Treviso cornuto e… Mazzeo: un pareggio che sa di beffa (2-2)

Dal potenziale sorpasso in vetta sul Fontanelle al -5 dalla vetta occupata dai gialloneri e dall’innarestabile Opitergina. Tutto in due settimane, e non certo per colpa degli arbitri. Quello andata in scena oggi non è il primo “suicidio” stagionale del Treviso, che pur creando una palla gol dietro l’altra e dominando, regala di fatto i primi, decisivi venti minuti del primo tempo al Conegliano, trascinato da Mazzeo. Il pericolo n. 1 approfitta, tuttavia, di una difesa biancoceleste da censura in occasione dei due gol. Dopo pochi minuti Kastrati, al ritorno dopo il doppio giallo contro il Fontanelle, commette un fallo ingenuo ed evitabile al limite dall’area. E su punizione Mazzeo non perdona (palla sotto l’incrocio), ripetendosi dopo nemmeno dieci minuti (girata davanti l’area piccola in mezzo al presepe biancoceleste), rendendo nullo il pareggio di testa del debuttante Fusciello. Nel secondo minuto di recupero di una ripresa giocata in una sola metà campo, Pegoraro trova un eurogol, e poco prima del triplice fischio Cesca si fa murare il tiro della vittoria dopo uno schema da punizione ben riuscito. Alla fine un’altra domenica da cornuti e mazziati, la terza consecutiva, come i pareggi che hanno allontanato il primo posto. Una delle poche notizie positive, è, forse, il ritorno di Carraro e Seno a centrocampo. Per il primo un rientro decisamente anticipato, per il secondo la fine di un calvario dopo i continui stop che si sono susseguiti da agosto.

TABELLINO

TREVISO-CONEGLIANO 2-2 (1-2)

MARCATORI: 3’ e 18’ pt Mazzeo, 10’ pt Fusciello, 46’ st Pegoraro.
TREVISO (4-4-2): Tunno, Pegoraro, Rosina, Carraro (35’ st Seno), Kastrati (24’ st Banzato), Marchiori, De Marchi (32’ st Pasqualini), Tessari, Cesca, Garbuio (27’ st Meite), Fusciello. Allenatore: Pala.
CONEGLIANO (4-4-2): Mion, Bernardel, Pizzol, D’amico, Marcon (4’ st Zaccarin), Breda, Costantini, Armenise (46’ st Bombonatto), Pompeo, Mazzeo (14’ st Da Ros), Zuccon (47’ st Canal). Allenatore: Bernardi.
ARBITRO: Forzan di Castelfranco
NOTE: giornata fredda, terreno di gioco in buonecondizioni. Spettatori 500 circa. Angoli 11 a 2 per il Treviso. Recupero: 1’+5’. Ammoniti Cesca e Carraro del Treviso, Mazzeo e Armenise del Conegliano.