Il Tenni libero dalla settimana prossima. Per la rosa contattati molti ex biancocelesti…

Bisognerà attendere l’inizio della settimana prossima per riaprire il Tenni e rimetterlo a lucido per il debutto in Promozione. Lunedì, a Carbonera, inizieranno i primi provini per selezionare i giocatori del nuovo A.c.d. Treviso. Alcuni potrebbero essere vecchie conoscenze cresciute nella “cantera” biancoceleste smantellata dal fallimento del 2009.

Allenamento Lancenigo

 «C’è Renzo Corvezzo che, a quanto ho capito, ha il contratto con il comune di Treviso fino a lunedì 19 agosto, e prima di allora non intende sgombrare gli uffici così tutti i nostri appuntamenti al momento li dobbiamo fare dove capita. Sono contrattempi piuttosto fastidiosi soprattutto per un gruppo che parte con entusiasmo. È un fatto anche di immagine della società, oltre che logistico». Parole di uno sconsolato Walter Frandoli, che a la tribuna di Treviso ha spiegato perché la nuova società non ha ancora potuto insediarsi in via Ugo Foscolo per programmare al meglio una stagione che partirà tra poco più di tre settimane.
Il fantasma del F.c. Treviso continua a perseguitare i sogni di rinascita biancoceleste anche sul lato del settore giovanile. Il Gazzettino di Treviso conferma che la società ha inoltrato alla delegazione provinciale della F.i.g.c. la domanda di iscrizione per i campionato giovanili, confermando la richiesta spedita a Roma lo scorso 24 luglio. Niente di nuovo, anche perché rimangono gli stessi problemi di un mese fa: l’iscrizione sarà accetta solo se il F.c. Treviso dimostrerà di aver pagato tutti gli emolumenti pregressi a tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori vari legati all’attività sportiva, le relative ritenute Irpef e i contributi Enpals e il contributo di fine carriera. L’ok per l’iscrizione arriverà solo dopo che la delegazione provinciale avrà ricevuto il via libera dalla F.i.g.c.
Nell’articolo si paventa il paradosso che il settore giovanile possa essere gestito dal vecchio F.c. Treviso, ma in realtà, come abbiamo visto la settimana scorsa, il nuovo A.c.d. Treviso di Lenzini un settore giovanile ce l’ha già, anche se si tratta di una società diversa, Treviso Academy. L’unico problema riguardante la società appena costituita da Frandoli e Sartori riguarda la squadra Juniores, al cui mancata iscrizione comporta una “multa” di 4 mila euro. Lo stesso problema si era verificato 4 anni fa, e infatti, pur non avendo ricostituito un settore giovanile, l’allora A.s.d. Treviso 2009 aveva iscritto una squadra Juniores, vincendo il proprio girone e laureandosi campionane provinciale dopo aver conquistato il triangolare finale.

MERCATO BIANCOCELESTE Se il Tenni è ancora occupato, per Lancenigo si aspetta la risposta della Provincia; intanto i primi provini si svolgeranno lunedì pomeriggio a Carbonera. «Io ho contattato una decina di giocatori – ha spiegato Walter Frandoli a la tribuna di Trevisoaltrettanti Sartori ed ora ha iniziato anche il mister: fra qualche giorno avremo il quadro più chiaro, magari giocando una partita 11 contro 11 fra 22-23 convocati, proprio per vederli in azione e saggiarne le doti tecniche e fisiche. Arrivano anche dalla serie C, ci sono ex biancocelesti come il portiere Carlo Bortolin e Matteo Ton, tutti giocatori liberi, o qualcuno legato ad altre squadre che magari per motivi di studio preferisce restare in zona. Vorremmo ad esempio recuperare coloro che 4-5 anni fa, ai tempi di Setten, erano nel nostro settore giovanile, gente di allora del 94-95-96, in particolare gli allievi nazionali, che poi hanno fatto le loro esperienze altrove, in categorie semiprofessionistiche, tipo serie D, e che ora vorrebbero tornare a giocare qui. Chiaro che con gli allenamenti al pomeriggio i candidati non sono così numerosi, comunque contiamo di creare un gruppo in grado di lavorare alla luce del giorno: però è importante che intanto mister Piovanelli si sia reso disponibile. Come potete capire ci attende un compito non facile, anche perché i tempi sono piuttosto ristretti, visto che il campionato di Promozione inizia l’8 settembre».

Ton e Bortolin, entrambi nati e cresciuti a Treviso, sono due elementi delle “canterna” biancoceleste emigrati dopo la diaspora del 2009. Il primo, classe 1990, ha vissuto un triennio da favola a Pisa, vincendo un campionato di Serie D da protagonista e, dopo il doppio salto ottenuto dalla società nerazzurra, ritagliandosi uno spazio importante in C1; svincolato nell’estate 2012, non è riuscito a trovare squadra e alla fine ha dovuto accontentarsi del CalviNoale, in Promozione, conquistando la coppa di categoria che è valsa l’Eccellenza (in campionato secondo posto a un punto dall’Union Preganzionl-Mogliano). Bortolin, un anno in meno rispetto a Ton, ha difeso da titolare la porta del Pordenone (Serie D) per tre campionati, dal 2010 al 2013.

Comments are closed.