Valenzana-Treviso (2 ottobre 2011)

Da Forza Treviso Enciclopedia.
Valenzana-Treviso 0-3
Competizione:
Campionato di Seconda Divisione (girone A) Stagione: 2011/12
Giornata o turno:
sesta giornata A/R:
Luogo:Stadium.png
Valenza
Data:Nuvola apps date.png
domenica 2 ottobre 2011
Arbitro:Arbitro fischietto.png
Ceccarelli di Rimini (Pancrazi di Torino, Ruggirello di Trapani).
Formazioni
Stemma valenzana small.png Valenzana :
(4-5-1)
Serena; Berselli (18' st Manfredi), Lorusso, Serao, Crescente, Enrico (9' st Franciosi); Pagan (33' st Uggeri), Montanari, Righini, Capellini; Miracoli. A disposizione: Stillo, Laezza, Venezia, Chiazzolino. Allenatore: Rossi.
Stemma treviso small.png Treviso :
(4-3-1-2)
Sartorello; Cernuto, Biagini (15' pt Visintin), Di Girolamo, Paoli; Giorico, Maracchi, Malacarne (37' st Spinosa); Madiotto (8' st Gallon), Torromino; Ferretti. A disposizione: Zattin, Stentardo, Beccia, Bandiera. Allenatore: Zanin.
Note
Gol:Icona Goal.png
st 14' Visintin, 42' Gallon, 46' Maracchi.
Ammoniti:Yellow card.png
28' pt Pagan (V), 40' pt Enrico (V), 12' st Crescente (V), 25' st Lorusso (V) per gioco non regolamentare, 44' st Serao (V) per proteste.
Espulsi:Red card.png
44' st Uggeri (V) per gioco violento.
Angoli:Nuvola apps kmines.png
3-2 per la Valenzana.
Recupero:Nuvola apps ktimer.png
2'+3'.
Spettatori:Nuvola apps kdmconfig.png
200 circa.
Meteo:Nuvola apps kweather.png
Varie:Nuvola apps package editors.png

Valenzana-Treviso è la sesta giornata del Campionato di Seconda Divisione (girone A) 2011/12, giocata domenica 2 ottobre 2011.

Indice

Introduzione

Dopo il mezzo passo falso infrasettimanale (anche se non si può parlare di occasione persa, dato che il risultato di pareggio è sostanzialmente giusto), il Treviso non ha nemmeno tempo per respirare: si va a Valenza, in provincia di Alessandria, per il sesto turno di campionato.

L'avversario: Stemma valenzana small.png Valenzana 

Avversario di turno è la Valenzana, squadra che, in linea con molte squadre del girone A di C2, non ha un gran passato ma è passata alla ribalta solo negli ultimi lustri. I rossoblù piemontesi infatti hanno ottenuto la prima promozione tra i professionisti esattamente 10 anni fa, dopo aver vinto il proprio girone di serie D e perso la finale scudetto contro la Palmese. Da allora la Valenzana non è mai ritornata in serie D, sfiorando addirittura la promozione in serie C1 nel 2004-2005, quando venne sconfitta in finale dal Pizzighettone (0-2 a Valenza, 2-2 a Pizzighettone); a dire il vero la retrocessione in serie D c'è stata nel 2009, ma la consueta ecatombe di squadre non iscritte al successivo campionato ha permesso ai piemontesi di conservare la preziosa categoria. Negli ultimi anni i rossoblù sono stazionati nelle zone medio-medio basse della classifica, a differenza dei campionati centrali del decennio (2003-2004 e 2004-2005) quando la squadra aveva ambizioni da vertice e anche questo campionato sembra essere in linea con gli ultimi anni; l'inizio però era stato promettente: pareggio a Lecco e vittoria casalinga contro il Bellaria; poi però sono arrivate tre sconfitte di fila, contro Savona, Rimini (in casa) e Montichiari. La formazione di mister Roberto Rossi (confermato) è sulla carta discreta e dovrebbe essere la seguente: in porta c'è Serena, portiere confermato e che ha debuttato in serie B con il Piacenza, dov'è cresciuto; la linea difensiva dovrebbe essere composta da destra verso sinistra da Berselli (classe 1990, scuola Parma e proveniente dai Crociati Noceto in C2), Lorusso (1990, l'anno scorso 10 presenze a Barletta in C1), Serao (1977, elemento di esperienza della squadra, che ha militato, tra le altre squadre, anche a Padova in serie A quando aveva 18 anni) e infine Enrico, terzino sinistro classe 1991 (scuola Juventus, l'anno scorso alla Gallaratese in serie D, che prenderà il posto di Blondett, classe 1992, scuola Sampdoria e inseguito anche dal Treviso quest'estate. A centrocampo sulle corsie laterali dovrebbero agire sulla destra Pagan (1990, l'anno scorso a Chioggia nel nostro girone di serie D) e Prandi sulla sinistra (1990, confermato, cresciuto nel Modena), mentre la coppia centrale sarà composta verosimilmente da Montanari (1987, confermato, ex Real Marcianise e Bellaria) e Righini (1990, l'anno scorso a Mezzocorona in C2), in ballottaggio con Chiazzolino (classe 1986, a Campobasso nella scorsa stagione), autore del gol del momentaneo pareggio domenica scorsa; davanti agiranno l'elemento più alla ribalta di questo inizio di campionato, ovvero Miracoli, classe 1992, 3 gol in 5 partite tra cui la doppietta decisiva nella vittoria per 2-0 contro il Bellaria; il suo partner dovrebbe essere ancora Capellini, classe 1991, l'anno scorso nella primavera del Bologna, mentre Alteri, classe 1977 ed elemento di spicco della squadra, visti i suoi precedenti in serie B a Cosenza, Pescara e Crotone e i suoi 22 gol nelle ultime due stagioni a Poggibonsi in C2, è ancora un po' indietro di condizione.

Situazione interna

Mister Zanin ha fatto bene ha gettare acqua sul fuoco dopo il pareggio infrasettimanale contro il Borgo a Buggiano: probabilmente qualcuno a Treviso si era già esaltato e pensava ad una nuova cavalcata trionfale, come l'anno scorso in serie D, dimenticandosi forse che questa squadra è partita con l'obiettivo di cogliere una tranquilla salvezza; finora il Treviso non ha mai perso, tra Coppa e Campionato, e questo dev'essere motivo di grande orgoglio per tutti noi, ma non dimentichiamoci che mai il Treviso in questo inizio di stagione è stato in grado di mettere sotto gli avversari, sudandosi le vittorie fino al 90'. Mentre appare scontato il cambio in porta, con Sartorello favorito su Zattin dopo l'errore dell'ex Mezzocorona nel turno infrasettimanale, in difesa dovrebbe rientrare Visintin, dopo l'infortunio di un mese e mezzo fa a Ferrara in coppa; la domanda è: chi dovrebbe lasciare il posto al leader difensivo dello scorso campionato, Di Girolamo o Biagini? E' vero anche che entrambi stanno facendo bene, quindi non è impossibile pensare che il centrale difensivo goriziano si possa sedere nuovamente in panchina, esattamente come mercoledì; sull'out sinistro solito ballottaggio tra Paoli e Beccia, con entrambi che sono in un buon periodo di forma. A centrocampo dovrebbero essere confermati Bandiera e Giorico, anche se entrambi finora hanno sempre giocato titolari finora e quindi potrebbero tirare il fiato (a dire il vero Bandiera nelle ultime due partite è stato sostituito, ma è difficile pensare che il capitano possa partire dalla panchina); per il ruolo di mezz'ala sinistra c'è il solito ballottaggio a tre tra Malacarne, Maracchi e Spinosa, con quest'ultimo che quest'anno non è mai partito titolare ma che contro il Borgo a Buggiano ha disputato una buona partita. Complicata la situazione in attacco; il nodo cruciale è rappresentato dalle condizioni fisiche di Perna, fermo ai box in settimana per una fastidiosa influenza; se il cobra avrà recuperato, siamo sicuri che sarà al suo posto come attaccante centrale nel tridente del Treviso, con Ferretti e uno tra Gallon e Madiotto come esterni; in alternativa ci sarà Ferretti come punta centrale, mentre l'uomo del momento Torromino e uno dei due sopracitati under agiranno esternamente.

La partita

Prova di forza del Treviso che espugna il Comunale di Valenza con un limpido 3-0 frutto delle reti di Visintin, Gallon e Maracchi (tutte nella ripresa) e grazie ai risultati favorevoli degli altri campi conquista il primato solitario in classifica. Vittoria ineccepibile, anche se il risultato punisce fin troppo la giovane ma volenterosa truppa di mister Rossi. Il più esperto è Serao (classe '77) - che con Lorusso guida la difesa centrale - insieme al portiere Serena e il centrocampista Montanari (classe '87). Per il resto tanti giovani classe '90, '91 e '92. Nel Treviso ancora assente Perna, che non ha smaltito i postumi del febbrone che l'ha costretto a letto anche nel turno infrasettimanale. Rispetto alla formazione che ha impattato 1-1 col Borgo a Buggiano due novità: fuori capitan Bandiera e dentro Malacarne, mentre sulla trequarti Madiotto supporta Torromino e Ferretti.

Cronaca

Le pagelle di Valenzana-Treviso
Giocatore Il Gazzettino it logo.png Tribuna di treviso logo.png
Sartorello 6 6
Cernuto 6 6,5
Paoli 7 6,5
Giorico 6,5 7
Biagini s.v. s.v.
Visintin 7 6,5
Di Girolamo 6,5 6
Madiotto 5 6
Gallon 7 6,5
Maracchi 6,5 7
Ferretti 6 6
Torromino 6,5 6,5
Malacarne 6 6,5
Spinosa s.v. 6

Parte forte la Valenzana che al 4' ci prova con una staffilata dal limite dell'area che non impegna più di tanto Sartorello, che dopo tre gare ritrova la maglia da titolare. Sulla falsariga delle precedenti uscite il Treviso si limita a controllare lasciando sfogare gli avversari, che al 13' si fanno vedere con il baby Miracoli: la punta centrale scuola Genoa fa partire un tiro che per fortuna finisce di poco fuori alla destra di Sartorello. Due minuti dopo proprio l'attaccante rossoblu si scontra pesantemente con Biagini. E' proprio il centrale livornese ad avere la peggio, e dopo alcuni minuti di cure Zanin è costretto a mandare nella mischia prima del previsto il convalescente Visintin, al rientro dopo il lungo infortunio. Al 18' giallo nell'area rossoblu: Madiotto finisce a terra dopo un contatto con il centrale Serao, ma l'arbitro Gianluca Ceccarelli lascia correre tra le veementi proteste dei biancocelesti. Un minuto dopo l'attaccante sinistro Cappellini viene anticipato provvidenzialmente da Sartorello in uscita. Tuttavia la partita non si sblocca, il gioco è frammentato e le poche azioni degne di nota nascono da iniziative personali come quella di Torromino, che al 24' ci prova da buona posizione venendo fermato toppato dall'onnipresente Serao. Successivamente Ferretti insacca ma l'arbitro aveva già fischiato un'irregolarità. Dopo il vano sussulto la partita si riaddormenta, la Valenzana ci riprova con un velleitario tentativo di Righini, ma guadagna solo il primo giallo della gara in seguito al doppio fallo di Pagan su Paoli e Malacarne. Dal canto suo il Treviso non riesce a creare pericoli, e in difesa rischia di complicarsi la vita in due occasioni con un Visintin che dopo un mese e mezzo ai box sta riprendendo confidenza con il campo. Intanto la Valenzana ci prova sulle fasce, a sinistra con Cappellini, a destra con Righini. I due attaccanti esterni confezionano una bella azione al 38': Righini sfonda sulla destra e mette in mezzo per il compagno di reparto che da buona posizione manda alto. Il Treviso si rifà vivo al 41' con Ferretti, ma la sua conclusione è troppo debole e per Serena non è facile disinnescare il pericolo. Il Treviso proprio sul finale di tempo comincia a crescere, e la Valenzana è costretta a limitare le avanzate degli ospiti con la forza. Al 44' l'occasione più ghiotta: contropiede di Torromino che appoggia per Madiotto, ma con Serena in uscita disperata il fantasista trevigiano sbaglia clamorosamente un rigore in movimento, palla a lato. Al 46' Madiotto ci riprova ma la sua conclusione è troppo debole per impensierire Rossi, che invece compie un vero e proprio miracolo quando un minuto dopo neutralizza la conclusione (questa volta buona) del numero 7 trevigiano, bravo a concretizzare nel migliore dei modi l'assist di Malacarne. Il primo tempo si chiude con un Treviso in grande crescita e la sensazione che gli uomini di Zanin possano uscire dal Comunale di Valenza con tre punti in saccoccia.

L'attaccante Ferretti scarta il portiere avversario

Eppure il secondo tempo si apre con una Valenzana che sembra più determinata a sbloccare il risultato, e il tiro di Montanari fuori di poco al 2' sembra dimostrarlo. Ma è un fuoco di paglia perché la partita dopo le schermaglie iniziali si spegne di nuovo, a parte un altro tiro innocuo dalla distanza di Torromino. Così sia Zanin che Rossi provano a mischiare le carta: Madiotto lascia il posto a Gallon nell'attacco biancoceleste, mentre Franciosi rileva Enrico nella difesa valenzana. Del cambio sembrano beneficiarne i padroni di casa all'11', quando Cappellini sfrutta la sponda di Miracoli e tenta la conclusione sulla quale s'immola Visintin. Al 14' è proprio lui a sbloccare il risultato: sugli sviluppi di una punizione guadagnata da Ferretti (brutto fallo di Crescente) Torromino pennella in mezzo, Maracchi fa da torre e la palla capita proprio davanti al "Killer" (come lo chiamano i tifosi della curva) di Gorizia che a porta praticamente sguarnita insacca col capo. 1-0 per il Treviso, e Valenzana che rischia il crollo psicologico quando un minuto dopo quando Giorico insacca un tiro di Maracchi ribattuto da Serena, ma la terna annulla per fuorigioco. Il Treviso sembra poter dilagare ma non fa i conti con uno straordinario Serena, che al 17' neutralizza con un volo d'angelo la punizione di Torromino. Poco dopo Ferretti viene stoppato dallo stesso Serena e dall'inesauribile Serao. Al 18' minuti di panico assoluto Rossi prova a dare una scossa ai suoi togliendo il terzino sinistro Berselli per Manfredi. Il Treviso dopo aver sfiorato più volte il raddoppio decide di arretrare, forse un po’ troppo. Tant'è che la Valenzana - che colleziona il terzo giallo della gara con Pagan - cresce a vista d'occhio, anche se non riesce a creare grossi pericoli nemmeno con lo scatenato Cappellini, incontenibile sulla fascia sinistra. Al 37' Cernuto lo ferma con un recupero prodigioso, lo stesso fa Di Girolamo al 41' spazzando l'area. E' l'ultima sfuriata dei padroni di casa: al 42' Gallon devia di tacco il cross di Torromino. Una magia che vale il 2-0 e chiude la partita. La Valenzana perde i nervi e a farne le spese è il neo entrato Uggeri che viene espulso e protesta pesantemente con uno degli assistenti. Poco prima l'annuncio dei 3' di recupero arriva il tris con Maracchi che ricevuta palla nel vertice dell'area piccola controlla e gela l'incolpevole Serena, segnando il suo primo gol da professionista.

Commento

Il Treviso torna a vincere con più di un gol di scarto a oltre un anno da Belluno-Treviso del 19 settembre 2010 - 3-0 anche allora - e guarda di nuovo tutti dall'alto.

Note


Riepilogo partite stagionali

Treviso Football Club - Partite 2011/12
Campionato di Seconda Divisione (girone A)

(1) Poggibonsi-Treviso • (2) Treviso-Savona • (3) Treviso-San Marino • (4) Renate-Treviso • (5) Treviso-Borgo a Buggiano • (6) Valenzana-Treviso • (7) Treviso-Pro Patria • (8) Alessandria-Treviso • (9) Treviso-Mantova • (10) Casale-Treviso • (11) Treviso-Rimini • (12) Bellaria Igea Marina-Treviso • (13) Treviso-Lecco • (14) Giacomense-Treviso • (15) Treviso-Santarcangelo • (16) Sambonifacese-Treviso • (17) Treviso-Cuneo • (18) Virtus Entella-Treviso • (19) Treviso-Montichiari • (20) Treviso-Poggibonsi • (21) Savona-Treviso • (22) San Marino-Treviso • (23) Treviso-Renate • (24) Borgo a Buggiano-Treviso • (25) Treviso-Valenzana • (26) Pro Patria-Treviso • (27) Treviso-Alessandria • (28) Mantova-Treviso • (29) Treviso-Casale • (30) Rimini-Treviso • (31) Treviso-Bellaria Igea Marina • (32) Lecco-Treviso • (33) Treviso-Giacomense • (34) Santarcangelo-Treviso • (35) Treviso-Sambonifacese • (36) Cuneo-Treviso • (37) Treviso-Virtus Entella • (38) Montichiari-Treviso

Supercoppa di Seconda Divisione

Treviso-PerugiaPerugia-Treviso

Coppa Italia Lega Pro

Spal-TrevisoTreviso-BassanoGiacomense-TrevisoTreviso-RiminiTreviso-TriestinaTreviso-Carpi

Amichevoli

Fiorentina-TrevisoLongarone-TrevisoCagliari-TrevisoConegliano-TrevisoTreviso-GISS

Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti