due cambi per il Treviso: il primo Spinosa che prende il posto di Bandiera, evidentemente stanco; il secondo non previsto, visto che Visintin ha un nuovo problema fisico e lascia in campo in favore di Paoli, con Cernuto che passa al centro e lascia al neo-entrato la fascia di destra; le due squadre ora si fronteggiano maggiormente a viso aperto, e al 64' un tiro del soito Staiti, in diagonale, finisce di pochissimo a lato; dalla parte opposta, Perna lanciato da Giorico viene fermato in uscita da Paroni; al 72' però, dal nulla, il Treviso passa in vantaggio: bella azione manovrata dei biancocelesti, Ferretti serve palla al neo-entrato Spinosa che centralmente dai 20 metri lascia partire un bel sinistro che si spegne proprio nell'angolino a sinistra dell'immobile portiere ospite. Il Tenni eplode di gioia, quando ormai la partita sembrava incanalarsi al rush finale sullo 0-0, il folletto di Pomezia ha pescato il jolly che può valere un intero campionato. Ed esplode nuovamente di gioia lo stadio biancoceleste, quando Torromino, servito da Perna sul filo del fuorigioco, si trova a tu per tu con Paroni, lo salta verso sinistra, e deposita di esterno destro la palla in fondo al sacco: 2-0 per i biancocelesti, quando mancano appena 14 minuti alla fine. Sembra finita, l'1-2 potrebbe essere fatale a chiunque, ma l'Entella, "grazie" anche a un tacco di Ferretti a centrocampo non proprio appropiato, sviluppa un'azione sulla sinistra, e sul susseguente cross, Lenzoni anticipa tutti, depositando la palla alle spalle di Campironi, riaprendo di fatto la partita: 2-1. Ora il Treviso ha un po' paura, siamo passati dal controllo a una situazione di nuovo in bilico; come spesso è accaduto, la squadra di Zanin ha iniziato a perdere qualche metro, lasciando l'iniziativa agli ospiti e agendo quasi esclusivamente con azioni di rimessa, finalizzate soprattutto all'alleggerimento; l'Entella ha un paio di buone occasioni per pareggiare, la prima con Garin di testa, la seconda con Lenzoni di piede, ma in entrambe le conclusioni centrali Campironi è attento, e blocca senza problemi. Nei 4 minuti di recuperi, l'Entella si affida a un paio di lanci lunghi, che però non trovano impreparata la retroguardia biancoceleste. 

Commenti

Si arriva finalmente al triplice fischio. Il Tenni lascia partire un boato scacciapaure: i biancocelesti non sono ancora promossi, servirà una vittoria a Montichiari, ma intanto lo "spauracchio" Entella è stato superato alla grande. Si, alla grande, perchè riuscire a fermare la squadra più in forma del campionato non è stato certo facile, e solo il Treviso dei giorni migliori sarebbe potuto riuscire in questa impresa. Grande prestazione di tutta la squadra, abbiamo visto Giorico pressare da solo i difensori liguri al 93' inoltrato, ma vogliamo spendere una nota di elogio a Spinosa: il suo ingresso in campo è stato quanto mai decisivo; Torromino ha fatto un gran gol dei suoi, Perna e Ferretti davanti si sono battuti come dei leoni, così come Maracchi e Bandiera a centrocampo, mentre i difensori e Campironi hanno fatto buona guardia dietro, lasciando agli avversari veramente le briciole. Grande Treviso, grande mister Zanin. Da domani iniziamo a pensare al Montichiari, stasera non ne abbiamo voglia, vogliamo goderci questa bellissima vittoria che ci permette di sognare per un'altra settimana. 

Risultati della 37^ giornata (29 aprile 2012)
  • Alessandria-Pro Patria 1-1 (21' Nassi (A), 47' Nossa (PP))
  • Bellaria-Montichiari 2-2 (31' De Cenco (B), 34' Dimas (M), 43' De Cenco (B), 45' Muchetti (M))
  • Casale-Valenzana 6-0 (12' Peluso, 15' Peluso, 30' Iannini, 38' Curcio, 48' Taddei, 66' Iannini)
  • Mantova-Santarcangelo 3-0 (20' Cinque, 29' Pietribiasi, 31' Cinque)
  • Poggibonsi-Cuneo 1-3 (15' Fantini (C), 18' Romanelli (P), 55' Fantini (C), 84' rig. Varricchio (C))
  • Renate-Borgo a Buggiano 1-3 (2' Gucci (BB), 30' Lorenzini (BB), 86' Tognozzi (BB), 91' Dalla Costa (R))
  • Rimini-Giacomense 0-0
  • San Marino-Sambonifacese 3-1 (4' Finotto (Sam), 45' Pelagatti (San), 53' Lapadula (San), 72' Casolla (San))
  • Savona-Lecco 0-1 (90' Temelin)
  • Treviso-Virtus Entella 2-1 (72' Spinosa (TV), 76' Torromino (TV), 79' Lenzoni (VE))
Classifica alla 37^ giornata

TREVISO 64 (-2) San Marino 63  Cuneo 62 Casale 61 Rimini 61 Virtus Entella 58 Pro Patria 57 (-11) Poggibonsi 53 Santarcangelo 53 Borgo a Buggiano 51 Alessandria 50 (-3) Renate 47 Savona 46 Giacomense 44 Mantova 44 Bellaria 42 Montichiari 35 (-5) Lecco 34 Sambonifacese 26 Valenzana 23

Collegamenti esterni

Note


Riepilogo partite stagionali

Treviso Football Club - Partite 2011/12
Campionato di Seconda Divisione (girone A)

(1) Poggibonsi-Treviso • (2) Treviso-Savona • (3) Treviso-San Marino • (4) Renate-Treviso • (5) Treviso-Borgo a Buggiano • (6) Valenzana-Treviso • (7) Treviso-Pro Patria • (8) Alessandria-Treviso • (9) Treviso-Mantova • (10) Casale-Treviso • (11) Treviso-Rimini • (12) Bellaria Igea Marina-Treviso • (13) Treviso-Lecco • (14) Giacomense-Treviso • (15) Treviso-Santarcangelo • (16) Sambonifacese-Treviso • (17) Treviso-Cuneo • (18) Virtus Entella-Treviso • (19) Treviso-Montichiari • (20) Treviso-Poggibonsi • (21) Savona-Treviso • (22) San Marino-Treviso • (23) Treviso-Renate • (24) Borgo a Buggiano-Treviso • (25) Treviso-Valenzana • (26) Pro Patria-Treviso • (27) Treviso-Alessandria • (28) Mantova-Treviso • (29) Treviso-Casale • (30) Rimini-Treviso • (31) Treviso-Bellaria Igea Marina • (32) Lecco-Treviso • (33) Treviso-Giacomense • (34) Santarcangelo-Treviso • (35) Treviso-Sambonifacese • (36) Cuneo-Treviso • (37) Treviso-Virtus Entella • (38) Montichiari-Treviso

Supercoppa di Seconda Divisione

Treviso-PerugiaPerugia-Treviso

Coppa Italia Lega Pro

Spal-TrevisoTreviso-BassanoGiacomense-TrevisoTreviso-RiminiTreviso-TriestinaTreviso-Carpi

Amichevoli

Fiorentina-TrevisoLongarone-TrevisoCagliari-TrevisoConegliano-TrevisoTreviso-GISS

Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti