TENTONI SODDISFATTO Mercato aperto, ma non c’è fretta. Rientrato Zamuner

Davide Tentoni soddisfatto dalla prestazione con la Clodiense

Mister Davide Tentoni soddisfatto dalla prestazione con la Clodiense

Le gare amichevoli non regalano punti, ma vincere fa sempre bene al morale. Contro la Clodiense, formazione di categoria superiore (anche se un cantiere aperto dopo la difficoltosa iscrizione in Serie D) e con gli stessi giorni di preparazione, il Treviso ha centrato l’obiettivo. Davide Tentoni prima ha messo alla prova i giocatori in prova e tanti under (con dentro alcuni big come Dal Compare, Del Papa e Pilotto), riservando il secondo tempo al nucleo che dovrebbe comporre la squadra titolare. E i risultati si sono visti. «Avevo chiesto un atteggiamento positivo e l’ho visto – ha dichiarato mister Tentoni a la tribuna di Trevisonon avevo dubbi, la mentalità è quella dell’anno scorso ed i nuovi hanno una cultura sportiva importante. Ok, è presto, ma io do valore al risultato per l’aspetto psicologico: un Treviso propositivo nonostante le gambe pesanti, l’atteggiamento giusto. E così arrivano la prestazione e il risultato».
Soddisfazione espressa anche su Il Gazzettino di Treviso: «Direi bene tutta la squadra inoltre è chiaro che una coppia come Mason e Conte, in queste categorie rappresentano un lusso». Il tecnico si è soffermato anche sulla questione mercato, un capitolo non ancora chiuso, ovviamente: «Con la società abbiamo concordato che proseguiremo così fino a fine di agosto e poi faremo il punto della situazione senza dimenticare il budget messo a disposizione».

Riguardo la questione calciomercato, la settimana scorsa, alla luce delle mancate conferme di Gnago (problemi burocratici) e Mensah (“salutato” dopo aver improvvisamente alzato le proprie pretese economiche e, guarda caso, accasatosi quasi subito al Passarella) avevamo sottolineato l’esigenza di tornare sul mercato per un nuovo attaccante. Prima di Treviso-Clodiense, in un’intervista del neonato sito ufficiale dell’Acd Treviso, Tentoni aveva espresso il suo punto di vista sulla questione dell’attaccante di peso: «Io ho chiesto un attaccante di peso e il direttore sportivo Tonicello, lo ha individuato in Angelo Conte che tra l’altro tatticamente è molto duttile visto che può ricoprire diversi ruoli davanti. Siamo sempre alla finestra, il tempo è a nostro favore, ma non c’è a mio avviso tutta questa fretta e non dimentichiamoci che tra le nostre fila c’è un certo Damiano Mason che ha 20 gol lo scorso anno in Eccellenza. I tifosi è giusto che sognino, ma non dimentichiamoci di un aspetto fondamentale, ovvero che bisogna rispettare il budget societario».
Chiaramente siamo, anzi eravamo consapevoli (anche prima dell’ottima prestazione al debutto amichevole) che Angelo Conte e Damiano Mason fossero due attaccanti “di peso” per la categoria, dal punto di vista tecnico e realizzativo. Tuttavia, come avevamo specificato, pensavamo a una punta di peso in senso… letterale. Un ariete in grado di battagliare in mezzo all’aerea e impensierire i difensori sulle palle alte, perché attualmente in rosa non c’è un attaccante con queste caratteristiche. Fermo restando che il versatile Conte ha dimostrando di occupare egregiamente il ruolo di prima punta, dimostrando subito un’intesa ottimale con Mason (senza dimenticare Dal Compare, che può giocare sia come seconda punta che come esterno in un 4-4-2 come quello utilizzato sabato).
Fortunatamente, la squadra è già a buon punto grazie al lavoro svolto dal direttore sportivo Tonicello, che tra conferme e arrivi ha messo a disposizione al mister un gruppo quasi completo – come abbiamo già visto, a buon punto nel collaudo – per il primo giorno di ritiro. Dunque non sembra esserci fretta, come lascia intendere Tentoni nella succitata intervista. Ciò vale anche per la difesa, a maggior ragione da oggi con il ritorno in gruppo del “bombardiere” Zamuner.  Nel reparto arretrato ci potrebbe essere qualche innesto, visto che, specialmente per i centrali, mancano della alternative; diverso il discorso per i terzini, essendoci in rosa molti esterni di centrocampo versatili. Tra i nuovi ha destato una buona impressione il classe ’94 Minto, stakanovista in Treviso-Clodiense essendo stato impiegato in entrambi i tempi, prima nel suo ruolo naturale, poi come terzino. Un intervento potrebbe esserci anche a centrocampo, forse con un altro “senior”. Non è un caso che nella prima settimana sia stato provato il classe ’89 Daniele Vianello, centrocampista di quantità con lunga esperienza in Serie D ed Eccellenza di cui avevamo parlato la scorsa settimana. La ricerca di un centrocampista centrale è legata anche al recupero, comprensibilmente lento e graduale, della “torre”  Lazzari. L’ex Union Quinto e Giorgione deve recuperare dopo l’infortunio di due anni fa e l’annata in Australia, tant’è che sabato non ha giocato.

AMICHEVOLE CON IL BOLOGNA PRIMAVERA Sabato prossimo, 9 agosto, altra amichevole contro una squadra di Serie D, il neopromosso Abano; luogo e orario da stabilire. Già si sapeva del terzo incontro, contro il Montebelluna, previsto per mercoledì 20 con il Montebelluna. Ora è stato riempito pure il vuoto tra queste due partite: giovedì 14 agosto i biancocelesti si recheranno a Bologna, nel centro tecnico di Casteldebole, per sfidare la formazione Primavera del club rossoblu (inizio alle ore 17.00).