Union QDP-Treviso (14 dicembre 2014)

Da Forza Treviso Enciclopedia.
Union QDP-Treviso 3-0
Competizione:
Campionato di Eccellenza Veneto (girone B) Stagione: 2014/15
Giornata o turno:
15ª giornata A/R: Ritorno
Luogo:Stadium.png
Moriago della Battaglia, TV
Data:Nuvola apps date.png
domenica 14 dicembre 2014
Arbitro:Arbitro fischietto.png
Lovison di Padova (Zazzaretta di Belluno, Mosor di Treviso).
Formazioni
Stemma unionqdp small.png Union QDP :
(4-4-2)
Cavarzan; Martignago, Grillo, Merotto, Serafin; G. Martina, Tamba (st 11' Carniato), Tessaro, Mognon; A. Martina, Niakhasso (st 27' N. Franceschini). A disposizione: Tognon, Canzian, Dieme, Persico. Allenatore: Zoppas.
Stemma treviso small.png Treviso :
(4-4-2)
Bortolin; Pilotto (st 31' Cisse), Ton, Orfino, Zamuner; Hysa (st 1' T. Granati), Marangon (st 5' Del Papa), Campagnolo, Vianello; Mason, Dal Compare. A disposizione: F. Franceschini, G. Granati, Kinde, Lazzari. Allenatore: Rorato.
Note
Gol:Icona Goal.png
pt 40' Niakhasso, st 7' e 39' A. Martina.
Ammoniti:Yellow card.png
Espulsi:Red card.png
Angoli:Nuvola apps kmines.png
Recupero:Nuvola apps ktimer.png
1'+3'.
Spettatori:Nuvola apps kdmconfig.png
Meteo:Nuvola apps kweather.png
Varie:Nuvola apps package editors.png

Union QDP-Treviso è la 15ª giornata del Campionato di Eccellenza Veneto (girone B) 2014/15, giocata domenica 14 dicembre 2014 alle ore 14.30.

Indice

Introduzione

Si disputa domenica a Moriago (fischio d'inizio ore 14.30) l'ultima partita dell'anno solare 2014. E' stato un anno un po' controverso: bene nella prima parte (benissimo se avessimo vinto, come meritato, il campionato), a fasi alterne nella seconda, in quanto a nostro avviso, visto il valore degli avversari incontrati in Eccellenza, ma soprattutto visto il valore della nostra squadra, al Treviso mancano almeno 6 punti in classifica. Si chiude il girone di andata a Moriago, quindi: di fronte abbiamo l'Ardita QDP, squadra che punta ad evitare i play-out. Contro questo tipo di squadre il Treviso ha sempre faticato in questo campionato: se escludiamo il derelitto Union Quinto, i biancocelesti contro le formazioni della parte sinistra della classifica hanno vinto contro Opitergina (a fatica) e Laguna Venezia, pareggiato contro Vigontina e Istrana, perso contro Feltrese e Passarella. Un rendimento decisamente scadente: ecco che i punti che ci mancano in classifica, e di cui si parlava prima, sarebbero dovuti scaturire da questi scontri. Il tempo per recuperare c'è tutto, ma come dice mister Rorato oggi sono obbligatori i 3 punti, per la classifica ma anche per prepararci al meglio alla pausa che precede il girone di ritorno.

L'Union QDP, la formazione della periferia nord-occidentale della provincia di Treviso, è partita male in questo campionato, ma sta disputando un finale di girone di andata veramente importante: 10 punti nelle ultime 5 partite. In casa ha perso due volte, contro il San Giorgio Sedico e contro la corazzata Calvi Noale. Tra le file arancioni spiccano i nome dei gemelli Martina, Antonio (attaccante) e Giovanni (difensore-centrocampista): entrambi hanno giocato nelle giovanili del Treviso, epoca Setten, ma solo Giovanni ha esordito in prima squadra.

Nel Treviso invece mancheranno Conte (infortunato) e Livotto (squalificato), quindi scelte obbligate per Rorato in attacco (dove partiranno Mason e Dal Compare) e in difesa (linea difensiva composta da Granati-Ton-Orfino-Pilotto). A centrocampo i ballottaggi sono più di uno, e solo domani scopriremo cos'ha scelto il tecnico di Motta di Livenza.

La partita

Dopo aver fermato la squadre più forti dell’Eccellenza, il Treviso ricade pesantemente vittima dei propri mali, offrendo la peggiore prestazione stagionale. In campo gli unici arditi sono i ragazzini in maglia arancione dell’Ardita Qdp, che dominano i biancocelesti per 90′: corsa, grinta, determinazione e sprazzi di bel gioco. Tutte qualità mancate a questo Treviso, che dopo aver brillato con le big ci tradisce ancora, stavolta anche con i “senatori” (difesa imbarazzante e papera di Bortolin sul 2-0). Per i padroni di casa gol di Niakhasso e doppietta di Antonio Martina, a sigillare un successo strameritato.

Il disastrato campo fangoso di Moriago della Battaglia fin dai primi minuti sembra mettere in difficoltà entrambe le squadre, ma dopo 10 minuti si capisce che a fare la differenza tra le due squadre non è il terreno di gioco. Lo si capice al 13′, quando dopo un retropassaggio Orfino di “addormenta” e, per impedire a Niakhasso di entrare in area lo abbraccia prendendosi un giallo che, qualche metro più avanti, probabilmente avrebbe avuto un colroe diverso. Basta un minuto per “apreggiare il conto dei cartellini, quando Tamba stende malamente una percussione di Hysa. Il miglior Treviso – non certo sufficiente, comunque – si vede proprio nella prima mezz’ora, anche se quel poco che si vede è più frutto di iniziative dei singoli. La squadra fatica a creare gioco, e il centrocampo con Marangon e Campagnolo proprio non gira. Anzi, a volte sembra proprio ferma. Come detto i pericoli sembra poter nascere solo da iniziative dei singoli,e in effetti al 26′ Dal Compare da fuori mezza difesa sulla destra, ma il suo tiro mancino si spegne di poco a lato. Purtroppo è un fuoco di paglia, perché nei dieci minuti successivi l’Union Quartier del Piave prende progressivamente campo, trascinato dalle velocità dei due giovani colored Niakhasso e Tamba, senza dimenticare il solito Antonio Martina. Il Treviso, che nel frattempo continua a sbagliare anche il passaggio più banale, comincia a esporsi con troppa frequenza ai micidiali contropiedi avversari. I padroni di casa ci credono, anche perché la difesa ospite mostra crepe evidenti, con continue sbavature anche da parte dei pilastri difensivi (Ton e Zamuner) a tratti irriconoscibili. Al 40′ arriva la frittata: Serafin scende sulla destra e mette al centro dell’area, dove arriva a rimorchio Niakhasso per freddare Bortolin. Biancocelesti fermi come birilli. Poi saltano i nervi, con Dal Compare che ci ricasca e si becca un giallo inevitabile dopo un inutile fallo nella metà campo avversaria. Sugli spalti, intanto iniziano i primi, rumorosi mugugni del pubblico ospite.

Nella ripresa ci si aspetta la scossa, invece il Treviso continua a far tanta confusione. Al contrario ai padroni di casa bastano pochi tocchi per presentarsi al limite dell’area, anche perché a centrocampo si cammina. E se insieme al resto della squadra anche il portiere stecca… al 2′ dopo l’ennesima incursione sulla destra Serafin fa partire un tiro forte ma centrale; Bortolin fa una mezza papera: palla non trattenuta deviata sulla traversa, tap in di Antonio Martina e gol. Dopo l’infruttuoso cambio Tiberio Granati per Hysa, Rorato prova a scuotere una squadra senza cuore e anima mandando in campo Del Papa; tuttavia l’esterno si posiziona a centrocampo, mentre il mastino Vianello rimane sulla fascia sinistra. Paradossalmente nei venti minuti successivi i migliori palloni arrivano proprio da quella parte, ma in entrambe le occasioni il roccioso centrocampista chioggiotto dimostra di essere nel posto sbagliato al momento sbagliato, concludendo troppo debolmente per impensierire Cavarzan. Il Treviso, va detto, sembra anche ritrovare un po’ di attributi, e i continui attacchi, sebbene dettati più dalla disperazione che da un’inesistente trama di gioco, sembrano aprire le maglie della difesa avversaria. Così arriva la seconda ghiotta occasione della partita: bel lancio di Dal Compare per il criticatissimo Mason, che sfiora l’eurogol con una bel tiro al volo deviato in angolo da Cavarzan. Altro fuoco di paglia, perché il Treviso sparisce nell’ultimo quarto d’ora. Al 40′ il 3-0 è frutta di un’altra dormita sconsolante della difesa: discesa indisturbata dei padroni di casa, stavolta sulla sinistra, palla in mezzo per il dimenticato Antonio Martina, che fredda Bortolin con un colpo sotto. Fine dei giochi: la curva toglie gli striscioni e inizia la contestazione, ma è ancor più disarmante vedere tanti tifosi di ogni età uscire con ampio anticipo dallo stadio. Questo non il Treviso. O quanto meno, non è il Treviso che meritiamo.

Commento

Il girone di andata si conclude nel modo peggiore – con la sacrosanta contestazione di una tifoseria che no ne più – e adesso sì che è tempo di bilanci. Cosa o chi salvare di queste prime 15 partite di campionato? Poco, veramente poco. I dubbi sul mercato estivo si sono rivelati fondati, ma le cose, obiettivamente, sono andate peggio di quanto i più pessimisti potevano prospettare. Oltre agli acquisti rivelatisi sbagliati (ma soprattutto quelli mancati), la contraddittoria gestione tecnica di Tentoni ha pesato e non poco, ma prestazioni come quella di oggi a Moriago (o Passarella, Feltre, Sedico o Mestrina e Liventina in casa) confermano quanto avevamo detto al momento dell’esonero dell’ex mister: questa squadra troppo spesso non c’è con la testa. E l’offrire grandi prestazioni contro le grandi (una settimana fa vittoria sfiorata con una squadra che aveva vinto 12 partite su 13!) per poi afflosciarsi miseramente di fronte alle squadre più deboli, paradossalmente, è la dimostrazione dell’immaturità di questi ragazzi, che non ha nulla a che fare con l’età media più o meno bassa rispetto alle avversarie. Un gruppo di ventenni che, a differenza di tutte le altre squadre che affronta ogni domenica, ha la fortuna di allenarsi di giorno. E questi sono i risultati? Indifendibili. Dopo una giornata così non si può salvare nessuno, neanche il nuovo allenatore Rorato, che ci mette del suo lasciando in panca Del Papa, e non corregge il tiro dopo l’entrata in campo dell’ex Sacilese, lasciando un incontrista come Vianello sulla fascia sinistra. La prestazione indecorosa della squadra non dipende certo da questa scelta, un piccolo dettaglio nel grigiore totale di questa domenica, ma ha comunque destato perplessità, specialmente dopo quanto avevamo detto durante la gestione Tentoni. Dettagli, come detto. La sconfitta di oggi – di quelle che ti spingono a invocare “piazza pulita” anche se ti rendi conto che è impossibile e/o esagerato – non è colpa di mister o direttore sportivi, ma unicamente di un gruppo sceso in campo come se di fosse dimenticato l’importanza della maglia che indossa. Molti dei giocatori scesi in campo sembravano già in vacanza, con la testa da un’altra parte. Forse verranno accontentati… Dopo giornate del genere ci si sente traditi. La stessa sensazione che devono aver provato i dirigenti-tifosi biancocelesti, che di certo dopo lo sforzo economico profuso non si aspettavano certo un anonimo Treviso impantanato a centro classifica, a metà strada tra play-off e play-out, distanti cinque punti.

Galleria

Riepilogo 15ª giornata

Risultati Classifica Prossimo turno
  • Calvi Noale-Nervesa 0-0
  • Liventinagorghense-Mestrina 1929 1-1
  • Opitergina-Liapiave 0-1
  • Passarella 93-Vittorio Falmec S. M. Colle 1-1
  • Union Qdp-Treviso 3-0
  • Union Quinto-Feltreseprealpi 0-3
  • Union San Giorgio Sedico-Laguna Venezia 2011 1-1
  • Vigontina Calcio-Calcio Istrana 1964 0-2
  1. Calvi Noale 39
  2. Nervesa 31
  3. Union San Giorgio Sedico 27
  4. Liventinagorghense 26
  5. Liapiave 26
  6. Union Qdp 22
  7. Mestrina 1929 22
  8. Treviso 21
  9. Vittorio Falmec S. M. Colle 21
  10. Passarella 93 21
  11. Feltreseprealpi (-1) 20
  12. Vigontina Calcio 16
  13. Calcio Istrana 1964 14
  14. Laguna Venezia 2011 11
  15. Opitergina 10
  16. Union Quinto 1
  • Calvi Noale-Calcio Istrana 1964
  • Liventinagorghense-Vittorio Falmec S. M. Colle
  • Opitergina-Passarella 93
  • Treviso-Feltreseprealpi
  • Union Qdp-Mestrina 1929
  • Union Quinto-Liapiave
  • Union San Giorgio Sedico-Nervesa
  • Vigontina Calcio-Laguna Venezia 2011

Collegamenti esterni

Note


Riepilogo partite stagionali

A.C.D. Treviso - Partite 2014/15
Campionato di Eccellenza Veneto (girone B)

(1) Feltreseprealpi-Treviso • (2) Treviso-Istrana • (3) Laguna Venezia 2011-Treviso • (4) Treviso-Mestrina • (5) Vittorio Falmec-Treviso • (6) Treviso-Liapiave • (7) Passarella-Treviso • (8) Treviso-Nervesa • (9) Union San Giorgio Sedico-Treviso • (10) Treviso-Opitergina • (11) Union Quinto-Treviso • (12) Treviso-Liventina Gorghense • (13) Vigontina-Treviso • (14) Treviso-Calvi Noale • (15) Union QDP-Treviso • (16) Treviso-Feltreseprealpi • (17) Istrana-Treviso • (18) Treviso-Laguna Venezia 2011 • (19) Mestrina-Treviso • (20) Treviso-Vittorio Falmec • (21) Liapiave-Treviso • (22) Treviso-Passarella • (23) Nervesa-Treviso • (24) Treviso-Union San Giorgio Sedico • (25) Opitergina-Treviso • (26) Treviso-Union Quinto • (27) Liventina Gorghense-Treviso • (28) Treviso-Vigontina • (29) Calvi Noale-Treviso • (30) Treviso-Union QDP

Coppa Italia Dilettanti

Treviso-IstranaNervesa-TrevisoTreviso-Union QuintoVittorio Falmec-TrevisoCampodarsego-TrevisoTreviso-Campodarsego

Amichevoli

Treviso-ClodienseTreviso-AbanoBologna/Primavera-TrevisoTreviso-MontebellunaDolo 1909-TrevisoCodognè-TrevisoGorghense-TrevisoTreviso-ConeglianoTreviso-San Michele SalsaUnion Pro Mogliano Preganziol-Treviso

Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti