ALL’ULTIMO SECONDO Il Treviso espugna Vigonza al 94′ (1-2)

Minuto 94′: contropiede biancoceleste, Zanardo entra in area di rigore e arrivato al limite dell’area piccola trafigge l’incolpevole Iovino. L’arbitro decreta la fine della partita: tutti i giocatori biancocelesti corrono sotto il settore ospite di Busa, con i circa 100 ragazzi della Curva Sud Fabio Di Maio che, dopo aver cantato per tutti i 95 minuti sono letteralmente in delirio.
Finisce come meglio non poteva finire una partita equilibratissima che la Vigontina, ammettiamo, non avrebbe meritato di perdere. Però la fortuna nel calcio è una ruota che gira, il Treviso non avrebbe meritato di perdere contro la Pievigina, eppure ha dovuto lasciare i 3 punti per strada.
Ottoni recupera sia Giovannini che Casella, due assenze pesanti nell’ultima partita contro l’Istrana. Nel primo tempo il Treviso gioca meglio, e ha la prima vera occasione della partita con Cattelan, che da buona occasione spara sull’esterno della rete. Risponde la Vigontina con Villatora, ma il suo calcio di punizione finisce a lato. Il Treviso passa al 28′: cross di Zanardo, Casella da buona posizione realizza la sua prima rete in biancoceleste. La reazione della Vigontina è tutta in una conclusione potente di Comin, respinta da Schincariol, mentre nel finale il Treviso ha una doppia occasione clamorosa con Mastellotto e Biondo che da pochissimi passi non riesco a realizzare il gol dello 0-2, sparando a lato.
Nel calcio chi sbaglia paga e a inizio ripresa la Vigontina perviene al pareggio con Topao, lesto e bravo a depositare in rete di testa un bel cross di Masiero. Tre minuti più tardi la Vigontina potrebbe addirittura passare in vantaggio, ma il contatto in area tra Schincariol e Masiero non viene ritenuto dal direttore di gara sanzionabile di calcio di rigore. Ora le squadre hanno paura di perdere e si scivola fino al recupero senza grandi occasioni; l’unica cosa degna di nota è l’espulsione dell’allenatore della Vigontina, Bertan, per proteste. Poi, come già raccontato in apertura, il gol decisivo di Zanardo che manda il Treviso al terzo posto solitario. A causa della vittoria in extremis della Pievigina in casa del Liapiave, il primo posto sembra ormai andato, ma i biancocelesti di mister Ottoni devono assolutamente conquistare i play-off per salire di categoria. La prossima partita è in casa contro la Feltrese, già retrocessa: i 3 punti sono d’obbligo!

Per commentare la partita di Vigonza, usare l’apposito thread nel nostro forum.

VIGONTINA-TREVISO 1-2
VIGONTINA CALCIO: Iovino, Masiero M., Crisalli (Raffaelli 23’st) , Donato, Boscaro, Villatora, Topao, Boccato, Masiero N. (Regazzo 30’st), Comin (Zurlo 12’st), Caco. A disposizione: Coppo, Raffaelli, Furlan, Zurlo, Milanese, Regazzo, Marcolin. Allenatore: Alessandro Bertan.
TREVISO: Schincariol, Sagui, Furlan, Granati, Bellotto, Giovannini, Biondo, Casella, Cattelan, Mastellotto (Moretti 23’st), Zanardo. A disposizione: Gottardi, Donè, Prosdocimi, Di Salvo, Moretti, Lovisotto, Antonioli. Allenatore: Claudio Ottoni.
ARBITRO: Massimiliano Lombardelli (sez. Torino).
Marcatori: Casella 28’pt, Topao 6’st; Zanardo 49’st.
NOTE Spettatori 400 circa, di cui almeno la metà da Treviso. Ammonizioni: Cattelan, Crisalli, Sagui, Bellotto, Caco. Espulsioni: Mister Alessandro Bertan. Recupero: 1 min pt e 4 min st.